Homepage di Nienteansia.it
Switch to english language  Passa alla lingua italiana  

You are not logged in.


Dear visitor, welcome to Forum di Psicologia di Nienteansia.it. If this is your first visit here, please read the Help. It explains in detail how this page works. To use all features of this page, you should consider registering. Please use the registration form, to register here or read more information about the registration process. If you are already registered, please login here.

Il Corvo

Utente Attivo

  • "Il Corvo" is male
  • "Il Corvo" started this thread

Posts: 53

Activitypoints: 185

Date of registration: Sep 27th 2013

  • Send private message

1

Sunday, January 1st 2017, 11:32pm

Dall'Ansia non si guarisce, puoi imparare solamente a conviverci !

Titolo abbastanza duro, ma che ribadisce la realtà dei fatti.
A scriverlo non è un neofita di questo mondo, ma una ragazzo che quasi alla soglia dei 30 anni ne può ormai fare un resoconto dettagliato. Ho affrontato varie terapie psicoterapeutiche e psichiatriche, cambiando specialisti in diversi fasi della mia vita in tutti questi anni.
Non sputo assolutamente su tutto quello che ognuno di loro mi ha dato, anzi,li ringrazio vivamente perchè ognuno di loro mi ha aiutato in un determinato processo della mia esistenza e mi ha arricchito tantissimo, soprattutto prendendo consapevolezza di determinati eventi che mi hanno segnato, su cui da solo non sarei mai riuscito ad aprire gli occhi.
Ad oggi sopravvivo, si esatto uso la parola sopravvivo, perchè è la realtà dei fatti, e lo faccio grazie alla mia fortissima volontà del non piegarmi e all'aiuto di un piccolo dosaggio di ansiolitico. Piccolo perchè nonostante tutte le batoste prese, dove mi è toccato passare anche da neurolettici pesanti, nonostante lo sforzo mentale che metto, se non lo prendessi finirei per restare sigillato nella mia camera per giorni o mesi come già capitato. Cerco di vivere al meglio quello che la giornata mi offre, a volte ci riesco, sempre con difficoltà, altre volte no, ma sicuramente voi utenti del forum ne sapete quanto me in merito.
Sopravvivo ma non riesco a vivere, ogni giorno sogno di svegliarmi e di non avere questa ansia che mi ha rovinato la vita. Mi sento perennemente sotto pressione per qualsiasi cosa mi tocca fare, è un macigno veramente assurdo e pesante, talmente pesante che nonostante combatto per riuscire a superarlo a volte preferisco evitare determinati eventi perchè mi mandano in Tilt, e mi ci vogliono giorni per rimettermi in equilibrio mentale, e ritrovare un po di serenità.
Sopravvivo e mi tengo aggrappato alla vita solo grazie alla passione per i miei hobby e alla speranza che qualcosa possa cambiare. Ma questa Ansia è un male talmente grande che mi fa passare voglia di mettere al mondo figli, perchè purtroppo so che non riuscirei a godermi ogni loro singolo momento. Molti sono convinti che la forza che ti da diventare genitore ti fa superare qualsiasi ostacolo, non mi sento di criticarli, ma mettere al mondo un figlio non cancella tutto il male che ti porti dietro da una vita.
Quindi questa è la realta dei fatti, chi soffre di ansia, la vera ansia e non quella passeggera, non potrà mai guarirla, potrà solo cercare di gestirla al meglio per conviverci nel migliore dei modi.

Voi che ne pensate?
"Non può piovere per sempre"

Bwndy

Amico Inseparabile

  • "Bwndy" is male

Posts: 1,467

Activitypoints: 4,668

Date of registration: Mar 16th 2016

  • Send private message

2

Monday, January 2nd 2017, 12:29am

Ciao. Premetto subito che non soffro di disturbi particolari, ma penso di avere e soprattutto aver avuto un po' di tutto: ansia, depressione, insonnia. Anche io ho passato mesi uscendo pochissimo di casa e stavo a rimuginare metà del tempo in cui ero sveglio..so anche cosa significa vivere liberi dall'ansia e io provo a buttare le mie riflessioni, su cui ovviamente puoi essere d'accordo o meno, anche tenendo conto che comunque io non soffro di disturbo d'ansia generalizzato, per cui la mia situazione potrebbe essere differente.

Capisco bene la sensazione di essere sempre messi alla prova, in tutto ciò che si fa: dall'aperitivo in cui bisogna risultare simpatici alla partita di tennis in cui bisogna giocare al meglio fino alle cose più importanti come rapporti importanti, studio, lavoro. Ogni cosa diventa una sfida in primis con se stessi e questo comporta ovviamente dubbi, paure, insoddisfazione quando i risultati non arrivano. Credo però che vivere così abbia un grande pregio, cercando di vedere i lati positivi: mi accorgo, a ragion veduta, che chi fa le cose con leggerezza se le gode di più e si stressa meno, ma migliora anche meno, per il semplice fatto che le prende meno seriamente. Penso anche che convivere con problemi di questo genere renda più forti: tu stesso hai detto che la tua volontà ti tiene ancora in piedi. Insomma il consiglio generale è di non vedere solo il lato negativo della faccenda! E sono fermamente convinto che, anche nella sfortuna, si possano trovare lati positivi: concentrati su questo. Pensa che il tuo metterti alla prova non può che portare a migliorarti, anche se ci vorrà tempo e sofferenza, mettici il tuo e con un po' di fortuna la vita ti sorriderà.

Il Corvo

Utente Attivo

  • "Il Corvo" is male
  • "Il Corvo" started this thread

Posts: 53

Activitypoints: 185

Date of registration: Sep 27th 2013

  • Send private message

3

Monday, January 2nd 2017, 7:34pm

Accetto la tua opinione :)
Ma nel mio caso in cui si parla di un ansia cronica, il problema ovviamente è in parte differente dal tuo. Sono di mio un tipo molto ottimista sulla vita, e come scritto ho una fortissima forza di volontà, se non avessi avuto queste due cose sicuramente mi sarei suicidato da tempo. Parole durissime ma che rispecchiano sempre la realtà dei fatti
"Non può piovere per sempre"

ansia123

Amico Inseparabile

  • "ansia123" is female

Posts: 1,598

Activitypoints: 4,580

Date of registration: Apr 16th 2016

  • Send private message

4

Tuesday, January 3rd 2017, 8:22am

Ciao Corvo! Ti capisco e concordo su quello che dici! Noi ansiosi non viviamo, sopravviviamo! Io lo dico sempre a tutti quelli che mi stanno intorno che mi dicono che sono fortunata, che ho una bella famiglia, un marito che mi adora, un lavoro ed una casa( che oggi non è poco)! Ma il peso che ho nel petto e nella testa alcuni giorni diventa insopportabile e straziante...continuo a fare quello che la vita mi impone ma lo faccio tipo automa cercando di sofficare quel malessere fisico e mentale che mi porto dietro. Devo precisare però che la mia ansia(attacchi di panico, ipocondria, dispnea tachicardia, aritmia e via dicendo) sono causati da disfunzioni ormonali tiroidee...tanti mi dicono che con la cura giusta(dosaggio eutirox azzeccato) dovrei stare bene ma i dottori non ti ascoltano...prescrivono e prendono soldi punto. La vita con cui giocano mica è la loro...quindi ti capisco e, ripeto, concordo pienamente! Possiamo solo imparare a conviverci!

Dani8277

Utente Attivo

Posts: 31

Activitypoints: 107

Date of registration: Mar 7th 2016

  • Send private message

5

Tuesday, January 3rd 2017, 10:15am

Voi che ne pensate?


Io penso di essere perfettamente d'accordo con te. Mi trovo nella tua stessa situazione e anche per quanto riguarda il discorso dei figli la penso esattamente come te. Io non mi aiuto nemmeno con gli ansiolitici perchè la mia ansia in certe occasioni è talmente forte che nemmeno quelli mi fanno effetto, anzi!
Bisogna imparare a conviverci purtroppo perchè no non si guarisce, ma sicuramente un modo per stare meglio c'è.
Un caro saluto.

chiara2206

Utente Attivo

  • "chiara2206" is female

Posts: 32

Activitypoints: 104

Date of registration: Nov 4th 2016

Location: Milano/Pavia

  • Send private message

6

Tuesday, January 3rd 2017, 11:34am

Ragazzi, come vi capisco !!! L'ansia é una brutta bestia ti toglie qualsiasi possibilità di poter godere di ogni singolo momento a volte mi fermo e dico ma perché non posso godermi questa giornata ? O questo momento? Guardo gli altri stare bene, godersi la vita e non capisco perché non possano essere così anche per me! Non dobbiamo mai perdere la speranza sennò vuoldir darla vinta...

Forza... :)

carota.enorme

Giovane Amico

Posts: 257

Activitypoints: 784

Date of registration: Jan 13th 2016

  • Send private message

7

Wednesday, January 4th 2017, 2:43pm

corvo ha detto tutto quello che, la maggior parte di noi prova,almeno per quelli che soffrono da molto..io son 15 anni che vado avanti..e cerco di sopravvivere,e molti altri son come me o peggio addirittura..una cosa è sicura,abbiamo una sensibilità che è dieci volte superiore al normale,e questo porta cose positive e altre molto negative...

Anch'io penso non si guarisca del tutto,ma si vada solo a migliorare i sintomi.Lo dico per esperienza,perchè anni fa ero tornato normale per 2 anni,poi la ricaduta nel baratro che mi ha fatto perdere lavoro e fidanzate varie..

Il Corvo

Utente Attivo

  • "Il Corvo" is male
  • "Il Corvo" started this thread

Posts: 53

Activitypoints: 185

Date of registration: Sep 27th 2013

  • Send private message

8

Thursday, January 5th 2017, 12:40pm

Intanto vorrei ringraziare tutti quelli che hanno espresso il proprio parere.
Esatto, abbiamo una sensibilità molto più sviluppata rispetto ad altri, ed è anche vero che non dobbiamo perdere la speranza, e che capiteranno momenti che ci faranno sorridere molto di più di quanto già facciamo ora, nonostante sguazziamo in questo mare di m***a.
"Non può piovere per sempre"

oscarw

Utente Fedele

Posts: 477

Activitypoints: 1,571

Date of registration: Apr 20th 2013

  • Send private message

9

Thursday, January 5th 2017, 3:33pm

Mi unisco alla discussione concordando in pieno con "Il Corvo" e "carota.enorme", sono ormai 13 anni che ne sono dentro, cure farmacologiche e psicoterapia, ma alla fine non sono guarito, in più mi ritrovo castrato a causa dei psicofarmaci, altro che figli, neanche una ragazza posso avere.
Ormai tutto è diventato grigio, sopravvivo e non so perché, a parte andare a lavoro per sopravvivere non mi rimane altro, mi sento come un vecchio, non posso fare progetti, al diavolo tutto!

Dani8277

Utente Attivo

Posts: 31

Activitypoints: 107

Date of registration: Mar 7th 2016

  • Send private message

10

Thursday, January 5th 2017, 8:01pm

io gli psicofarmaci li ho proprio lasciati perdere.. in più di 20 anni di ansia ho fatto una sola cura, durata 2 anni e ho capito che non mi sarebbe servito a nulla, sintomi attenuati si, ma lei (l'ansia) era sempre li.
Per me stessa ho sempre pensato che fosse più sano tenermi la mia ansia, dato che sono nata così, piuttosto che imbottirmi di psicofarmaci con il male che fanno.
Effettivamente vivere costantemente con i sintomi è davvero davvero dura, ma non mi interessa, vado avanti e proverò presto ad intraprendere un percorso con cannabis terapeutica sperando di avere, almeno con quella, dei benefici.

oscarw

Utente Fedele

Posts: 477

Activitypoints: 1,571

Date of registration: Apr 20th 2013

  • Send private message

11

Friday, January 6th 2017, 5:12pm

io gli psicofarmaci li ho proprio lasciati perdere.. in più di 20 anni di ansia ho fatto una sola cura, durata 2 anni e ho capito che non mi sarebbe servito a nulla, sintomi attenuati si, ma lei (l'ansia) era sempre li.
Per me stessa ho sempre pensato che fosse più sano tenermi la mia ansia, dato che sono nata così, piuttosto che imbottirmi di psicofarmaci con il male che fanno.
Effettivamente vivere costantemente con i sintomi è davvero davvero dura, ma non mi interessa, vado avanti e proverò presto ad intraprendere un percorso con cannabis terapeutica sperando di avere, almeno con quella, dei benefici.

Soffri di ansia generalizzata?
Io soffro di ansia e panico, il problema per me è il panico, l'ansia anche se fastidiosa la reggo grazie al lavoro che ho fatto su di me, ma il panico è una cosa a parte, troppo potente!

Dani8277

Utente Attivo

Posts: 31

Activitypoints: 107

Date of registration: Mar 7th 2016

  • Send private message

12

Friday, January 6th 2017, 7:29pm

@oscarw

immagino che gli attacchi di panico debbano essere terrificanti e che necessitino di una cura farmacologica, non li ho mai avuti quindi più di tanto non mi posso esprimere, ma non metto in dubbio che sia il tuo problema primario.
Definire l'ansia generalizzata "fastidiosa" non mi sembra molto appropriato, nel mio caso è una patologia invalidante e mi è stata riconosciuta un'invalidità civile permanente al 46% con riduzione delle capacità lavorative superiore ad 1/3.
I disturbi psichici possono variare da persona a persona anche d'intensità, c'è chi può avere un ansia più o meno intensa con prevalenza di alcuni sintomi piuttosto che altri, sono molti i fattori che possono incidere, senza sottovalutare che ogni persona ha la sua mente e ha il suo vissuto anche questi fattori che incidono notevolmente su questo tipo di patologie.
Anche io percepisco la mia ansia generalizzata come troppo potente e, nonostante tutto il lavoro che ho fatto su me stessa in tanti anni di malattia, resta nel mio caso una patologia invalidante cronica.

This post has been edited 2 times, last edit by "Dani8277" (Jan 6th 2017, 8:36pm)


carota.enorme

Giovane Amico

Posts: 257

Activitypoints: 784

Date of registration: Jan 13th 2016

  • Send private message

13

Saturday, January 7th 2017, 2:25am

credimi che attacchi di panico e ansia sono molto diversi..l'ansia la puoi vivere tutti i giorni e ci puoi convivere tranquillamente.Gli attacchi di panico non ti permettono di vivere,perchè sono episodi che ricorderai per sempre nella vita,visto quanto sono forti.LA sensazione di morte e di perdita di controllo,non ti fa stare fermo,non ci si rende piu' conto di dove si sta,si fa fatica a respirare,si perde la vista,i muscoli delle gambe cedono,per cui puoi cadere a terra.Insomma una via di mezzo tra ATTACCO EPILETTICO E INFARTO...poi sudi..e il cuore va da solo.Non c'è via di scampo.Quando arriva lo devi PROVARE TUTTO E SPERARE FINISCA IN FRETTA...io lo vivo cosi'...

Dani8277

Utente Attivo

Posts: 31

Activitypoints: 107

Date of registration: Mar 7th 2016

  • Send private message

14

Saturday, January 7th 2017, 9:17am

partendo dal presupposto che non si possono paragonare certi tipi di disturbi, dire che con l'ansia generalizzata ci puoi convivere tranquillamente tutti i giorni è FALSO, non mi posso esprime sull'attacco di panico perchè non ne soffro e non sono uno specialista, ma non metto in dubbio quanto da te riferito.
Del resto ho risposto ad un thread che parlava di ansia, non mi pare di aver capito che si parlasse di panico, correggetemi se sbaglio, anche perchè non avrei risposto non soffrendo di quel disturbo.
Quando ho un attacco di ansia, il che succede molto spesso per non dire tutti i giorni, ho il cuore che batte a mille, pare debba uscire dal petto, sudo in tutto il corpo, il sudore delle ascelle mi arriva al gomito, le mani sono due rubinetti aperti, vampate di calore, sono molto debole al limite dello svenimento, ho delle vertigini impressionanti, nausea, mal di stomaco, sensazione di soffocamento, mancanza d'aria, nodo alla gola, vista offuscata, tremori alle mani, irrequietezza, agitazione e nervosismo fortissimo nonchè crisi di pianto, tensione muscolare e nervi a fior di pelle, sicuramente non c'è quella sensazione di morte imminente che chi soffre di panico riferisce di provare e che senza ombra di dubbio deve essere terrificante.
Ho appena chiesto all'azienda di essere licenziata, perchè non trovandomi più bene da tempo, OGNI GIORNO, prima di andare a lavorare avevo tutti i sintomi sopra descritti e per la paura di perdere il controllo una volta per tutte ho deciso di fare questo passo difficile pur di tutelarmi la salute senza dover necessariamente imbottirmi di psicofarmaci per poter lavorare.
Vita privata non ne ho, frequento raramente solo persone che conosco già, imbattermi in una nuova conoscenza mi implicherebbe tutti i sintomi sopra descritti e quindi evito.
OGNI MATTINA come apro gli occhi, ancora prima di poter formulare un pensiero, mani e piedi si bagnano talmente tanto che sono costretta ad alzarmi dal letto per il fastidio che causano, e così OGNI GIORNO comincia una giornata carica di ansia, ogni piccola cosa che devo fare è ansia allo stato puro così come andare a fare le spese o fare due passi o qualsiasi altro tipo di commissione. Anche quando sono a casa improvvisamente e senza motivo mi sale un ansia incontrollabile.
Il mio grado di ansia e talmente forte ed invalidante che non è possibile, come dici tu, conviverci tranquillamente, tanto che, lo ribadisco, mi è stata riconosciuta un invalidità permanente.
Magari la tua ansia generalizzata non ha un intensità così forte da impedirti di vivere normalmente come succede a me.

This post has been edited 2 times, last edit by "Dani8277" (Jan 7th 2017, 10:03am)


carota.enorme

Giovane Amico

Posts: 257

Activitypoints: 784

Date of registration: Jan 13th 2016

  • Send private message

15

Saturday, January 7th 2017, 9:38pm

si ti capisco dani...be ci tocca conviverci,purtroppo...