Homepage di Nienteansia.it
Switch to english language  Passa alla lingua italiana  

You are not logged in.


med69

Nuovo Utente

  • "med69" started this thread

Posts: 9

Activitypoints: 34

Date of registration: Feb 19th 2011

  • Send private message

16

Tuesday, February 22nd 2011, 2:18pm

Ciao Beppe,
come vedi il problema che abbiamo è molto più comune di quanto possiamo pensare. Ho letto di attori , personaggi famosi che soffrono in alcuni periodi così come noi.
Dopo un anno che lavoravi? Allora ti faccio una domanda...........il lavoro ti soddisfa oppure lo vedi come una forzatura. Io sono 18 anni che al lavoro faccio sempre le stesse cose tra l'altro stressanti che non mi soddisfano. Le faccio solo per il 27 praticamente.
Ciao alla Prossima

beppe80.s

Utente Fedele

  • "beppe80.s" has been banned

Posts: 275

Activitypoints: 1,273

Date of registration: Apr 15th 2010

  • Send private message

17

Tuesday, February 22nd 2011, 3:03pm

Adesso comunque è già quattro anni che lavoro e purtroppo circa tre che combatto contro questi problemi. Ti dirò che di persone con questi problemi ce n'è veramente tanta, solo che non lo sappiamo. In fondo se non lo dici tu qualcuno sospetterebbe mai che prendi antidepressivi?
Comunque per quanto riguarda il lavoro beh ti dico che alla fine sono stato fortunato a trovare un lavoro per il quale ho studiato, e soprattutto fortunato ad avere un lavoro. Ma questo non basta, il fatto di dover stare tutti i giorni in ufficio, fare cose più o meno di routine e passare molto tempo con persone che non scegli.. beh ecco penso sia questo che mi uccide. Purtroppo è proprio come dici tu, passato il periodo di euforia iniziale ti accorgi che più o meno tutti i giorni sono uguali, anche se io lavoro per un altro giorno e non il 27 :) ... Quando studiavo invece anche se contemporaneamente lavoravo per 10 - 20 ore a settimana comunque non avevo una giornata uguale all'altra o comunque vivevo a cicli di pochi mesi...questo secondo me aiutava tanto.... almeno credo..
Peppino Savona

kichibia

Utente Fedele

Posts: 425

Activitypoints: 1,509

Date of registration: May 19th 2010

Location: torino

  • Send private message

18

Tuesday, February 22nd 2011, 3:04pm

Ciao Med, dunque nel 2006 ho cominciato a prendere i primi antidepressivi che mi sono stati dati dal medico del pronto soccorso, poi non ho trovato la quadra giusta così ho tirato per le lunghe fino all'anno successivo quando una bravissima neurologa mi ha prescritto le daparox e sono arrivata fino alla dose di 40 mg al giorno per un anno e mezzo poi sono andata a scalare fino a toglierlo completamente. Ho smesso a gennaio 2010 ma ad aprile ho avuto un attacco forte così ho ricominciato con le daparox ed ora me l'hanno sostituito con cipralex ad un dosaggio minore e comunque ci sono giorni in cui va meglio ed altri in cui va peggio. Anch'io come te sto praticando yoga, che mi aiuta a rilassarmi e non vedo l'ora di andarmene via dalla città che mi sta logorando ed impigrendo, io abito a Torino. Ciao Med

Pulmino73

Bischero virtuale

  • "Pulmino73" is male

Posts: 373

Activitypoints: 1,219

Date of registration: Jul 31st 2009

Location: Spazio

Occupation: Imprenditore

  • Send private message

19

Wednesday, February 23rd 2011, 2:01am

Ciao Med,
rispondo alla tua domanda iniziale, portando il mio contributo.
Soffro di disturbi di ansia generalizzata.
Sono circa 8 anni che prendo 1/2 compressa di Seurepin al giorno, la mattina.
Non mai interrotto in tutti questi anni, se non all'inizio per un breve periodo di 2 mesi.

Sinceramente oggi non mi pongo nemmeno il problema se continuare o meno. Sara' ma in virtu' della costanza nell'assunzione sono riuscito a riprendermi la mia vita. Le uniche limitazioni riguardano oggettive difficolta' di movimento (vacanze lunghe), un problema piuttosto comune.

Tuttavia il farmaco mi ha permesso di stabilizzare la sintomatologia, fra alti e bassi naturalmente. Se dovessi rimproverarmi qualcosa, forse e' di non aver mai voluto intraprendere un percorso di psicoterapia.

Probabilmente mi avrebbe dato qualche strumento in piu' per convivere piu' agevolmente, accettandomi, con la parte piu' recondita di me stesso.
Farmaco o non farmaco. Spero di averTi dato qualche spunto di riflessione e di forza.

Nel mio caso il farmaco non ha risolto le cose. Le ha stabilizzate in momenti in cui, con le mie sole forze non sarei riuscito. Senza entrare nel dettaglio, riporre troppe speranze attenzioni o altro sul farmaco potrebbe risultare controproducente. Auspico tuttavia che il tuo percorso personale ti porti una progressiva consapevolezza/maturazione del tuo profilo interiore nel rapporto con quello che ti circonda (dalla sfera affettiva al mondo del lavoro).
Nel momento in cui svilupperai questa sorta di "accettazione" interiore, autonomamente o tramite l'aiuto di uno specialista, sono sicuro che comincerai a sentirti dapprima rinfrancato, progressivamente rasserenato e sicuro. A quel punto non ti porrai il problema se o meno proseguire la cura farmacologica.

beppe80.s

Utente Fedele

  • "beppe80.s" has been banned

Posts: 275

Activitypoints: 1,273

Date of registration: Apr 15th 2010

  • Send private message

20

Wednesday, February 23rd 2011, 8:21am

Ciao Pulmino, visto che anche tu fai la mia stessa cura vorrei chiederti alcune cose.
Anche io come te ero sceso a mezza compressa e stavo bene, finchè non ho deciso di sospendere del tutto. Dopo 2 mesi crisi totale. Ora sono qui che ho ricominciato a riprenderle, ma sto facendo un po' fatica a tornare ad una compressa al giorno, se da metà salgo di un quarto inizio ad avere nausea e sensazioni strane. Ora sto provando a resistere con 3/4 sperando piano piano di arrivare a quella intera.
Volevo chiederti se tu ne prendevi un quarto da sempre o hai iniziato anche tu con quella intera? inoltre al bisogno io associo anche EN, tu invece prendi qualcos'altro?
Ciao.
Peppino Savona

med69

Nuovo Utente

  • "med69" started this thread

Posts: 9

Activitypoints: 34

Date of registration: Feb 19th 2011

  • Send private message

21

Thursday, February 24th 2011, 12:19am

Ciao peppe80,
forse abbiamo un problema in comune, e cioè la poca soddisfazione della vita privata. Penso che il fatto di riuscire a trovare soddisfazione dalla vita privata, parlo di affetti,amicizie, etc. ci darebbero lo stimolo giusto a poter affrontare la vita in maniera più equilibrata. In pratica dobbiamo cercare di bilanciare le emozioni positive con quelle negative. Quando queste ultime prevalgono si arriva a stare come stiamo. Dobbiamo sforzarci di uscire dalla monotonia che la vita ci sbatte in faccia. A me quello che manca è una compagna, per condividere emozioni positive , diciamo che sto sentendo il peso della vita da single a cui poi aggiungo il lavoro stressante ed altro. Dovrò sforzarmi e lottare contro la mia pigrizia per raggiungere questa serenità interiore.
Per quanto riguarda il sereupin , io l'ho preso in passato econ il quale sono stato benissimo. Posso dirti che gli effetti collaterali li avevo la prima settimana o poco più, poi mi sono passati. I benefici del farmaco invece iniziano ad avere effetto dopo le 3 settimane. Bisogna avere un po di pazienza.
Ciao alla prossima

Pulmino73

Bischero virtuale

  • "Pulmino73" is male

Posts: 373

Activitypoints: 1,219

Date of registration: Jul 31st 2009

Location: Spazio

Occupation: Imprenditore

  • Send private message

22

Thursday, February 24th 2011, 1:07am

@Beppe

Io ho sempre utilizzato 1/2 compressa di Seurepin.
In seguito ad una ricaduta mi era stato suggerito di arrivare alla quantita' di compressa al giorno, associata ad ansiolitici (l'EN come te).

Nel mio caso, non volendo per questo generalizzare, i risultati non sono stati positivi. Non ho riscontrato alcun tipo di miglioramento commisurato
all'aumentare della quantita'. Paradossale ma veritiero.

Le tormente sono passate (dai momenti giu' o di malessere, fino ad una forte ricaduta un anno e mezzo addietro) grazie ad una maggiore premura per me stesso,
regalandomi costanti momenti di relax, di pace solitaria e silenziosa, che dall'aumento dei medicinali.

Come te, i primi periodi post-ricaduta sono stati particolarmente difficili. In molti sensi. Tutte le sensazioni descritte peraltro rientrano nell'ampio corollario degli
effetti derivanti dal Seurepin. Tali effetti dovrebbero, come ben sai, tendere a scomparire nell'arco di un mese. Nel mio caso ad esempio, sebbene mi fosse stata prescritta,
una compressa al giorno di Seurepin dava fastidio (in particolare sintomi di spossatezza, agitazione etc). Ad altre persone no, funziona benissimo.

Non esiste, da quanto mi hanno spiegato, una quantita' standard: in genere, una compressa da 20mg e' la quantita' terapeutica. Io dopo 10gg sono tornato ai vecchi santi...
mezza ed EN al bisogno.

Considero nel mio caso, il Seurepin un supporto del quale preferisco non correre il rischio di abbandonarlo per poi stare male o rischiare ricadute. Posso solo dirti che la vera soluzione e' dedicarsi ogni giorno il proprio tempo, per la cosa che maggiormente ci aggrada in piena liberta' (una passeggiata, un passatempo) e non pensare a niente.

Sono i pensieri, il carico di responsabilita' considerate non delegabili, la paura di essere noi stessi, a generare il vortice... quando cammino, da padre-imprenditore-uomo-partner mi dico:"Non sono nessuno", "Io non sono nessuno" oppure "non posso farci niente", "percepisco il presente e non penso".

Questo lasciarmi andare, libero, leggero, mi rende energia vitale soprattutto nei momenti di maggior "carico" psicologico, causa lavoro famiglia e menage vario.
Ciao.

beppe80.s

Utente Fedele

  • "beppe80.s" has been banned

Posts: 275

Activitypoints: 1,273

Date of registration: Apr 15th 2010

  • Send private message

23

Thursday, February 24th 2011, 8:37am

Grazie a tutti e due per le risposte davvero molto belle!!! Purtroppo vi aggiungo che la teoria è facile, ma la pratica un po' meno. :)
Inoltre volevo dire a Pulmino che io per quasi 2 anni prendevo una compressa intera, poi sono passato a metà per circa sei mesi e poi ho sospeso. Ora per la ricaduta la dottoressa mi ha detto di ripartire e tornare ad una intera, ma non riesco ad andare oltre la metà. Oggi sono ritornato a metà compressa perchè anche 3/4 non li reggevo più. Come è possibile che di punto in bianco non regga più la compressa intera? Proprio come te Pulmino, dopo una settimana di tentativi di mandare giu una compressa intera oggi ricomincio con metà... gli effetti erano devastanti, nausea, inappetenza, mal di testa, inappetenza e chi più ne ha più ne metta, all'inizio credevo fosse un virus intestinale! Per ora vado avanti con mezza compressa e vedremo come va. E' stato un piacere leggere i vostri consigli, peccato non ci si possa conoscere di persona per scambiarsi opinioni e sensazioni... sicuramente sarebbe molto utile, almeno al morale.
Peppino Savona

Pulmino73

Bischero virtuale

  • "Pulmino73" is male

Posts: 373

Activitypoints: 1,219

Date of registration: Jul 31st 2009

Location: Spazio

Occupation: Imprenditore

  • Send private message

24

Friday, February 25th 2011, 1:28am

@Beppe

:) Caro Beppe, certo che sarebbe molto bello conoscersi e scambiare opinioni. Ci limitiamo al web e nella sue semplicita' puo' essere abbastanza.
Certo e' che in questo percorso ad ostacoli non sei solo. Come vedi.

Dopo un po' di tempo, credo che a questi disturbi dobbiamo "prenderne atto". Non dico abituarci ma semplicemente "prenderne atto". Passano.
Ti rendono piu' fragile, meno sicuro e godereccio ma passano.

Io ad esempio, ricordo periodi anche recenti ove sembrano del tutto scomparsi (organizzo viaggi etc) e poi talvolta ritornano, e tutto ridiventa faticoso, ti alzi controvoglia, sei stanco, solitario etc.

Leggevo i libri di Morelli, celebre psichiatra, e suggeriva di "accogliere le paure", farle "accomodare", assecondarle come amiche. Riflessioni interessanti che non voglio ripetere. Se hai voglia puoi trovare il momento per leggere. Mi hanno dato serenita', anche se non tutti si rispecchia nella mia persona.

A presto. Oppure a piu' tardi possibile. Vorra' dire che hai altro da fare. :D

25

Saturday, February 26th 2011, 7:21am

Ragazzi Voi a cosa attribuite i vostri malesseri? C'è qualcosa che nella vita vi ha turbato oppure vi viene e basta senza un motivo apparente?


eheh med... (sorrido malinconico) le cause, vere, di questo "mal di vivere" possono essere svariate e sono moltifattoriali, ovvero superi un muro et voilà te ne trovi davanti ancora unò più alto.

Ma nel mio caso imputo il fatto di essere all'età di 7 anni chiuso in casa nel dopo scuola, con famiglia assente... (cut per discorso troppo lungo) cmc da li ho cominciato il mio cammino per l'introversione e altre "cosuccie" :cursing:
Tutto ciò mi perplime

rocco smitherson

Bettyboop

Amico Inseparabile

  • "Bettyboop" is female

Posts: 1,480

Activitypoints: 4,617

Date of registration: Jul 30th 2009

Occupation: Studentessa di Psicologia Clinica

  • Send private message

26

Wednesday, March 2nd 2011, 11:42am

Ciao :) forse allora devi prenderlo a dose piena (20mg) per un periodo superiore all'anno. Forse hai sempre scalato troppo presto; parlane apertamente col tuo psichiatra!! 1abbraccio
"La Paura bussò alla porta...la Speranza andò ad aprire e .. non c'era nessuno" [M.L. King]

beppe80.s

Utente Fedele

  • "beppe80.s" has been banned

Posts: 275

Activitypoints: 1,273

Date of registration: Apr 15th 2010

  • Send private message

27

Thursday, March 3rd 2011, 11:47am

Per pulmino73 (o chiunque abbia avuto un'esperienza simile),
vorrei chiederti una cosa. Oggi è iniziata la mia quarta settimana di riassunzione del sereupin dopo la ricaduta del mese scorso, continuo con mezza compressa al giorno ed en al bisogno. Purtroppo ancora non mi sento come prima (quando con mezza compressa stavo piuttosto bene, prima che mi venisse la maledetta idea di provare a sospendere il farmaco). Tu dopo la ricaduta quanto ci hai messo a ritornare diciamo in forma? Io faccio ancora fatica ad addormentarmi e di giorno mi sento ancora lievemente fiacco e depresso... secondo te che mi pare di capire che siamo molto simili è ancora presto per tornare a stare bene?
Peppino Savona

med69

Nuovo Utente

  • "med69" started this thread

Posts: 9

Activitypoints: 34

Date of registration: Feb 19th 2011

  • Send private message

28

Thursday, March 3rd 2011, 9:41pm

Ciao Beppe80,

come ho già accennato, anche io ho usato in passato il Sereupin in passato naturalmente sempre sotto la guida del mio neurologo. Quando mi affiorò l'ansia lo cominciai ad assumere gradualmente fino ad arrivare ad una pasticca al giorno. La prima settimana ho sofferto un pochino per gli effetti delle controindicazioni, ho sopportato e dopo circa 3-4 settimane cominciavo a stare bene.

Tu ti sei fermato a mezza pasticca al giorno.

Il tuo medico cosa ti ha prescritto mezza pasticca o una pasticca?

Ciao

beppe80.s

Utente Fedele

  • "beppe80.s" has been banned

Posts: 275

Activitypoints: 1,273

Date of registration: Apr 15th 2010

  • Send private message

29

Saturday, March 5th 2011, 10:48am

Per ora mi ha detto di provare con mezza, visto che prima di sospenderla ne ho presa mezza per 6 mesi e stavo bene...se dopo un mesetto non vedo miglioramenti passeremo nuovamente ad una come quando facevo la cura regolare.
Ciao.
Peppino Savona