Homepage di Nienteansia.it
Switch to english language  Passa alla lingua italiana  

You are not logged in.


Dear visitor, welcome to Forum di Psicologia di Nienteansia.it. If this is your first visit here, please read the Help. It explains in detail how this page works. To use all features of this page, you should consider registering. Please use the registration form, to register here or read more information about the registration process. If you are already registered, please login here.

Pulmino73

Bischero virtuale

  • "Pulmino73" is male

Posts: 373

Activitypoints: 1,219

Date of registration: Jul 31st 2009

Location: Spazio

Occupation: Imprenditore

  • Send private message

16

Sunday, January 22nd 2017, 12:17am

Ciao ragazzi,
condivido tutto quello che scrivete. Abbiamo più o meno le stesse somatizzazioni. Io ho 43 anni e sono 16 anni che ci convivo. I primi tempi e' stata molto dura. E' difficile accettarsi, comprendere perché un giorno ci sentiamo diversi, accettare che e' solo ansia. Una volta appurato comincia la lotta con i medicinali. Servono certamente, ma fino ad un certo punto.
Comunque non demordete perche IL TEMPO E' A NOSTRO FAVORE. Mi spiego alla lunga, si impara a convivere con i momenti. Quando si impara a convivere l'ansia sparisce. Nel mio caso devo dire che ho sono caduto altre volte ma mi sono sempre rialzato.

La mia ansia, le mie paure, derivano dal rapporto affettivo con chi mi sta vicino. L'ansia mi aumenta (sto male) quando devo stare in famiglia con tutti. Iniziano le polemiche, il menage familiare, gli obblighi. Ecco gli obblighi, le imposizioni o quelle che percepisco tali: su queste inizia e si alimenta la mia ansia.

In sostanza soffro - e' un classico - della sindrome della gabbia. Ovvero trovarsi in situazioni, ove non si può esimersi ma anzi bisogna essere reattivi, brillanti e partecipi. Per dire lo scorso anno mi sono venuti attacchi di panico per tutto il mese in vacanza. Sono esploso perché i miei spazi di libertà erano preclusi. E forse avevo accumulato altro 8 mesi di tensioni familiari.

Insomma vi ho detto qual'e' il mio problema. I rapporti interfamiliari. Questo provoca il vortice di pensieri, apprensioni, tristezza, che poi porta alle somatizzazioni.

Ragazzi a me, solitamente MANCA SEMPRE L'ARIA ed in generale mi sento spossato, stanco ed agitato. Al momento sto prendendo CIPRALEX 10mg ogni 2gg. Ho scalato perché una al giorno francamente incideva sulla libido (altro effetto su cui l'ansia agisce non poco).

Un piacere leggervi!

nevenera1982

Nuovo Utente

Posts: 11

Activitypoints: 33

Date of registration: Jan 18th 2017

  • Send private message

17

Sunday, January 22nd 2017, 9:14pm

Guarda non dirlo a me.

Io ho sempre fame d'aria. Magari va tutto bene e ad un certo punto respiro affannoso, mi manca l'aria. Devo andare in un posto silenzioso e sentire il respiro o impazzisco.
Il sintomo peggiore. Lo odio. Tutti gli altri li sopporto, questo mi fa paura, troppa.

Pulmino73

Bischero virtuale

  • "Pulmino73" is male

Posts: 373

Activitypoints: 1,219

Date of registration: Jul 31st 2009

Location: Spazio

Occupation: Imprenditore

  • Send private message

18

Tuesday, January 24th 2017, 1:50am

Guarda non dirlo a me.

Io ho sempre fame d'aria. Magari va tutto bene e ad un certo punto respiro affannoso, mi manca l'aria. Devo andare in un posto silenzioso e sentire il respiro o impazzisco.
Il sintomo peggiore. Lo odio. Tutti gli altri li sopporto, questo mi fa paura, troppa.


Provato anche io. Capisco benissimo cosa si prova. Hai pero' gia' imparato i tuoi sistema per far fluire il disturbo: vai in posto silenzio, ascolti il respiro che si fa sempre più lento e meno affannoso. Ti lasci andare e puoi riprendere lentamente l'attività.

Ci sono periodi che ho costantemente il respiro corto, quasi 24h. In questi casi e' un pochino più dura. Ho scoperto un trucco che utilizzo sempre. Mi concentro sul respiro, rallento e mi ripeto mille volte come un mantra: PERCEPIRE, CEDERE. PERCEPIRE, CEDERE. PERCEPIRE, CEDERE. Sono due parole magiche che lasciano entrare i disturbi, passare su di noi senza opporci. Potrà non funzionare sul momento ma la posizione mentale e' quella giusta.

oscarw

Utente Fedele

Posts: 506

Activitypoints: 1,658

Date of registration: Apr 20th 2013

  • Send private message

19

Tuesday, January 24th 2017, 3:03pm

Mi unisco alla condivisione delle somatizzazioni, invece di fare una lista che non gioverebbe a nessuno, posso affermare che alcune sono simili alle vostre, altre peculiari della mia persona.
Anche io vengo elogiato dagli altri, sono considerato una brava persona, gentile, che non si arrabbia mai, quieta, sensibile, puntuale, precisa, ma come avrete capito tutto ciò è inversamente proporzionale al nostro benessere psicofisico.
Come diceva caminetto, gli altri ci vedono allegri, disponibili, ma dentro stiamo da schifo!

nevenera82

Nuovo Utente

Posts: 6

Activitypoints: 25

Date of registration: Oct 6th 2014

  • Send private message

20

Tuesday, January 24th 2017, 11:52pm

Si assolutamente poi continuo a sostenere che per un uomo sia ancora peggio. Escono sempre le solite frasi: fai l'uomo, tira fuori le p***e e stupidaggini simili.

Sono davvero cose che non concepisco. Ad ogni modo anche io sono uno gentile, solare e disponibile. A volte vorrei essere più superficiale e con un livello di pensiero basilare, probabilmente vivrei meglio.

ilbonez

Utente Attivo

  • "ilbonez" is male

Posts: 54

Activitypoints: 170

Date of registration: Dec 11th 2011

Location: Bergamo

  • Send private message

21

Wednesday, January 25th 2017, 8:00am

Rieccomi, anchio con le mie somatizzazioni, collo rigido giramenti di testa ecc.. soffro di ansia e attacchi di panico da almeno 8 anni, ma ultimamente son diventati piu' forti, non riesco neanche piu' ad entrare tranquillo in un centro commerciale, e pensate che lavoro in un bar, tutto questo si tramuta in attacchi di panico tutto il giorno, vertigini e stanchezza inaudita, prendo lexotan 3 volte al giorno, ma sarà per il periodo particolarmente stressante sento che quasi non mi fa piu' effetto.. grazie per avermi ascoltato e per averm i fatto sentire un po' meno solo..

oscarw

Utente Fedele

Posts: 506

Activitypoints: 1,658

Date of registration: Apr 20th 2013

  • Send private message

22

Wednesday, January 25th 2017, 1:39pm

Rieccomi, anchio con le mie somatizzazioni, collo rigido giramenti di testa ecc.. soffro di ansia e attacchi di panico da almeno 8 anni, ma ultimamente son diventati piu' forti, non riesco neanche piu' ad entrare tranquillo in un centro commerciale, e pensate che lavoro in un bar, tutto questo si tramuta in attacchi di panico tutto il giorno, vertigini e stanchezza inaudita, prendo lexotan 3 volte al giorno, ma sarà per il periodo particolarmente stressante sento che quasi non mi fa piu' effetto.. grazie per avermi ascoltato e per averm i fatto sentire un po' meno solo..

Ma non hai mai preso antidepressivi?
A lavoro non hai malessere?

Edmea

Giovane Amico

Posts: 176

Activitypoints: 689

Date of registration: Dec 21st 2012

  • Send private message

23

Wednesday, January 25th 2017, 1:56pm

Come vi capisco ragazzi. Oltre alle perenni somatizzazioni fin da bambina una delle cose che più mi sconvolge e irrita, fa anche male è sentirmi dire ''non sembri proprio una persona con patologie'' ''se non ti conoscessi non immaginerei quanto sei profonda '' ''i sintomi te li crei da sola'' '' in te non vedo nulla di patologico'' '' mai avrei immaginato tanti malesseri'' , il peggio fu la psichiatra nel primo periodo '' non vedo segni di malesseri''. Penso che impariamo a recitare bene e basta perché non c'è scelta e nei momenti peggiori non ci vede nessuno.

fran235

Esperto del Forum

  • "fran235" is male

Posts: 9,168

Activitypoints: 21,846

Date of registration: Oct 5th 2016

Location: Roma e l'universo

Occupation: something

  • Send private message

24

Wednesday, January 25th 2017, 2:00pm

purtroppo chi non soffre di queste patologie non può capire, anche se si tratta di persone che ci vogliono bene. un problema aggiuntivo è proprio quello di avere la sensazione di essere soli. un abbraccio a tutti
Allontana da me questo calice.....

Edmea

Giovane Amico

Posts: 176

Activitypoints: 689

Date of registration: Dec 21st 2012

  • Send private message

25

Wednesday, January 25th 2017, 2:08pm

Condivido in pieno. Se poi indaghi scopri che quasi tutti hanno disturbi, in forma + o meno grave. Non so se sia un bene ma l'85% dei miei amici più stretti soffre di problemi simili.

caminetto

Utente Attivo

  • "caminetto" started this thread

Posts: 15

Activitypoints: 73

Date of registration: Oct 30th 2014

  • Send private message

26

Wednesday, January 25th 2017, 8:19pm

Concordo pienamente con tutti, anche se è difficile da accettare il tutto, almeno per me. Delle volte non me ne capacito, ricordo di quanto non avevo la benché minima paura, e mi sembra un tempo lontano, passato.
Comunque, ora ho bisogno di voi, di un vostro parere/aiuto.
La mia somatizzazione, come detto prima, è la rigidità zona collo nuca, che mi porta ad avere sempre la testa pesante, penso si irrigidiscano tutti i muscoli del cranio, e sfido a non averla questa tensione.
Ora, non è tanto il dolore, quello non c'è, ma è questa sensazione di rigidità, unita ad un'altra ancor più spiacevole, cerco di spiegarvela.
Non riesco a mantenere il contatto visivo con il mio interlocutore, e se lo faccio, sento che la rigidità aumenta e vado nel pallone. Mentre parlo con una persona, mi da "fastidio" parlarci, o meglio, sento un fastidio mentre ci parlo, come se sentissi un'ovattamento alla testa, che poi mi prende la vista.
Ecco, è una sensazione difficilissima da spiegare, e penso che proprio per questo si possa annoverare tra le somatizzazioni.
Ho elaborato una teoria: quanto più è difficile da spiegare il tuo sintomo, tanto più si tratta di somatizzazioni.
Ieri sono andato dal mio psichiatra/psicoterapeuta. abbiamo abbandonato tutti i farmaci, se non ansiolitico al momento, e in più, dato che non l'ho mai fatta, mi ha prescritto a fine Terapeutico una RM encefalo, cosi ha detto che ci togliamo, o meglio, mi tolgo, ogni dubbio.
E' difficile raga, tanto.

oscarw

Utente Fedele

Posts: 506

Activitypoints: 1,658

Date of registration: Apr 20th 2013

  • Send private message

27

Wednesday, January 25th 2017, 11:26pm

Concordo pienamente con tutti, anche se è difficile da accettare il tutto, almeno per me. Delle volte non me ne capacito, ricordo di quanto non avevo la benché minima paura, e mi sembra un tempo lontano, passato.
Comunque, ora ho bisogno di voi, di un vostro parere/aiuto.
La mia somatizzazione, come detto prima, è la rigidità zona collo nuca, che mi porta ad avere sempre la testa pesante, penso si irrigidiscano tutti i muscoli del cranio, e sfido a non averla questa tensione.
Ora, non è tanto il dolore, quello non c'è, ma è questa sensazione di rigidità, unita ad un'altra ancor più spiacevole, cerco di spiegarvela.
Non riesco a mantenere il contatto visivo con il mio interlocutore, e se lo faccio, sento che la rigidità aumenta e vado nel pallone. Mentre parlo con una persona, mi da "fastidio" parlarci, o meglio, sento un fastidio mentre ci parlo, come se sentissi un'ovattamento alla testa, che poi mi prende la vista.
Ecco, è una sensazione difficilissima da spiegare, e penso che proprio per questo si possa annoverare tra le somatizzazioni.
Ho elaborato una teoria: quanto più è difficile da spiegare il tuo sintomo, tanto più si tratta di somatizzazioni.
Ieri sono andato dal mio psichiatra/psicoterapeuta. abbiamo abbandonato tutti i farmaci, se non ansiolitico al momento, e in più, dato che non l'ho mai fatta, mi ha prescritto a fine Terapeutico una RM encefalo, cosi ha detto che ci togliamo, o meglio, mi tolgo, ogni dubbio.
E' difficile raga, tanto.

Anche io ultimamente ho problemi simili, sento la parte del collo sotto la nuca molto rigida, ho la testa nell'aria e una cosa stranissima da spiegare ho ipersensibilità a certi rumori tipo lo sbattere delle chiavi o delle monete, mi parte una sensazione di oppressione alla testa e vado in ansia.

ilbonez

Utente Attivo

  • "ilbonez" is male

Posts: 54

Activitypoints: 170

Date of registration: Dec 11th 2011

Location: Bergamo

  • Send private message

28

Thursday, January 26th 2017, 6:54am

Rieccomi, anchio con le mie somatizzazioni, collo rigido giramenti di testa ecc.. soffro di ansia e attacchi di panico da almeno 8 anni, ma ultimamente son diventati piu' forti, non riesco neanche piu' ad entrare tranquillo in un centro commerciale, e pensate che lavoro in un bar, tutto questo si tramuta in attacchi di panico tutto il giorno, vertigini e stanchezza inaudita, prendo lexotan 3 volte al giorno, ma sarà per il periodo particolarmente stressante sento che quasi non mi fa piu' effetto.. grazie per avermi ascoltato e per averm i fatto sentire un po' meno solo..

Ma non hai mai preso antidepressivi?
A lavoro non hai malessere?


tutti i giorni amico mio.. tutti i giorni

ilbonez

Utente Attivo

  • "ilbonez" is male

Posts: 54

Activitypoints: 170

Date of registration: Dec 11th 2011

Location: Bergamo

  • Send private message

29

Thursday, January 26th 2017, 7:00am

Concordo pienamente con tutti, anche se è difficile da accettare il tutto, almeno per me. Delle volte non me ne capacito, ricordo di quanto non avevo la benché minima paura, e mi sembra un tempo lontano, passato.
Comunque, ora ho bisogno di voi, di un vostro parere/aiuto.
La mia somatizzazione, come detto prima, è la rigidità zona collo nuca, che mi porta ad avere sempre la testa pesante, penso si irrigidiscano tutti i muscoli del cranio, e sfido a non averla questa tensione.
Ora, non è tanto il dolore, quello non c'è, ma è questa sensazione di rigidità, unita ad un'altra ancor più spiacevole, cerco di spiegarvela.
Non riesco a mantenere il contatto visivo con il mio interlocutore, e se lo faccio, sento che la rigidità aumenta e vado nel pallone. Mentre parlo con una persona, mi da "fastidio" parlarci, o meglio, sento un fastidio mentre ci parlo, come se sentissi un'ovattamento alla testa, che poi mi prende la vista.
Ecco, è una sensazione difficilissima da spiegare, e penso che proprio per questo si possa annoverare tra le somatizzazioni.
Ho elaborato una teoria: quanto più è difficile da spiegare il tuo sintomo, tanto più si tratta di somatizzazioni.
Ieri sono andato dal mio psichiatra/psicoterapeuta. abbiamo abbandonato tutti i farmaci, se non ansiolitico al momento, e in più, dato che non l'ho mai fatta, mi ha prescritto a fine Terapeutico una RM encefalo, cosi ha detto che ci togliamo, o meglio, mi tolgo, ogni dubbio.
E' difficile raga, tanto.


Non hai idea di quanti fattori scatenanti ho io, avendo un bar anche solo se una persona mi chiede un caffè parto in ansia, e via di testa pesante e sbandamenti... puoi capire quanti caffè faccio al giorno.. neanche l'ansiolitico riesce a far molto, penso di dover tornare dallo psicologo, non so..

Noemabia

"...find a crack..."

  • "Noemabia" is female

Posts: 86

Activitypoints: 321

Date of registration: Nov 2nd 2016

  • Send private message

30

Thursday, January 26th 2017, 12:24pm

...star qui m fa sentire meno aliena!
La maggior parte delle persone nn sa qnt io sia ansiosa...sta uscendo 1 po d piu da qnd ho mia figlia..ma credo d esserla sempre stata...
Credo che la testa che gira sia tra la top ten assieme a colite e mancanza d aria...(quest ultima nn ce l ho io ad es..)