Homepage di Nienteansia.it
Switch to english language  Passa alla lingua italiana  

You are not logged in.


Marti99

Utente Attivo

  • "Marti99" is female
  • "Marti99" started this thread

Posts: 73

Activitypoints: 296

Date of registration: Jun 29th 2017

Location: Bari

Occupation: Studentessa

  • Send private message

1

Sunday, October 1st 2017, 10:08am

Battiti accelerati

Ciao a tutti!
Se sono di nuovo qui a scrivere vuol dire che non sto bene ancora una volta.
Ho fatto tanti miglioramenti e adesso riesco a fare più cose rispetto a prima, senza la paura di dover cadere a terra fatalmente da un momento all’altro.
La mia situazione è peggiorata però qualche giorno fa quando dovevo fare un’interrogazione. Era alla prima ora e appena ho messo piede a scuola è esplosa tutta la mia orribile tachicardia. Io davvero mi dicevo di calmarmi, che non mi importava del voto e che avevo studiato ma il mio cuore impazzito continuava a correre a più non posso e nel momento in cui stavo per cominciare a parlare andava velocissimo e ho avvertito anche extrasistoli. Stavo malissimo e avevo paura di poter esplodere. Alla fine del l’interrogazione la tachicardia è finita ma nelle ore successive mi è tornata e sono stata male perché mi spaventa tantissimo. Tornata a casa finalmente ho avuto delle ore di pace ma non appena ho cominciato a prepararmi per uscire e andare a scuolaguida è ricominciata e mi sono calmata solo quando sono tornata a casa.
Il giorno seguente è stato altrettanto infernale perché avevo un’altra interrogazione e mi è successa la stessa cosa. Una volta finita l’interrogazione è cessata e dopo mezz’ora è comparsa di nuovo. Ho passato tutto il giorno terrorizzata e la sera mi è ritornata forte insieme ad un attacco di panico in cui mi è finita solo dopo che ho cominciato a tremare. Terrorizzata ho scritto al mio psicologo per chiedergli se fosse possibile per una tachicardia psicologica comparire così ripetutamente e lui mi ha tranquillizzata dicendomi che è possibile e che posso assolutamente escludere qualsiasi origine medica.
Fortunatamente dopo quei giorni non si è presentata così frequentemente o se lo ha fatto, l’ho gestita in poco tempo. Adesso rimane il fatto che sono in uno stato di allerta assurdo perché durante la giornata ho sempre i battiti abbastanza veloci, a volte su 78 al minuto, altre 85 e altre anche 90. Ho paura perché per esempio conto quelli del mio ragazzo che non arrivano mai neanche a 70.
A volte ho la sensazione di avere il cuore affaticato anche se sono seduta e non saprei descrivere bene perché effettivamente non sono affaticata io e il cuore non va veloce. Sto sempre a controllarlo ogni minuto, a contare i battiti perché ho paura che vada sempre troppo veloce e che così possa ammalarsi.
Sono terrorizzata. Per chi non lo sapesse, sto male da 6 mesi, da quando ebbi un attacco di panico ma in generale ho sempre avuto paura delle malattie, sopratutto quelle cardiache, da bambina anche se non mi portavano somatizzazioni. In questi sei mesi ho effettuato 10 ecg nelle
svariate volte al pronto soccorso, in cui o tutto era perfetto oppure risultava una tachicardia sinusale per stato ansioso. Ho effettuato due volte gli enzimi cardiaci, tre volte le analisi del sangue, una quelle per la tiroide, ecocuore, ecocolordoppler, visita neurologica e tutto è risultato perfetto, mi hanno sempre mandato a casa con il consiglio di una consulenza psicologica.
La cosa che mi tormenta è non aver mai fatto l’ecg da sforzo o l’holter ma i miei non vogliono farmeli fare perché temano che questa serie infinita di controlli mantenga il mio circolo vizioso di ipocondria e anche il mio psicologo la
pensa così.
Sono disperata!

fran235

Esperto del Forum

  • "fran235" is male

Posts: 9,114

Activitypoints: 21,684

Date of registration: Oct 5th 2016

Location: Roma e l'universo

Occupation: something

  • Send private message

2

Sunday, October 1st 2017, 10:16am

Stai più che tranquilla, è palesemente una tachicardia ansiosa. Ti sei fatta ECG e enzimi, se i medici avessero visto qualcosa di sospetto ti avrebbero fatto fare loro quei controlli più approfonditi che i tuoi genitori, secondo me giustamente, non vogliono farti fare. Ti do due piccoli suggerimenti:
- non misurarti continuamente i battiti, alimenti solo la cardiofobia.
- impara la respirazione diaframmatica guardando i tutorial su YouTube. Nei momenti di paura ti farà diminuire i battiti in pochi minuti.
Un abbraccio
La prossima rivoluzione verrà dalla tristezza

repcar

Amico Inseparabile

  • "repcar" is male

Posts: 1,608

Activitypoints: 4,560

Date of registration: Dec 10th 2016

Location: reggio calabria

Occupation: forze di polizia

  • Send private message

3

Sunday, October 1st 2017, 4:37pm

ciao....concordo con quanto postato da fran235. Quanto il nostro corpo è in tensione a causa sia dell'ansia, di una preoccupazione, stress etc secerne adrenalina ed altri ormoni che implicano una serie di fattori quali aumento della frequenza cardiaca, sudorazione, sensazione di calore etc. Tutto questo rientra nella normalità. Se hai fatto tutti gli esami e ci credo puoi stare tranquillissima, non stare a guardare i battiti è normale che aumentino in determinate situazioni, sarebbe stato patologico il non aumento. Quello che hai è ansia che ti scatena questa fobia, definita "cardiofobia". Reputo giusto quello che dicono i tuoi genitori e del terapeuta di non fare altri esami quali holter etc. che non farebbero altro che tranquillizzarti al momento ed alla prima occasione rimugineresti sopra. Riguarda le extrasistole queste rientrano nella normalità (personalmente ne ho numerosissime) e tutti gli esami che hai esgeuito lo confermano. In bocca al lupo........

mademoiselle_moi

Amico Inseparabile

  • "mademoiselle_moi" is female
  • "mademoiselle_moi" has been banned

Posts: 1,822

Activitypoints: 4,840

Date of registration: Jul 7th 2017

  • Send private message

4

Sunday, October 1st 2017, 5:16pm

sono d'accordo con il tuo terapeuta, devi in qualche modo spezzare il circolo vizioso.
Ora credi che facendo quegli altri esami che non hai mai fatto, ti tranquillizzerai e sarà la fine della tua ipocondria, ma ti posso assicurare per esperienza che non è così. Passerai qualche tempo tranquilla e poi la tua mente produrrà un altro sintomo, o inizierai a pensare che i primi esami che hai fatto sono vecchi e quindi devi rifarli.
Purtroppo siamo "malate" e la nostra malattia è proprio quella di avere paura e cercare rassicurazione tramite esami.
Se vogliamo uscire da questa forma dobbiamo spezzare la catena. Te lo scrivo ma so che è difficilissimo spezzare il circolo vizioso ossessione(pensiero della malattia)- compulsione (esame medico).
Io sto cercando di resistere a non fare una nuova visita, una che non ho ancora fatto, e a non anticiparne una che ho a fine novembre (per un controllo che devo fare annualmente): quando sono giù penso che se facessi subito quella visita mi tranquillizzerei subito, ma la vera vittoria è non anticiparla perchè tanto non ho niente! non sono malata!
senza fare quelle visite, stai già spezzando il circolo vizioso...so che si sta malissimo, è come essere un drogato che vuole la sua dose, noi vorremmo la visita ma la disintossicazione è resistere, far passare del tempo e nel frattempo lavorare con lo psicologo.
Ce la possiamo fare!!!!!

Marti99

Utente Attivo

  • "Marti99" is female
  • "Marti99" started this thread

Posts: 73

Activitypoints: 296

Date of registration: Jun 29th 2017

Location: Bari

Occupation: Studentessa

  • Send private message

5

Sunday, October 1st 2017, 10:08pm

Vi ringrazio tutti per le risposte! Comunque sì, resisterò per non fare più quelle visite anche perché i miei genitori me lo vieteranno ancora.
È una giornata orribile, ho i battiti che arrivano a 103 anche se cammino semplicemente. Sento sempre il cuore andare veloce, ho tanta paura

ansia123

Amico Inseparabile

  • "ansia123" is female

Posts: 1,580

Activitypoints: 4,519

Date of registration: Apr 16th 2016

  • Send private message

6

Monday, October 2nd 2017, 11:44am

Ciao Marti! cerca di stare più tranquilla possibile...i battiti accelerati sono dati sicuramente dall'ansia...non sono pericolosi...tempo fa mi recavo ogni tre per due al ps con il cuore che mi usciva dal petto, dopo varie visite ( anche al di fuori del ps) ho capito che non era nulla...addirittura mi dissero che se i battiti non superano i 150 al minuto non ci si deve nemmeno recare all'ospedale! (questo è ciò che hanno detto i medici a me...magari prova a chiedere anche tu così ti calmi un pochino)...io di norma ho i battiti al di sopra degli 80 al minuto...quando sono in periodi di stress, ma volte capita pure dopo pranzo, i battiti arrivano anche a 120...è molto fastidioso, ma se sai che il cuore è ok devi stare tranquilla!!!!

Used tags

ansia, ipocondria, panico