Homepage di Nienteansia.it
Switch to english language  Passa alla lingua italiana  

You are not logged in.


Dear visitor, welcome to Forum di Psicologia di Nienteansia.it. If this is your first visit here, please read the Help. It explains in detail how this page works. To use all features of this page, you should consider registering. Please use the registration form, to register here or read more information about the registration process. If you are already registered, please login here.

GiorgiaL46

Utente Attivo

  • "GiorgiaL46" is female
  • "GiorgiaL46" started this thread

Posts: 76

Activitypoints: 340

Date of registration: Aug 1st 2016

  • Send private message

1

Monday, February 13th 2017, 2:36pm

Avere paura di restare soli?

Da una parte mi convinco che ' devo bastarmi da sola ' da in altra penso che in realtà , nel profondo temo il fatto che un giorno potrei trovarmi sola.
Credo anche che sia una paura che accomuna tante persone , in realtà non è una vera e propria paura di quelle che non ti fanno dormire.
È più una cosa sottile che ogni tanto mi salta in mente.
Credo nel mio caso sia perché ultimamente ho tagliato i Ponti con amici di vecchia data che ritenevo molto importanti , ma con cui è stato necessario chiudere.

2

Monday, February 13th 2017, 3:09pm

Si, è una paura molto comune, ma in pochi sperimentano una reale e costante solitudine.
Io mi reputo una persona sola e solitaria, non ho amici e non mi piace molto relazionarmi, sicuramente non ho le doti sociali necessarie e sono molto impacciato, ma non è questa la solitudine che mi spaventa, almeno non più come un tempo... mi guardo attorno e vedo che almeno ci sono i miei genitori e qualche conoscente...ma che ne sarà un giorno di me quando tutto questo svanirà?
La solitudine che mi spaventa è quella che costringe ad essere soli quando si ha reale necessità del prossimo, quando si è nel bisogno fisico e materiale (sperando che mai ci riguardi), non voglio finire agonizzante o morto da solo in un appartamento nell'indifferenza di tutti. Ecco, questo tipo di solitudine ancora mi spaventa (per ora)... al resto ci si fa l'abitudine.

GiorgiaL46

Utente Attivo

  • "GiorgiaL46" is female
  • "GiorgiaL46" started this thread

Posts: 76

Activitypoints: 340

Date of registration: Aug 1st 2016

  • Send private message

3

Monday, February 13th 2017, 3:23pm

Io mi reputo una persona solitaria nella norma, della serie non ho costantemente bisogno di una persona affianco , mi piace passare il tempo da sola , mi piace viaggiare anche sola. Ma ho anche bisogno di sapere che in ogni caso qualcuno per me c'è. Che se ho bisogno ci sono.
È quello che ho detto può sembrare una cosa opportunista ed infatti in parte lo è.

csognante1973

Utente Fedele

  • "csognante1973" is male

Posts: 422

Activitypoints: 1,399

Date of registration: Feb 12th 2016

Location: vicenza

Occupation: disoccupato

  • Send private message

4

Monday, February 13th 2017, 3:29pm

Paura non è il termine giusto, nel mio caso.

Son sempre stato da solo (mai nemmeno una relazione nella mia vita, mai nemmeno "una notte in compagnia".. solitudine affettiva assoluta da sempre), la famiglia d'origine non c'è mai stata nemmeno quando c'era (ora non c'è materialmente proprio più).

Da anni sperimento "la solitudine assoluta".. proprio.

E non è la paura, la sensazione che provo principalmente.

E' un devastante, crescente senso di vuoto che mi consuma e mi affossa sempre più.

Non ho paura della solitudine nel senso di sentire la mancanza di qualcuno che badi a me materialmente e nelle cose pratiche.

E' uno stato, semplicemente, di sofferenza interiore che non sono più in grado di tollerare.. che mi consuma e mi svuota, mi tormenta, mi tortura, mi perseguita (da sempre, mai altro ho conosciuto che questo)..

Un vuoto.. una mancanza "interiore" ... di qualcuno, una presenza affettiva.. nella mia vita.. presenza anche fisica, materiale... un "contatto" con qualcuno nel senso più completo (mai c'è stato)

Di come morirò non me ne frega niente.. la mia angoscia è legata a come non ho vissuto, a come non sto vivendo..
Perché la solitudine è, soprattutto e sostanzialmente, questo: non vivere.
" So, go on.
Kiss me.

Kill me.

Do something."

(Alice Morgan - da "Luther" [BBC] )

Memories

Giovane Amico

  • "Memories" is female

Posts: 239

Activitypoints: 966

Date of registration: Aug 19th 2015

  • Send private message

5

Monday, February 13th 2017, 3:51pm

È questo il mio terrore, proprio per questo vorrei morire prima

mpoletti

Amico Inseparabile

  • "mpoletti" is male

Posts: 1,277

Activitypoints: 4,643

Date of registration: Mar 12th 2014

  • Send private message

6

Monday, February 13th 2017, 4:31pm

Non voglio piangermi troppo addosso, ma mi sento solo da sempre.
I miei rapporti famigliari sono stati quelli che sono, non ho amici né - tantomeno - una fidanzata/compagna,
Ho frequentato vari corsi di fotografia, sperando che un hobby comune rinsaldasse i rapporti: così non è stato. Ora sto cercando di fare la stessa cosa con un corso di cinema: vedere un film in compagnia non richiede molto tempo (un paio d'ore la sera)...almeno non così quanto un'uscita fotografica.
Telefonate, sinceramente, mi sono stancato di farne: chiamo, non rispondono, spero richiamino...ma non lo fanno. Non ricordo quando è stata l'ultima volta che qualcuno mi ha chiamato per il piacere di fare due chiacchiere...forse perché non sono una persona socievole.
Alla mia età, 38 anni, dovrei rassegnarmi a restare solo, ma non ce la faccio.

Gnox

Utente Attivo

  • "Gnox" is male

Posts: 96

Activitypoints: 280

Date of registration: Jan 12th 2017

  • Send private message

7

Monday, February 13th 2017, 5:07pm

Paura non è il termine giusto, nel mio caso.

Son sempre stato da solo (mai nemmeno una relazione nella mia vita, mai nemmeno "una notte in compagnia".. solitudine affettiva assoluta da sempre), la famiglia d'origine non c'è mai stata nemmeno quando c'era (ora non c'è materialmente proprio più).

Da anni sperimento "la solitudine assoluta".. proprio.

E non è la paura, la sensazione che provo principalmente.

E' un devastante, crescente senso di vuoto che mi consuma e mi affossa sempre più.

Non ho paura della solitudine nel senso di sentire la mancanza di qualcuno che badi a me materialmente e nelle cose pratiche.

E' uno stato, semplicemente, di sofferenza interiore che non sono più in grado di tollerare.. che mi consuma e mi svuota, mi tormenta, mi tortura, mi perseguita (da sempre, mai altro ho conosciuto che questo)..

Un vuoto.. una mancanza "interiore" ... di qualcuno, una presenza affettiva.. nella mia vita.. presenza anche fisica, materiale... un "contatto" con qualcuno nel senso più completo (mai c'è stato)

Di come morirò non me ne frega niente.. la mia angoscia è legata a come non ho vissuto, a come non sto vivendo..
Perché la solitudine è, soprattutto e sostanzialmente, questo: non vivere.

Ciao csognante,non capisco il perché non hai avuto mai contatti,ti sei voluto isolare?o non hai avuto modo di incontrare persone in grado di soddisfare le tue richieste?non vuole essere una critica,ma mi sembra strano non aver persone,amici,conoscenti,con cui condividere anche piccole cose!

Leyla

Santa Impazienza

  • "Leyla" is female

Posts: 950

Activitypoints: 2,843

Date of registration: Apr 3rd 2015

  • Send private message

8

Monday, February 13th 2017, 5:32pm

Ho una paura incredibile di rimanere sola. A parte il mio compagno non ho nessuno e ho
re-imparato da poco ad essere autosufficiente.
Ci sono giorni in cui non ci penso, ma altri, come oggi, che mi prende un nodo allo stomaco
e la solitudine mi fa stare male, anche fisicamente.
Ho tentato di farmi nuovi amici, ma devo avere qualcosa che non va perché non ci sono riuscita.
Quelli vecchi ormai sono un lontano ricordo.
Poi mi ripeto che io odio la gente, che non la voglio intorno, quando invece ne ho tanto bisogno.
E adesso la smetto perché mi sta venendo da piangere...
La quiete di coloro che ci hanno preceduto non può alleviare l'inquietudine di coloro che seguono.

csognante1973

Utente Fedele

  • "csognante1973" is male

Posts: 422

Activitypoints: 1,399

Date of registration: Feb 12th 2016

Location: vicenza

Occupation: disoccupato

  • Send private message

9

Monday, February 13th 2017, 5:53pm

Ciao csognante,non capisco il perché non hai avuto mai contatti,ti sei voluto isolare?


Diciamo che per tantissimi motivi (indipendenti da me e dai miei desieri) mi sono isolato a lungo, sì, come forma di "protezione" (che in realtà non lo era, ma lo so adesso.. che è troppo tardi.. consapevolezza a posteriori), quando ero giovane e più possibilità di riuscire avrei oggettivamente avuto, mi son semplicemente (purtroppo) isolato.

adesso ho 44 anni.. non ho mai manco dato un bacio.. cioè.. che ve de devo dì ? "come si recupera qualcosa ?". boh.
" So, go on.
Kiss me.

Kill me.

Do something."

(Alice Morgan - da "Luther" [BBC] )

csognante1973

Utente Fedele

  • "csognante1973" is male

Posts: 422

Activitypoints: 1,399

Date of registration: Feb 12th 2016

Location: vicenza

Occupation: disoccupato

  • Send private message

10

Monday, February 13th 2017, 5:57pm

È questo il mio terrore, proprio per questo vorrei morire prima


Accidenti, se non erro hai 18 anni tu.. questo si che è prendersi in anticipo, direi xD

Va bene essere previdenti, ma ad esserlo "troppo" (come nel tuo caso di certo), esser così "previdenti"..è solo deleteria follia... cioè non è molto diverso dall'essere del tutto sconsiderati .

Sei giovanissima, e la sconsideratezza, assoluta, te la puoi permettere per tanto tanto tempo ancora.. (invidia)
" So, go on.
Kiss me.

Kill me.

Do something."

(Alice Morgan - da "Luther" [BBC] )

11

Monday, February 13th 2017, 6:24pm

Penso che sia una paura che in varie misure tocchi tutte le persone
È forse l'unica cosa che temiamo davvero tutti quanti: ricchi, poveri, belli,brutti, ansiosi e non.

Gnox

Utente Attivo

  • "Gnox" is male

Posts: 96

Activitypoints: 280

Date of registration: Jan 12th 2017

  • Send private message

12

Monday, February 13th 2017, 6:31pm

Ciao csognante,non capisco il perché non hai avuto mai contatti,ti sei voluto isolare?


Diciamo che per tantissimi motivi (indipendenti da me e dai miei desieri) mi sono isolato a lungo, sì, come forma di "protezione" (che in realtà non lo era, ma lo so adesso.. che è troppo tardi.. consapevolezza a posteriori), quando ero giovane e più possibilità di riuscire avrei oggettivamente avuto, mi son semplicemente (purtroppo) isolato.

adesso ho 44 anni.. non ho mai manco dato un bacio.. cioè.. che ve de devo dì ? "come si recupera qualcosa ?". boh.

Non è mai troppo tardi,44 anni,hai ancora tutto il tempo per qualsiasi esperienza,almeno che non vivi su un Isola sperduta :) , parte le battute penso che instaurare amicizie e relazioni sia positivo,come riesci a farlo qui' non vedo come non puoi farlo fuori!

csognante1973

Utente Fedele

  • "csognante1973" is male

Posts: 422

Activitypoints: 1,399

Date of registration: Feb 12th 2016

Location: vicenza

Occupation: disoccupato

  • Send private message

13

Monday, February 13th 2017, 6:35pm

Scusate.. ma la retorica del "non è mai troppo tardi"... basta, per favore.. Abbiate pietà di me.
" So, go on.
Kiss me.

Kill me.

Do something."

(Alice Morgan - da "Luther" [BBC] )

fran235

Esperto del Forum

  • "fran235" is male

Posts: 8,857

Activitypoints: 20,906

Date of registration: Oct 5th 2016

Location: Roma e l'universo

Occupation: something

  • Send private message

14

Monday, February 13th 2017, 6:39pm

Esatto Csognante.... è un po' che leggo i tuoi interventi e traspare una persona sensibile, colta e alle volte anche ironica. Ora io non ti assicuro che troverai la donna della tua vita, ma secondo me se cominci a frequentare occasioni sociali (volontariato, club per hobbisti... Vedi tu) potresti fare molte conoscenze. Un abbraccio
Hasta el buonismo siempre!!!

Riki96

Utente Fedele

  • "Riki96" is male

Posts: 427

Activitypoints: 1,332

Date of registration: Dec 3rd 2016

Location: Roma

  • Send private message

15

Monday, February 13th 2017, 6:40pm

Anche io ho sempre questo timore, essendo una persona tendenzialmente timida e introversa non ho mai avuto molte amicizie, ne molte attenzioni e nonostante la solitudine sia un campo che conosco bene e che quindi non dovrebbe più spaventarmi poi così tanto, invece mi terrorizza. Forse proprio perchè so come si sta male da soli a lungo, ma alla fine quando sono con le persone mi ritrovo a stare male comunque perchè non riesco ad essere come vorrei, a farmi valere ecc ecc... e questo mi porta insoddisfazione e quindi tendo ad isolarmi io preventivamente, ma effettivamente ammetto che io così sto da cani, io desidererei tanto essere a mio agio con me stesso i mezzo agli altri, avere una ragazza e una manciata di amici, perchè tanto secondo me ne bastano pochi ma buoni (di amici intendo). Ora nel tuo caso non so in che situazione ti trovi, ma già il fatto di essere una ragazza secondo me ti agevola di più le cose rispetto a noi maschietti. Tu fai qualcosa per evitare di restare in completa solitudine? Anche io un paio d'anni fa troncai con i mei amici che vedevo praticamente tutti i giorni, un gesto doloroso, ma altrettanto necessario, quindi in parte ti capisco e ti do il mio sostegno. Ciao e buona fortuna!

P.S. Ricordati di rispondere alla mia domanda!