Homepage di Nienteansia.it
Switch to english language  Passa alla lingua italiana  

You are not logged in.


Lora

Nuovo Utente

  • "Lora" started this thread

Posts: 5

Activitypoints: 22

Date of registration: Mar 12th 2012

  • Send private message

1

Monday, March 12th 2012, 8:54pm

attacchi di panico e claustrofobia

Buonasera a tutti
volevo raccontarvi brevemente quello che mi è successo per avere un confronto.
circa un anno fa ero in autostrada, al posto di guida e con altre due persone in macchina. Entrando in una galleria ho avuto quello che, a detta di un neurologo, è stato il mio primo attacco di panico. non avevo mai sofferto di disturbi simili, nonostante ho sempre avuto paura degli spazi chiusi (il massimo però era non prendere l'ascensore). i sintomi di quella volta sono stati confusione mentale, l'a sensazione di perdere il controllo della macchina, di avere i muscoli bloccati, sudorazione "fredda", mancanza di respiro. dopo quella volta, credevo che il disturbo fosse associato alla claustrofobia, quindi ho guidato tranquillamente, finchè mi è risuccesso in città su strade che percorro sempre. ora ho sempre paura di nuovo attacco di panico, evito strade a lunga percorrenza o dove so che non posso fermarmi..purtroppo la cosa è debilitante, devo sempre inventare percorsi assurdi o farmi accompagnare! tra parentesi aggiungo che me ne è venuto anche uno in areo, sempre con la sensazione di soffocamento ed ora ho paura anche di quello. insomma ho tutte queste paure mai avute prima e il terrore di avere un nuovo attacco di panico.

vi è mai successo qualcosa del genere? avreste qualche consiglio (io non ne so molto e finora ho cercato di evitare il problema..)
grazie e saluti a tutti

Ing

utente take it easy

  • "Ing" is male

Posts: 1,143

Activitypoints: 3,553

Date of registration: Dec 6th 2010

  • Send private message

2

Tuesday, March 13th 2012, 11:25am

Cara Lora (immagino tu sia donna, dato il nick),

i sintomi che hai elencato ci sono tutti per quanto riguarda l'attacco di panico (adp, d'ora in poi, per brevità).
E' successo anche a me tutto quello che hai scritto ed anche qualcosa in più:
adp in macchina->non prendo più la macchina, adp all'università->non vado più all'università, adp nel bus->non prendo più il bus e via discorrendo con altri innumerevoli luoghi, compreso un cinema.
Una volta mi ha assalito un adp a casa...non stare a casa sarebbe stato un problema...e a quel punto ho capito che non è il posto che ha importanza ma il significato che vi attribuiamo.
Siccome abbiamo avuto un adp in quel posto, allora lo associamo ad una situazione spiacevole e tentiamo di evitarlo.
Questi sono comportamenti ossessivo-compulsivi che tutti quelli che hanno, o hanno avuto, adp avranno sperimentato.
Io posso consigliarti di rivolgerti ad uno psicologo, come io feci a suo tempo.
Imparerai molto più di quello che credi riguardo te stessa e gli adp...imparerai che non sono incontrollabili...imparerai che la vita è tua e puoi riprendertela in qualsiasi momento.
SI PUO' USCIRNE, come ne sono uscito io e come ne sono usciti altri.

Un abbraccio,
Ing
Tutto sembra impossibile fino a quando non arriva un folle e dimostra che si può fare ;)

Sono tutti bravi quando si sta bene...ma, quando si sta male, solo i migliori superano il momento!!!

Lora

Nuovo Utente

  • "Lora" started this thread

Posts: 5

Activitypoints: 22

Date of registration: Mar 12th 2012

  • Send private message

3

Tuesday, March 13th 2012, 5:17pm

ciao ing
grazie per avermi raccontato la tua esperienza, leggerlo è stato confortante, anche perchè in genere queste cose tendono a rimanere in sordina dentro noi ( o almeno per finora è stato così).
Sono contenta per te e questo mi incoraggia.
finora però devo ammettere che l'idea di andare da uno psicologo mi ha spaventata un pò, forse perchè mi fa sentire tra virgolette malata e finora ho tentato di accantonare il problema cercando di dargli la meno importanza possibile, detto questo secondo tu avresti potuto uscirne da solo? cioè è possibile farcela con e proprie forze e il proprio raziocinio?
un abbraccio anche te
Lora

Ing

utente take it easy

  • "Ing" is male

Posts: 1,143

Activitypoints: 3,553

Date of registration: Dec 6th 2010

  • Send private message

4

Tuesday, March 13th 2012, 5:23pm

Ciao Lora,

non credo che avrei potuto farcela da solo...i sintomi d'ansia, ad un certo punto, sembrano così reali che giureresti di avere qualcosa che non va.
La piscoterapia ti aiuta a vedere quello che da sola non puoi vedere...ti mette alla prova con te stessa.
Non credere di andare lì e di avere la pillola magica; sarà un percorso intenso, che ti farà conoscere diversi aspetti che ora non noti.
Sempre da sola ci riesci perchè, se non lo vuoi realmente e non sei determinata, la psicoterapia serve a poco.
Capisco cosa intendi col "sentirsi malata" ma, se avessi l'appendicite, rifiuteresti di andare dal medico solo perchè hai paura di operarti???
Guarda che, con le dovute precauzioni di interpretazione, sono situazioni simili.
E non sei malata...hai solo bisogno di una guida.
Tant'è che il DAP è considerato un disturbo e non una malattia.

In bocca al lupo. ;)
Tutto sembra impossibile fino a quando non arriva un folle e dimostra che si può fare ;)

Sono tutti bravi quando si sta bene...ma, quando si sta male, solo i migliori superano il momento!!!

Lora

Nuovo Utente

  • "Lora" started this thread

Posts: 5

Activitypoints: 22

Date of registration: Mar 12th 2012

  • Send private message

5

Tuesday, March 13th 2012, 5:53pm

credo proprio tu abbia ragione, ma è molto da me sentirmi una specie di supereroina che risolve tutto in un battibaleno
a parte questo sono sempre molto critica e anche presuntuosa nel pensare di sapere già tutto, quindi penso tu capisca se dico che guardo la psicoterapia con diffidenza...del tipo...chi potrebbe conoscermi e capirmi meglio di me stessa!? però mi rendo conto che è un atteggiamento un bel pò assurdo!
credo che proverò, crepi!!

Ing

utente take it easy

  • "Ing" is male

Posts: 1,143

Activitypoints: 3,553

Date of registration: Dec 6th 2010

  • Send private message

6

Tuesday, March 13th 2012, 6:00pm

Saggia decisione. Ti rinnovo l'in bocca al lupo ;)
Tutto sembra impossibile fino a quando non arriva un folle e dimostra che si può fare ;)

Sono tutti bravi quando si sta bene...ma, quando si sta male, solo i migliori superano il momento!!!