Homepage di Nienteansia.it
Switch to english language  Passa alla lingua italiana  

You are not logged in.


Dear visitor, welcome to Forum di Psicologia di Nienteansia.it. If this is your first visit here, please read the Help. It explains in detail how this page works. To use all features of this page, you should consider registering. Please use the registration form, to register here or read more information about the registration process. If you are already registered, please login here.

GiovaR

Nuovo Utente

  • "GiovaR" started this thread

Posts: 1

Activitypoints: 10

Date of registration: May 16th 2018

  • Send private message

1

Wednesday, May 16th 2018, 5:21pm

Apatia e angoscia

Salve a tutti, sono un uomo di 33. Da 6 anni sto vivendo un periodo difficile della mia vita. Sono in cura da uno psichiatra. Vivo una forte angoscia e apatia, come incapacitá di amare e provare sentimenti positivi. Questo mi sta portando ad isolarmi e mi fa stare male perchè io vorrei tornare a provare empatia, ad amare, a commuovermi. Assumo brintellix due volte al giorno e Olanzapina da alternare da 5 e da 10. Che ne pensate, qualcuno di voi ha attraversato un periodo cosí e come l'avete superato. Grazie mille per gli eventuali suggerimenti

paco67

Giovane Amico

Posts: 287

Activitypoints: 633

Date of registration: Jul 5th 2017

  • Send private message

2

Thursday, May 17th 2018, 10:22am

caro giova , chi legge o scrive in questo forum ha generalmente problematiche di questo tipo .
io personalmente non ho mai provato questi farmaci probabilmente non erano indicati al mio caso .
ho sofferto in passato di adp e ansia , che comunque sono l'espressione di una forma di depressione .
i consigli sono una lama a doppio taglio , in quanto ogni storia e' a se .
potrei suggerirti pazienza e datti un po' di tempo ...da quanto sei in cura ?
a disposizione

corman

Nuovo Utente

Posts: 9

Activitypoints: 41

Date of registration: Aug 19th 2017

Location: roma

  • Send private message

3

Saturday, May 19th 2018, 1:53pm

Se sei in cura da uno psichiatra, affidati a lui e se non vedi miglioramenti chiedigli cosa ne pensa.
In ogni caso ci vuole tempo, i farmaci aiutano, ma devono essere accompagnati almeno da un sostegno psicologico, da soli non fanno miracoli.
Un abbraccio
Sento di aver scavalcato una montagna, ma la belva è sempre lì in agguato.


1 user apart from you is browsing this thread:

1 guests