Homepage di Nienteansia.it
Switch to english language  Passa alla lingua italiana  

You are not logged in.


Dear visitor, welcome to Forum di Psicologia di Nienteansia.it. If this is your first visit here, please read the Help. It explains in detail how this page works. To use all features of this page, you should consider registering. Please use the registration form, to register here or read more information about the registration process. If you are already registered, please login here.

Meninblack

Utente Attivo

  • "Meninblack" started this thread

Posts: 120

Activitypoints: 99

Date of registration: Sep 28th 2017

  • Send private message

46

Wednesday, December 5th 2018, 11:03pm

Hai perfettamente ragione, non mi conosci ma hai capito tutto...gli ultimi 4 anni per me (e soprattutto L ultimo anno e mezzo) ho passato momenti duri, alcuni momenti mi sono fatto carico di tanto malessere, tante ansie sulla mia vita, ho sempre pensato agli altri prima che a me stesso questo è vero! Ho sempre messo prima i bisogni degli altri e poi i miei,non ho mai scelto nella mia vita, sono sempre stato quello che si adattava agli altri , ho come bloccato tante preoccupazioni e tante altre cose tenendomele per me. Forse L essere così chiuso e tenermi tante cose dentro mi ha portato questa specie di grossa nevrosi. Mi sono fatto carico di troppi pesi pensandomi forte e invincibile ma ora mi rendo conto quanto in realtà tutto ciò mi abbia portato a stare sempre peggio. Io penso che la chiave più profonda di questo malessere a parte le preoccupazioni sulla mia salute che a volte trovo sensate, sia il fatto che ho subito dei traumi da bambino che non sto qua a raccontare che mi hanno parecchio segnato, da lì è stato un percorso che mi ha reso sempre più debole, non ho mai elaborato certe cose e penso di non aver mai trovato la vera felicità. Sembreranno parole banali ma non ho mai avuto il coraggio di cambiare la mia vita quando stavo male, quando facevo cose che non mi appagavano, ho sempre incassato tutto, ho sempre sofferto in silenzio e ho iniziato a crearmi un bagaglio emotivo troppo troppo pesante. Ora credo che questo bagaglio emotivo mi abbia distrutto, spero un giorno di essere veramente felice e di trovare quella tranquillità che non ho mai avuto.

47

Wednesday, December 5th 2018, 11:54pm

La tua emotività.
Ti può aiutare in una terapia.Adesso ti è come contro, ma in un secondo momento vedrai ti sarà di aiuto.
Non scrivere dei traumi qui se non te la senti.Secondo me fai bene a non farlo.Quel che ti consiglio è di provare a parlarne con una persona qualificata.Puoi iniziare a farti una prima idea scrivendo a uno psicologo del forum, privatamente per capire come inizialmente muoverti, cosa e come fare cioè.
Poi valutare se una terapia di questo tipo puoi permettertela economicamente da un privato/da una privata.
Oppure nel caso tu non possa per motivi economici, prendere appuntamento alla tua ASL di riferimento. Però non sarà facile,per la mole di lavoro che hanno,li è più facile trovare una psichiatra /uno psichiatra.Il tempo che potranno dedicarti non potrà essere lungo.La mia sensazione è che almeno inizialmente tu (forse) abbia necessità di parlare ed esporre in maniera estesa la tua condizione.Di essere ascoltato e poi ovviamente valutato con una diagnosi specifica.
Da li iniziare quanto prima una terapia.
Non attendere: fai prima possibile,prima ci sarai TU poi gli altri questa volta.
Forse iniziare a dire dei NO a persone alle quali hai forse sempre detto di SI.
Cambiare atteggiamento psicologico non equivale ad essere egoisti, ma a volersi del bene.
Ci credo che poi (adesso) tu abbia raggiunto un livello talmente elevato di ansia da sentirlo insopportabile:non va alimentato.
Per non alimentarlo devi cambiare qualcosa nel tuo fare quotidiano.
Piccole cose giorno per giorno.

TU sei l'ago della bilancia, non gli altri.
La libertà è la possibilità di dubitare, la possibilità di sbagliare, la possibilità di cercare, di esperimentare, di dire no a una qualsiasi autorità, letteraria artistica filosofica religiosa sociale, e anche politica.
(Ignazio Silone)

Meninblack

Utente Attivo

  • "Meninblack" started this thread

Posts: 120

Activitypoints: 99

Date of registration: Sep 28th 2017

  • Send private message

48

Thursday, December 6th 2018, 9:07pm

Oggi sono incredulo, sto molto meglio, non so perché è per quale motivo ma mi sento molto più tranquillo, ho avuto molti meno pensieri ossessivi , certo li ho avuti, ma molti meno, ho provato a non pensarci e devo dire che ci sono abbastanza riuscito. In questo forum mi avete dato veramente tanta forza e le vostre parole per tranquillizzarmi sono servite. Domani andrò dallo psicologo , non so cosa ne uscirà ma spero qualcosa di buono. È vero da una parte continuo a sentire i dolori e a non stare bene ma mi voglio convincere di essere sano e che va tutto bene...mi voglio fidare

49

Thursday, December 6th 2018, 9:58pm

Sei (siamo) nel miglior forum! ;)
Stai facendo la cosa migliore per TE finalmente.
L'ansia è un dolore che ci fa capire che dobbiamo curarci (aver cura di noi stessi).
Diventa patologica quando per qualsivoglia motivo la ignoriamo,e andiamo avanti lo stesso stando male.
Non ti preoccupare se dopo la seduta ci sarà una sorta di ansia ulteriore.Vuol dire che stai iniziando un percorso.
Difficile ma che porterà a risultati positivi.Ci vorrà tempo, ed avrai alti e bassi nello star bene e non bene.
Ma tu hai notevoli potenzialità di riuscita.
*****Ti devi fidare di chi ti ha in cura questo è fondamentale : tieni sempre presente questa frase che ti scrivo (Fondamentale)*****
La libertà è la possibilità di dubitare, la possibilità di sbagliare, la possibilità di cercare, di esperimentare, di dire no a una qualsiasi autorità, letteraria artistica filosofica religiosa sociale, e anche politica.
(Ignazio Silone)

Meninblack

Utente Attivo

  • "Meninblack" started this thread

Posts: 120

Activitypoints: 99

Date of registration: Sep 28th 2017

  • Send private message

50

Friday, December 7th 2018, 9:27pm

Ci sono delle novità, ho incontrato uno psicologo , devo dire che non mi ha detto granché , è stato più un colloquio conoscitivo, gli ho spiegato il discorso dell ansia, dell ipocondria , ma lui mi ha solo ascoltato. Ha detto che tramite L asl potremmo prendere un appuntamento con uno psichiatra se proprio voglio prendere farmaci, lui sostiene che non è L unica via. Diciamo che ok dal primo incontro non si capisce mai chissà cosa però sono consapevole che per avere un trattamento più accurato dovrei subito prenotare uno psichiatra privatamente. Detto questo i giorni scorsi sono stato abbastanza bene, le vostre rassicurazioni mi sono state d aiuto, tra ieri e oggi sono insorti dei sintomi fisici e stavolta sono reali perché ho preso pure delle medicine per il dolore. Ecco questo è stato quello che mi ha completamente riportato in fase di down...oggi pensieri ossessivi continui, la mattina particolarmente, ansia , rassegnazione, pianificazione mentale delle prossime visite ed esami, terrore di avere malattie gravissime, questi dolori non passavano e io stavo sempre peggio e più sentivo dolore fisico più ne provavo a livello psicologico. Ho iniziato a rientrare nella spirale ossessiva purtroppo....il pomeriggio sono stato un pochino meglio ma i pensieri continuano ad esserci. È incredibile come io abbia mandato per aria tutto con questi pensieri...ho accantonato ogni hobby, passione, relazione, mi sono totalmente annullato, mi rendo conto di essermi davvero estraniato dalla realtà. Se solo non avessi sentito quei dolori in quelle zone da me tanto temute sarei stato molto molto più tranquillo...e invece....
Non so davvero più che pesci prendere

Longobardo

Utente Fedele

  • "Longobardo" has been banned

Posts: 926

Activitypoints: 1,563

Date of registration: Jun 20th 2013

  • Send private message

51

Saturday, December 8th 2018, 8:43am

Caro
Meninblack
, ancora non hai iniziato nessun percorso di cura , pertanto non devi stupirti che le ossessioni ci siano ancora.
Se vuoi miglioramenti duraturi devi iniziare un percorso , diversamente non devi sorprenderti se non stai bene .
Ora devi deciderti sul da farsi , quello psicologo ti ha detto che i farmaci non sono l ' unica strada , di concreto ti ha proposto qualcosa , tipo fare una psicoterapia tramite l ASL ?
Te lo dico perche' una psicoterapia fatta privatamente è qualcosa di piuttosto costoso , parliamo di circa 60 euro a seduta per non si sa quante sedute

52

Saturday, December 8th 2018, 10:37am

Ci sono delle novità, ho incontrato uno psicologo , devo dire che non mi ha detto granché , è stato più un colloquio conoscitivo, gli ho spiegato il discorso dell ansia, dell ipocondria , ma lui mi ha solo ascoltato. Ha detto che tramite L asl potremmo prendere un appuntamento con uno psichiatra se proprio voglio prendere farmaci, lui sostiene che non è L unica via. Diciamo che ok dal primo incontro non si capisce mai chissà cosa però sono consapevole che per avere un trattamento più accurato dovrei subito prenotare uno psichiatra privatamente. Detto questo i giorni scorsi sono stato abbastanza bene, le vostre rassicurazioni mi sono state d aiuto, tra ieri e oggi sono insorti dei sintomi fisici e stavolta sono reali perché ho preso pure delle medicine per il dolore. Ecco questo è stato quello che mi ha completamente riportato in fase di down...oggi pensieri ossessivi continui, la mattina particolarmente, ansia , rassegnazione, pianificazione mentale delle prossime visite ed esami, terrore di avere malattie gravissime, questi dolori non passavano e io stavo sempre peggio e più sentivo dolore fisico più ne provavo a livello psicologico. Ho iniziato a rientrare nella spirale ossessiva purtroppo....il pomeriggio sono stato un pochino meglio ma i pensieri continuano ad esserci. È incredibile come io abbia mandato per aria tutto con questi pensieri...ho accantonato ogni hobby, passione, relazione, mi sono totalmente annullato, mi rendo conto di essermi davvero estraniato dalla realtà. Se solo non avessi sentito quei dolori in quelle zone da me tanto temute sarei stato molto molto più tranquillo...e invece....
Non so davvero più che pesci prendere
Come ha scritto Longobardo: un privato costa.
Te lo puoi permettere economicamente?
Lo psicologo è stato molto corretto: ti ha prospettato le due terapie, dicendoti che si può tentare con una senza farmaci prima magari per capire.Anche che per capire come sei ci vuole più tempo che una solo visita.
E che i farmaci li potresti assumere.
Cerca anche tu di capire se prima si può riuscire a farne a meno dei farmaci.
Nel caso nel quale non se ne possa fare a meno chiedi in tal senso.
Per esperienza: i migliori psichiatri li ho trovati nelle ASL, forse perchè hanno un bacino di persone con ansie e altro che è enorme.
Concordo che la cura non avendola iniziata è già tantissimo, cioè molto positivo che tu non vada in crisi per l'ansia stessa, ma abbia capacità di reazione notevoli.
Se ti ha prospettato che si possa anche senza farmaci forse ha già compreso qualcosa delle tue potenzialità in tal senso.

Mie sensazioni:
1)Hai indispensabilità di uno/ a psicologa, per capire bene cosa hai nei dettagli , quindi come la tua ansia si può ridurre a livelli normali, le persone normali hanno ansia.
La tua supera questo livello ovviamente e ti fa stare male (adesso).
Possibilissimo che tu stia male anche in terapia, ma fa parte della situazione che vivrai.
E non credo assolutamente sia negativo star male in terapia.
Perchè si sta agendo su fattori molto delicati e sviscerarli con una persona estranea inizialmente è pesantissimo.
Nel caso tu non possa economicamente puoi scegliere di far poche sedute psicologiche private semmai, e solo psichiatra ASL. o entrambi ASL (ma i tempi son ristretti delle sedute).
2)Nel caso ti venissero prescritti farmaci se indispensabili, tieni conto che inizialmente ti ci dovrai abituare, e,potenzialmente subire alti e bassi con l'ansia stessa, ma è normale per qualche settimana possa accadere.Possa accadere non vuol dire accadrà sicuramente.Se leggi di altre esperienze non ne lamentano alcuno, anzi.
Ad esempio Michele (scusa se ti pongo come esempio,ma sei da esempio in tal senso:positivo e incoraggiante)

3)Non ti abbattere perchè inizialmente è facile deprimersi anche in fase di cura.
Va scritto molto chiaramente che non starai male per sempre.
Migliorerai fino a stare il tuo meglio possibile, ti auguro benissimo.

Qui scrivono spesso persone con casini notevoli , poi dopo non scrivono più quando li hanno risolti.

Si possono risolvere.

Fino ad adesso hai sopportato senza curarti affatto.
Adesso hai preso la decisione giusta: curarti.
Non sarà esente da problemi, ma in questo caso avrai dalla tua parte chi ti potrà aiutare professionalmente, e ridurteli.
Si può anche velocemente (settimane) ma la terapia sarà faramcologica.
Le liee guida internazionali indicano TCC e farmaci.
Ora vai per gradi valuta se basta una terapia psicologica e basta, per poi valutare in tal senso con lo psicologo cosa e come fare.In un ASL chiedrà consiglio ai suoi colleghi.
Quello è un elemento che a me piace, il lavoro d'equipe.
Considera che molti psichiatri attuano anche psicoterapie, perchè possono fare anche questo.
E son estremamente pragmatici.Poi si va per tentativi.
Ma se ben compensata la terapia non darà effetti collaterali iniziali, e poi ti ci abitueresti se la tollerassi.
Le terapie son tantissime.
AL tuo posto chiederei una diagnosi prima allo psicologo una diagnosi scritta potendo!
La libertà è la possibilità di dubitare, la possibilità di sbagliare, la possibilità di cercare, di esperimentare, di dire no a una qualsiasi autorità, letteraria artistica filosofica religiosa sociale, e anche politica.
(Ignazio Silone)

Meninblack

Utente Attivo

  • "Meninblack" started this thread

Posts: 120

Activitypoints: 99

Date of registration: Sep 28th 2017

  • Send private message

53

Tuesday, December 18th 2018, 6:17pm

Ragazzi eccomi qua, ho passato una decina di giorni relativamente tranquilli, soprattutto gli ultimi 4/5 sono stato BENE! Non ho avuto ansie, paure , stress, nulla, stavo bene ed ero molto più tranquillo...ero in uno strato di tranquillità e mi sentivo come tornato alla vita normale...mi ero alleggerito di tutte le paure e le ansie che ho sempre avuto, stavo riniziando a stare bene, a pensare alle cose belle della vita , a riprendermi in mano i miei interessi e tutto il resto. Ho vissuto 2 mesi e soprattutto L ultimo con addosso un malesssere assurdo è fortissimo proprio. Proprio ora che stavo bene è successa L ennesima cosa che mi ha mandato il cervello a rotoli. Non so per quale motivo ho letto su internet una cosa riguardante L’HIv...dei vari sintomi , di come si trasforma in aids ecc... Me lo sono letto molto approfonditamente ma a titolo di mera curitosita’, non di certo con una preoccupazione ipocondriaca. Una volta finito di leggere, ho chiuso il telefono dicendomi : “meno male che questa è la malattia che mai mi potrò prendere!”. Ovviamente dico così perché non ho mai fatto uso di nessuna droga e perché le donne con cui sono stato si contano sulle dita di una mano ed ho sempre usato precauzioni e poi so per certo che il contagio è improbabile all ennesima potenza nella mia situazione direi improbabile al 100%. Poi il mio cervello non contento ha fatto il suo viaggio ed è finito su un binario in cui non doveva finire. 2 anni fa ero molto depresso, stavo male e non riuscivo ad avere dei rapporti sessuali soddisfacenti, l ansia aveva portato a disfunzione erettile, ed ero entrato in un tunnel di paranoie immenso sulla mia validità come uomo a letto ecc. allora un giorno preso da una forte ansia ho ordinato su internet dei farmaci..praticamente ho ordinato dei generici del Viagra con lo stesso principio attivo, ma che chiaramente non era Viagra originale ma un farmaco generico che costava meno è acquistabile online....ho fatto una grossissima cazzata lo ammetto! Ma L uso di questi farmaci per diverse volte mi ha ridato quella sicurezza sessuale che avevo perso. Sono farmaci vendibili online, non penso siano illegali, non si trovano nelle farmacie perché penso siano prodotti in India...molto probabilmente non faranno bene all organismo però il mio cervello ora ha fatto questo accostamento tra questi farmaci è un possibile contagio con L’ hiv. Non è che questi farmaci generici contengono il virus dell hiv?? Appena si è innescata questa domanda nel mio cervello è partita una serie di paranoie alluncinanti...adesso sono terrorizzato , ho il terrore ....secondo voi è plausibile un contagio tramite L ingerimento di questi farmaci??? O è la mia ennesima paranoia ?? Sono a pezzi

Longobardo

Utente Fedele

  • "Longobardo" has been banned

Posts: 926

Activitypoints: 1,563

Date of registration: Jun 20th 2013

  • Send private message

54

Tuesday, December 18th 2018, 9:38pm

direi che è una nuova ossessione , l hiv non lo si prende di sicuro da una pillola .

forse hai associato il viagra col sesso ed il sesso con l hiv

Non hai l hiv , hai il doc , forse l ossessione di avere l aids ti porterà' come compulsione a fare l esame del sangue , cosa molto facile a farsi , mi sembra non sia neppure necessaria la prescrizione medica ed è pure gratis .
Almeno è una compulsione gratuita ;)

This post has been edited 2 times, last edit by "Longobardo" (Dec 18th 2018, 9:49pm)


Vitto75-pr

Giovane Amico

  • "Vitto75-pr" is male

Posts: 345

Activitypoints: 554

Date of registration: Nov 8th 2017

Location: Parma

Occupation: Progettista meccanico

  • Send private message

55

Wednesday, December 19th 2018, 1:40pm

Cazzo vai in Farmacia c'è il test per l' HIV e ti togli il pensiero... ahahaah sai che una cazzata come la tua il mio cervello nn l'aveva ancora elaborata!?!? mi mancava la causa-effetto della pillola con l'HIV dentro..... è tipo quella caramella con la menta intorno?? Dai piantala di dire cazzate su..

Meninblack

Utente Attivo

  • "Meninblack" started this thread

Posts: 120

Activitypoints: 99

Date of registration: Sep 28th 2017

  • Send private message

56

Wednesday, December 19th 2018, 3:20pm

Ieri notte mi sono reso conto che tutta la paranoia sull Hiv era completamente infondata...quindi chiaramente dopo questa ne è subentrata un altra...ho paura di avere linfonodi gonfi, non capisco se in alcune zone lo sono davvero, ho avuto nelle ultime settimane anche alcuni dolori forti che una persona che conosco ha avuto a sua volta e che poi questi dolori che aveva hanno portato alla diagnosi di un tumore...ecco da lì sta ripartendo un incubo, ho il terrore che stia per succedere anche a me,ho iniziato a vedere su internet tutti i sintomi e molti sembrano corrispondere, ho iniziato ad avere per tutta questa mattina il terrore di stare male. Ho letto addirittura le testimonianze delle persone che sono state male e mi rivedo in molte cose...io vi giuro stavolta mi sento palesemente malato..il mio terrore deriva anche dal fatto che lavoro vicino a un traliccio della corrente e che diverse persone si sono ammalate li vicino...no vi giuro sono in panico...sono stato dallo psichiatra asl la scorsa settimana e mi ha detto che sarebbe meglio una psicoterapia che alla mia età e’ prematura la somministrazione di farmaci...io non so più come fare , volevo stare bene in questi prossimi giorni di festa ma so che sarà difficile

Longobardo

Utente Fedele

  • "Longobardo" has been banned

Posts: 926

Activitypoints: 1,563

Date of registration: Jun 20th 2013

  • Send private message

57

Wednesday, December 19th 2018, 3:50pm

Ti sei reso conto che dopo un ossessione ne viene fuori un altra , del resto il DOC è fatto cosi'
cosa fare ?
potresti iniziare una psicoterapia , come ti hanno consigliato , anche se i prossimi giorni li passerai tra un ossessione ed un altra aver deciso di fare qualcosa per guarire sarà un ottima cosa

Sei giovane , non ha senso vivere l eta' migliore in questo stato

Meninblack

Utente Attivo

  • "Meninblack" started this thread

Posts: 120

Activitypoints: 99

Date of registration: Sep 28th 2017

  • Send private message

58

Wednesday, December 19th 2018, 4:20pm

Io non penso sia un ossessione quest ultima...sono 2 ore che mi documento tra la possibilità dell insorgenza di malattie ed elettrosmog...dove lavoro ci saranno in 4/5 km 4 tralicci dell alta tensione...si sono ammalate diverse persone, ultimamente mi sono comparsi alcuni loro sintomi...io vorrei stare tranquillo ma come faccio???

Vitto75-pr

Giovane Amico

  • "Vitto75-pr" is male

Posts: 345

Activitypoints: 554

Date of registration: Nov 8th 2017

Location: Parma

Occupation: Progettista meccanico

  • Send private message

59

Wednesday, December 19th 2018, 4:49pm

Vatti a fare una tac...cosi t togli ogni dubbio

Longobardo

Utente Fedele

  • "Longobardo" has been banned

Posts: 926

Activitypoints: 1,563

Date of registration: Jun 20th 2013

  • Send private message

60

Wednesday, December 19th 2018, 4:56pm

io vorrei stare tranquillo ma come faccio???

Psicologo o psichiatra .
Ieri avevi paura dell hiv ,prima ancora di un tumore ai genitali , oggi dell elettrosmog , domani chissa' .
Ma che razza di vita vivi passando di paura in paura ?