Homepage di Nienteansia.it
Switch to english language  Passa alla lingua italiana  

You are not logged in.


Dear visitor, welcome to Forum di Psicologia di Nienteansia.it. If this is your first visit here, please read the Help. It explains in detail how this page works. To use all features of this page, you should consider registering. Please use the registration form, to register here or read more information about the registration process. If you are already registered, please login here.

16

Wednesday, December 5th 2018, 1:43pm


Come ha profetizzato Michele a caratteri cubitali :thumbsup: la proposta non era niente di che:
loro sono sotto organico e hanno delle scadenze, ed io con la mia p.iva gli faccio molto comodo. Quindi per ora lavorerò da lunedì a fine mese, sono circa 15 giorni, e poi mi hanno fatto capire che quando ci sarà bisogno mi chiameranno, sempre con queste modalità.

Avendo perso il lavoro sono molto felice per te che ne hai trovato uno perché so quanto sia bello tenersi impegnati, avere una giornata prestabilita, sentirsi utili, movimentare il proprio tempo, vivere quel senso di novità ed essere produttivi potendosi permettere qualcosa coi frutti del proprio lavoro. Logicamente non era mia intenzione profetizzare (non credo di possedere questa virtù hi!) :D ma ritengo altresì molto utile il fatto che questa "prova" abbia una durata di soli 15 giorni. Ciò è a mio avviso perfetto poiché ti consentirà di ben soppesare il tuo nuovo impegno lavorativo potendoti rispondere nei momenti di stress o eventuali piccole ansie "vabbè tanto sono solo 15 giorni!!!" ed inoltre perché ti potrai vivere senza stress le festività natalizie (almeno spero).

Mi raccomando fatti valere perché si spera che in seguito a questo impiego temporaneo la stessa azienda te ne proporrà altri, chissà magari anche a tempo indeterminato con tredicesima e ferie pagate.

Nb: vedrai che questa "prova" (uso questo termine in modo positivo), ti rafforzerà ulteriormente e ti renderà più padrona della tua vita.

Michele

Andyno

Unregistered

17

Wednesday, December 5th 2018, 2:29pm

Sono contenta per te, Mademoiselle, sia per il lavoro che hai ritrovato sia perché il ritorno all'attività sarà graduale e temporaneo, in più, essendo un qualcosa che hai già fatto in passato, contribuirà a rendere meno pesante la pressione lavorativa.
Ti capisco perché anch'io non lavoro da un'eternità ed ho paura di essere fuori dal mercato, di essere anche troppo vecchio per sopportare lo stress degli orari, la sveglia al mattino, i mezzi pubblici, la giornata lavorativa...
E' un qualcosa che mi ha sempre accompagnato in vita mia.
Comunque, prendila come un'esperienza che a poco a poco ti ridarà fiducia in te stessa e che (questo non fa mai male, anzi!) ti farà fare qualche soldino.
Tienici informati!

ansia123

Amico Inseparabile

  • "ansia123" is female

Posts: 1,557

Activitypoints: 4,443

Date of registration: Apr 16th 2016

  • Send private message

18

Wednesday, December 5th 2018, 2:35pm

Felice per te e per il lavoro ottenuto che non ti "impegna" troppo! E si camminare ti aiuterà! Spirito positivo sempre! È una cosa che noi ansiosi dobbiamo imparare a mettere in pratica!
Aggiornaci se ti va e buona fortuna! ;)

Anna808

Utente Attivo

  • "Anna808" is female

Posts: 219

Activitypoints: 263

Date of registration: May 6th 2017

Location: Angolo Terme

Occupation: architetto

  • Send private message

19

Wednesday, December 5th 2018, 2:58pm

Ciao mademoiselle! Io mi sono trovata nella tua stessa situazione circa due mesi fa. Io sono una libera profesdionista ed era circa un anno che non andavo in ufficio tutti i giorni perché stavo seguendo i lavori di costruzione di casa mia e di mia mamma . Mi recano in studio solo quando avevo dei documenti da produrre riguardanti proprio casa mia e la contabilità dell'impresa da portare avanti quindi con le crisi d'ansia riuscivo a barcamenarmi in qualche modo tant'è che avevo iniziato anche a stare benino quest'estate. Due mesi fa mi hanno proposto di seguire un progetto a tempo pieno e ciò comporta stare in ufficio 8 ore . Ero molto spaventata all'idea ma ho accettato per due motivi: il primo è che chiaramente non posso passare tutto il mio tempo a casa senza lavorare e il secondo è che da qualche parte bisogna ricominciare. Sono passati due mesi e ti dico che non è facile, ci sono giorni che sono più ansiosa e arrivo a casa stanca morta dalla tensione e giorni che va decisamente meglio. Però sono contenta di aver ripreso in mano questo pezzetto della mia vita!

mademoiselle_moi

Amico Inseparabile

  • "mademoiselle_moi" is female
  • "mademoiselle_moi" started this thread

Posts: 1,820

Activitypoints: 4,834

Date of registration: Jul 7th 2017

  • Send private message

20

Wednesday, December 5th 2018, 8:24pm

quello che mi spaventa, più che il lavoro vero e proprio (leggi: il compito da svolgere) è proprio la routine, perchè io ora da troppi mesi sono comoda, una cosa la faccio se mi va, mentre l'obbligo mi spaventa perchè penso che alcuni giorni potrei non essere al top, e un calo di energie io mi conosco, lo interpreto sempre come malessere dovuto all'ansia....e quindi vado in ansia.

Comunque per ora cerco di non pensarci perchè vi confesso che dopo la giornata di ieri, oggi sono distrutta! ho dormito un'ora oggi pomeriggio, ma fosse per me andrei a dormire adesso! l'ansia è veramente devastante! chi non la prova non potrà mai capire.

Andyno

Unregistered

21

Wednesday, December 5th 2018, 8:44pm

Mademoiselle, come puoi leggere in un altro post, forse io sto peggio di te in questo momento ed ammetto di invidiarti perché tu un lavoro, almeno temporaneo, ce l'hai.
Cerca di pensare che comunque oggi è appena mercoledì, ricominci fra cinque giorni e poi è un lavoro che hai già fatto in passato, non devi affrontare distanze assurde per andare in ufficio e penso nessuno si aspetta da te che salvi il mondo.
Un passo per volta, pensa che comunque avrai qualcosa da fare da qui alla fine dell'anno.
Mi raccomando...

Anna808

Utente Attivo

  • "Anna808" is female

Posts: 219

Activitypoints: 263

Date of registration: May 6th 2017

Location: Angolo Terme

Occupation: architetto

  • Send private message

22

Thursday, December 6th 2018, 9:32am

quello che mi spaventa, più che il lavoro vero e proprio (leggi: il compito da svolgere) è proprio la routine, perchè io ora da troppi mesi sono comoda, una cosa la faccio se mi va, mentre l'obbligo mi spaventa perchè penso che alcuni giorni potrei non essere al top, e un calo di energie io mi conosco, lo interpreto sempre come malessere dovuto all'ansia....e quindi vado in ansia.

Comunque per ora cerco di non pensarci perchè vi confesso che dopo la giornata di ieri, oggi sono distrutta! ho dormito un'ora oggi pomeriggio, ma fosse per me andrei a dormire adesso! l'ansia è veramente devastante! chi non la prova non potrà mai capire.

Anch'io arrivo a cada giorni che sono stanchissima perché devastata dall'ansia e a volte inizio a farmi i film mentali tipo "oddio se non sto bene, se mi venisse un attacco di panico".... e così via... Anch'io ho passato dei mesi dove ho "fatto i miei comodi" stando a casa ma ora è veramente arrivato il momento di affrontare di nuovo questo aspetto della vita. Cerco di rilassarmi nel miglior modo possibile nel weekend e ho preso una ragazza che viene a pulirmi casa in modo da non sovraccaricarmi troppo.

mademoiselle_moi

Amico Inseparabile

  • "mademoiselle_moi" is female
  • "mademoiselle_moi" started this thread

Posts: 1,820

Activitypoints: 4,834

Date of registration: Jul 7th 2017

  • Send private message

23

Friday, December 7th 2018, 1:57pm

Rieccomi!
mi ha chiamato il collega con cui lavorerò per definire meglio i dettagli. Ho capito che mi daranno da fare lavoretti noiosi senza nessun lavoro mentale semplicemente perchè loro si trovano delle scadenze e carenza di personale, quindi hanno bisogno di una mano. La cosa non mi mortifica assolutamente. Oltre tutto, mi ha lasciato decidere l'orario di lavoro, essendo a p.iva, e per il momento ho scelto di fare il loro orario, anche perchè mi hanno già offerto un prezzo per la mia prestazione e cambiare o ridurre orario mi sembrerebbe poco corretto.
So che comunque, in caso di necessità, ho la possibilità di gestirmi come voglio, e questo mi tranquillizza: in caso di giornate no, posso sempre giocarmi la carta della riduzione di orario, magari accorciando la pausa pranzo.

Ora vi racconto una cosa curiosa.....questo posto per me è un qualcosa di mistico....se così vogliamo dire.
facevo la stagionale da 5 anni in un ufficio analogo, in cui non mi trovavo benissimo, ed ogni anno le condizioni peggioravano sempre più. Nel 2013 avevo già iniziato in quel posto, e mi avevano offerto condizioni ancora peggiori. Improvvisamente è arrivata la chiamata dall'ufficio dove andrò adesso, stessa paga ma incognita di come mi sarei trovata. Mi sono buttata perchè avrei fatto carte false per andarmene dal quel vecchio posto, ed è andata bene, anzi benissimo! Più responsabilità, più gratificazioni, e colleghi decisamente migliori.
Mi hanno chiamato solo quell'anno perchè poi è arrivata la crisi, io mi sono messa in proprio e ho fatto altri lavoro.....ed arriviamo ad oggi in cui, ancora una volta, questo ufficio arriva a "salvarmi": devo reintrodurmi a tempo pieno nel mondo del lavoro, dopo l'ansia e depressione, e qui lo posso fare pian piano, coi miei tempi ed in un ambiente che spero sia ancora sereno come prima.

24

Friday, December 7th 2018, 2:12pm

ed arriviamo ad oggi in cui, ancora una volta, questo ufficio arriva a "salvarmi": devo reintrodurmi a tempo pieno nel mondo del lavoro, dopo l'ansia e depressione, e qui lo posso fare pian piano, coi miei tempi ed in un ambiente che spero sia ancora sereno come prima

Per questo ti dicevo che secondo me iniziare solo con 15 giorni è buono perché ti consente di rodarti, di metterti alla prova, di sperimentarti nuovamente senza un impegno troppo lungo e responsabilizzante. Avrai quindi modo di reintrodurti gradualmente e certamente farai il possibile per farti apprezzare in modo che tra tanti altri magari chiameranno proprio te per un contratto più duraturo....magari indeterminato.

In bocca al lupo e metticela tutta perché oltre alla gratificazione personale (han chiamato te e non un'altra quindi evidentemente preferivano te), hai anche l'opportunità di metterti alla prova e sperimentare i progressi che hai raggiunto. Del resto come ti dicevo in precedenza ho trovato in te una persona profondamente cambiata (in meglio), e quindi immagino che questo cambiamento si esprimerà anche sotto forma di forza e tenacia in questa esperienza lavorativa che solo all'apparenza può farti un po paura ma una volta messa all'opera la "Nuova Mademoiselle" darà anche in questo lato della vita il meglio di se.

Vai avanti come un treno, travolgi le tue paure.

mademoiselle_moi

Amico Inseparabile

  • "mademoiselle_moi" is female
  • "mademoiselle_moi" started this thread

Posts: 1,820

Activitypoints: 4,834

Date of registration: Jul 7th 2017

  • Send private message

25

Sunday, December 9th 2018, 9:10am

Buongiorno!
scusate se sono sparita ma sono giornate difficili.
La situazione lavorativa sarà la seguente:
lunedì e martedì nuovo lavoro nel posto che già conosco
mercoledì faccio il mio vecchio lavoro, che per fortuna capita poche volte al mese e che consiste nel fare lezione ad un pubblico di adulti, cosa che mi ha sempre causato tantissima ansia e che mantengo solo per necessità (economica)
da giovedì riprendo il lavoro in ufficio, fino a fine mese

nel frattempo si è aggiunta una situazione pesante in famiglia, mio nonno ha di nuovo dato di matto, i miei corrono da un ospedale all'altro e la situazione in casa è tesa....ed io che egoisticamente avrei bisogno dei miei adesso, sono più sola di prima.
Sulla situazione di mio nonno ho scritto un post credo un anno fa, la situazione non è cambiata.

In questi giorni ho deciso di cedere allo xanax e chissenefrega. Ieri non l'ho preso, volevo verificare se mi sarebbe salita l'ansia brutta,quella con sintomi invalidanti. I sintomi non sono arrivati, ma ora che ho provato a stare bene mi rendo conto che il cervello macina troppo, non si ferma mai e infatti stanotte non ho dormito niente.
Ho però avuto modo di verificare una cosa: con l'ssri, e senza xanax, non sono arrivati i sintomi (testa che gira, paura di svenire, nausea) e soprattutto non è arrivata l'ipocondria.....tempo fa sostituivo l'ansia per un fatto concreto (es: lavoro) con la paura di qualche malattia.
Detto ciò, mi rimane la paura che l'ansia possa arrivare, ma questo credo necessiti di un VALIDO lavoro psicologico per superarlo, non di un farmaco. Lavoro che io, nonostante tanta terapia , non ho fatto >(ma questo è un altro capitolo)

EDIT: in questi casi adotto la tecnica del "una cosa alla volta"...se penso a quello che dovrò fare da qui a mercoledì, impazzisco. Allora oggi è domenica, e per 24 ore sono ancora a casa. Ora non sta succedendo niente di difficile, e comunque se il pensiero parte, cerco di pensare SOLO al lunedì, come se dopo un ci fosse niente. Finito lunedì, penserò a martedì, ecc ecc. Non è facile, ma ci si prova.

26

Sunday, December 9th 2018, 10:46am

Dimenticavo:

A volte le cose sono molto più facili di come appaiono.
Infatti: famiglia/carattere e grandezza aggiustata, facile no? :)
Scherzo: concordo.
Ne avevo postato un bel po di tempo fa, il senso è esattamente quello.
Manca solo un "ci " al tuo post, sennò sarebbe perfetto!
Poi dipende dalla nostra indole.
Alcune esperienze di lavoro son pesanti se ci si trova nel luogo sbagliato con colleghi sbagliati, vedi mobbing subito per breve da Mademoiselle.
Tra l'altro indicare una persona,di non correttezza al lavoro, mentre invece lo è diventa pericoloso.
Poi se la cosa va avanti si rischia di non essere più assunti dagli altri: accusa stigmatizzante.
Brava: ti adatti a lavorare in equipe.
Su alcune mansioni è fondamentale.
La continuità di un lavoro è si confortante, tutti vi ambiscono...
ma al tempo stesso limitante.
Poi la percepisco sempre di più come aleatoria comunque, tranne che in lavori dello Stato.
(Alcuni son come a vita natural durante)
Nella vita normale è complicatissimo sempre invece.
In una persona con ansia patologica è un problema.
Per me è un problema(non per l'ansia ,ma per lo stress interattivo e la comunicazione sociale, ma ic sto lavorando in maniera enorme in questi ultimi due anni, sopratutto nell'ultimo anno,apprendo tante cose che non capivo prima:Anche a non essere freddo,caratteristica che a volte non è utile, altre si, ma non nei rapporti sociali,e questi contano notevolmente, a volte son decisivi).
Da Asperger molti miei amici han rinunciato a ruoli molto importanti,proprio per le interazioni ed il non riuscire ad essere diplomatici e dire insincerità(balle socialmente utili).
QUindi solo due opzioni:
1)Collaboratore esterno
2)Dirigere quello degli altri, non importa, anche se pochi(5/6 ) va bene uguale.
Questo ha funzionato abbastanza, nonostante si debba essere sottoposti a scelte ed avere sempre una soluzione anche a problematiche semplici.Oppure il crearselo:ma li occorre capitale da investire su una idea adatta.

Ciao Ansia 123, sei nel thread dell'ansia vedo ! :)
La libertà è la possibilità di dubitare, la possibilità di sbagliare, la possibilità di cercare, di esperimentare, di dire no a una qualsiasi autorità, letteraria artistica filosofica religiosa sociale, e anche politica.
(Ignazio Silone)

Rainbow87

Barcollo ma non mollo

  • "Rainbow87" is male

Posts: 599

Activitypoints: 1,422

Date of registration: Dec 25th 2017

  • Send private message

27

Sunday, December 9th 2018, 10:50am

Ciao mad, fai bene a pensare una cosa per volta...

28

Sunday, December 9th 2018, 11:14am

Su tuo nonno non ho letto.Son stato assente dal forum per tanti mesi.
Poi non so:
se psichiatrica o neurologica.
La situazione cambia,ma gli specialisti capiscono subito da cosa dipenda ed a chi spetti la cura (psichiatrica o neurologica).
Lo so per esperienza purtroppo
.Nel secondo caso è più complesso molto più complesso capire dei perchè dirimenti .
Nel primo no.
Ma la cura è complicata coinvolge le famiglie in maniera pesante
La libertà è la possibilità di dubitare, la possibilità di sbagliare, la possibilità di cercare, di esperimentare, di dire no a una qualsiasi autorità, letteraria artistica filosofica religiosa sociale, e anche politica.
(Ignazio Silone)

29

Sunday, December 9th 2018, 2:40pm

EDIT: in questi casi adotto la tecnica del "una cosa alla volta"...se penso a quello che dovrò fare da qui a mercoledì, impazzisco. Allora oggi è domenica, e per 24 ore sono ancora a casa. Ora non sta succedendo niente di difficile, e comunque se il pensiero parte, cerco di pensare SOLO al lunedì, come se dopo un ci fosse niente. Finito lunedì, penserò a martedì, ecc ecc. Non è facile, ma ci si prova.

A me sembra un ottimo approccio e poi come ti dicevo, spesso le cose non sono difficili come le immaginiamo, per non dire completamente diverse (in meglio). Io spesso ho ipotizzato situazioni catastrofiche che nei fatti sono state assai più facili di come le avevo pensate oppure la mia capacità di affrontarle si è rivelata superiore alle mie aspettative (come stamattina dove ho dovuto parlare davanti a molte persone eppure me la sono cavata benissimo). La fregatura invece a volte sta proprio nelle cose più scontate (almeno per me), ed è li che zacchete! mi arriva l'ansia (ora da un bel po non più con l'SSRI).

Nb: facci sapere come procede la situazione. Certamente se (come penso), la affronti e la superi con successo sarà un altro punto a tuo favore per la tua stima e forza d'animo.

mademoiselle_moi

Amico Inseparabile

  • "mademoiselle_moi" is female
  • "mademoiselle_moi" started this thread

Posts: 1,820

Activitypoints: 4,834

Date of registration: Jul 7th 2017

  • Send private message

30

Sunday, December 9th 2018, 6:14pm

Sono sicura che mi basterà superare le 8.05 di domani mattina per rilassarmi. La parte più difficile l'ho fatta oggi, ogni volta che inizio qualcosa di nuovo la mente non si ferma mai, e mi sono preparata come se dovessi partire per la guerra, ho fatto tutte le pulizie di casa, ho stirato, come se dopo non avessi più tempo....e mi sono preparata una borsa con mezza casa da portarmi dietro ?(
Se non altro, domani sera spero di potermi rilassare, avendo già fatto tutto