Homepage di Nienteansia.it
Switch to english language  Passa alla lingua italiana  

You are not logged in.


Dear visitor, welcome to Forum di Psicologia di Nienteansia.it. If this is your first visit here, please read the Help. It explains in detail how this page works. To use all features of this page, you should consider registering. Please use the registration form, to register here or read more information about the registration process. If you are already registered, please login here.

Meninblack

Giovane Amico

  • "Meninblack" started this thread

Posts: 246

Activitypoints: 547

Date of registration: Sep 28th 2017

  • Send private message

1

Thursday, January 23rd 2020, 4:19am

Ansia per il mio futuro che non mi fa più andare avanti

Sono le 4 di notte e continuo a non prendere sonno...Come ho scritto in molti post su questo forum sto passando un periodo della mia vita molto complicato e duro, mi trovo davvero in una situazione molto precaria sotto tanti punti di vista, leggendo i miei post ne parlo un po’ di più. Sono attualmente in cura farmacologica dopo essermi convinto, e anche in terapia psicologica, quindi sto cercando di guarire da disturbo di ansia da salute (ipocondria), disturbo di ansia generalizzato e doc . Non riesco a dormire perché sono agitato, sento un senso di fallimento permanente nella mia vita dopo aver perso il lavoro, sono tornato a stare coi miei a 30 anni, ho riniziato a studiare perché avevo in sospeso una laurea che è il mio sogno nel cassetto da sempre, a casa non navigo nell’oro quindi i miei dato che sanno che ho passato diversi disagi e sofferenze psicologiche hanno deciso di darmi questa chance di provare a finire. Dentro di me sento una grossa responsabilità che mi rendeva felice inizialmente ma ora mi sono accorto di essere totalmente fuori allenamento con lo studio, dovevo preparare degli esami per questo mese ma da ottobre ad oggi ho passato un inferno (che sto ancora vivendo) con l’ipocondria e tutto il mio post sull’ansia da malattia ne è la testimonianza. Mi sento in colpa per aver deluso ancora le loro aspettative, mi sento sempre peggio al solo pensiero. Mi sento un cretino perché dovrei metterci mesi per riprendere le basi di alcune materie, intanto penso che devo muovermi, ho il TERRORE,che possa succedere qualche cosa di brutto e che tutto questo mio sogno di laurearmi vada in frantumi, questa ansia fa crescere sempre di più la mia ipocondria, ho il terrore che la mia vita vada a rotoli, che non riuscirò a concludere nulla, ho paura che possa succedere qualcosa ai miei, di tornare in fabbrica per poter mantenermi, di dover rinunciare a uno spiraglio di luce per un futuro
Migliore grazie a quella laurea . Ho paura che possa succedermi qualcosa e che non riuscirò mai a vedere realizzati i miei sogni, ho un ansia indescrivibile verso il mio corpo e ogni dannato giorno ho l’ansia che possa succedere chissá che cosa. La mia vita nel quotidiano è veramente pessima perché vivo in un paesino poco stimolante e mi sento un pesce fuor d acqua, vorrei trasferirmi lontano, viaggiare , vedere nuove realtà ma sono incatenato qui con tutta questa situazione. A volte di notte mi sveglio in lacrime dagli incubi che continuo a fare. Voi direte che devo rimboccarmi le maniche e avete ragione ma ci sono giorni in cui anche il solo alzarmi dal letto è un miraggio perché sento di non avere più mezzi per andare avanti. Non vedo più il mio futuro ...mi fa talmente paura che non lo
Riesco più a vedere. Mi sento paralizzato in questa storia che speravo di non ritrovarmi mai a vivere, per me anche ogni contatto sociale e mi diventato pesante come un macigno perché sento che le
Persone mi trattano come un diverso perché tutti mi vedono come un figlio di papà e mamma fallito e mantenuto, che invece di farsi il mazzo nel primo lavoro che trova (cosa che ho fatto per 3 anni ma che mi ha reso ancora più depresso) viene mantenuto per studiare con persone di 10 anni meno di lui. Non posso parlare di futuro perché al momento non posso costruirmelo, mi sento senza mezzi, mi sento in un corpo che ho paura possa tradirmi. Vorrei una vita normale , serena , provare un senso di realizzazione ma vedo tutto così lontano. Ho l’ansia che mi divora giorno per giorno. Sento il peso del fallimento costante, ci sono giorni che vorrei davvero prendere un treno e scappare di casa e far perdere le mie tracce perché non trovo più senso a condurre una vita così. Scrivere in questo forum paradossalmente e’ rimasta una delle poche cose che mi riesce a far sentire meno ansioso e meno male con me stesso.

Meninblack

Giovane Amico

  • "Meninblack" started this thread

Posts: 246

Activitypoints: 547

Date of registration: Sep 28th 2017

  • Send private message

2

Thursday, January 23rd 2020, 8:44pm

Mi dispiace dovermi sfogare qua, so che nessuno vuole sentire i problemi altrui quindi forse dovrei smetterla, però davvero ad esempio sono rientrato ora a casa e mi sento uno schifo per tutto quello che ho scritto sopra. Sento proprio quella stretta allo stomaco che mi fa stare male.

Pulmino73

Bischero virtuale

  • "Pulmino73" is male

Posts: 386

Activitypoints: 1,272

Date of registration: Jul 31st 2009

Location: Spazio

Occupation: Imprenditore

  • Send private message

3

Thursday, January 23rd 2020, 9:35pm

Comprensibile lo stato d'animo. E' la molla di tutti i malesseri. E' un passaggio della tua crescita personale. Si soffre, non si vorrebbe, ma se interpretata nel modo giusto... sarai un uomo. Migliore.

Non fermarti e non essere fermo a quello che eri. Sorridi a quello che sarai. La tua sofferenza e' un divenire e passera'. Nel momento opportuno ed al compimento del tuo cammino interiore.

Ricordarti che per esperienza personale i momenti NO... sono destinati a passare, come sono venuti. Il pratagonista della tua vita sei te, nel bene e nel male.

Un caro saluto.

greenmoon

Utente Attivo

Posts: 16

Activitypoints: 62

Date of registration: Jan 25th 2016

  • Send private message

4

Friday, January 24th 2020, 11:44am

Non sentirti uno schifo, non lo sei. Capisco quello che provi perché pure io mi sento così, ho letto anche il tuo precedente thread e percepisco la tua ipocondria. Il continuo senso di colpa è dovuto a questo tuo stato d'ansia e depressione.
Almeno non colpevolizzarti. Il consiglio vale per te e anche per me. Un abbraccio

arianna73

Colonna del Forum

Posts: 2,091

Activitypoints: 6,287

Date of registration: Apr 11th 2019

  • Send private message

5

Friday, January 24th 2020, 12:50pm

Sfogati qui se ti fa stare meglio. Siamo qui perché qualche problemino ce l'abbiamo , no? :)
E prenditi un po' di tempo, cura farmacologica e terapia psicologica sono necessarie ma non fanno il miracolo in quattro e quattr'otto...

Razionalmente sei giovane, non sei appena uscito da scuola ma hai ancora la possibilità di costruirti un futuro vivibile. Se puoi prova a scomporre le situazioni che devi affrontare in passi singoli, una cosa alla volta / a ogni giorno la sua croce.
So bene che quando ci si sente vulnerabili i pensieri neri e i timori che accadano cose brutte si fanno sotto :(
Tenta di ricordare che però i nostri pensieri non sono fatti né profezie.
Abbi fiducia nel percorso che hai intrapreso , non dev'essere netto e da subito per essere proficuo (non devi laurearti in tempi record, non devi migliorare in modo spettacolare e lineare senza momenti di stasi o di ri-emersione dei sintomi trovare a breve un ottimo lavoro etc).

Credo che passata l'onda alta dell'angoscia tu stesso faccia queste valutazioni e ti rendi conto che è meglio ignorare i giudizi di chi non ti conosce. I tuoi sono certa che ti vogliono bene e che sono in ansia a loro modo per te, ma vedendoti a poco a poco più sereno saranno solo felici di sostenerti :)

1 user apart from you is browsing this thread:

1 guests