Homepage di Nienteansia.it
Switch to english language  Passa alla lingua italiana  

You are not logged in.


Dear visitor, welcome to Forum di Psicologia di Nienteansia.it. If this is your first visit here, please read the Help. It explains in detail how this page works. To use all features of this page, you should consider registering. Please use the registration form, to register here or read more information about the registration process. If you are already registered, please login here.

anthea

Utente Attivo

  • "anthea" is female

Posts: 57

Activitypoints: 192

Date of registration: May 12th 2009

Location: roma

Occupation: redattore editoriale

  • Send private message

31

Tuesday, May 26th 2009, 1:43pm

in genere si vede qualcosa anche da una semplice lastra (per esempio la verticalizzazione della colonna, effetto della tensione muscolare, si vede anche dall'rx). Ma per verificare che non ci siano protrusioni (slittamenti delle vertebre: io ce l'ho, in due punti) devi fare una rmn.

Anch'io ricavo molto beneficio dalle terapie: per un periodo non ho più vertigini né emicranie muscolo-tensive né quell'orribile sensazione di stanchezza muscolare. E anche l'ansia si modera. Le crisi vertiginose da cervicale sono veramente molto simili a un attacco di panico, con identiche sensazioni di svenimento, confusione ecc.

Purtoppo il mio fisiatra costa 'na cifra, e in questo momento, avendo ripreso anche la psicoterapia, non posso permettermelo!!

doctor Faust

Azzeccagarbugli

  • "doctor Faust" is male

Posts: 8,844

Activitypoints: 26,965

Date of registration: Mar 28th 2009

Location: Italia

Occupation: Ex dirigente infermieristico, laureato in filosofia, counselor sociosanitario.

  • Send private message

32

Wednesday, May 27th 2009, 10:11am

giovedi alle 16 vado a fare una rx alla cervicale!si vedrà qlc?
Si vede ad un semplice esame palpatorio fatto da un fisioterapista che conosca il rolfing o il massaggio connettivale.

Il pannicolo sottocutaneo diventa duro e teso, se la tensione e' cronica.

Per verificare le zone di tensione sulla colonna vertebrale si pinza la pelle sul'osso sacro, ai due lati della colonna, e poi la si fa scorrere sotto le dita come un'onda.

Dove la pelle non si scolla, ma presenta una massa compatta vul dire che c'e' tensione cronica.
Il perche c'e' e' un altro argomento, comunque sciogliendo queste zone, che spesso sono presenti a livello cervico brachiale, passa ancha la sintomatilogia nervosa.

Si sciolgono con massaggio, massaggio connettivale, rolfing, riflessologie di vario tipo, calore, sedazione dell'ansia, cura di eventuali ostoeartrosi, che pero' di solito, non sono la causa, ma la conseguenza della tensione mescolo-pannicolare.
Per leggere questa storia clicca sul titolo.

:hmm: Il lungo viaggio di Anomimus alla ricerca dell'amore perduto... :thumbsup:

michela

alla ricerca di me

  • "michela" is female

Posts: 242

Activitypoints: 831

Date of registration: Dec 23rd 2007

Location: Campania

  • Send private message

33

Wednesday, May 27th 2009, 7:32pm

Mi accodo alla conversazione per dire che io ho scoperto di avere ben 3 ernie cervicali. I sintomi che ho sono vertigini, dolori alle braccia, formicolii alle mani e dolore al petto che a volte è tanto forte da sembrare un infarto....

Comunque anch'io ho cominciato a pensare di avere chissàche e ho fatto il giro dei medici per avere sempre la stessa risposta.....

Tuttavia ciò mi ha portato ad avere ansia e attacchi di panico che peggioravano la situazione-cervicale.

insomma alla fine mi sono ritrovata a dover curare due malattie, la cervicale e l'ansia.....due malattie distinte e separate tra loro ma che comunque interagivano dentro di me e chi mi hanno portato alla depressione.

La psicologa mi disse una volta che troppo facilmente i miei sintomi vengono attribuiti SOLO all'ansia....essi hanno anche una causa fisica e gli uni fanno aumentare gli altri. Insomma...un circolo vizioso...
Per quanto sia lungo il temporale, il sole torna sempre a brillare tra le nuvole. (K.Gibran)

patty_82

Giovane Amico

Posts: 247

Activitypoints: 825

Date of registration: Nov 23rd 2008

  • Send private message

34

Wednesday, May 27th 2009, 10:16pm

dalla rx cerviclae vedrò qualcosa?????

michela

alla ricerca di me

  • "michela" is female

Posts: 242

Activitypoints: 831

Date of registration: Dec 23rd 2007

Location: Campania

  • Send private message

35

Wednesday, May 27th 2009, 11:38pm

La radiografia a me rilevò artrosi e appiattimento delle vertebre, per le ernie ho dovuto fare la rmn.

Comunque la radiografia sicuramente può dare delle indicazioni
Per quanto sia lungo il temporale, il sole torna sempre a brillare tra le nuvole. (K.Gibran)

Dalena

Forumista Incallito

  • "Dalena" is female

Posts: 4,049

Activitypoints: 13,287

Date of registration: Nov 18th 2008

Location: Veneto

Occupation: Fisioterapista

  • Send private message

36

Thursday, May 28th 2009, 12:46am

In questi anni ho constatato che quasi tutte le persone che soffrono d'ansia hanno anche problemi di cervicobrachialgia. Secondo me è una relazione che merita di essere approfondita.


Questa relazione è sicuramente stata approfondita dalla Rieducazione Posturale Globale che afferma che tutte le patologie muscolo-scheletriche che si trovano dal diaframma in sù sono legate allo stato emotivo del paziente. Vi linko un mio thread di qualche mese fa che potrebbe interessarvi: Tutto ciò che viviamo si incrive nel nostro corpo.

Il pannicolo sottocutaneo diventa duro e teso, se la tensione e' cronica.

Per verificare le zone di tensione sulla colonna vertebrale si pinza la pelle sul'osso sacro, ai due lati della colonna, e poi la si fa scorrere sotto le dita come un'onda.


Brrrr, sì, è vero che i più fanno così, ma per fortuna ci sono anche altri metodi, meno dolorosi, più precisi e globali come l'errepigi, che cura la persona nel suo complesso, non solo il pannicolo sottocutaneo o le vertebre ;)

dalla rx cerviclae vedrò qualcosa?????


La radiografia è sempre la base da cui si parte per eventuali altri accertamenti, ma spesso è sufficiente quella. Vi direi anche di non fidarvi di chi vi mette le mani addosso promettendo chissà che senza aver visto almeno una radiografia.

Patty :) , per rispondere più esaurientemente a te, e scusa se non ho potuto farlo prima ma ero fuori casa, quel famoso paziente con la SM non era ansioso, lui aveva dei formicolii ad un arto inferiore (ti proibisco di percepirli anche tu!! ;) :) ) E aveva mal di schiena, ragion per cui fu curato come se avesse avuto una lombosciatalgia, cioè, in soldoni, mal di schiena con interessamento del nervo sciatico. Siccome non stava meglio e non veniva creduto dal proprio medico, andò in depressione, una depressione reattiva, e per un bel po', essendo appunto anche depresso, in qualche modo si "rassegnò" al proprio stato fisico, e fu curato solo per la depressione. Solo a distanza di quei famosi 4 anni, venendo nel nostro centro di riabilitazione (un centro pubblico, tengo a precisare) gli fu finalmente fatta la diagnosi corretta.

Aggiungo questo, ma è solo la mia opinione: quando andate dal medico non pretendete di decidere voi che esami fare, altrimenti il rapporto col dott. non potrà essere di reciproca fiducia, capite? Fate tutte le domande che sentite di dover fare, ma imponetevi anche di ascoltare e seguire ciò che vi dicono. Ho esperienza che certi medici "liquidino" le persone visibilmente ansiose magari prescrivendogli anche esami che non servono, pur di, e scusate l'espressione che non vuole essere offensiva ma solo esplicita, "togliersi la patata bollente dalle mani" e senza rendersi conto che in questo modo vanno ad alimentare l'ansia del pz. Lo so che non è corretto che succeda, ma come giustamente ha detto qualcuno, stare vicino ad una persona ansiosa ed ipocondriaca non è facile e può non essere facile anche per un medico.

Vorrei dirvi anche che a me è successo in un determinato periodo di essere convinta di avere un certo problema fisico/organico, ma in realtà spostavo l'attenzione sul corpo per non guardare dov'era il problema reale, che nel mio caso era una relazione affettiva che stava andando male. Potrebbe succedere lo stesso anche a voi?

Estrella

Utente Attivo

Posts: 115

Activitypoints: 345

Date of registration: May 11th 2009

  • Send private message

37

Thursday, May 28th 2009, 4:51am

Porto la mia esperienza.
Sì, ci sono dei fattori fisici che possono interagire anche pesantemente sugli attacchi di panico e che addirittura ne sono la causa.
Generalmente però prima di rivolgersi allo psicologo o allo psichiatra tendiamo ad andare dal nostro medico di base, che ci prescrive degli esami da fare.
Normalmente il medico di base, ascoltati i sintomi da ansia, prescrive il controllo del funzionamento della tiroide. Che va sempre fatto.
Ma ci sono altri fattori fisici che posono interagire.
Uno di questi, importantissimo e purtroppo non sempre considerato da tutti i medici, è quello ormonale. Se la nostra funzione ormonale non è come dovrebbe,
può causare ansia a certi livelli.
Se hai un ciclo irregolare, accertati che oltre a non avere niente a livello ginecologico non esistano dei problemi ormonali.
Buona cosa sarebbe fare comunque un'indagine completa. Non soltanto perchè si potrebbe constatare se veramente sono presenti
problemi fisici, ma anche perchè una volta accertato che eventualmente non ci sono si può ricorrere ad una psicoterapia
senza avere il condizionamento di essere malati di qualcosa.
Un day hospital mirato potrebbe giovare se hai questo dubbio.
E ricorda che sei sempre tu che puoi indirizzare il medico ad eventuali richieste di esami laddove sentissi di non "sentirti" a posto
per qualsiasi cosa.

tosainu1978

Utente Attivo

  • "tosainu1978" is male
  • "tosainu1978" started this thread

Posts: 75

Activitypoints: 260

Date of registration: Jan 20th 2009

Location: cremona

  • Send private message

38

Thursday, May 28th 2009, 2:59pm

estrella............

oggi son o andato a fare la donazione del sangue, ho parlato con la dottoressa e gli ho spiegato che spesso non riesco a dormire, sono agitato, mi viene la tachicardia, pesantezza di stomaco.............ecc.............., mi ha prescritto un'esame della tiroide, iniziando dal quadro ormonale..fsh, t4 ecc.
tutti mi continuano a dore che sono ansioso, stressato, ma CONTINUO a non crederci............anche se in realtà lo spero tanto.è un anno che dono il sangue, 4 donazioni, sempre analisi impeccabili, nemmeno un valore sballato, successivamente sono seguiti altri controlli, sempre ok, ma questo tremolio, presente spesso a giorni alterni non sò proprio da dove arriva.
veberdì alle 12 ho il test per le intolleranze alimentari........................spero che esca fuori qualcosa, altrimenti incomincio a pensare al peggio.
ma dico io, dall'esame del sangue dovrebbe risultare qualcosa? semmai ci fosse ovviamente!
se soffrissi di cuore, dovrei avere qualche svenimento, qualcosa di più sintomatico?
non sò più che fare..............................

Dustin99

Utente Attivo

Posts: 89

Activitypoints: 323

Date of registration: Jan 28th 2009

  • Send private message

39

Tuesday, June 2nd 2009, 1:31pm

Dico la mia.

Ci sono casi in cui l'ansia nasce da problemi fisici e altri in cui non è così.

Io al tuo posto, in accordo se possibile con il medico curante, diciderei per un set di esami col fine di fare un check up completo per verificare che tutto sia ok. Compreso il discorso allergie alimentari, sangue, cuore, tiroide etc.

Nel caso non riscontrassi niente di fisico andrei da uno Psichiatra per impostare una cura. Il rischio potrebbe essere, una volta completati tutti gli esami e verificato che non c'è nulla, di pensare a qualche altra possibile patologia che non si era presa in considerazione (esistono centinaia di patologie...) e ripartire con altri esami andando avanti all'infinito.

Bisogna avere il coraggio a un certo punto di dire stop, e prendere una decisione.

un bocca al lupo

D.

doctor Faust

Azzeccagarbugli

  • "doctor Faust" is male

Posts: 8,844

Activitypoints: 26,965

Date of registration: Mar 28th 2009

Location: Italia

Occupation: Ex dirigente infermieristico, laureato in filosofia, counselor sociosanitario.

  • Send private message

40

Tuesday, June 2nd 2009, 2:29pm

Se una persona ha un carattere fobico, non ci saranno esami che l'accontenteranno.

Passera la vita a rompere le biglie a chiunque, perche' la ossevi, la guardi, la tocchi, la palpi, le rassicuri che esiste e le mostri un po' di attenzione, che costui percepira' come una carezza.

Sono i malati d'affetto, che elemosinano amore, attenzione e riconoscimento ovunque, come eterni lattanti in cerca della puppa.
Per leggere questa storia clicca sul titolo.

:hmm: Il lungo viaggio di Anomimus alla ricerca dell'amore perduto... :thumbsup:

tosainu1978

Utente Attivo

  • "tosainu1978" is male
  • "tosainu1978" started this thread

Posts: 75

Activitypoints: 260

Date of registration: Jan 20th 2009

Location: cremona

  • Send private message

41

Tuesday, June 2nd 2009, 10:09pm

hai ragione!

Dico la mia.

Ci sono casi in cui l'ansia nasce da problemi fisici e altri in cui non è così.

Io al tuo posto, in accordo se possibile con il medico curante, diciderei per un set di esami col fine di fare un check up completo per verificare che tutto sia ok. Compreso il discorso allergie alimentari, sangue, cuore, tiroide etc.

Nel caso non riscontrassi niente di fisico andrei da uno Psichiatra per impostare una cura. Il rischio potrebbe essere, una volta completati tutti gli esami e verificato che non c'è nulla, di pensare a qualche altra possibile patologia che non si era presa in considerazione (esistono centinaia di patologie...) e ripartire con altri esami andando avanti all'infinito.

Bisogna avere il coraggio a un certo punto di dire stop, e prendere una decisione.

un bocca al lupo

D.



dunque, ho eseguito un esame delle intolleranze alimentari col vegatest, poche intolelrnaze ma poco rilevanti.
eseguito esame del sangue totali + esame della tiroide, tutto tutto tutto nella norma, nemmeno mezzo valore alterato.
ecocardiogramma più visita cardiologica e anche quì tutto ok.
che altro devo fare?????sono deluso.............

tosainu1978

Utente Attivo

  • "tosainu1978" is male
  • "tosainu1978" started this thread

Posts: 75

Activitypoints: 260

Date of registration: Jan 20th 2009

Location: cremona

  • Send private message

42

Tuesday, June 2nd 2009, 10:14pm

hai ragione anche tu!

Se una persona ha un carattere fobico, non ci saranno esami che l'accontenteranno.

Passera la vita a rompere le biglie a chiunque, perche' la ossevi, la guardi, la tocchi, la palpi, le rassicuri che esiste e le mostri un po' di attenzione, che costui percepira' come una carezza.

Sono i malati d'affetto, che elemosinano amore, attenzione e riconoscimento ovunque, come eterni lattanti in cerca della puppa.


passo il mio tempo a cercare problemi che evidentemente non ho.
ma il tremolio che spesso sento e che non mi fà dormire da qualche parte dovrà pur arrivare????????

ilgattocheride

Utente Attivo

  • "ilgattocheride" is female

Posts: 48

Activitypoints: 151

Date of registration: Mar 7th 2009

Occupation: impiegata

  • Send private message

43

Wednesday, June 3rd 2009, 9:30am

Caro Dr. Faust... forse però la carenza di affetto ha altre origini... io sono praticamente ipocondriaca col timore di avere chissà quale patologia... non posso certo dire che l'affetto mi manca... quello di mio figlio, di mio marito... è che io troppo spesso non sento il bisogno di quest'affetto... questa patina nel cervello (derealizzazione) mi frena nel mio vivere... queste angosce, queste paure turbano il mio quieto vivere.. troppo spesso mi ritrovo a pensare cose che se la mia mente fosse libera non penserebbe... lo vedo quotidianamente.. ogni gg è diverso dall'altro e nello stesso tempo tutti uguali... da quanti giorni non provo un briciolo di gioia in quel che faccio?
Da quanto tempo non ''ho voglia di fare qualcosa''? Me lo impongo ma senza entusiasmi ed è terrificante...
:dash:
Tanti robot sono perfetti ma morti, tanti umani sono imperfetti ma vivi.

patty_82

Giovane Amico

Posts: 247

Activitypoints: 825

Date of registration: Nov 23rd 2008

  • Send private message

44

Wednesday, June 3rd 2009, 10:08am

RE: hai ragione!

Dico la mia.

Ci sono casi in cui l'ansia nasce da problemi fisici e altri in cui non è così.

Io al tuo posto, in accordo se possibile con il medico curante, diciderei per un set di esami col fine di fare un check up completo per verificare che tutto sia ok. Compreso il discorso allergie alimentari, sangue, cuore, tiroide etc.

Nel caso non riscontrassi niente di fisico andrei da uno Psichiatra per impostare una cura. Il rischio potrebbe essere, una volta completati tutti gli esami e verificato che non c'è nulla, di pensare a qualche altra possibile patologia che non si era presa in considerazione (esistono centinaia di patologie...) e ripartire con altri esami andando avanti all'infinito.

Bisogna avere il coraggio a un certo punto di dire stop, e prendere una decisione.

un bocca al lupo

D.



dunque, ho eseguito un esame delle intolleranze alimentari col vegatest, poche intolelrnaze ma poco rilevanti.
eseguito esame del sangue totali + esame della tiroide, tutto tutto tutto nella norma, nemmeno mezzo valore alterato.
ecocardiogramma più visita cardiologica e anche quì tutto ok.
che altro devo fare?????sono deluso.............
ma come deluso???????vedi ?????noi ipocondriaci e ansiosi cerchiamo qlc a tuti i costi perchè in realtà l'ansia ci devasta davvero!io ho fatto esami dei riflessi,visita ginecologica completa di pap test ed eco interna,eco ai reni e vescica,ecocardiogramma,analisi complete....e rx alla cervicale che ritirerò oggi pomeriggio.epuure<''''??????io sto ancora male...ora per esempio ho una nausea fortissima da tre giorni e che può essere?già ho pensato di fare rx allo stomaco perchè è troppo forte!tu perchè hai fatto i test di intolleranza???'noi facciamo analisi e accertamenti che la gente non fa in una vita....

patty_82

Giovane Amico

Posts: 247

Activitypoints: 825

Date of registration: Nov 23rd 2008

  • Send private message

45

Wednesday, June 3rd 2009, 11:50am

esito rx cervicale:ottimo!!!!!!!proverò con l'otorino