Homepage di Nienteansia.it
Switch to english language  Passa alla lingua italiana  

You are not logged in.


Dear visitor, welcome to Forum di Psicologia di Nienteansia.it. If this is your first visit here, please read the Help. It explains in detail how this page works. To use all features of this page, you should consider registering. Please use the registration form, to register here or read more information about the registration process. If you are already registered, please login here.

claudette.86

Utente Attivo

Posts: 53

Activitypoints: 264

Date of registration: Aug 23rd 2014

  • Send private message

16

Sunday, November 9th 2014, 9:58pm

io un rimedio ke trovo nel fare piccoli tragitti per strada è quello di parlare al telefono..mi ha aiutato tanto....ve lo consiglio

Angela_995

Utente Attivo

  • "Angela_995" is female

Posts: 28

Activitypoints: 98

Date of registration: Mar 30th 2014

  • Send private message

17

Monday, November 10th 2014, 12:56am

Io ho 19 anni e soffro anch'io di ansia... Emetofobia, agorafobia, claustrofobia... Non ne posso più davvero. Tutti pensano che faccio i capricci, che sono fissazioni che mi dovrò togliere da sola, ma quanto vorrei non averle! Non sono assolutamente io a volerlo tutto questo. E' così da almeno 3 anni ora e non ho idea del motivo per cui sono arrivata ad avere tutte queste paure, ma soprattutto l'ansia. Non voglio assumere farmaci, ho fatto un incontro con uno psichiatra e mi ha dato subito xanax, ma io ho troppa paura di diventarne dipendente, vorrei uscire fuori da tutto con l'aiuto di qualcuno. Poi, però, nel momento in cui so che devo tirar fuori soldi davvero non ce la faccio... Non riesco a trovarmi un lavoro, nemmeno a continuare gli studi, non ho conoscenze e l'unica compagnia vicina che ho è quella di mia sorella che in qualche modo cerca di capirmi, e nemmeno lei è tanto libera da questi problemi, sempre meglio di me però... :( :|

beautiaddicted

Amico Inseparabile

  • "beautiaddicted" is female
  • "beautiaddicted" started this thread

Posts: 1,078

Activitypoints: 3,542

Date of registration: Jul 7th 2014

Location: Roma

Occupation: impiegata

  • Send private message

18

Monday, November 10th 2014, 3:01pm

Grazie Claudette in effetti stare al telefono è come stare un po' in compagnia,magari due chiacchiere distraggono pure.

Gysi

Utente Attivo

  • "Gysi" is female

Posts: 105

Activitypoints: 350

Date of registration: Dec 30th 2012

Location: Liguria

  • Send private message

19

Monday, November 10th 2014, 9:17pm

Io ho 19 anni e soffro anch'io di ansia... Emetofobia, agorafobia, claustrofobia... Non ne posso più davvero. Tutti pensano che faccio i capricci, che sono fissazioni che mi dovrò togliere da sola, ma quanto vorrei non averle! Non sono assolutamente io a volerlo tutto questo. E' così da almeno 3 anni ora e non ho idea del motivo per cui sono arrivata ad avere tutte queste paure, ma soprattutto l'ansia. Non voglio assumere farmaci, ho fatto un incontro con uno psichiatra e mi ha dato subito xanax, ma io ho troppa paura di diventarne dipendente, vorrei uscire fuori da tutto con l'aiuto di qualcuno. Poi, però, nel momento in cui so che devo tirar fuori soldi davvero non ce la faccio... Non riesco a trovarmi un lavoro, nemmeno a continuare gli studi, non ho conoscenze e l'unica compagnia vicina che ho è quella di mia sorella che in qualche modo cerca di capirmi, e nemmeno lei è tanto libera da questi problemi, sempre meglio di me però... :( :|


Angela anch'io soffro di emetofobia..per me è un incubo...la paura peggiore che ho avuto (e in passato ho sofferto anche di agorafobia) :(

CancianiDorino

Nuovo Utente

Posts: 3

Activitypoints: 9

Date of registration: Nov 10th 2014

  • Send private message

20

Monday, November 10th 2014, 10:01pm

RE: Ansia, non ne posso più di te!!!!!

Salve, scrivo questo post di getto, dopo tanti tentativi di combattere i disturbi di ansia, psicoterapia inconcludente, ansiolitici... Non ne vengo a capo. Non miglioro.Sono oltre la rassegnazione, la depressione... Mi sono proprio stufata!!Non voglio avere questa croce che mi perseguita rivoglio la mia vita. Odio la sensazione di vertigini, sbandamento,tachicardia. Perché mi è dovuto capitare questo???? Come si ece da questo maledetto incubo senza rincoglionirsi di pasticche? :dash:


Ciao beautiaddicted!Hai mai sentito parlare della respirazione consapevole?

Angela_995

Utente Attivo

  • "Angela_995" is female

Posts: 28

Activitypoints: 98

Date of registration: Mar 30th 2014

  • Send private message

21

Tuesday, November 11th 2014, 2:51pm

Io ho 19 anni e soffro anch'io di ansia... Emetofobia, agorafobia, claustrofobia... Non ne posso più davvero. Tutti pensano che faccio i capricci, che sono fissazioni che mi dovrò togliere da sola, ma quanto vorrei non averle! Non sono assolutamente io a volerlo tutto questo. E' così da almeno 3 anni ora e non ho idea del motivo per cui sono arrivata ad avere tutte queste paure, ma soprattutto l'ansia. Non voglio assumere farmaci, ho fatto un incontro con uno psichiatra e mi ha dato subito xanax, ma io ho troppa paura di diventarne dipendente, vorrei uscire fuori da tutto con l'aiuto di qualcuno. Poi, però, nel momento in cui so che devo tirar fuori soldi davvero non ce la faccio... Non riesco a trovarmi un lavoro, nemmeno a continuare gli studi, non ho conoscenze e l'unica compagnia vicina che ho è quella di mia sorella che in qualche modo cerca di capirmi, e nemmeno lei è tanto libera da questi problemi, sempre meglio di me però... :( :|


Angela anch'io soffro di emetofobia..per me è un incubo...la paura peggiore che ho avuto (e in passato ho sofferto anche di agorafobia) :(



Io davvero non ho idea di come si possa uscire da questa fobia... Perché solo chi la ha può capire il disagio in cui mi trovo. L'ansia che la scaturisce oltre a questa fobia mi porta tanti altri sintomi, e svolgere una vita normale credo che mi sarà impossibile. In questi ultimi mesi, da poco prima della maturità ho iniziato ad avvertire un umore depresso, ho spesso voglia di piangere anche se non lo faccio, solo la notte mi libero un pò, e mi sembra di non poter nemmeno provare ad uscirne. Credo mi manchi del tutto la forza necessaria...

CancianiDorino

Nuovo Utente

Posts: 3

Activitypoints: 9

Date of registration: Nov 10th 2014

  • Send private message

22

Thursday, November 13th 2014, 1:29am

Ciao Beauti ti rispondo qui per le limitazioni dovute all'account appena creato.Ti posso portare la mia esperienza personale.
Io ho imparato ad accettare tutte le emozioni e sensazioni fisiche e sopratutto ad accoglierle anziché combatterle.

Pensa
che c'è gente che paga per andare sulle montagne russe, per provare un
attacco di panico, la stessa sensazione che immagino tu non vorresti mai
più provare nella tua vita.

Per quanto poco possa valere il mio consiglio è quello di cercare di accettare tutte le sensazioni che provi senza combatterle.
Posso
consigliarti questo esempio, che io ho imparato ad un corso, se senti
una pressione forte allo stomaco, ad esempio, porta la tua mente lì,
concentrati su quel punto (magari aiutandoti appoggiandoci sopra la tua
mano), puoi anche immaginare di fare dei respiri profondi che hanno
origine proprio dal punto che più intensamente si fa sentire: cerca di
fare respiri molto lenti e molto profondi, riempiendo al massimo i tuoi
polmoni.

Magari mi fai sapere se hai provato a seguire il consiglio.

beautiaddicted

Amico Inseparabile

  • "beautiaddicted" is female
  • "beautiaddicted" started this thread

Posts: 1,078

Activitypoints: 3,542

Date of registration: Jul 7th 2014

Location: Roma

Occupation: impiegata

  • Send private message

23

Thursday, November 13th 2014, 10:40am

Grazie Dorino
Ne avevo già sentito parlare,l' ho provato nel momento in cui l' ansia era sopportabile quando ho il panico perdo la testa,non riesco a respirare con cadenza regolare
A quelli che pagano per andare sulle montagne russe e spaventarsi farei provare una settimana di panico continuato..... No, scherzo, neanche al mio peggiore nemico!!!

Gysi

Utente Attivo

  • "Gysi" is female

Posts: 105

Activitypoints: 350

Date of registration: Dec 30th 2012

Location: Liguria

  • Send private message

24

Thursday, November 13th 2014, 8:59pm


Io davvero non ho idea di come si possa uscire da questa fobia... Perché solo chi la ha può capire il disagio in cui mi trovo. L'ansia che la scaturisce oltre a questa fobia mi porta tanti altri sintomi, e svolgere una vita normale credo che mi sarà impossibile. In questi ultimi mesi, da poco prima della maturità ho iniziato ad avvertire un umore depresso, ho spesso voglia di piangere anche se non lo faccio, solo la notte mi libero un pò, e mi sembra di non poter nemmeno provare ad uscirne. Credo mi manchi del tutto la forza necessaria...


Hai ragione Angela, solo chi ha questa paura può capire cosa si prova e il malessere che provoca; io avendo questa fobia somatizzo molto l'ansia a livello gastrointestinale e di conseguenza ho quasi sempre la nausea e la relativa paura che possa vomitare..poi quando ho di questi attacchi mi deprimo e avvilisco sempre di più, perché devo ricorrere agli antiemetici e agli ansiolitici, quando funzionano...non ne posso davvero più e anch'io non sò come uscirne. Tu come la gestisci questa paura?

Gysi

Utente Attivo

  • "Gysi" is female

Posts: 105

Activitypoints: 350

Date of registration: Dec 30th 2012

Location: Liguria

  • Send private message

25

Thursday, November 13th 2014, 9:13pm

Ciao Beauti ti rispondo qui per le limitazioni dovute all'account appena creato.Ti posso portare la mia esperienza personale.
Io ho imparato ad accettare tutte le emozioni e sensazioni fisiche e sopratutto ad accoglierle anziché combatterle.

Pensa
che c'è gente che paga per andare sulle montagne russe, per provare un
attacco di panico, la stessa sensazione che immagino tu non vorresti mai
più provare nella tua vita.

Per quanto poco possa valere il mio consiglio è quello di cercare di accettare tutte le sensazioni che provi senza combatterle.
Posso
consigliarti questo esempio, che io ho imparato ad un corso, se senti
una pressione forte allo stomaco, ad esempio, porta la tua mente lì,
concentrati su quel punto (magari aiutandoti appoggiandoci sopra la tua
mano), puoi anche immaginare di fare dei respiri profondi che hanno
origine proprio dal punto che più intensamente si fa sentire: cerca di
fare respiri molto lenti e molto profondi, riempiendo al massimo i tuoi
polmoni.

Magari mi fai sapere se hai provato a seguire il consiglio.


Dorino hai mai sentito parlare della Journey e di Brandon Bays? Lei dice proprio che se si manifesta un'emozione, anche se negativa, non bisogna fuggire da essa, non bisogna muoversi ma darle il benvenuto permettendo a se stessi di sentirla. E' uno dei passaggi della Journey, un metodo di auto-aiuto, un viaggio interiore, un'introspezione guidata, che può guarire emotivamente, spiritualmente e anche fisicamente.

Angela_995

Utente Attivo

  • "Angela_995" is female

Posts: 28

Activitypoints: 98

Date of registration: Mar 30th 2014

  • Send private message

26

Thursday, November 13th 2014, 10:14pm


Io davvero non ho idea di come si possa uscire da questa fobia... Perché solo chi la ha può capire il disagio in cui mi trovo. L'ansia che la scaturisce oltre a questa fobia mi porta tanti altri sintomi, e svolgere una vita normale credo che mi sarà impossibile. In questi ultimi mesi, da poco prima della maturità ho iniziato ad avvertire un umore depresso, ho spesso voglia di piangere anche se non lo faccio, solo la notte mi libero un pò, e mi sembra di non poter nemmeno provare ad uscirne. Credo mi manchi del tutto la forza necessaria...


Hai ragione Angela, solo chi ha questa paura può capire cosa si prova e il malessere che provoca; io avendo questa fobia somatizzo molto l'ansia a livello gastrointestinale e di conseguenza ho quasi sempre la nausea e la relativa paura che possa vomitare..poi quando ho di questi attacchi mi deprimo e avvilisco sempre di più, perché devo ricorrere agli antiemetici e agli ansiolitici, quando funzionano...non ne posso davvero più e anch'io non sò come uscirne. Tu come la gestisci questa paura?


Io cerco di gestirla, non mangio quasi mai fuori, se proprio sono obbligata perché qualche volta non faccio ritorno a casa per mangiare o qualcuno insiste nell'offrirmi qualcosa, mangio a forza e so soltanto io lo sforzo che faccio a mandare giù anche un piccolo goccio d'acqua... E' assurdo, perché fino a tre anni fa circa era tutto normale, mi strafogavo fuori, e adesso sento il vomito anche se sono a stomaco vuoto. A volte se devo uscire e sono a stomaco pieno o sulla digestione mi aiuta un pochetto parlare, perché parlando stanco un pò l'organismo e riesco a rilassarmi leggermente, ma se so che devo mangiare sale l'ansia e chi la controlla più...

Gysi

Utente Attivo

  • "Gysi" is female

Posts: 105

Activitypoints: 350

Date of registration: Dec 30th 2012

Location: Liguria

  • Send private message

27

Thursday, November 13th 2014, 10:33pm


Io cerco di gestirla, non mangio quasi mai fuori, se proprio sono obbligata perché qualche volta non faccio ritorno a casa per mangiare o qualcuno insiste nell'offrirmi qualcosa, mangio a forza e so soltanto io lo sforzo che faccio a mandare giù anche un piccolo goccio d'acqua... E' assurdo, perché fino a tre anni fa circa era tutto normale, mi strafogavo fuori, e adesso sento il vomito anche se sono a stomaco vuoto. A volte se devo uscire e sono a stomaco pieno o sulla digestione mi aiuta un pochetto parlare, perché parlando stanco un pò l'organismo e riesco a rilassarmi leggermente, ma se so che devo mangiare sale l'ansia e chi la controlla più...


Ti capisco perfettamente...ma tu quando senti quel senso di vomito che fai? Io entro proprio in panico, non capisco più niente...devo ricorrere ad antiemetici e/o ansiolitico...ma non posso andare avanti così.. ;( Tu hai idea del perché ti è venuta questa fobia?

Angela_995

Utente Attivo

  • "Angela_995" is female

Posts: 28

Activitypoints: 98

Date of registration: Mar 30th 2014

  • Send private message

28

Friday, November 14th 2014, 10:30am


Io cerco di gestirla, non mangio quasi mai fuori, se proprio sono obbligata perché qualche volta non faccio ritorno a casa per mangiare o qualcuno insiste nell'offrirmi qualcosa, mangio a forza e so soltanto io lo sforzo che faccio a mandare giù anche un piccolo goccio d'acqua... E' assurdo, perché fino a tre anni fa circa era tutto normale, mi strafogavo fuori, e adesso sento il vomito anche se sono a stomaco vuoto. A volte se devo uscire e sono a stomaco pieno o sulla digestione mi aiuta un pochetto parlare, perché parlando stanco un pò l'organismo e riesco a rilassarmi leggermente, ma se so che devo mangiare sale l'ansia e chi la controlla più...


Ti capisco perfettamente...ma tu quando senti quel senso di vomito che fai? Io entro proprio in panico, non capisco più niente...devo ricorrere ad antiemetici e/o ansiolitico...ma non posso andare avanti così.. ;( Tu hai idea del perché ti è venuta questa fobia?


Magari lo sapessi il perché di questa paura... Non ne ho la più pallida idea! Fino a tre anni fa tutto regolare, avevo qualche amica, ci uscivo e mangiavo tranquillamente, credo sia iniziato a scuola, ma il motivo rimane comunque oscuro. E' bastato un attacco di panico per farmi rimanere la paura del vomito. Inizia pure a capitarmi quando sono a casa nella pace più totale. Anch'io entro in panico quando sento il senso del vomito, perché credo di scoppiare a vomitare da un momento all'altro senza volerlo, come se non riuscissi a tenermi. Inizio a sudare a stare proprio male, dentro ho solo voglia di scappare e gridare. Ancora non ho fatto uso di alcun farmaco, uno psichiatra mi aveva somministrato lo xanax, ma mi riferiscono persone conosciute di non farne uso perché non è età e poi quello non risolverebbe comunque totalmente il problema... :dash: Io davvero non so più come rimediare :dash: :(

Gysi

Utente Attivo

  • "Gysi" is female

Posts: 105

Activitypoints: 350

Date of registration: Dec 30th 2012

Location: Liguria

  • Send private message

29

Friday, November 14th 2014, 9:12pm


Magari lo sapessi il perché di questa paura... Non ne ho la più pallida idea! Fino a tre anni fa tutto regolare, avevo qualche amica, ci uscivo e mangiavo tranquillamente, credo sia iniziato a scuola, ma il motivo rimane comunque oscuro. E' bastato un attacco di panico per farmi rimanere la paura del vomito. Inizia pure a capitarmi quando sono a casa nella pace più totale. Anch'io entro in panico quando sento il senso del vomito, perché credo di scoppiare a vomitare da un momento all'altro senza volerlo, come se non riuscissi a tenermi. Inizio a sudare a stare proprio male, dentro ho solo voglia di scappare e gridare. Ancora non ho fatto uso di alcun farmaco, uno psichiatra mi aveva somministrato lo xanax, ma mi riferiscono persone conosciute di non farne uso perché non è età e poi quello non risolverebbe comunque totalmente il problema... :dash: Io davvero non so più come rimediare :dash: :(


Angela io penso che quando ce ne è bisogno si deve ricorrere anche agli ansiolitici, ovviamente senza abusarne. E' vero che non risolvono completamente il problema però aiutano soprattutto a superare quei momenti di panico ingestibili. Tu che fai nella vita? Studi, lavori? Come affronti tutto ciò con questa fobia?

Angela_995

Utente Attivo

  • "Angela_995" is female

Posts: 28

Activitypoints: 98

Date of registration: Mar 30th 2014

  • Send private message

30

Friday, November 14th 2014, 10:28pm

No io non faccio nulla per adesso... Avrei voluto trovare un lavoro, avere un ragazzo, perché la possibilità per entrambe le cose ce l'avrei, ma sono totalmente bloccata. Ormai tutti pensano che siano capricci miei, capricci un cavolo, sola sento di non farcela, mi manca anche la forza mentale per andare avanti. Per quanto riguarda i farmaci ho un pò timore a prenderne perché ho paura che possano portare a cambiamenti del carattere o della lucidità, non so, anche se mi viene affermato del contrario io non ci riesco comunque ad assumerne. Non affronto nulla, quindi, perché passo le mie giornate davanti al pc, chattando con qualcuno su facebook e cercando di tenermi sempre dallo scoppiare a piangere. Non avrei mai pensati di ridurmi così, avevo fatto bei pensieri sul mio futuro, anche se sono sempre stata un pò pessimista, però davvero mi sembra di essere arrivata a un punto di non ritorno, come se tutto quello che ho passato, soprattutto queste fobie, non potranno mai sparire e così andrebbero a condizionare per sempre le mie giornate a venire...