Homepage di Nienteansia.it
Switch to english language  Passa alla lingua italiana  

You are not logged in.


Dear visitor, welcome to Forum di Psicologia di Nienteansia.it. If this is your first visit here, please read the Help. It explains in detail how this page works. To use all features of this page, you should consider registering. Please use the registration form, to register here or read more information about the registration process. If you are already registered, please login here.

giovane_recluta

Utente Attivo

  • "giovane_recluta" started this thread

Posts: 17

Activitypoints: 45

Date of registration: Nov 6th 2017

  • Send private message

1

Sunday, February 4th 2018, 10:41am

Ansia, muscoli rigidi e fibromialgia

Buongiorno a tutti!
È il mio secondo thread in questo forum (il primo l'ho scritto a Novembre 2017).
Nel primo mi sono un po' presentato, raccontandovi le mie prime esperienze con l'ansia e gli attacchi di panico.
La mia terapia con la psicoterapeuta procede bene, dopo svariate sedute (costanti, una volta a settimana, a parte ovviamente il periodo natalizio) in cui abbiamo lavorato su tecniche di rilassamento come il training autogeno,rilassamento di Jacobson... ora stiamo entrando nel vivo della terapia cognitivo-comportamentale, e si sta approcciando con una tecnica di desensibilizzazione di tutto ciò che è stato buio nel mio passato ansiogeno, e con la sensibilizzazione di tutto ciò che mi fa stare bene.
Nel frattempo io ripreso la mia attività sportiva, che per forza di cose avevo abbandonato: non riuscivo proprio a fare niente, non appena provavo a correre mi venivano delle crisi d'ansia perchè avevo paura della tachicardia, con conseguenze come fame d'aria, sbandamenti, senso di nausea etc...
Premetto che da quando è iniziato il mio momento buio dell'ansia ho sempre avuto doloretti diffusi, calo di peso e sempre senso di stanchezza e spossatezza, con riduzione della concentrazione e della memoria.
Riprendendo l'attività sportiva ho notato un peggioramento di tutti i sintomi fisici, soprattutto della spossatezza ed il male ai muscoli, soprattutto alle gambe, alla zona lombare ed al trapezio.
Data la mia ipocondria ho iniziato subito a fare ricerche in internet, e da un po' di tempo mi sto focalizzando sulla fibromialgia, dato che mi rivedo in quasi tutti i suoi sintomi:

disturbi del sonno (poco profondo e non ristoratore)
cefalea muscolotensiva o emicranica
sensazione di stanchezza (astenia)
rigidità mattutina (specie al collo e alle spalle)
colon irritabile (stipsi e/o diarrea)
parestesie (costituite da formicolii e sensazioni simili a punture)
bruciore durante la minzione
sensazione di gonfiore alle mani
dolori al torace
perdita di memoria
difficoltà di concentrazione
disturbi della sfera affettiva (ansia e/o depressione).

Ho letto molto di questa "malattia", c'è chi è convinto non esista, altri invece si definisco malati fibromialgici, e io non so più a che santo rivolgermi. So che non dovrei girare il web alla ricerca di auto-diagnosi, soprattutto se ipocondriaco, ma permettetemi di spaventarmi se a 19 mi ritrovo con questa sfilza di sintomi con cui non ho mai avuto a che fare. Continuo a pensare che brutto debba essere convivere con questi dolori per tutta la vita, svegliarsi con il male alle gambe e più stanchi di prima, vivere ogni giorno con il mal di testa...

A qualcuno di voi è mai stata diagnosticata la fibromialgia? O mi tranquillizzate dicendo che è tutta ansia? Perchè questi dolori che continuano da questa estate sono davvero pesantissimi da sopportare!

Grazie in anticipo dei riscontri che mi darete.
Un abbraccio a tutti voi del forum.

Confusa16

Utente Avanzato

Posts: 549

Activitypoints: 2,027

Date of registration: Jun 9th 2017

  • Send private message

2

Sunday, February 4th 2018, 10:55pm

Ciao! A me l'hanno diagnosticata in 3 minuti. Ovviamente diagnosi errata, le mie erano (e a volte sono ancora) tutte somatizzazioni ansiose. Ne hai parlato col il tuo terapeuta? Fai anche una terapia farmacologica?

3

Sunday, February 4th 2018, 11:00pm

*Non attribuirti malattie.

Non leggere su Internet visto che sei ipocondriaco.

Chiedi ai medici esponendogli la situazione.

Quella che descrivi è pure non facile per gli specialisti diagnosticarla: figurati dedurla da internet...
La libertà è la possibilità di dubitare, la possibilità di sbagliare, la possibilità di cercare, di esperimentare, di dire no a una qualsiasi autorità, letteraria artistica filosofica religiosa sociale, e anche politica.
(Ignazio Silone)

Confusa16

Utente Avanzato

Posts: 549

Activitypoints: 2,027

Date of registration: Jun 9th 2017

  • Send private message

4

Thursday, February 8th 2018, 7:54pm

Giovane recluta come stai?

giovane_recluta

Utente Attivo

  • "giovane_recluta" started this thread

Posts: 17

Activitypoints: 45

Date of registration: Nov 6th 2017

  • Send private message

5

Sunday, February 18th 2018, 11:34am

Abbastanza bene

Grazie per l'interessamento e scusate se non ho risposto prima.
Tutti quei dolori, non appena ho smessodi pensarci per un po' sono scomparsi quasi del tutto. Sono ancora sotto terapia dallo psicologo e le cose sembrano migliorare, almeno poco poco. Ci sono giorni in cui mi viene continuamente da piangermi addosso e ripetermi che sto male e che non ce la farò ad uscire, altri in cui non ci penso e vivo quasi seramente come se nulla fosse.
Ultimamente la situazione famigliare non mi aiuta molto, in quanto i miei genitori hanno spesso discussioni fra di loro, e si respira un ambiente un po' teso in casa. Mi sento spesso il fiato corto e lo stomaco sottosopra (non so se sia lo stomaco o il diaframma bloccato), però tra alti e bassi continuo a vivere.
Quello che forse mi causa più problemi sono le liti dei miei genitori, mi fanno sentire davvero molto male.
Avete qualche consiglio da darmi? Grazie!

Confusa16

Utente Avanzato

Posts: 549

Activitypoints: 2,027

Date of registration: Jun 9th 2017

  • Send private message

6

Sunday, February 18th 2018, 10:57pm

Ti consiglio di ritagliare Delfi spazi x te, esci fai sport e riempi la mente di pensieri positivi!