Homepage di Nienteansia.it
Switch to english language  Passa alla lingua italiana  

You are not logged in.


Tania94

Tutto ciò che vuoi è dall'altra parte della tua paura!

  • Send private message

16

Wednesday, December 16th 2015, 11:32am

Hai perfettamente ragione...i miei sono stati per anni e anni a dire che se stavo così era colpa del fatto che avessi "ripreso" il carattere di mia nonna e quindi se facevo scenate di pianto o cose simili era perché lo facevo apposta e mi "divertivo" a rovinare le giornate agli altri! Mi sono sentita pazza per tantissimo tempo, ci sono stati periodi in cui volevo solo morire e poi da quando ho 17 anni (anche per molte cose che non racconto neanche) l'ansia ha cominciato a scatenarsi ed è andata sempre peggio, fino ad ora! In passato avevo già chiesto aiuto ad una psicologa dell'asl e per qualche tempo mi è stata un po' d'aiuto...poi però quando ci sono tornata dopo parecchio tempo perché aumentava la rabbia e avevo scatti d'ira incontrollabili e ossessioni (durante la convivenza col mio ex), lei ha sottovalutato molto la situazione e quindi dopo 3 sedute ho lasciato perdere definitivamente! E poi sono cominciati attacchi di panico in macchina, terrore di guidare, andare a lavoro, ansia che non mi faceva respirare ecc...alla fine 7 mesi fa mi sono rivolta ad uno psicoterapeuta specializzato in disturbi d'ansia e dell'umore che oggi mi sta aiutando parecchio!

17

Wednesday, December 16th 2015, 12:57pm

Franny e Tania, siete davvero in gamba! Non è affatto facile alla vostra giovane età gestire ansia e precoccupazioni se i genitori non vi supportano e capiscono! Ma voi dovete insistere a fargli capire come stare. Io sono dell'idea che anche i figli debbano educare i genitori. Dovete capire che magari ai loro tempi lo psicologo, lo psicoterapeuta e lo psichiatra venivano considerati gli specialisti per i "pazzi". La malattia mentale veniva considerata come qualcosa di spaventoso, terribile, qualcosa di cui vergognarsi profondamente, qualcosa che non si potesse curare. I termini depressione e ansia poi venivano considerati come "scuse", come esagerazioni, come sintomo di debolezza e pigrizia.
Cercate quindi di far capire loro che non è affatto così, e che l'ansia di cui soffrite è una patologia a tutti gli effetti ma che si può curare del tutto.

Tania94

Tutto ciò che vuoi è dall'altra parte della tua paura!

  • Send private message

18

Wednesday, December 16th 2015, 4:14pm

Io, grazie al mio psicoterapeuta che ha voluto parlare con loro, diciamo che ci sono riuscita a fargli capire come sto e nelle ultime 3 settimane il rapporto con i miei è un po' migliorato, anche perché ho affrontato un trauma che mi portavo dietro da tanti anni, che mi aveva fatto venire un sacco di sensi di colpa e mi aveva anche fatto perdere completamente la fiducia in loro! Ultimamente stavo malissimo anche a casa, mi mancava l'aria a stare a tavola con i miei oppure se entravano in camera o se mi passavano vicino...ora ho cambiato il mio atteggiamento mentale e va decisamente meglio rispetto a prima!

Franny00

Utente Attivo

  • "Franny00" started this thread

Posts: 45

Activitypoints: 122

Date of registration: Dec 15th 2015

Occupation: Studente

  • Send private message

19

Wednesday, December 16th 2015, 6:00pm

Mercuriana purtroppo hai ragione. Tante volte i genitori, a causa dell'educazione ricevuta o dell'ambiente in cui sono cresciuti, liquidano questo stare male come una cosa intanto VOLUTA e, in secondo luogo, sinonimo di pigrizia, vittimismo etc.
Io sono sempre stata molto studiosa e ho sempre portato a casa buoni risultati, eppure durante gli ultimi due anni mi sono sentita dire molte volte dai miei che utilizzavo l'ansia come "scusa" per non studiare. Cosa assolutamente NON vera, anzi. Ho sempre cercato di studiare NONOSTANTE l'ansia.
Purtroppo far cambiare idea a volte e dura, e non solo ai genitori, ma anche alle altre persone che stanno a contatto con chi ha questi disturbi.
A volte si ha la sensazione di essere solo un peso, soprattutto all'interno della relazione di coppia.
Una delle cose peggiori è percepire sentimenti negativi nei tuoi confronti, mentre magari sei in piena crisi. E' una cosa che ti fa sentire molto sola dentro.

Anche voi avete avuto difficoltà nelle relazioni di coppia dovuti al vostro stato? Tania un po' mi ha già raccontato..

antonio71

Utente Avanzato

  • "antonio71" is male

Posts: 518

Activitypoints: 1,932

Date of registration: Sep 15th 2013

Location: trapani

Occupation: imprenditore

  • Send private message

20

Wednesday, December 16th 2015, 7:48pm

Tania scusami capisco che non centra niente, cercavo in prodotto Avon che non riesco a trovare un bagnoschiuma al legno di sandalo fammi sapere se e possibile trovarlo

uchiha

Giovane Amico

Posts: 221

Activitypoints: 825

Date of registration: Jul 21st 2013

  • Send private message

21

Thursday, December 17th 2015, 1:57am

Mi unisco a queste due giovani donzelle,nonostante i soli 21 anni mi ritrovo sovrastato dall'ansia..almeno in questo periodo. Io studio ingegneria meccanica e a breve dovrei dare degli esami..che non darò! Non riesco a studiare..non riesco a lavorare,non riesco a fare niente in sti giorni. Certo che è davvero strano..tutti che stanno male in questo periodo. Quest'anno a Babbo Natale chiederò un pizzico di tranquillità e di benessere. :,)

Tania94

Tutto ciò che vuoi è dall'altra parte della tua paura!

  • Send private message

22

Thursday, December 17th 2015, 2:13am

Mi unisco alla richiesta di Uchiha per Babbo Natale :thumbsup: anche io farò 21 anni proprio il 31 dicembre e, nonostante la giovane età, già sono anni che combatto con ansia e una fortissima tristezza che mi accompagna quasi da sempre! È bruttissimo non avere più la voglia di studiare, come se avessi paura di non farcela e alla fine rimando ogni giorno...il libro è da mesi sul comodino ed è coperto di polvere! ;( La cosa più dolorosa per me sarebbe fallire in questo percorso di studi (psicologia) che ho scelto con convinzione e che amo profondamente...spero di riuscire a ritrovare presto la forza che già molte volte ho tirato fuori!

uchiha

Giovane Amico

Posts: 221

Activitypoints: 825

Date of registration: Jul 21st 2013

  • Send private message

23

Thursday, December 17th 2015, 2:22am

No,rinunciare no..Massimo rimandi. Puoi perdere un'anno massimo. :) e il concetto di perdita è relativo! Se l'anno in cui non riesci a studiare lo utilizzi per recuperare la tua salute psicofisica allora non si può dire che sia tempo gettato al vento! :) comunque anche tu sveglia eh? Io non riesco a dormire..

Tania94

Tutto ciò che vuoi è dall'altra parte della tua paura!

  • Send private message

24

Thursday, December 17th 2015, 3:01am

Grazie davvero per le tue parole uchiha! Purtroppo tendo sempre ad avere molti sensi di colpa :S
Comunque sono sveglissima hihi vedo i cartoni e sistemo le ricette in cucina, almeno tengo la mente occupata!

uchiha

Giovane Amico

Posts: 221

Activitypoints: 825

Date of registration: Jul 21st 2013

  • Send private message

25

Thursday, December 17th 2015, 8:11am

Io alla fine sono crollato! :) ma che fatica. Il problema è che da lunedì non sto facendo niente. Passo tutta la giornata sul divano a dormire..e quando arriva la notte può ben capire che il mio fisico non ha certo bisogno di ulteriore riposo. In ogni caso oggi riprendo a lavorare,quindi sta mattina vedo se riesco a studiare,così riprendo un po le redini in mano :) forza e coraggio!

Franny00

Utente Attivo

  • "Franny00" started this thread

Posts: 45

Activitypoints: 122

Date of registration: Dec 15th 2015

Occupation: Studente

  • Send private message

26

Thursday, December 17th 2015, 8:20am

Ed io che pensavo di essere tutto sommato una mosca bianca con questi problemi a soli 23 anni!
Comunque io devo dire che fino a due anni fa facevo una vita "normale". Avevo ansia per l'università, ma la gestivo bene ed era per lo più circoscritta agli esami.
Al liceo, niente. stavo bene. Ero ansiosa quel giusto per le cose importanti o difficili e stop.
A te Uchiha quando è cominciata l'ansia? Con l'università?

Comunque so bene cosa vuol dire non combinare niente sui libri per tutto il giorno e arrivare a sera fisicamente non stanchi, ma estenuati psicologicamente per il troppo star male e per il vedere la concentrazione sparire. Avevo provato anche integratori per concentrazione e memoria, ma su di me effetti non ne fanno. Solo la serenità permette uno studio veramente efficace, se manca quella ciao.

uchiha

Giovane Amico

Posts: 221

Activitypoints: 825

Date of registration: Jul 21st 2013

  • Send private message

27

Thursday, December 17th 2015, 10:21am

A me è cominciata prima :( purtroppo da parte mia c'è anche mio padre che da giovane ha sofferto di ansia e panico e ancora ora a 63 anni ogni tanto a lievi stati d'ansia. Probabilmente con me gioca anche un po la genetica. Sono sicuramente più propenso dixuna persona normale a soffrire di ste cose. Ma vabbè. Sta mattina non studio perché non me la sento di caricare tutto nuovamente. Per oggi mi limito a vedere come va a lavoro. Magari con i collegi mi distraggo e finalmente mi muovo un po..il mio sistema cardiocircolatorio deve essere fermo dopo sti 3 giorni di divano/letto. Anche se ho i miei dubbi di riuscire a resistere fino a sta sera,ci proverò. :) mal che vada torno a casa. Simple. Forza e coraggio. A proposito,voi non siete un po preoccupati per natale e capodanno? Cioè io sto pensando che se dovessi star come ora lo vivrei a metà. Con la paura di star male..uff!! Spero proprio di star bene. Anche se ho notato che stando Con la mia ragazza sto sempre in forma,perché mi distraggo parlando del più e del meno. Speriamo.. :)

Tania94

Tutto ciò che vuoi è dall'altra parte della tua paura!

  • Send private message

28

Thursday, December 17th 2015, 1:30pm

Non parliamo di ragazzi/e...io stanotte ho sognato di sposarmi col mio ex, pensa tu come sto! -.-" Uchiha sei fortunato ad avere un rapporto di coppia che ti permetta se non altro di distrarti da questa brutta situazione! Io ho dovuto lasciare il mio ex proprio perché col tempo e con l'aumentare dei miei problemi, si era spenta la passione e la complicità...ora però sentendoci da amici ci sono momenti in cui mi manca da morire perché lo vedo di nuovo con altri occhi, tutta questa ansia mi aveva forse fatto dimenticare quanto lo amassi!
Natale e capodanno invece saranno un incubo...ho l'ansia già da giorni! Da quando sono morti i miei nonni sento di non avere più motivi per festeggiare il Natale e invece il 31 dicembre faccio anche il compleanno e come ogni anno farà schifo perché non saprò che fare e alla fine lo rimpiangerò come tutti gli altri...tranne i miei 19 anni che ho festeggiato a Barcellona col mio ex :)

Franny00

Utente Attivo

  • "Franny00" started this thread

Posts: 45

Activitypoints: 122

Date of registration: Dec 15th 2015

Occupation: Studente

  • Send private message

29

Thursday, December 17th 2015, 6:07pm

Tania non essere così negativa (lo so, sembra facile a dirsi), ma cerca di pensare ad alternative concrete per migliorare almeno la tua situazione di oggi.
Se mi posso permettere, ti suggerisco di sforzarti di guardare in maniera positiva anche ad eventi come Natale e Capodanno che solitamente portano con loro molta ansia. Cucina qualcosa di speciale per i tuoi famigliari, pensa che comunque è un'occasione per stare con i tuoi genitori a cui vuoi bene. Per Capodanno poi si può sempre optare per le iniziative di solidarietà che fanno bene agli altri e fanno del bene anche a noi. Ne organizzano un po' in tutte le città italiane e non occorre avere un gruppo di amici per aderirvi.
Neppure a me piacciono molto come feste e ogni anno si creano litigi e dissidi per motivi di famiglia per colpa di qualcuno, che non sono io tra l'altro visto che faccio sempre da filtro e da paciere. Ma non ho voglia di farmi condizionare da questo. Io cerco sempre di portare allegria, per quanto possibile. E di viverle con positività, anche quando la cosa più facile sarebbe dire un bel vaffa... a certe persone e arrabbiarsi.

Tania94

Tutto ciò che vuoi è dall'altra parte della tua paura!

  • Send private message

30

Thursday, December 17th 2015, 6:27pm

Abbiamo una situazione un po' complicata a casa e poi prima si può dire che festeggiavo per i miei nonni e inoltre stavamo anche con mia cugina e i genitori, ma ora i miei hanno litigato con loro e c'è in corso una mezza guerra...quest'anno dovremmo andare dalla sorella di mamma che ha due bambini piccoli e non so se ho la pazienza per stargli dietro!
Per quanto riguarda iniziative di solidarietà, nel mio paese non organizzano niente del genere, come ho già scritto altre volte lo odio proprio questo posto e inoltre avrei problemi con l'agorafobia ad uscire da sola da casa o trovarmi in situazioni caotiche con molta gente!