Homepage di Nienteansia.it
Switch to english language  Passa alla lingua italiana  

You are not logged in.


SallyBrown

Nuovo Utente

  • "SallyBrown" is female
  • "SallyBrown" started this thread

Posts: 6

Activitypoints: 25

Date of registration: Apr 2nd 2010

Occupation: studentessa

  • Send private message

1

Saturday, April 10th 2010, 12:59am

Ansia e depersonalizzazione

Ciao a tutti...sono nuova qui, quindi prima di iniziare a sputare fuori tutto mi sembra giusto presentarmi: sono "Sally" e ho 21 anni, studio e vengo da una situazione familiare ansioso/depressiva.
Non stupisce quindi vedermi in questo forum, giusto??:P
Il mio problema è la depersonalizzazione, fortissima, con cui convivo da due settimane ma di cui ho fatto esperienza più volte in passato, fin da bambina, senza saperlo!
in quest'ultimo periodo, di stress ma non più del solito, ho una costante sensazione di "guardarmi" e poi dei picchi ogni tanto, in cui mi guardo allo specchio o mi guardo le mani e non so chi sono. Guardo il mio ragazzo e so di amarlo ma di fatto lì per lì non provo niente.
Penso a me stessa ed è come se non riuscissi a trovarmi.
Non so che fare...ho provato a parlarne con il mio ragazzo ma l'unico risultato che ho avuto è di discutere e dopo la discussione silenzio assoluto. Non credo che abbia capito quello che provo, in ogni caso.
Mentre ne scrivo mi sento un po' meglio. Mi sembra di tornare nel mio corpo, nella mia mente, piano piano. Ma poi basta un attimo e sprofondo di nuovo nell'incertezza, nell'estraneità a tutto.
Non vorrei rivolgermi a uno psichiatra ma in extremis sono disposta a farlo, e sarebbe lo stesso psichiatra di mio padre (meglio così o peggio così secondo voi?). Può essere però che sia solo un periodo? Quanto dovrei aspettare per vedere se passa da sola questa maledetta secondo voi?
Ogni consiglio è ben accetto, soprattutto ogni consiglio che non coinvolga farmaci :)

SallyBrown

Nuovo Utente

  • "SallyBrown" is female
  • "SallyBrown" started this thread

Posts: 6

Activitypoints: 25

Date of registration: Apr 2nd 2010

Occupation: studentessa

  • Send private message

2

Saturday, April 10th 2010, 1:49am

ditemi che passa da sola...che nottata!

This post has been edited 1 times, last edit by "SallyBrown" (Apr 10th 2010, 2:31pm)


robi

Utente Avanzato

  • "robi" is male

Posts: 906

Activitypoints: 2,760

Date of registration: Jul 11th 2007

Location: marotta

Occupation: pensionato

  • Send private message

3

Saturday, April 10th 2010, 6:05am

Sally,

sicuramente quando leggerai queste righe l'ansia ed il panico sarano scesi a livelli più controllabili, ma purtroppo non saranno spariti.

L'ereditarietà (Tuo padre) è una componente di tutto questo, ma non è certamente determinante in quanto ognuno di Noi è diverso dall'altro soprattutto nelle reazioni e modi di affrontare la quotidianità.

Più che uno Psichiatra mi affiderei ad uno Psicologo oppure Psicoterapeuta in quanto sicuramente il primo Ti propinerebbe un robusta terapia farmacologica che leggo non vorresti fare.

Le altre figure invece potrebbero esserTi di aiuto non solamente per superare questo momentaneo periodaccio,ma anche per portarTi fuori da questo circolo vizioso anche se per questo ci vorrà del tempo nonchè la Tua disponibiltà ad aprirTi per ricercare con lo/la Specialista le cause scatenanti che purtroppo sono il punto di partenza che spesso non conosciamo e di conseguenza ogni ricaduta è un Nostro errore.

Un augurio di cuore

Robi

SallyBrown

Nuovo Utente

  • "SallyBrown" is female
  • "SallyBrown" started this thread

Posts: 6

Activitypoints: 25

Date of registration: Apr 2nd 2010

Occupation: studentessa

  • Send private message

4

Saturday, April 10th 2010, 11:49am

Grazie...finalmente dopo un po' mi è passato il panico stanotte e sono riuscita a dormire serenamente. Oggi sembra vada meglio.
Il problema è che non voglio ammettere a me stessa di stare male, cerco aiuto esterno solamente quando mi vengono queste "crisi" ma poi mi convinco di stare bene e di essere "normale"...E quindi non mi viene neanche in testa di andare dallo psichiatra o psicologo...
Proverò a farcela ancora una volta da sola, male non può fare...giusto?

energiaveggente

Nuovo Utente

  • "energiaveggente" is male

Posts: 5

Activitypoints: 15

Date of registration: Mar 27th 2010

Location: Siracusa

Occupation: sensitivo ( Aiuto la gente con la Bioenergia e la guarigione dello Spirito )

  • Send private message

5

Saturday, April 10th 2010, 12:00pm

Ciao Sally sono energia cosi mi chiamo perchè ho dei doni e aiuto le persone , proprio ieri stavo ciattando con un'altra ragazza che ha i tuoi disturbi io ne avevo sentito parlare e oggi mi sono documentato , comunque ti dico che ne uscirai tranquillamente il consiglio che ti do di contattare persone che praticano bioenergia o meglio conosciuta come reiky ti assicuro che già dalla prima seduta avrai benefici dopodichè fatti aprire i chakra e tu stessa supererai il problema ti prego fallo e vedrai che ti ho dato un buon consiglio ciao

6

Saturday, April 10th 2010, 12:19pm

persone che praticano bioenergia o meglio conosciuta come reiky ti assicuro che già dalla prima seduta avrai benefici dopodichè fatti aprire i chakra e tu stessa supererai il problema ti prego fallo e vedrai che ti ho dato un buon consiglio ciao


immagino che tu parli per esperienza diretta, e dai toni entusiastici, mi sembra che abbia risolto i tuoi problemi, giusto? se la risposta è si, perchè leggi questo forum?
Tutto ciò mi perplime

rocco smitherson

Bettyboop

Amico Inseparabile

  • "Bettyboop" is female

Posts: 1,480

Activitypoints: 4,617

Date of registration: Jul 30th 2009

Occupation: Studentessa di Psicologia Clinica

  • Send private message

7

Saturday, April 10th 2010, 3:25pm

PEr esperienza diretta (avuta e ne sono uscita) ti consiglio la psicoterapia breve strategica.
Se ne esce, devi smettere di guardarti dentro e auto analizzarti. Nn hai niente, anche se sembra qualcosa di terribile. La depersonalizzazione NON ESISTE, è solo 1stato ansiogeno protratto con te che ti guardi continuamente dentro, ti auto osservi.
So che nn è x niente facile ma prima vai da un terapeuta prima ne esci. Consiglio breve strategico xche sono sedute mirate (di solito 10) e la sto provando anche io. Ti assicuro MOLTO efficace.
Baci
"La Paura bussò alla porta...la Speranza andò ad aprire e .. non c'era nessuno" [M.L. King]

SallyBrown

Nuovo Utente

  • "SallyBrown" is female
  • "SallyBrown" started this thread

Posts: 6

Activitypoints: 25

Date of registration: Apr 2nd 2010

Occupation: studentessa

  • Send private message

8

Thursday, April 15th 2010, 10:39am

Grazie Betty! Quanto hai ragione...
Alla fine ho fatto una chiacchierata con lo psichiatra che mi ha detto che vista la mia situazione familiare può essere che un po' di ansia accumulata con gli anni stia sfociando in queste sensazioni...che non mi devo spaventare e che, appunto, sono solo mie sensazioni a cui non devo dare peso.
Mi ha consigliato di continuare a fare la vita di tutti i giorni, e di provare ad andare avanti con le mie forze per un po'...e se poi dovessi avere ancora di questi disagi mi consiglierà uno psicoterapeuta.
Per il momento sto riuscendo ad andare avanti anche se ogni tanto ho la sensazione di perdere la "prima persona" e inizio a guardarmi dal di fuori... Sto provando, quando mi succede, a prenderla costruttivamente e non col panico. Sto provando a reagire, tenendo presente che è tutto normale. La cosa più difficile è tenere a freno le paranoie ma...se riuscirò a fare tutto da me penso che sarà tanto di guadagnato per il futuro!
Grazie comunque a tutti!

9

Thursday, April 15th 2010, 10:39pm

Mi ha consigliato di continuare a fare la vita di tutti i giorni, e di provare ad andare avanti con le mie forze per un po'...e se poi dovessi avere ancora di questi disagi mi consiglierà uno psicoterapeuta.
questa settimana ho chiesto al mio psicoterapeuta se non era il caso di prendere qualcosa di + forte degli ansiolitici che attualmente prendo per tenere l'ansia a livelli "umani". Lui mi ha risposto che crede che ce la possa fare senza aggiungere altro, anche perchè se mi anestetizzassi farmacologicamente , perderei anche gli aspetti emotivi propositivi, non solo quelli bloccanti. Spero che non mi stia sopravvalutando...
Tutto ciò mi perplime

rocco smitherson