Homepage di Nienteansia.it
Switch to english language  Passa alla lingua italiana  

You are not logged in.


Dear visitor, welcome to Forum di Psicologia di Nienteansia.it. If this is your first visit here, please read the Help. It explains in detail how this page works. To use all features of this page, you should consider registering. Please use the registration form, to register here or read more information about the registration process. If you are already registered, please login here.

giovane_recluta

Utente Attivo

  • "giovane_recluta" started this thread

Posts: 17

Activitypoints: 45

Date of registration: Nov 6th 2017

  • Send private message

1

Monday, November 6th 2017, 10:21am

Ansia e attacchi di panico da più di 3 mesi, mi serve aiuto!

Ciao a tutti, sono nuovo nel forum.
Sono un ragazzo di 19 anni che ha un grosso bisogno di aiuto, di potersi confrontare con altre persone.... Vi racconto un po' quello che mi sta succedendo.

Tutto ebbe inizio quest'estate durante le vacanze al mare. Durante la seconda settimana di vacanza, dopo una mangiata abbondante con degli amici abbiamo preso il trenino elettrico del villaggio per fare un giro in centro paese, e dopo 10 minuti di "viaggio" ho accusato i primi sintomi... Cominciai a sentire i brividi che mi attraversavano per tutto il corpo, e poco dopo cominciai ad accusare un forte senso di nausea e mal di stomaco. In quel momento, in mezzo a tutto il casino del centro paese (perchè nel frattempo siamo scesi dal trenino) mi sono fatto prendere dal panico cominciando ad accusare giramenti e vertigini, e sempre più un nodo che mi stringeva lo stomaco con forte bisogno di vomitare. Pregai così i miei amici di riaccmpagnarmi in appartamento per riposarmi nella speranza di svegliarmi il giorno successivo senza alcun problema, ma così non fu!
Da qui comincia il peggior periodo della mia breve vita: da quel giorno infatti non sono più stato me stesso: ho paura di tutto, non mi concedo più molte libertà, fatico a mangiare perchè ho sempre quella senzazione di pesantezza e bruciore di stomaco che mi faa stare male, sono molto depresso perchèla mia testa continua a rimurginare che non riuscirò mai più a stare bene.
I miei attuali sintomi sono: attacchi di panico, quasi ogni giorno, vertigini, quasi sempre presenti, difficoltà di concentrazione, ansia e tensione prima di fare qualsiasi cosa, debolezza, disturbo del sonno, in quanto la mattina mi sveglio sempre alle 6:00 se non prima, già con giramenti e mal di testa, ed ogni giorno è sempre peggio, sempre più depresso, incapace di dare una svolta a tutto questo e incapace soprattutto di sorridere. Incapace di sorridere con i genitori, con gli amici, con la fidanzata, con la quale ho un rapporto fantastico da più di due anni.

Ho già fatto e sto terminando tutto gli accertamenti necessari per quanto riguarda lo stomaco, e sono attualmente in cura da uno psicologo (ho fatto solamente una seduta settimana scorsa, abbiamo appena iniziato il percorso); inoltre il medico in collaborazione con lo psicologo mi ha prescritto lo Xanax da 0,25gr da prendere all'occorrenza: solitamente non lo prendo più di una volta al giorno, perchè nella prima parte della giornata mi faccio forza e riesco a convivere con tutti questi sintomi, verso sera quando la mia testa sta per esplodere mi concedo una compressa di Xanax per liberarla dai mille pensieri, e devo dire che funziona (non per quanto riguarda lo stomaco però). Inizialmente ho dato la colpa di tutto ciò alla tensioni della maturità che ho svolto quest'anno prima della vacanza e ai cattivi pensieri che continuavo a rimurginare sul fatto che la mia ragazza sarebbe andata a studiare lontana da me, vedendoci solamente per i weekend (com'è stato e tutt'ora sta accadendo).

Volevo chiedere a voi iscritti del forum delle opinioni o di raccontarmi delle vostre esperienze così per capire un poì se tutto quello che sto vivendo è normale, se in me c'è qualcoisa che non va, e se mai riuscirò ad uscire da questa situazione oramai insopportabile. Non riesco a credere che un ragazzo giovane come di di 19 anni sia ridotto così, senza la capacità di vedere una luce in fondo al tunnel ,una speranza di riuscire ad uscire da tutto ciò!

Aspetto delle vostre risposte!

ansia123

Amico Inseparabile

  • "ansia123" is female

Posts: 1,580

Activitypoints: 4,519

Date of registration: Apr 16th 2016

  • Send private message

2

Monday, November 6th 2017, 10:43am

Ciao! quando ho cominciato a stare male avevo la tua età...ansia, attacchi di panico e molte somatizzazioni! (le peggiori sono state e sono ancora oggi dispnea e sbandamenti/vertigini)...capisco esattamente ciò che provi...non hai nulla di anomalo e se le analisi che i medici ti hanno fatto fare sono ok puoi stare tranquillo che si tratta di ansia!
io, per esperienza, ti dico che guarire completamente non si può, ma con il giusto aiuto (psicologico e/o farmacologico) puoi tornare a fare una vita degna di essere chiamata così!
quindi stai tranquillo! segui i consigli di chi ti segue e fatti coraggio che la situazione migliorerà! se vuoi sono qui per sfoghi o chiacchiere!!!

giovane_recluta

Utente Attivo

  • "giovane_recluta" started this thread

Posts: 17

Activitypoints: 45

Date of registration: Nov 6th 2017

  • Send private message

3

Monday, November 6th 2017, 10:51am

Intanto grazie della risposta!

Ti dico che la cosa che mi spaventa di più è il continuo mal di stomaco diventato veramente insopportabile! Io sono convinto che il senso di sbandamento/vertigini che provo siano date dall'ansia perchè appunto prendendo una compressa di Xanax a volte scompaiono del tutto, altre volte le riduco al minimo (quasi comunque assenti). È frustrante sentirsi così ora che ho appena cominciato l'università e che vedo tutti gli altri felici come una Pasqua, ed io, che sono sempre stato il secchione della classe, a volte non ci capisco proprio niente di quello che dice il professore. Forse la cosa che più mi crea ansia è il fatto di non accettare che cose che facevo fino a 6 mesi fa, ora non le riesca più a fare (per esempio studiare, concentrarmi, bere un bicchiere di vino, il quale mi crea un ansia assurda, essere sempre stanco la sera presto...).
Devo trovare la forza che dare una svolta a tutto ciò, ma non è facile.. Per due giorni mi convinco, poi il terzo faccio un passo indietro deprimendomi e così via.. Spero di riuscire a passare questa fase della crescità. Grazie ancora per la risposta.

MarcoVA88

Giovane Amico

  • "MarcoVA88" is male

Posts: 101

Activitypoints: 430

Date of registration: Nov 8th 2016

Location: varese

Occupation: libero professionista

  • Send private message

4

Monday, November 6th 2017, 11:48am

Amico mio, come ti capisco!
Anche io fino a qualche anno fa non sapevo nemmeno cosa fosse l'ansia o meglio, sono sempre stato emotivo ma la cosa non sfociava mai in attacchi d'ansia.
Brividi, sbandamenti, vertigini, sensazione di crollare a terra da un momento all'altro ecc..
Ricordo ancora uno dei primi episodi, anni fa una sera ero in giro con amici in centro paese, c'era una specie di festa quindi c'era un casino incredibile.
Così, di colpo, non sentivo più presente, mi sentivo come se il mio corpo e la mia anima si fossero divisi. Mi sembrava quasi di vedere me stesso mentre camminavo senza sapere bene cosa stessi facendo, fu una sensazione orribile, una cosa che non auguro a nessuno.
Negli anni di fenomeni di "derealizzazione"(penso si chiami così, quella sensazione di non sentirsi al mondo) sono aumentati anche se fortunatamente poi si sono attenuati e da un bel pò di tempo non ne soffro più, sono spariti da soli. Quando sento che stanno per arrivare trattengo il respiro e se ne vanno.
Il problema però è che ho avuto altre cose, nel frattempo, e le ho tutt'ora. Sbandamenti, ansia a mille, attacchi di panico e molto altro
Praticamente da qualche tempo evito luoghi affollati tipo i supermercati. Mi piaceva andare al cinema ma ora ci vado il meno possibile, perchè appena entro in sala mi sento soffocare e comincio a guardarmi intorno per vedere dov'è la porta d'uscita dalla sala.
Evito anche i ristoranti, più che altro evito di andarci con gli amici nel weekend visto che sono sempre affollati.
Quando esco con gli amici, appena entro in un posto anche se è piccolo e tranquillo, per i primi 25/30 minuti mi sento agitato, è come se il mio corpo e soprattutto la mia mente avessero bisogno di tempo per abituarsi al posto in cui sono.
Cosa peggiore poi è quando faccio gli appuntamenti per lavoro, spesso dopo poco tempo inizio ad avere i sintomi tipici di ansia e panico che non non mi fanno concentrare su ciò che sto facendo. In quei momenti vorrei essere da solo, chiudere gli occhi per qualche minuto e far sparire questa terribile sensazione. Il problema è che, ovviamente, non posso farlo. Non è che posso dire a un cliente "scusi, ho un attacco di panico quindi non mi parli e non mi tocchi"
Ho sempre paura di stare male, che possa succedermi qualcosa di brutto.
Non so come sono finito in questa situazione, non so come ne uscirò ma so che voglio uscire e ce la devo fare

giovane_recluta

Utente Attivo

  • "giovane_recluta" started this thread

Posts: 17

Activitypoints: 45

Date of registration: Nov 6th 2017

  • Send private message

5

Monday, November 6th 2017, 12:16pm

Grazie del sostegno!

È stato brutto convincersi fosse ansia, ma alla fine mi ci sono abituato. Ripeto, penso che non sarebbe tutto così difficile senza quel maledetto mal di stomaco/acidità/non so esattamente cosa sia che mi distrugge e mi deprime più di tutto.

Quello che non mi tranquillizza ancora però è che nessuno di voi due utenti che mi avete già risposto avete parlato di problemi gastrointestinali... Per adesso sembro essere l'unico che si porta avanti da mesi dolori allo stomaco insopportabili. Se qualcuno ha provato ansia collegata a problemi digestivi/gastrointestinali mi può descrivere un po' cosa provava e magari come ha fatto a superare/convivere con questa insopportabile spina nel fianco? Grazie!!

Psyco113

Nuovo Utente

  • "Psyco113" is female

Posts: 8

Activitypoints: 31

Date of registration: Nov 2nd 2017

Location: Pistoia

  • Send private message

6

Monday, November 6th 2017, 12:50pm

Ciao!
Mi sento di darti un consiglio così, subito: smetti di prendere lo xanax, ti creerà solo dipendenza (come la maggior parte degli ansiolitici eh).
Il mio psichiatra mi ha sempre fatto prendere 10 gocce di En solo per un breve periodo di tempo, proprio per evitare che si crei dipendenza.
Sono molti anni che soffro di attacchi di panico, ma ti racconto questo: io sono sempre stata in cura, ma una parte del mio cervello vuole che io la smetti di prendere medicine, così ho sempre cercato di abbandonarle. Due anni fa smisi per la seconda volta, e tutto filava liscio...fino a quando non feci una strana dieta che dopo 3 giorni mi faceva svenire ovunque. Avevo giramenti di testa in qualsiasi momento, anche quando stavo sdraiata, così mi portarono all'ospedale per fare degli accertamenti. Ero sana come un pesce solo che dovevo mangiare di più. Dopo tre mesi, quei giramenti di testa perenni non se ne erano andati. Il mio cervello li aveva somatizzati... non potevo più guidare la macchina perchè avevo paura che mi venissero questi giramenti di testa, vertigini, sbandamenti, non so nemmeno come definirli, non riuscivo nemmeno ad uscire di casa per la paura di stare male mentre ero fuori. Sono stati mesi d'inferno. Da sola non riuscivo a gestirli, cosa che dovresti fare, così sono dovuta tornare dallo psichiatra e tornare in cura un'altra volta. Adesso gli attacchi di panico sono molto meno, e quando mi prendono mi prendono sempre con giramenti di testa e sbandamenti (l'ultimo è stato qualche settimana fa mentre guidavo, ho dovuto accostare perché cominciavo a vedere tutto nero!). Però riesco un minimo a gestirli ora, quando sento che sta per arrivare faccio un respirone e mi preparo, chiudo gli occhi, e penso...non è niente, è solo lui che arriva fa il suo e poi va via di nuovo, non mi succederà niente... e tutto finisce. Una buona cura medica può aiutarti a gestire il tutto, ma se non vuoi e se sei una persona particolarmente forte devi solo accettare il problema e imparare a conviverci, solo che con la tua mente puoi sovrastarlo.
Wilkommen in der Dunkelheit ~ 眠れない夜も, ため息の朝も 君の大好きな月の詩を ☾

Psyco113

Nuovo Utente

  • "Psyco113" is female

Posts: 8

Activitypoints: 31

Date of registration: Nov 2nd 2017

Location: Pistoia

  • Send private message

7

Monday, November 6th 2017, 3:23pm

Io sono stata una vita a pensare, insieme al mio medico di famiglia, di avere problemi allo stomaco!
Fin da quando avevo 13/14 anni avevo sempre nausea, dolori ecc, e spesso dopo mangiato vomitavo sempre. Mi prescrivevano migliaia di cure, che io ovviamente facevo e non funzionavano manco per il *****!
Cosa provavo? Tutto ciò era frustrante! Non riuscire a trovare una cura adeguata, e chiaramente nessuno andava a pensare che fosse ansia! Quando siamo andati per quella strada, ho solamente trovato un giusto psicofarmaco, e da quel giorno probelmi allo stomaco scomparsi! Mi ritornano appena mi si ripresenta un periodo più ansioso si, ma è tutto più gestibile!
Wilkommen in der Dunkelheit ~ 眠れない夜も, ため息の朝も 君の大好きな月の詩を ☾

rucola

Giovane Amico

  • "rucola" is female
  • "rucola" has been banned

Posts: 141

Activitypoints: 479

Date of registration: Jul 12th 2017

  • Send private message

8

Monday, November 6th 2017, 3:33pm

*messaggio cancellato*

This post has been edited 1 times, last edit by "rucola" (Feb 7th 2018, 11:45am)


MarcoVA88

Giovane Amico

  • "MarcoVA88" is male

Posts: 101

Activitypoints: 430

Date of registration: Nov 8th 2016

Location: varese

Occupation: libero professionista

  • Send private message

9

Monday, November 6th 2017, 5:01pm

Io quando ho periodi di forte ansia(come questi giorni) ho anche fastidio allo stomaco, poco appetito. E' come avere un nodo alla gola e uno allo stomaco, è veramente una brutta sensazione.
Al momento però rifiuto l'idea di andare da uno psicologo e, soprattutto, di prendere medicinali perchè voglio farcela da solo!

LaRoscia

Utente Attivo

  • "LaRoscia" is female

Posts: 17

Activitypoints: 79

Date of registration: Oct 11th 2017

Location: Roma

  • Send private message

10

Monday, November 6th 2017, 7:06pm

Ti capisco benissimo, anche io ho cominciato a stare male subito prima di cominciare l'università, adesso sono passati 5 anni tra alti e bassi.
Tieni duro e per quanto possibile cerca di continuare a fare tutte le cose che ti piacciono e che ti interessano, anche se ti sembra impossibile.
Te lo dico per esperienza il rischio è quello di rinchiudersi in se stessi e di abbandonare tutto e tutti pur di trovare un pò di sollievo, ma poi riaprirsi al mondo diventa davvero una missione impossibile.

Io sui farmaci ho una posizione più moderata, se si riesce a farne a meno è meglio, ma se possono aiutarti allora non devi vergognarti o farti remore a prenderli!
Hai pensato di iniziare un percorso di psicoterapia?

giovane_recluta

Utente Attivo

  • "giovane_recluta" started this thread

Posts: 17

Activitypoints: 45

Date of registration: Nov 6th 2017

  • Send private message

11

Monday, November 6th 2017, 11:16pm

Ti capisco benissimo, anche io ho cominciato a stare male subito prima di cominciare l'università, adesso sono passati 5 anni tra alti e bassi.
Tieni duro e per quanto possibile cerca di continuare a fare tutte le cose che ti piacciono e che ti interessano, anche se ti sembra impossibile.
Te lo dico per esperienza il rischio è quello di rinchiudersi in se stessi e di abbandonare tutto e tutti pur di trovare un pò di sollievo, ma poi riaprirsi al mondo diventa davvero una missione impossibile.

Io sui farmaci ho una posizione più moderata, se si riesce a farne a meno è meglio, ma se possono aiutarti allora non devi vergognarti o farti remore a prenderli!
Hai pensato di iniziare un percorso di psicoterapia?


Si, ho già iniziato un percorso con uno psicologo, sono soltanto alla prima seduta.. Fra due giorni ho la seconda, ma devo direi che è veramente molto disponibile perché mi scrive ogni giorno per sapere come procede e mi risponde ogni qualvolta abbia bisogno.

Per tutti coloro che mi hanno consigliato di smettere subito con lo Xanax volevo specificare un paio di cose... Ho cominciato da meno di quattro giorni e non ne ho mai preso una dose intera da 0.25gr, e mai per più di 2 volte al giorno... Oggi per esempio ho preso 6 gocce prima di studiare alle 9 di mattina per liberarmi la mente e concentrarmi senza problemi e poi non ne ho più fatto uso perché mi sento bene, senza alcuna vertigine o sbandamento. Poi io penso sia meglio prenderne qualche mezza dose adesso piuttosto che rinchiudersi in se stessi e ritrovarsi fra qualche anno imbottiti di psicofarmaci per tentare di risolvere il proprio i solamente sociale... Sono a conoscenza che non sono caramelle ma non penso di farne cattivo uso.. Poi certa ognuno ha pareri diversi per quanto riguarda i farmaci.

Ringrazio comunque tutti per i consigli e gli incoraggiamenti!! Un abbraccio a tutti voi! :)