Homepage di Nienteansia.it
Switch to english language  Passa alla lingua italiana  

You are not logged in.


Dear visitor, welcome to Forum di Psicologia di Nienteansia.it. If this is your first visit here, please read the Help. It explains in detail how this page works. To use all features of this page, you should consider registering. Please use the registration form, to register here or read more information about the registration process. If you are already registered, please login here.

ansiomachine

Nuovo Utente

  • "ansiomachine" is male
  • "ansiomachine" started this thread

Posts: 9

Activitypoints: 34

Date of registration: Dec 2nd 2013

Location: Milano

  • Send private message

1

Monday, December 2nd 2013, 6:34pm

Ansia: derealizzazione, depersonalizzazione, confusione mentale, deconcentrazione, stanchezza, depressione etc..

Ciao a tutti,

nonostante sia un novellino del forum sono assolutamente un veterano nell'ansia.

La mia "avventura" con l'ansia inizia nel 2007 e a periodi alterni va e viene con più o meno intensità. Oggi ho deciso di condividere con voi tutto quello che ho passato e che sto passando sperando, in parte di tranquillizzare chi come me ha i medesimi sintomi e dall'altra per trovare io stesso conforto con chi sta passando o ha passato periodi simili.

Racconti del passato:
Nel 2007 mi capitava sporadicamente di avere "solamente" attacchi di panico che duravano un 30/45 min e dopo dei quali, provato fisicamente e mentalmente, ritornavo in giro di breve tempo/ore sorridente e spensierato. Con il tempo gli attacchi di panico erano sempre meno frequenti ma gli stati d'ansia iniziavamo ad assumere forme differenti; inizi 2008 mi sentivo sempre stanco e svogliato poi nella primavera del 2008 sono iniziate le sensazioni più orribili e terribili mai provate prima che mi duravano tutto il giorno, tipo: derealizzazione, depersonalizzazzione, deconcentrazione, stanchezza infinita etc. Ho provato a prendere delle gocce di EN e inizialmente mi facevano stare meglio e poi con il tempo era come bere acqua...In tutto questo periodo ho ovviamente temuto di avere qualsiasi tipo di malattia; problemi al cuore, al cervello, alla tiroide, sclerosi etc e da buon ipocondriaco ho fatto qualsiasi tipo di visita e una volta accertato che non c'era nulla iniziavo a stare meglio.

Racconti del presente:
Oggi purtroppo tutto è iniziato nuovamente (da circa un mese e mezzo) e le sensazioni sono sempre più forti. Senza entrare nel dettagio dei racconti, per non ammorbarvi troppo, vi cito esclusivamente le sensazioni:
- Derealizzazione praticamente 24 su 24
- Depersonalizzazione praticamente 24 su 24
- sensazione di impazzire (a volte mi vengono degli attacchi di panico talemente forti che mi sento praticamente "morto", assente mentalmente, nelle azioni e nei movimenti che faccio; praticamente è come se fossi su un altro pianeta)
- confusione mentale (non riesco nemmeno a concentrarmi per scrivere una mail)
- trovo impossibile leggere anche due righe di un qualsiasi cosa, libro, quotidiano etc..
- sensazione di testa vuota
- Difficoltà nel trovare le parole giuste (cognugare verbi etc...)
- paura di impazzire
- difficoltà nel ricordare
- sensazione di esssere intrappolato in me stesso
- il tempo non ha più una forma ben definita (mattina, giorno, sera, date etc..)
- sensazioni piatte
- vertigini

Praticamente sono da rottamare.. scherzi a parte, non so più davvero cosa fare.

Oggi, dopo anni, provo a tornare dallo psicoterapeuta sperando in qualche aiuto, ma non so davvero dove sbattere la testa.

Voi che mi dite?

Warpig

Utente Attivo

  • "Warpig" is male

Posts: 90

Activitypoints: 295

Date of registration: Oct 30th 2013

  • Send private message

2

Tuesday, December 3rd 2013, 12:26am

Ciao a tutti,

nonostante sia un novellino del forum sono assolutamente un veterano nell'ansia.

La mia "avventura" con l'ansia inizia nel 2007 e a periodi alterni va e viene con più o meno intensità. Oggi ho deciso di condividere con voi tutto quello che ho passato e che sto passando sperando, in parte di tranquillizzare chi come me ha i medesimi sintomi e dall'altra per trovare io stesso conforto con chi sta passando o ha passato periodi simili.

Racconti del passato:
Nel 2007 mi capitava sporadicamente di avere "solamente" attacchi di panico che duravano un 30/45 min e dopo dei quali, provato fisicamente e mentalmente, ritornavo in giro di breve tempo/ore sorridente e spensierato. Con il tempo gli attacchi di panico erano sempre meno frequenti ma gli stati d'ansia iniziavamo ad assumere forme differenti; inizi 2008 mi sentivo sempre stanco e svogliato poi nella primavera del 2008 sono iniziate le sensazioni più orribili e terribili mai provate prima che mi duravano tutto il giorno, tipo: derealizzazione, depersonalizzazzione, deconcentrazione, stanchezza infinita etc. Ho provato a prendere delle gocce di EN e inizialmente mi facevano stare meglio e poi con il tempo era come bere acqua...In tutto questo periodo ho ovviamente temuto di avere qualsiasi tipo di malattia; problemi al cuore, al cervello, alla tiroide, sclerosi etc e da buon ipocondriaco ho fatto qualsiasi tipo di visita e una volta accertato che non c'era nulla iniziavo a stare meglio.

Racconti del presente:
Oggi purtroppo tutto è iniziato nuovamente (da circa un mese e mezzo) e le sensazioni sono sempre più forti. Senza entrare nel dettagio dei racconti, per non ammorbarvi troppo, vi cito esclusivamente le sensazioni:
- Derealizzazione praticamente 24 su 24
- Depersonalizzazione praticamente 24 su 24
- sensazione di impazzire (a volte mi vengono degli attacchi di panico talemente forti che mi sento praticamente "morto", assente mentalmente, nelle azioni e nei movimenti che faccio; praticamente è come se fossi su un altro pianeta)
- confusione mentale (non riesco nemmeno a concentrarmi per scrivere una mail)
- trovo impossibile leggere anche due righe di un qualsiasi cosa, libro, quotidiano etc..
- sensazione di testa vuota
- Difficoltà nel trovare le parole giuste (cognugare verbi etc...)
- paura di impazzire
- difficoltà nel ricordare
- sensazione di esssere intrappolato in me stesso
- il tempo non ha più una forma ben definita (mattina, giorno, sera, date etc..)
- sensazioni piatte
- vertigini

Praticamente sono da rottamare.. scherzi a parte, non so più davvero cosa fare.

Oggi, dopo anni, provo a tornare dallo psicoterapeuta sperando in qualche aiuto, ma non so davvero dove sbattere la testa.

Voi che mi dite?
Hai passato un periodo difficile ultimamente?

nabucco

Utente Avanzato

Posts: 563

Activitypoints: 1,775

Date of registration: Nov 26th 2012

  • Send private message

3

Tuesday, December 3rd 2013, 12:34am

Certo che non ti fai mancare nulla :D

Per caso sei inattivo? lavoro? sport? hobby? attività varie?

MichBia72

Utente Attivo

  • "MichBia72" is male

Posts: 14

Activitypoints: 49

Date of registration: Dec 1st 2013

Location: TRENTO

Occupation: IMPIEGATO

  • Send private message

4

Tuesday, December 3rd 2013, 1:42am

Dal tuo racconto è molto difficile darti delle risposte.
Innanzitutto quanti anni hai?
Posso solo dirti che è normale che le sensazioni sono più forti rispetto al passato, ovviamente il tuo cervello ha rilevato dei meccanismi del passato e attivato una risposta di pericolo ai massimi livelli, dovresti capire innanzitutto la causa, queste cose non succedono a caso.
ad ogni modo per tamponare la situazione ti consiglio di valutare, almeno inizialmente, una terapia sia farmacologica per limitare i sintomi (gli ansiolitici non bastano) e trovare un buon psicoterapeuta che ti aiuti a controllare la causa che innesca questa serie di sintomi.. non lasciare passare troppo tempo, agisci il prima possibile!!!
Ricordiamoci di respirare..

ansiomachine

Nuovo Utente

  • "ansiomachine" is male
  • "ansiomachine" started this thread

Posts: 9

Activitypoints: 34

Date of registration: Dec 2nd 2013

Location: Milano

  • Send private message

5

Wednesday, December 4th 2013, 7:19pm

Ciao e grazie a tutti per le risposte.
Ho 33 anni e lavorativamente parlando sto passando un periodo parecchio difficile da più di un anno! Lavoro, ma lo stress accumulato è oramai davvero troppo! La mia vita oramai da tempo è lavoro, casa, casa, lavoro. Nonostante conviva non ho più una vita sociale... evidentemente non so nemmeno più chi sono!!!!!

Mi sono preso dei giorni di malattia, non l'ho mai fatto prima, ed ora non riesco nemmeno ad uscire di casa!!! sto davvero conciato male!! Proverò a contattare una psichiatra/psicologa per una terapia. Nel frattempo, se non impazzisco del tutto, grazie ancora.

drcollevecchio

Utente Avanzato

  • "drcollevecchio" is male

Posts: 778

Activitypoints: 2,337

Date of registration: Jul 15th 2013

Location: Pescara

Occupation: Psicologo e Psicoterapeuta Cognitivo-Comportamentale

  • Send private message

6

Thursday, December 5th 2013, 2:35am

Salve,
la scelta di chiedere un aiuto specialistico penso sia un'ottima idea. Un professionista può spiegarti cosa sta succedendo e quale è la strada migliore per uscirne. Quando chiedi una consulenza informati sul tipo di indirizzo terapeutico segue, quali sono i principi generali e come potete affrontare il problema. Quando si comincia un percorso è importante avere ben chiara l'idea di cosa si fa.
Buona serata :) :)
"L'uomo non è spaventato dalle cose, ma dall'idea che ha delle cose" - Epiteto

Posts: 10

Activitypoints: 30

Date of registration: Dec 5th 2013

  • Send private message

7

Friday, December 6th 2013, 12:02am

Derealizzazione e depersonalizzazione

Buonasera a tutti; sono nuova del forum e anche io, purtroppo sono tornata a confronto con queste maledette depersonalizzazione e derealizzazione....Vogliamo parlarne?

This post by "amazing strange life" (Friday, December 6th 2013, 12:44am) has been deleted by user "Simona C." (Friday, December 6th 2013, 2:50am) with the following reason: doppio

Warpig

Utente Attivo

  • "Warpig" is male

Posts: 90

Activitypoints: 295

Date of registration: Oct 30th 2013

  • Send private message

9

Friday, December 6th 2013, 5:16am

Buonasera a tutti; sono nuova del forum e anche io, purtroppo sono tornata a confronto con queste maledette depersonalizzazione e derealizzazione....Vogliamo parlarne?
Certo, tenersi tutto dentro è peggio

Posts: 10

Activitypoints: 30

Date of registration: Dec 5th 2013

  • Send private message

10

Friday, December 6th 2013, 4:46pm

per quanto riguarda me questi episodi vanno e vengono con intervalli di tempo irregolari; ora sono di nuovo punto e a capo dopo un periodo abbastanza lungo in cui andava tutto benissimo, ma soprattutto era molto serena... voi come la state vivendo? come si sono sviluppati questi momenti?

This post by "ansiomachine" (Friday, December 6th 2013, 5:36pm) has been deleted by user "Kublai" (Friday, December 6th 2013, 6:10pm)

ansiomachine

Nuovo Utente

  • "ansiomachine" is male
  • "ansiomachine" started this thread

Posts: 9

Activitypoints: 34

Date of registration: Dec 2nd 2013

Location: Milano

  • Send private message

12

Friday, December 6th 2013, 5:39pm

Ciao, assolutamente disponibile!!! anzi ben volentieri, dato che nel
momento stesso che ti scrivo sono derealizzato e depersonalizzato. Stai
facendo qualcosa per risolvere il problema?

Warpig

Utente Attivo

  • "Warpig" is male

Posts: 90

Activitypoints: 295

Date of registration: Oct 30th 2013

  • Send private message

13

Friday, December 6th 2013, 6:24pm

per quanto riguarda me questi episodi vanno e vengono con intervalli di tempo irregolari; ora sono di nuovo punto e a capo dopo un periodo abbastanza lungo in cui andava tutto benissimo, ma soprattutto era molto serena... voi come la state vivendo? come si sono sviluppati questi momenti?
Guarda io sono molto combattuto sull'origine di questa "cosa", non so se è stato l'uso di cannabis (comunque non da tanto tempo e non spessissimo) o il periodo nero che stavo passando. Secondo la psicoterapeuta è di origine ansiosa più il fattore crisi esistenziale dovuto all'età. Io non so più che pensare. Comunque, non ho ossessioni specifiche, ma paura che mi vengono. Ad esempio se uno mi dice che ha paura di mettersi a contare in testa, mi ci fisso. Che razza di rotella mi è partita? :crazy:

Posts: 10

Activitypoints: 30

Date of registration: Dec 5th 2013

  • Send private message

14

Friday, December 6th 2013, 6:39pm

Io ci sono passata diverse volte come ho già detto e senza che me ne accorgessi poi sono scomparse, ma ogni volta che si ripresentano è come se fosse la prima volta. La causa io penso sia inutile da cercare anche perché continueremmo a fissarci su questo nostro disturbo del tutto transitorio rischiando di prolungarlo senza senso. Come affronto il problema? Bah forse non lo affronto neanche, a volte mi aiuto con qualche blando ansiolitico, ma dosi da bambini. Il fatto di contare continuamente o avere sempre qualcosa in testa, per quando odioso possa essere è una meccanismo del nostro cervello per distrarci dall'ansia... Di rotelle fuori posto non ce ne sono ma il disturbo è veramente insopportabile a volte. Forse non chiedendoci il perché o il per come come se ne sono venute, se ne andranno. Andai anche da un neurologo per la paura folle ma anche lui mi disse che di grave proprio non c'era nulla e che se volevo potevo aiutarmi con qualcosa di leggero e puntualizzó molto il fatto di avere ritmi di sonno e di vita regolari....

Posts: 10

Activitypoints: 30

Date of registration: Dec 5th 2013

  • Send private message

15

Friday, December 6th 2013, 7:26pm

Poi altra cosa molto importante. Tutti cerchiamo risposte chiare e sbrigative per risolvere un qualsiasi problema, magari su internet. questo va bene fino ad un certo punto, nel senso che se si affrontano le cose con un minimo di razionalità, internet offre molte informazioni, ma a volte può essere un'arma a doppio taglio. Qualcuno potrebbe rispondere che è depressione o quant'altro, anche di molto più grave e totalmente sbagliato. Quindi (per esperienza personale) prendete con le pinze tutte le "diagnosi" telematiche. Quello che ho imparato è che queste cose fanno paura e anche tanta, ma PASSANO SEMPRE. Davvero, e lo dico anche adesso che sono in crisi mistica da un po'... Si superano queste crisi perché di mentale o patologico non c'è proprio niente, ma nonostante questo stiamo male. Ci tenevo a precisare che NON è una malattia e che NON è niente di grave, è solo MOLTO fastidioso.