Homepage di Nienteansia.it
Switch to english language  Passa alla lingua italiana  

You are not logged in.


  • "Stellinasperduta80" is female
  • "Stellinasperduta80" started this thread

Posts: 1

Activitypoints: 10

Date of registration: Mar 18th 2014

Location: Venezia

Occupation: Libero professionista

  • Send private message

1

Tuesday, March 18th 2014, 9:16pm

Ansia, attacchi di panico

Ciao a tutti,

volevo raccontare un po' la mia esperienza del momento sperando di trovare un po' di conforto...

Ho 34 anni, sono sposata da 8, ho un bambino di 6 e faccio un lavoro abbastanza stressante stagionale, sono in proprio...Nel 2010 ho avuto un periodo simile a questo che sto vivendo ora, di nuovo purtroppo, che poi sono riuscita a superare...ma ora ci sono ricaduta...non so in realtà ne sono uscita, è arrivata la primavera, ho ripreso a lavorare dopo una pausa forzata a causa del mio malessere e le cose sono andate avanti...

Premetto che soffro di problemi alla tiroide, che forse influiscono, ma in fondo so che tutto parte dallo stress che ho accumulato negli anni, sono tendenzialmente una persona molto emotiva, con poca sopportazione e ridotta capacità di affrontare situazioni stressanti. Il lavoro sempre più stressante di questi tempi di crisi, rapporti ormai logorati con soci che sono anche familiari, problemi con mio figlio che non vuole saperne della scuola, tensioni molto pesanti con il marito per via dell'educazione di nostro figlio etc mi hanno portato ad avere un perenne stato di ansia, attacchi di panico, palpitazioni che durano ormai da settimane, dolori alla schiena, dolori alla testa e un lampo all'occhio che ogni tanto si presenta....mi sento una stretta al cuore e perenne disagio in qualsiasi situazione. Ora sto attraversando per così dire una fase acuta, credo di non sorridere da settimane..

Questi sintomi purtroppo non mi fanno vivere una vita serena, non esco quasi più, ogni cosa, anche fare la spesa è diventata un problema..non ne parliamo poi quando devo affrontare situazioni di lavoro, clienti etc...Ora si riapre la stagione lavorativa intesa e ho terrore di non riuscire a lavorare, di sentirmi male durante il lavoro (lavoro a stretto contatto con il pubblico)...è una tortura, cerco di non pensare al futuro, a cose negative, ma davanti agli occhi ho sempre immagini di disgrazie, lutti etc. Tutto è nero. Tra l'altro ho avuto anche delle allucinazioni mentre mi stavo addormentando (era mattina) delle figure nere e inquietanti che volevano farmi del male.

Non prendo farmaci, solo l'altro giorno mia mamma mi ha dato un po' di lexotan perché ero in preda all'ansia totale, di solito prendo tisane e gocce naturali ma non mi fanno niente.

Non sono mai andata dallo psicologo, perché non ci credo molto, odio l'idea di spendere tutti quei soldi, ma soprattutto non voglio accettare di "essere malata".

La mia vita è diventata un incubo.

Grazie a quanti mi leggeranno e se volete rispondermi, darmi un consiglio, qualsiasi cosa ve ne sarò grata.

Un abbraccio.

Stellina

Melissa1980

Utente Attivo

Posts: 74

Activitypoints: 313

Date of registration: Jul 4th 2014

  • Send private message

2

Monday, July 7th 2014, 11:41pm

Io credo che aspettare non sia mai proficuo...potresti provare con meditazione o tecniche di rilassamento se non sei per i medici o i farmaci. Parlane con qualcuno...non chiuderti in te stessa ma aiutati

ivola

Utente Attivo

Posts: 50

Activitypoints: 220

Date of registration: Jun 17th 2014

  • Send private message

3

Monday, July 7th 2014, 11:51pm

andare dallo psicologo terapeuta psichiatra non significa essere malati.Anche quando vai da qualsiasi altro dottore non lo fai perchè sei malata, ma ci vai per un controllo.Parti dal presupposto che questi specialisti ti aiutano a capire in che modo puoi superare un trauma o un problema, a volte si ricorre a dei farmaci che tendono ad alleviare situazioni dove la nostra sola volontà non riesce.Io credo che dovresti provare...e comunque non so ma il mio consiglio è di approfittarne del periodo lavorativo per distaccarti dalle problematiche familiari e svagarti un pò con la clientela,so che l'idea spaventa ma cosi come l'affronti ti risulterà più semplice..un bacino