Homepage di Nienteansia.it
Switch to english language  Passa alla lingua italiana  

You are not logged in.


Dear visitor, welcome to Forum di Psicologia di Nienteansia.it. If this is your first visit here, please read the Help. It explains in detail how this page works. To use all features of this page, you should consider registering. Please use the registration form, to register here or read more information about the registration process. If you are already registered, please login here.

anna.giorlandino

Utente Attivo

  • "anna.giorlandino" started this thread

Posts: 14

Activitypoints: 49

Date of registration: Jan 22nd 2015

  • Send private message

16

Sunday, February 8th 2015, 8:42pm

Io neanche sto provando a trovare dei modi alternativi. Ma scusa, come fai col lavoro? Leggo che sei un' impiegata! Io ti dico, mi sento molto disperata. A volte mi sembra di non esssere nella realtà. Stando sempre a casa, isolata, tra computer e cel. si perde la cognizione del mondo. A parte che ci si annoia di brutto. Comunque io non capisco una cosa: visto che il panico non ce l' ho più, cosa mi fa paura e mi blocca a tal punto da non fare le cose? Tu ti sei risposta? Ma tu come me non hai più le crisi di panico? Ti mando un affettuoso saluto.

beautiaddicted

Amico Inseparabile

  • "beautiaddicted" is female

Posts: 1,078

Activitypoints: 3,542

Date of registration: Jul 7th 2014

Location: Roma

Occupation: impiegata

  • Send private message

17

Monday, February 9th 2015, 10:16am

io al lavoro mi faccio portare e riprendere come una invalida. Le crisi di panico si sono attenuate con la psicoterapia e l' agopuntura che mi ha tolto l' ansia acuta. Non riesco a fare il grande salto di uscire da sola, prendere un bus e andarmene a lavorare.
Ieri ho letto delle cose sulla psicoterapia mindfullness, voglio approfondire. Faró di tutto per riavere la normalità. Secondo me a te manca uno scpo, una motivazione
Cerca qualcosa che ti piace, studi, hobbies, e poi parti da li. Piano piano il cervello si impegna su qualcosa e un po' si sblocca. Un abbraccio Anna.

This post has been edited 1 times, last edit by "beautiaddicted" (Feb 9th 2015, 10:23am)


safale

Giovane Amico

  • "safale" is female

Posts: 305

Activitypoints: 989

Date of registration: Jul 30th 2014

  • Send private message

18

Monday, February 9th 2015, 11:00am

Riporto la mia esperienza sulla questione "blocco". Io non sono arrivata al punto di non riuscire ad uscire più di casa ma ci sono andata molto vicino. Facevo piscina ed ho smesso di andarci perchè mi capitava di sentirmi male in acqua...e mi vergognavo tantissimo con gli altri. Non riuscivo a fare la spesa se non c'era qualcuno con me, e comunque mi dovevo prendere xanax e camminare attaccata al braccio di mio marito perchè avevo vertigini. Lo stesso durante una passeggiata. Le prime sedute dalla psicologa ci sono andata accompagnata e poi piano piano sono andata da sola (il che significava prendere l'auto e farmi 14 km andata + ritorno). All'inizio era dura ma poi ci sono riuscita. Ho ripreso la piscina, inizialmente mi facevo portare...poi questo farmi accompagnare mi faceva sentire handicappata e mi sono sforzata di fare da sola. Ovviamente con il mio xanax in borsa altrimenti non se ne parlava. Ci sono voluti nove mesi per ritornare ad un briciolo di normalità. E sempre con tanta fatica, mi sono trascinata a fare le cose da sola...ma ancora oggi non riesco a farle in modo spensierato e sono passati due anni. Ho avuto una brutta ricaduta a dicembre...ho ricominciato ad evitare di fare la spesa, andare in piscina ecc. Di nuovo psicoterapia e sto imparando di nuovo ad uscire. E' dura, si fatica davvero tanto ma bisogna combattere perchè di vita ne abbiamo una e abbiamo diritto di viverla.
Cerca di non stare troppo attaccata a telefono e computer, te lo dico per esperienza diretta...quando mi sono chiusa in me stessa la prima volta ho riversato tutto su internet. Tanto che mi pareva di vivere...invece non vivevo...stavo in un forum di acquari e avevo amicizie virtuali...percarità nulla di male, a meno che non diventa un modo patologico di sostiuirlo con la vita reale.
un abbraccio

beautiaddicted

Amico Inseparabile

  • "beautiaddicted" is female

Posts: 1,078

Activitypoints: 3,542

Date of registration: Jul 7th 2014

Location: Roma

Occupation: impiegata

  • Send private message

19

Monday, February 9th 2015, 11:05am

Scusa Safale, se posso chiedere... la ricaduta l' hai avuta dopo la psicoterapia, ma non hai trovato giovamento definitivo dalla prima terapia?

roentgen

Utente Attivo

Posts: 98

Activitypoints: 350

Date of registration: Feb 8th 2015

  • Send private message

20

Monday, February 9th 2015, 11:05am

safale si legge tutta la tua sofferenza nel tuo ultimo post. Anche io ho passato periodi lunghi con i tuoi problemi, aggiungerei tra le cose che possono aiutare è fare sport, magari da soli se si ha paura di star male, come corsa o cammino veloce a me un pò aiuta. Cosa dici?

safale

Giovane Amico

  • "safale" is female

Posts: 305

Activitypoints: 989

Date of registration: Jul 30th 2014

  • Send private message

21

Monday, February 9th 2015, 11:16am

La prima psicoterapia che ho fatto credo che non sia stata completa. Dopo i 9 mesi stavo abbastanza bene, lei riteneva che fossi in grado di camminare da sola e ci siamo lasciate. Dopo circa un anno sono di nuovo peggiorata, sono tornata da lei ma continuava a dirmi che non ne avevo bisogno...probabilmente aveva anche ragione, credo di avere un problema di fiducia in me stessa, ma quel suo diniego mi ha mandata ulteriormente in crisi. Il neo, secondo me, è stato che con lei non abbiamo mai affrontato il discorso presente..abbiamo scavato nel passato, fatto training autogeno...tutte belle cose...ma poi? oggi come me la cavo? che ci faccio delle cose che ho scoperto di me stessa se non le so applicare? Così mi sono rivolta ad un altro specialista, ma è stata dura...il cambio mi ha massacrata...per fidarmi del nuovo psicoterapeuta è passato un bel pò di sedute. Adesso facciamo la cognitivo comportamentale e mi obbliga ad affrontare le mie paure, cosa che in precedenza non avevo mai fatto...ecco perchè il "sollievo" era stato temporaneo.
ora ti posso dire che mi è servita la vecchia esperienza per capire me stessa, quindi l'80% del lavoro era stato fatto...mancava un pezzettino...

beautiaddicted

Amico Inseparabile

  • "beautiaddicted" is female

Posts: 1,078

Activitypoints: 3,542

Date of registration: Jul 7th 2014

Location: Roma

Occupation: impiegata

  • Send private message

22

Monday, February 9th 2015, 12:43pm

Ho capito, grazie. Info molto utile. In effetti ogni indirizzo psicoterapeutico affronta una parte, pensando di comprendere il tutto. Ma la maggior parte di noi utenti non si sente assistito al 100%.

anna.giorlandino

Utente Attivo

  • "anna.giorlandino" started this thread

Posts: 14

Activitypoints: 49

Date of registration: Jan 22nd 2015

  • Send private message

23

Monday, February 9th 2015, 5:49pm

Il brutto per me è che io non sto riuscendo a fare la terapia perchè non mi muovo e mi tocca rinunciare alle sedute visto che nessuno può accompagnarmi! In generale quindi, sto ipotizzando da sola quello che mi sta succedendo, di questo blocco appunto, ma senza un riscontro. Da sola però non so come combattermi, cosa fare per sbloccarmi. Avete qualche siuggerimento? A parte di fare la terapia...

safale

Giovane Amico

  • "safale" is female

Posts: 305

Activitypoints: 989

Date of registration: Jul 30th 2014

  • Send private message

24

Tuesday, February 10th 2015, 3:21pm

Anna la terapia è necessaria...caso mai aiutati con un pò di ansiolitico per un periodo, in modo tale da riuscire ad andare almeno dallo psicoterapeuta. Non c'è nulla di male..chiedi al tuo medico oppure, meglio ancora, allo psichiatra. Da sola non puoi ipotizzare nulla...anche se sei psicologa, quando si tratta di noi stessi, non riusciamo ad essere completamente obiettivi.

danyrko

Giovane Amico

  • "danyrko" is male

Posts: 241

Activitypoints: 954

Date of registration: Jun 17th 2012

Location: cuneo

Occupation: educatore

  • Send private message

25

Wednesday, February 11th 2015, 12:58am

anna il mio suggerimento è di tentare per quanto dura sia ad aprire quella porta e iniziare una psicoterapia, il blocco che hai lo alimenti e cosi facendo tu ben sai che alimenti il circolo vizioso, inizia a sminuire e dar meno peso alla paura analizzala da un punto di vista meccanico, ipotizza scenari e ipotizza conseguenze sia catastrofiche che ipoteticamente normali, poi non ci sono gruppi ama dalle tue parti? io so di psicoterapeuti che in specifiche situazioni vanno loro dal alto a domicilio; non isolarti parla chiama scrivi in continuazione troverai sicuramente qualcuno vicino a te che t possa aiutare, se non ce nessuno siamo qua noi ma il primo passo è provare una piccola azione

anna.giorlandino

Utente Attivo

  • "anna.giorlandino" started this thread

Posts: 14

Activitypoints: 49

Date of registration: Jan 22nd 2015

  • Send private message

26

Wednesday, February 11th 2015, 1:27pm

Grazie DanirKo. Sei molto caro....

danyrko

Giovane Amico

  • "danyrko" is male

Posts: 241

Activitypoints: 954

Date of registration: Jun 17th 2012

Location: cuneo

Occupation: educatore

  • Send private message

27

Wednesday, February 11th 2015, 4:07pm

non è il fatto di essere caro è che sei sola e questo fa star male chiunque è solo ad affrontare un problema io ho avuto la comprensione e l aiuto di mia mamma ma se sei sola è più complesso e comprendo pienamente quanta sofferenza tu possa provare, vorrei tanto esserti di aiuto perché l immensa paura che provi l ho provata anch'io e so che può portRe alla disperazione a credere di impazzire anche se purtroppo di ansia non si impazzisce

This post has been edited 1 times, last edit by "danyrko" (Feb 12th 2015, 12:35am)


anna.giorlandino

Utente Attivo

  • "anna.giorlandino" started this thread

Posts: 14

Activitypoints: 49

Date of registration: Jan 22nd 2015

  • Send private message

28

Thursday, February 12th 2015, 5:53pm

Più che altro è devastante perchè fuori non vado e a casa è sempre tutto uguale, monotono e noioso. Mi sento impedita e mi sembra di impazzire perchè a casa il tempo non passa mai. E' già tanto che mi rispondi, ti ringrazio. Tu come stai?

danyrko

Giovane Amico

  • "danyrko" is male

Posts: 241

Activitypoints: 954

Date of registration: Jun 17th 2012

Location: cuneo

Occupation: educatore

  • Send private message

29

Thursday, February 12th 2015, 11:36pm

Io sto abbastanza bene é stato un anno difficile non x l ansia ma x cose che poi t racconterò se vorrai quello che provi tu l'ho provato io al primo DAP mi sono chiuso in casa x un intero anno non uscivo più nemmeno a uscire a portare il cane a fare pipì x paura di un attacco poi ho iniziato piano piano grazie alla psicoterap e anche ai farmaci che riducevano i sintomi ma ora involontariamente sto male x te xché so che stai vivendo quello che ho vissuto quel anno la casa sembra l unico posto che t fa stare bene ma fidati non è così anche la casa diventa stretta nel tempo t prego dimmi come posso aiutarti?

beautiaddicted

Amico Inseparabile

  • "beautiaddicted" is female

Posts: 1,078

Activitypoints: 3,542

Date of registration: Jul 7th 2014

Location: Roma

Occupation: impiegata

  • Send private message

30

Friday, February 13th 2015, 9:34am

Anna, la casa all'inizio è una tana, poi diventa una gabbia.
Come ti ho scritto in un precedente post, devi trovare una motivazione, un appiglio per venire fuori dalla noia , dall'apatia che ti fa sicuramente peggiorare lo stato d'ansia perché fa sentire più inutili e soli e senza uscita.
Studia, leggi, vieni sul forum, fai qualcosa che ti piace. Ricontatta amici, invita a cena qualcuno. Non ti chiudere in te stessa. Io sono qui, se ti vuoi fare una chiaccherata.
Anche a me è capitato di rinunciare a qualche seduta dallo psicologo perché non riuscivo a uscire di casa, poi ho capito che non ci volevo andare da quel terapeuta e ho cambiato. Non è infrequente non riuscire ad andarci, per svariati motivi. Non ti condannare.

1 user apart from you is browsing this thread:

1 guests

Similar threads