Homepage di Nienteansia.it
Switch to english language  Passa alla lingua italiana  

You are not logged in.


Dear visitor, welcome to Forum di Psicologia di Nienteansia.it. If this is your first visit here, please read the Help. It explains in detail how this page works. To use all features of this page, you should consider registering. Please use the registration form, to register here or read more information about the registration process. If you are already registered, please login here.

gigetto

Unregistered

1

Tuesday, February 19th 2019, 3:02pm

A I U T O

Buongiorno a tutti,
mi son imbattuto per sbaglio in questo forum e ho deciso di confrontarmi con voi che, forse, avete il mio stesso problema.
Mi chiamo G, 37 anni. Soffro di Ansia dal 16 gennaio e di ipocondria praticamente da sempre.
In passato ho avuto altri attacchi di ansia, 5 anni fa il mio medico di famiglia mi prescrisse il prozac (dosaggio bassissimo) per migliorare il mio umore. Non se a causa del prozac o per l'attenuarsi dei sintomi che provavo, sta di fatto che all'epoca funzionò e in 2 mesi fui fuori.
Adesso ci son ricaduto, il 16 gennaio, a seguito di un sanguinamento orale (emottosi) son entrato in una spirale pesante di ansia e ipocondria! L'attuale medico di famiglia (quello di 5 anni fa è andato in pensione) mi ha prescritto degli esami di accertamento :
RX TORACE: risultata negativa
VISITA OTORINO LARINGOIATRA: Dopo una accurata visita e una laringoscopia con specchietto, riferisce emottosi di provenienza, forse, netronasale. Mi trova una laringite con un leggero gonfione. Nulla di preoccupante comunque e mi rimanda a una visita di controllo dopo 2 mesi.
ECOGRAFIA COLLO: Piccolissimo nodulo benigno alla tiroide e un piccolo calcolo in una ghiandola salivare, a suo dire tutto assolutamente nella norma e nulla di cui preoccuparsi.
ESAMI SANGUE E URINE: Tutto abbastanza nella norma (alcuni valori risultano alti di uno 0,1 e quindi da non considerare secondo il mio medico). Unoco dato da tenere in considerazione è l'acido urico un pò alto, probabilmente a causa della dieta sbagliata.

Il problema è che ho una costante ansia che avvolta diventa quasi un attaccco di panico con dei sintomi fisici che mi preoccupano... tantissimo.
Mi sento come un corpo estraneo in gola, non mi rende difficile degluttire ne tantomeno respirare, non fa male ne altro.... solo lo sento la. Capita che se riesco a distrarmi (quelle poche volte) me ne dimentico... come me ne dimentico quando mangio. L'otorino che mi ha visito mi ha detto che la tonsilla dx è ipertrofica... ma neanche tanto!
Provo, ad intermittenza, un dolore/fastidio/bruciore all'atezza delle scapole ed in mezzo ad esse (un punto alla volta.... o scapola dx, o scapola sx o centrale). Le sensazioni son quelle di tensione muscolare... provo a rilassarmi ma dopo un pò (specie se ci penso) tornano.
Dal 16 genaio ad oggi ho perso circa 5kg continuando a mangiare regolarmente (se non di più). Vero è che ho ELIMINATO tutto il cibo spazzatura che prima ingurgitavo a qualsiasi ora e in qualsiasi quantità (pesavo 108, ora peso 103). Adesso, seppur in quantità non da dieta, mangio cibi decisamente più sani, più verdure e faccio degli spuntini. NON FACCIO NESSUN TIPO DI ATTIVITA' FISICA.
I primi giorni ho accusato trmori, brividi, smasmi muscolari, stanchezza. Oggi questi sintomi son decisamente dimunuiti ma pervadono ansia, dolori alle scapole e nodo alla gola.

Mi chiedo... possibile che sia tanto deabilitante? possibile che nonostante stia mangiando, seppur più sano, abbia perso 5 kg come se nulla fosse e senza il minimo sforzo? In queste bellissime giornate di sole non riesco a trovare la forza (emotiva) di far qualcosa di bello, di godermi la vita!
Sto prendendo gocce di melissa al mattino e a sera per cercare di calmare un pò l'ansia (con scarsi risultati a quanto pare) e venerdì inizierò un percorso psicoterapeuta cognitivo comportamentale.

Giuro... non ce l faccio più... questo mio stato sta danneggiando la mia vita, le mie relazioni con gli amici, il mio lavoro, le mie passioni, la mia famiglia (fortunatamente, al momento, senza figli)...

2

Tuesday, February 19th 2019, 4:52pm

Caro amico, di tutto il tuo lungo post, che ho letto con attenzione, trovo la mancanza di un aspetto fondamentale:
- Cosa farai per affrontare/risolvere la tua ansietà?? -

Del resto, se da come ho capito visite ed esami hanno scartato possibili incidenze organiche parrebbe che l'unica indiziata sia lei: l'ansia.

gigetto

Unregistered

3

Tuesday, February 19th 2019, 6:38pm

Grazie Michele per la risposta.... per provare ad uscirne sto mettendo in atto alcuni accorgimenti.... mi sono "analizzato" e ho notato che "non mi volevo molto bene".

-Già da 20 giorni ho ridotto il numero dei caffè dell'80% (prendevo 8/10 caffè al giorno, son sceso a 1/2 e avvolte zero);

-essendo fumatore (ho dimenticato di scriverlo) ho ridotto il nmero delle sigarette del 50% (superavo le 30/35 sigarette giorno, mi sto costringendo a stare sotto il pacchetto e a scendere ulteriormente nell'immediato futuro e/o a passara a forme alternative (tabacco riscaldato). Magari a smettere (anche se al momento, sopratutto per lo stato d'ansia atroce che sto vivendo, la vedo dura).

-Oggi ho avuto un colloquio con una psicoterapeuta e già da venerdì iniziamo un percorso che, mi ha anticipato, esser improntato sopratutto sul congnitivo comportamentale e sul training autogeno... spero dia buoni risultati

Se avete consigli son tutti ben accetti.... sto vivendo (se così pssimao definirlo questo periodo) tra il "sto male" e il "son disperato".....

Longobardo

Utente Fedele

Posts: 896

Activitypoints: 1,466

Date of registration: Jun 20th 2013

  • Send private message

4

Tuesday, February 19th 2019, 7:46pm

Quoted

n passato ho avuto altri attacchi di ansia, 5 anni fa il mio medico di famiglia mi prescrisse il prozac (dosaggio bassissimo) per migliorare il mio umore. Non se a causa del prozac o per l'attenuarsi dei sintomi che provavo, sta di fatto che all'epoca funzionò e in 2 mesi fui fuori.


potresti provare di nuovo con una terapia farmacologica se ti accorgi che la psicoterapia non risolve

gigetto

Unregistered

5

Tuesday, February 19th 2019, 8:03pm

In passato ho accettato la terapia farmacologica ignorando le possibili cause. Il lavoro che faccio sarebbe a rischio se si accorgono che assumo determinati farmaci. Inoltre, come scritto, non ho la reale certezza che 5 anni fa la terapia farmacologica abbia abvuto reale effetto o ne sia uscito perchè la cosa sia andata scemando da sola (2 mesi di prozax a bassissimo dosaggio non dovrebbero far miracoli).
Al momnto, quindi, prendo melissa tintura madre (20 gocce al mattino e 20 gocce a sera) e tisane rilassanti (non fanno nulla, lo so). Inoltre inizierò la psicoterapia. Ovvio che se la cosa andrà troppo per le lunghe... qualche rimedio "serio" dovrò prenderlo in considerazione.

gran parte della giornata vedo tutto "grigio scuro".... avvolte diventa "tutto nero"...

iposimona

Utente Attivo

Posts: 10

Activitypoints: 44

Date of registration: Oct 6th 2011

  • Send private message

6

Thursday, February 28th 2019, 3:20pm

Ciao! Anche io soffro di ansia e ti voglio raccontare un episodio di qualche anno fa. Improvvisamente cominciai a sentire un 'nodo in gola", ma piú che un nodo, era la sensazione REALE di avere qualcosa in gola. Io lo sentivo benissimo, non era una vaga sensazione, ma qualcosa di reale.
Andai dall'otorino che mi fece una visita molto approfondita e venne fuori che non avevo niente e che era una risposta dell'ansia.
Ti giuro che impazzii, non mi davo pace, ero convinta che fosse stato tralasciato qualcosa perché la sensazione era assolutamente inopinabile.
Insomma, io non so perché o come ma dopo qualche settimana andó via da solo, cosí come era arrivato. Non mi é piú successo, ma da allora rimasi scioccata di quello che é capace di farti provare una mente sotto stress.

viking

Giovane Amico

Posts: 270

Activitypoints: 894

Date of registration: Apr 15th 2015

  • Send private message

7

Friday, March 1st 2019, 9:40pm

In passato ho accettato la terapia farmacologica ignorando le possibili cause. Il lavoro che faccio sarebbe a rischio se si accorgono che assumo determinati farmaci. Inoltre, come scritto, non ho la reale certezza che 5 anni fa la terapia farmacologica abbia abvuto reale effetto o ne sia uscito perchè la cosa sia andata scemando da sola (2 mesi di prozax a bassissimo dosaggio non dovrebbero far miracoli).
Al momnto, quindi, prendo melissa tintura madre (20 gocce al mattino e 20 gocce a sera) e tisane rilassanti (non fanno nulla, lo so). Inoltre inizierò la psicoterapia. Ovvio che se la cosa andrà troppo per le lunghe... qualche rimedio "serio" dovrò prenderlo in considerazione.

gran parte della giornata vedo tutto "grigio scuro".... avvolte diventa "tutto nero"...

2 mesi di prozac sono veramente pochi

gigetto

Nuovo Utente

Posts: 3

Activitypoints: 9

Date of registration: Mar 5th 2019

  • Send private message

8

Tuesday, March 5th 2019, 1:56pm

Ciao! Anche io soffro di ansia e ti voglio raccontare un episodio di qualche anno fa. Improvvisamente cominciai a sentire un 'nodo in gola", ma piú che un nodo, era la sensazione REALE di avere qualcosa in gola. Io lo sentivo benissimo, non era una vaga sensazione, ma qualcosa di reale.
Andai dall'otorino che mi fece una visita molto approfondita e venne fuori che non avevo niente e che era una risposta dell'ansia.
Ti giuro che impazzii, non mi davo pace, ero convinta che fosse stato tralasciato qualcosa perché la sensazione era assolutamente inopinabile.
Insomma, io non so perché o come ma dopo qualche settimana andó via da solo, cosí come era arrivato. Non mi é piú successo, ma da allora rimasi scioccata di quello che é capace di farti provare una mente sotto stress.
Ciao! Anche io soffro di ansia e ti voglio raccontare un episodio di qualche anno fa. Improvvisamente cominciai a sentire un 'nodo in gola", ma piú che un nodo, era la sensazione REALE di avere qualcosa in gola. Io lo sentivo benissimo, non era una vaga sensazione, ma qualcosa di reale.
Andai dall'otorino che mi fece una visita molto approfondita e venne fuori che non avevo niente e che era una risposta dell'ansia.
Ti giuro che impazzii, non mi davo pace, ero convinta che fosse stato tralasciato qualcosa perché la sensazione era assolutamente inopinabile.
Insomma, io non so perché o come ma dopo qualche settimana andó via da solo, cosí come era arrivato. Non mi é piú successo, ma da allora rimasi scioccata di quello che é capace di farti provare una mente sotto stress.
nodo in gola!!!!! proprio quello che sento io!!!! Non dolorante ne tantomeno influenza deglutizione o respirazione... solo che lo sento! Come se una tonsilla fosse più grande (la destra) e premesse sulla gola! Fatta visita dall'otorino che, pur trovando un'asimmetria tonsillare, ha deto che non è poi tanto grande.

gigetto

Nuovo Utente

Posts: 3

Activitypoints: 9

Date of registration: Mar 5th 2019

  • Send private message

9

Tuesday, March 5th 2019, 1:57pm

In passato ho accettato la terapia farmacologica ignorando le possibili cause. Il lavoro che faccio sarebbe a rischio se si accorgono che assumo determinati farmaci. Inoltre, come scritto, non ho la reale certezza che 5 anni fa la terapia farmacologica abbia abvuto reale effetto o ne sia uscito perchè la cosa sia andata scemando da sola (2 mesi di prozax a bassissimo dosaggio non dovrebbero far miracoli).
Al momnto, quindi, prendo melissa tintura madre (20 gocce al mattino e 20 gocce a sera) e tisane rilassanti (non fanno nulla, lo so). Inoltre inizierò la psicoterapia. Ovvio che se la cosa andrà troppo per le lunghe... qualche rimedio "serio" dovrò prenderlo in considerazione.

gran parte della giornata vedo tutto "grigio scuro".... avvolte diventa "tutto nero"...

2 mesi di prozac sono veramente pochi
In passato ho accettato la terapia farmacologica ignorando le possibili cause. Il lavoro che faccio sarebbe a rischio se si accorgono che assumo determinati farmaci. Inoltre, come scritto, non ho la reale certezza che 5 anni fa la terapia farmacologica abbia abvuto reale effetto o ne sia uscito perchè la cosa sia andata scemando da sola (2 mesi di prozax a bassissimo dosaggio non dovrebbero far miracoli).
Al momnto, quindi, prendo melissa tintura madre (20 gocce al mattino e 20 gocce a sera) e tisane rilassanti (non fanno nulla, lo so). Inoltre inizierò la psicoterapia. Ovvio che se la cosa andrà troppo per le lunghe... qualche rimedio "serio" dovrò prenderlo in considerazione.

gran parte della giornata vedo tutto "grigio scuro".... avvolte diventa "tutto nero"...

2 mesi di prozac sono veramente pochi
lo so.... fatto sta che in 2 mesi andò tutto a scemare e gradualmente il medico mi sospese il prozac (medico di famiglia). Comunque avevo un dosaggio veramente basso...

windrew

La vita è attaccata ad un filo sottile che va tenuto stretto.

  • "windrew" is male

Posts: 1,313

Activitypoints: 3,337

Date of registration: Jun 26th 2016

Location: emilia-romagna

Occupation: una volta

  • Send private message

10

Tuesday, March 5th 2019, 10:17pm

Potresti essere guarito 5 anni fa ed ammalato di nuovo di recente...il vaccino anti influenzale va fatto ogni anno ed è diverso. Riprendi a curarti facendo attenzione con i farmaci e consultando professionisti.
se vi è un problema, in quanto tale, ha una soluzione, altrimenti è un dato di fatto con cui convivere

gigetto

Nuovo Utente

Posts: 3

Activitypoints: 9

Date of registration: Mar 5th 2019

  • Send private message

11

Saturday, March 16th 2019, 10:08am

eccomi qua.... negli ultimi giorni va leggermente meglio, nel senso che non ho attacchi di ansia e/o panico ma un unore costantemente basso e una leggera ansia di contorno onnipresente. I miei disturbi organici, ovvero il fastidio alla schiena, all'altezza delle scapole, è tutt'ora presente nonostante un ciclo di massaggi ayurvetici (la massaggiatrice ha trovato una fortissima tensione la dove provo fastidio). Il nodo in gola, che la mia dottoressa ha giustificato come lobo isterico, si è parecchio attenuato e compare solo poche volte al giorno...

La psicorterapia continua, stiamo finendo l'insegnamento del training autogeno e, adesso, inizieremo a scavare per capire quello che mi genera questa forte ipocondria e ansia.
Vi leggo sempre, mi siete da supporto... vi considero parte integrante e importante della mia terapia per uscire dal tunnel.

viking

Giovane Amico

Posts: 270

Activitypoints: 894

Date of registration: Apr 15th 2015

  • Send private message

12

Saturday, March 16th 2019, 8:24pm

da quello che ho capito, su di me, quando migliora l'ansia mi cala l'umore. E dovrebbe essere una autodifesa del corpo.