Homepage di Nienteansia.it
Switch to english language  Passa alla lingua italiana  

You are not logged in.


Dear visitor, welcome to Forum di Psicologia di Nienteansia.it. If this is your first visit here, please read the Help. It explains in detail how this page works. To use all features of this page, you should consider registering. Please use the registration form, to register here or read more information about the registration process. If you are already registered, please login here.

Satiro88

Utente Attivo

  • "Satiro88" started this thread

Posts: 51

Activitypoints: 172

Date of registration: Dec 17th 2016

  • Send private message

1

Saturday, February 2nd 2019, 12:56pm

A 30 anni in un limbo

Ciao! Come da titolo mi trovo a vivere in una specie di limbo. Ho 30 anni e mi sembra di essere un hikikomori. Sono spesso in casa, esco solo per far spesa o qualche visita medica. Di amici ne ho pochi e, purtroppo, non mi aiutano a cancellare il senso di solitudine onnipresente. Ho paura anche a cercare lavoro, paura che possa rompersi un equilibrio...che in realtà non c'è...ma avverto un'ansia enorme. Avevo promesso alla mia terapeuta che a fine gennaio avrei portato il curriculum a qualche agenzia per il lavoro...l'ultima settimana però ho iniziato a sperimentare una sfilza di incubi. Talvolta facevo anche 3 sogni di questo genere in una notte. Poi altre situazioni sicuramente hanno influito..tipo ragazza che vuole mettere tutto in pausa. Lo so di avere comunque delle persone vicino a me ma i sentimenti negativi tendono a prevalere e persino a coprire quello che ho di hello. Ogni sera mi ritrovo a parlare da solo in camera mia, non che sia pazzo...non credo.. è solo che non vedo mai nessuno e quei pochi che vedo condividono davvero poco con me di quello che mi piace. Odio il calcio, lo sci la formula 1 la motogp. Ma sono comunque una persona molto curiosa. Guardo infinità di documentari. Adoro l'arte , mi piace disegnare e dipingere, sia tradizionalmente che digitalmente.... rileggendo quanto scritto sembra più l'appello di una persona che si sente sola e che cerca qualcuno con cui condividere parole o interessi che una persona in cerca di consigli perché intrappolata nella propria routine/comfort zone.

Inoltre ho questa cosa.. faccio fatica a uscire con altri maschi, è come se non li sentissi utili alla mia guarigione, non so come spiegarlo. Quando , in realtà, avere qualche amico in più potrebbe aiutarmi.. però se esco con ragazze, amiche intendo,mi sento meno "sfigato" come se poi la gente mi guardasse e pensasse "ah guarda quel ragazzo è circondato da ragazze allora deve essere un tipo figo" . Sicuramente mi impegno per rimanere in gabbia. Grazie a tutti e scusate per il disturbo, mi rendo conto che si tratta di un messaggio senza capo né coda.. forse mi rispecchia

windrew

La vita è attaccata ad un filo sottile che va tenuto stretto.

  • "windrew" is male

Posts: 1,493

Activitypoints: 3,884

Date of registration: Jun 26th 2016

Location: emilia-romagna

Occupation: una volta

  • Send private message

2

Saturday, February 2nd 2019, 1:27pm

Non sei solo, non sei pazzo e non sei soddisfatto di tutto ma hai paura dell'ignoto, di ciò che non conosci e non hai le certezze di riuscire a dominare gli eventi. Sei normale...devi solo darti una botta di vita. Quando avevo la tua età ero da poco uscito da gravi problemi fisici...io ho continuato a lavorare, ho iniziato a vivere giorno per giorno e come se il domani fosse di breve durata...i miei amici erano tutti sposati ed io me ne sono fatti altri dedicandomi a nuovi interessi come l'arte, il teatro, la fotografia ed ho ripreso più intensamente di prima la bicicletta e poi la palestra, io sono stato operato al cuore. E poi sono stato felice come mai non lo ero stato. Paura del nuovo, della solitudine? Tanta, ma è passato tutto, anche i momenti difficili, poi ne sono arrivati altri ma quella è un'altra storia. La tua ragazza vuole una pausa? Forse non vuole morire di noia...Sveglia che la vita è una sola e non ti mancano le capacità per stare bene...
se vi è un problema, in quanto tale, ha una soluzione, altrimenti è un dato di fatto con cui convivere

Satiro88

Utente Attivo

  • "Satiro88" started this thread

Posts: 51

Activitypoints: 172

Date of registration: Dec 17th 2016

  • Send private message

3

Saturday, February 2nd 2019, 5:57pm

Mi spiace per la tua operazione, spero vada meglio, forse quella è stata la tua botta di vita. Siamo il risultato di molte esperienze, magari, se non avessi avuto queste esperienze traumatiche non avresti nemmeno sentito lo stimolo per uscire da una determinata situazione. Il pregio della terapia è che ora sono più consapevole, quindi,magari, inizio a capire perché sto male, cosa non da poco. Il problema è reagire, ed è tutta un'altra problematica. Mi sono sempre sentito in colpa per la mia ragazza, purtroppo ho alcuni problemi nel relazionarmi, problemi che gradualmente cmq sto risolvendo, le persone intorno a me danno dei riscontri positivi almeno.. poi va beh.. penso ci sia un'incompatibilità di fondo.. cosa che sotto sotto ho sempre saputo.. ma forse non ho mai avuto il coraggio di assimilare.. proprio per la paura del nuovo e del cambiamento di cui parli..mettici poi che mi sento sempre solo..

Io ho questa teoria, secondo me chi ha una famiglia che da supporto alle spalle è come se avesse un "punto di recupero" un "checkpoint" alle spalle. Diversamente ho visto la mia situazione come quella di un astronauta che deve fare una camminata nello spazio, senza corda di sicurezza. Ogni passo è un salto nel buio e, di conseguenza, finisce per valutare ogni singolo movimento. Ma ci sono così tante cose che influiscono.. bullismo e famiglia sicuramente hanno minato la mia autostima..

A tal proposito, voi come vi vedete? Io all'inizio della terapia mi vedevo orribile, una persona tremenda. Ora semplicemente senza valore. Non lo dico per essere compatito ma sono curioso di sapere se mi manca qualcosa, tipo una vocina interiore che mi dica che valgo qualcosa. Io non sento proprio nulla in quel senso . Grazie mille.

windrew

La vita è attaccata ad un filo sottile che va tenuto stretto.

  • "windrew" is male

Posts: 1,493

Activitypoints: 3,884

Date of registration: Jun 26th 2016

Location: emilia-romagna

Occupation: una volta

  • Send private message

4

Saturday, February 2nd 2019, 8:02pm

L'autostima te la puoi creare e fare venire facendo con passione qualcosa che ti piace. poi nella vita la potrai perdere di nuovo, potrà capitare, non ti abbattere mai e vivi.
se vi è un problema, in quanto tale, ha una soluzione, altrimenti è un dato di fatto con cui convivere

agosto

Giovane Amico

  • "agosto" is female

Posts: 232

Activitypoints: 759

Date of registration: Oct 31st 2010

Location: varese

Occupation: impiegata

  • Send private message

5

Sunday, February 3rd 2019, 6:41pm

ciao Satiro,
mi spiace per il periodo che stai vivendo. Ma ricordati che è SOLO un periodo; quando ci si è dentro lo si percepisce come un qualcosa di eterno...per fortuna non lo è.
inizia oggi a cambiare una piccola abitudine legata alla tua "confort zone", senza pensarci troppo però...altrimenti la tua ansia ti metterà volentieri i bastoni tra le ruote.
io arrivo da un periodo molto buio, pesante, dove mi sentivo di non avere futuro e che nulla potesse accadere per stare meglio.
quel qualcosa non è accaduto, l'ho fatto succedere! dopo aver scavato il fondo, pianto l'impossibile, aver sperimentato sul mio fisico quasi tutte le forme psicosomatiche esistenti...ho deciso che era abbastanza.
e da allora mi sono promessa di non trascurare più la "bimba interiore" che è in me, che il passato non avrebbe mai più disturbato il mio futuro e che il presente era il solo e unico momento da vivere.

mi aiuto con la meditazione, lo yoga e lo xanax. non lavoro quindi non seguo corsi, faccio tutto a casa da sola.
ho due figli e una casa, nessuno mi aiuta nella loro gestione, ho ripreso a studiare e questo ti fa capire che quando pensiamo o diciamo: "non ho tempo per fare meditazione o altro" è solo una scusa.

coraggio, perché nella vita ce ne vuole, inizia a fare un passettino verso lo stare bene...il resto ti verrà spontaneo :-)

ti auguro il meglio.
"La felicità è benefica per il corpo, ma è il dolore che sviluppa i poteri della mente..."


6

Sunday, February 3rd 2019, 10:45pm

mi aiuto con la meditazione, lo yoga e lo xanax. non lavoro quindi non seguo corsi, faccio tutto a casa da sola.
ho due figli e una casa, nessuno mi aiuta nella loro gestione, ho ripreso a studiare e questo ti fa capire che quando pensiamo o diciamo: "non ho tempo per fare meditazione o altro" è solo una scusa.

coraggio, perché nella vita ce ne vuole, inizia a fare un passettino verso lo stare bene...il resto ti verrà spontaneo :-)

Belle parole Agosto, condivido!!!