Homepage di Nienteansia.it
Switch to english language  Passa alla lingua italiana  

You are not logged in.


STELLETTA

Utente Attivo

  • "STELLETTA" started this thread

Posts: 7

Activitypoints: 49

Date of registration: Mar 24th 2008

  • Send private message

1

Thursday, January 15th 2009, 3:07am

bisogna ripetersi come un mantra che tutte quelle terribili sensazioni che ci assalgono sono solo ANSIA che fanno parte di noi stessi, è una parte di noi, è una risposta di una parte di noi che ci vuole dire qualcosa, qualcosa che molto spesso non va bene, il primo passo è smettere di avere paura, non si deve temere ciò che fa parte di noi, è una nostra espressione, ci gira la testa?ci sentiamo soffocare?sbandiamo?è quello è ANSIA facciamoci pure tutti gli esami fisici del caso ok almeno all'inizio ma quando poi sappiamo che non cè nulla e sappiamo che è quello, rilassiamoci sono sensazioni che produce la nostra testa so che sono talmente vere e a volte bizzare, che sono così reali che non possono essere ignorate, ma il primo passo è smettere di averne paura, mi vengono e dico è lei è tornata pazienza lasciamola esprimersi non contrastiamola come viene va...
c è sempre un motivo per cui viene e le risposte non sono così facili da ottenere ma non bisogna smetterle di cercarle e di lottare, creare mille diverse situazioni ansiogne ed affrontarle!io ne ho create tantissime e come una guerriera mi ci sono tuffata a copofitto!
e spesso erano conquiste a volte anche sconfitte ma chi se ne frega....
non aspetto più che passi del tutto sapete?
penso che magari mi terrà compagnia magari per sempre ma mi dico in fondo è una parte di me sono io che gli do vita o per lo meno il mio inconscio quindi...
forse bisogna iniziare a desiderare davvero di voler cambiare qualcosa nella nostra vita...
forse bisogna iniziare a combattere sul serio...
senza smettere mai..
crediamoci sempre tutti insieme...

what kind of angel

Amico Inseparabile

Posts: 1,440

Activitypoints: 4,631

Date of registration: Jun 8th 2008

Location: Bologna

  • Send private message

2

Thursday, January 15th 2009, 3:22am

Quoted from "STELLETTA"

forse bisogna iniziare a combattere sul serio...
senza smettere mai..

sai, quella che chiamiamo ansia è proprio una risposta "di combattimento".
cioè uno stato di allarme psicofisico. lo stato di allarme di un organismo che si sente attaccato, quindi in pericolo. spesso in pericolo di vita (ipocondria, tanatofobia). se c'è una cosa che sicuramente fa l'ansia, è proprio il fatto di costruire un fisico da combattimento, pronto per la guerra e per il rischio. i neuroscienziati parlano di assetto "combattere o fuggire". il cuore pompa più velocemente. il sangue viene indirizzato verso la muscolatura delle gambe e delle braccia. siamo pronti per correre, per reagire al pericolo. il respiro diventa più rapido e più breve. lo stomaco si chiude (non è il momento di mangiare). siamo pronti per la battaglia.

Aprikose

Forumista Incallito

  • "Aprikose" is female

Posts: 4,768

Activitypoints: 14,783

Date of registration: Jun 5th 2007

Location: il pianeta delle Fate

  • Send private message

3

Thursday, January 15th 2009, 8:33am

Grazie Stelletta per il tuo intervento...emana forza e coraggio :)
Viviamo in un mondo in cui l'uomo è l'abito che indossa. Meno c'è l'uomo, più è necessario l'abito.

STELLETTA

Utente Attivo

  • "STELLETTA" started this thread

Posts: 7

Activitypoints: 49

Date of registration: Mar 24th 2008

  • Send private message

4

Thursday, January 15th 2009, 3:34pm

quello che volevo intendere è che non bisogna mai perdere l obbiettivo e cioè combattere per cercare di giorno in giorno di riprendere un pezzo per volta il controllo di noi stessi e della nostra vita...
quello tipo di combatti e fuggi che conosco benissimo in quanto ho studiato a fondo la fisiologia per i miei studi è una risposta adeguata negli effettivi casi di neccessità che implica una serie di modificazioni fisiche (liberazione adrenalina, aumento contrazione cardiaca, apertura dei bronchi, liberazione glucosio dai muscoli ecc) che comunque durano poco sono fatte per affrontare casì di neccessità, nell attacco di panico questo meccanismo si attivano anche in situazioni in cui non cè nulla da combattere e fuggire, causando uno stato di stress permanente estremamente dannoso...
ma il messaggio che volevo trasmettere è che non bisogna tanto concentrarsi su queste breutte sensazioni sentirle come nemiche averne paura, bisogna comprenderle farne parte di noi accettarle pensare e sopratutto desiderare che può essere meglio, senza buttarsi giù se quando pensiamo sia finita magari ritornano!in fondo anche loro siamo noi!

gje

Nuovo Utente

Posts: 2

Activitypoints: 13

Date of registration: Jan 15th 2009

  • Send private message

5

Thursday, January 15th 2009, 4:47pm

ciao a tutti.. mi sono appena iscritta....
e devo dire che le cose che dici le sento anch' io sempre più frequentemente... ma non riesco a capire il perchè... non sono mai stata così e trovarsi ad avere queste reazioni fisiche del tuo corpo che "non senti" quasi più tuo, non sono facili da accettare e combattere... ma forse bisogna solo prendere coscienza come dici tu "stelletta", che queste sensazioni saranno sempre con noi e ci accompagneranno in tutto il nostro percorso, ma come si può reagire al fatto che in mezzo agli altri ti senti diversa???perchè tu per prima sei diversa?? e sei cambiata???

cica97

UTENTE VANITOSA

  • "cica97" is female

Posts: 250

Activitypoints: 1,107

Date of registration: Jan 3rd 2009

  • Send private message

6

Thursday, January 15th 2009, 5:28pm

non sai quanto tu mi abbia tranquillizzata con queste parole che hai scritto.ogni volta che mi manca il respiro mi sento malissimo e non è facile mettersi in testa che questa sensazione la produce la mia testa
TUTTO è DESTINATO

STELLETTA

Utente Attivo

  • "STELLETTA" started this thread

Posts: 7

Activitypoints: 49

Date of registration: Mar 24th 2008

  • Send private message

7

Thursday, January 15th 2009, 9:51pm

cara gje!
non aver paura e non vergognarti di essere diversa!
PARLA CON I TUOI AMICI DEI TUOI PROBLEMI!
DILLO APERTAMENTE!
DI MI GIRA LA TESTA HO L ANSIA STO MALE SCUSATE VADO A CASA!OPPURE MI DATE UNA MANO NON STO BENE SONO I MIEI PROBLEMI D'ANSIA!CHE Cè DI MALE SE E' LA NOSTRA "MALATTIA"DOBBIAMO CONVIVERCI GIUSTO?!
UN DIABETICO FORSE SI VERGOGNA A DIRE MI FACCIO L'INSULINA?
A ME QUANDO è SUCCESSO E NE HO PARLATO CON LE PERSONE VICINO HO TROVATO SEMPRE GRANDE COMPRENSIONE!
IL PRIMO PASSO E'SMETTERE DI ESSERE TERRORIZZATI DA TUTTO QUESTO!
AVERE SEMPRE UN Pò MENO PAURA!
IO PRIMA VIVEVO NEL TERRORE OGNI GIORNO ORA OGNI TANTO HO LA GIORNATA NO MA ME LA FACCIO PASSARE E IL GIORNO DOPO E' MEGLIO
POI INDAGA, INDAGA A FONDO SUL PERCHE' DEL TUO STATO NULLA E' MAI PER CASO TI STUPIRAI INDAGANDO DI QUANTE COSE CHE TI SEMBRAVANO INUTILI IN REALTA' SONO FONDAMENTALI NEL TUO PRESENTE E NEL TUO PASSATO!
E POI RIBADISCO NON ARRENDERTI ALLA PAURA MAI!!!!
TI VIENE L'ANSIA A GUIDARE?GUIDA!
TI VIENE L'ANSIA IN MEZZO ALLA GENTE?VAI IN MEZZO ALLA GENTE!
IO RICORDO DELLE VOLTE CHE USCIVO DI CASA E PRATICAMENTE ERO UN TREMORE INTERNO, IL CUORE A MILLE, LA TESTA COME IN UN FRULLATORE, PARLAVO ALLA GENTE E MI SENTIVO COME DISTACCATA, PERò LO FACEVO MI TRASCINAVO STANCA, DISTRUTTA E LO FACEVO PIUTTOSTO DI DARLA VINTA A QUELLA BESTIACCIA!
E NON E' ANDATA VIA, SI RISVEGLIA,VIVE CON ME MA è OGNI GIORNO SEMPRE UN Pò MENO NEMICA...

1 user apart from you is browsing this thread:

1 guests