Homepage di Nienteansia.it
Switch to english language  Passa alla lingua italiana  

You are not logged in.


Dear visitor, welcome to Forum di Psicologia di Nienteansia.it. If this is your first visit here, please read the Help. It explains in detail how this page works. To use all features of this page, you should consider registering. Please use the registration form, to register here or read more information about the registration process. If you are already registered, please login here.

pepy

Utente Avanzato

  • "pepy" started this thread

Posts: 370

Activitypoints: 2,370

Date of registration: Feb 3rd 2008

  • Send private message

1

Thursday, February 19th 2009, 9:13pm

è grave vero??

Ho forse toccato il fondo? Tutta la sofferenza che si manifesta con l'ansia, i pensieri strani, la derealizzazione, depersonalizzazione ecc, speso ultimaente si acompagna alla tristezza profonda, senso di vuoto e depressione, ma anche a tantissima RABBIA: E' tutta la mattinata che litigo con il mio ex con cui lavoro e con uci ho ul rapporto confuso. Per un invito che ha ricevuto da persone che non avrebbe dovuto frequentare perche mi hanno fatto un torto e là dove lui non sono non ha preso posizioni ma non mi è sttao vicino, mi ha abbandonato, tradito perche anche i tradimenti emotivi fanno male, si è riaperta uan ferita che a distanza di piu di un anno non riesco e non voglio cancellare. Di fondo non sopporto un suo modo opportunista di fare che lui nega ovvio, tutte le situazioni sociali che ha derivano dal mio avergliele messe a disposizione perche lui 5 anni fa si è trasferito nella mia citta dalla sicilia e io l'ho aggregato in tutto, mentre lui di suo anche quando avrebbe potuto non mi ha mai voluto condividere, una volta per una scusa e una per un'altra e mentre io mi ritrovo sola tranne alcune situazioni che sono solide (amciizie) mentre lui continuando a frequentare quel posto (teatro) dove io l'ho portato e di cui ha goduto tutti benfici perche io conoscevo e avevo instaurato rapporti che poi si sono rivelati pessimi. Insomma mi risale spesso questa rabbia e lui poi che non è un santo, mi tocca i punti deboli per farmi arrabbiare. Dovevamo vederci nel pm, poi pero non è voluto venire aducendo che era stanco e infreddolito. mi sono arrabbiata tanto, forse sono regredita, mi sono sentita forse infantile e avrei rotto qualocsa, ho piegato un giornale, insomma dovevo sfogarmi e alla fine mi sono guardata allo specchio e in preda alal rabia comea punirmi mi sono data uno schiaffo. NOn mi era mai successo, è drammatico, grave? Che io non mi stimi molto lo so, che non mi apmi pure am uno schiaffo in 37 anni mai.

patrizia

Animo inquieto

  • "patrizia" is female

Posts: 5,559

Activitypoints: 18,621

Date of registration: Mar 13th 2008

Location: sicilia

  • Send private message

2

Thursday, February 19th 2009, 9:31pm

Leggo spesso i tuoi post e ripeto che mi sembri molto confusa. Sei proprio sicura che non sarebbe meglio parlare con uno psicologo?
Anche se lui ti avesse fatto un torto, devi accettare che lui non ti appartiene, non è un oggetto , è sempre un essere umano e può sbagliare. Credo che tu debba chiarire con lui, facendo presente le tue perplessità . Il dialogo è sempre la soluzione migliore a molti problemi che ci assillano.
I giorni e le notti suonano in questi miei nervi di arpa, vivo di questa gioia malata di universo e soffro di non saperla accendere nelle mie parole.

hachi_82

Colonna del Forum

  • "hachi_82" is female

Posts: 2,411

Activitypoints: 7,362

Date of registration: Apr 27th 2008

  • Send private message

3

Friday, February 20th 2009, 7:37pm

Ti sei data uno schiaffo perchè non riesci a far andare le cose come vorresti, perchè non puoi controllare tutto, perchè non sei riuscita a sfogare la rabbia in altro modo... e te le sei date.

Non è gravissimo secondo me, ma è una cosa da tenere sotto controllo.
Come ha osservato patrizia, ho notato confusione anch'io, e la si nota anche da come scrivi... le tue frasi sono un flusso continuo di pensieri, molti errori di battitura... non c'è un briciolo di calma.
Forse dovresti fermarti un attimo; fermare i pensieri, fermare tutto e riflettere con calma. Parli del tuo ex ma non sembra tanto ex... ogni cosa sembra ancora ruotare intorno a lui. Ne sei troppo coinvolta.
Il consiglio di pat mi sembra ragionevole: parlare con uno psicologo aiuta a mettere ordine nella propria mente, se non si riesce a farlo da soli. E potresti parlare anche del gesto duro che hai compiuto nei tuoi confronti. E' una cosa che va chiarita: la sua natura, le motivazioni, il fatto che vada controllata... perchè picchiarti se qualcosa non funziona? E' una punizione troppo dura e inutile.
Un abbraccio
...se ci credi ti basta perché
...poi la strada la trovi da te (E.B.)