Homepage di Nienteansia.it
Switch to english language  Passa alla lingua italiana  

Sie sind nicht angemeldet.


Lieber Besucher, herzlich willkommen bei: Forum di Psicologia di Nienteansia.it. Falls dies Ihr erster Besuch auf dieser Seite ist, lesen Sie sich bitte die Hilfe durch. Dort wird Ihnen die Bedienung dieser Seite näher erläutert. Darüber hinaus sollten Sie sich registrieren, um alle Funktionen dieser Seite nutzen zu können. Benutzen Sie das Registrierungsformular, um sich zu registrieren oder informieren Sie sich ausführlich über den Registrierungsvorgang. Falls Sie sich bereits zu einem früheren Zeitpunkt registriert haben, können Sie sich hier anmelden.

1

Dienstag, 12 Dezember 2017, 23:51

Voi credete che la sigaretta elettronica possa dare dipendenza?

Vado a spiegare.
Io svapo da circa sei anni. Ho sempre avuto la sensazione che i liquidi per la sigaretta elettronica non passassero cosi inosservati nel mio corpo. In particolare il Glicole Propilenico.
Il PG o Glicole Propilenico è stato scoperto nel 1942 ed era già utilizzato in tempo di guerra come antibatterico utilizzando uno dei primi vaporizzatori inventati per inalare questa sostanza. Sembrerebbe anche molto efficace.
Ho sempre pensato che inalare tutti i giorni una sostanza utilizzata per combattere i batteri, non sia proprio salutare.
Ultimamente, in rete, si cominciano a trovare testimonianze di persone con strani effetti collaterali attribuibili a questa sostanza. Debolezza, tachicardia, vertigini.
Si è scoperto che il Glicole Propilenico viene trasformato dal nostro corpo in Acido Lattico. L'Acido Lattico, può dare molti effetti negativi nel nostro corpo se in eccesso. Personalmente ho sempre notato un abbassamento della voce in serata, dopo aver svapato tutto il giorno, e anche un dolore dietro lo sterno e tachicardia. Insomma, ieri ho provato a lasciare la sigaretta (dopo sei anni) per un giorno e vedere se questi sintomi fastidiosi e sovrapponibili ad un'ansia cronica potessero passare. Ho passato una giornata infernale. La mancanza della svapata si è trasformata in un disorientamento, nervosismo e necessità di sfogarmi. I sintomi prima indicati in effetti sono spariti e intorno alle sei del pomeriggio, non sopportando più questo stress, ho ripreso la sigaretta e dopo una o due boccate....la calma e il sonno.
Certo, voi penserete e lo penso anch'io che sia tutto frutto della mia immaginazione, che sia stata una risposta derivata dalla suggestione. Probabilmente la tachicardia e il dolore retrosternale sono derivati dall'ansia e questa prova che ho fatto, proprio come un placebo, li ha fatti passare. Ma se così non fosse?

Per i neofiti elenco i liquidi che si inalano con la sigaretta elettronica.
GLICOLE PROPILENICO - utilizzato in moltissime preparazioni farmaceutiche e alimentari (ma si ingerisce e non si inala)
GLICEROLO - totalmente senza effetti collaterali sull'uomo
NICOTINA - (per chi la utilizza) che è sempre un derivato del tabacco e vaporizzata non ha le stesse caratteristiche di assunzione di quella bruciata con le sigarette
ACQUA

Le percentuali di aggregazione di questi liquidi sono sempre stati Glicerolo 50% - Glicole Propilenico 50% - Nicotina (secondo le esigenze)
Ora il mercato sta cambiando e sembra sottolineare quello che ho descritto in questa discussione. Il mercato dei liquidi si sta spostando verso l'utilizzo del solo Glicerolo omettendo il Glicole per le preparazioni. Oppure abbassandone la percentuale fino al 20%. Cioè GLICEROLO 70% - GLICOLE 30% oppure GLICEROLO 80% - GLICOLE 20%. Questo dato anche fa pensare.....

2

Donnerstag, 14 Dezember 2017, 20:26

Tutto può dare dipendenza. Io credo che tutti siamo dipendenti da qualche cosa. Alcune dipendenze fanno più male di altre.
La prossima rivoluzione verrà dalla tristezza

3

Sonntag, 17 Dezember 2017, 06:47

È indubbio che soprattutto la nicotina dia di questi effetti

Zurzeit ist neben Ihnen 1 Benutzer in diesem Thema unterwegs:

1 Besucher