Homepage di Nienteansia.it
Switch to english language  Passa alla lingua italiana  

You are not logged in.


Dear visitor, welcome to Forum di Psicologia di Nienteansia.it. If this is your first visit here, please read the Help. It explains in detail how this page works. To use all features of this page, you should consider registering. Please use the registration form, to register here or read more information about the registration process. If you are already registered, please login here.

_Bianca_

Nuovo Utente

  • "_Bianca_" started this thread

Posts: 1

Activitypoints: 10

Date of registration: Jul 2nd 2019

  • Send private message

1

Wednesday, November 7th 2018, 6:22pm

Profilo psicotico NARCISISTA e CODIPENDENTE

Buona sera,
sono nuova del forum, qualcuno di voi conosce questi due: NARCISISMO MANIPOLATORE e CODIPENDENTE (dipendenza affettiva)??
sono entrata a conoscenza di questi profili da pochissimo e per caso e sono alla ricerca di informazioni esperenziali più che di definizioni

grazie in aticipo a chi avrà voglia di condividere

OrchideaNera

Nuovo Utente

Posts: 1

Activitypoints: 10

Date of registration: May 29th 2019

  • Send private message

2

Wednesday, November 7th 2018, 9:16pm

Ciao cara, benvenuta
C'è la testimonianza recente d'un ragazzo, che mi ha fatto pensare alle definizioni di cui tu parli.
Bada bene, non si è etichettato nulla... però, io fossi in te, una lettura la darei. Vedi se ci trovi delle 'accomunanze'

http://www.nienteansia.it/forum/vita-di-…-consigli/55990

3

Wednesday, November 7th 2018, 9:19pm

Ciao Bianca, ti ricordo che è vietato dal regolamento aprire più discussioni inerenti lo stesso argomento.
In qualità di nuovo utente i tuoi post necessitano dell'approvazione da parte dello staff. Ti invito a leggere il regolamento e le regole per i nuovi utenti.
Sara84 per lo staff
[email protected]
### ### ### ###
*sara swarovsky*

_Bianca_

Nuovo Utente

  • "_Bianca_" started this thread

Posts: 1

Activitypoints: 10

Date of registration: Jul 2nd 2019

  • Send private message

4

Wednesday, November 7th 2018, 10:08pm

Grazie per le risposte
ho letto il post del link che mi avete suggerito.
pur trovando manipolazione da parte della compagna di quel ragazzo non trovo il vero e proprio profilo psicotico del narcisista patologico, che da quello che ho letto in questi due giorni in cui sto ascoltando video, leggendo articoli, gruppi Facebook ecc praticamente senza sosta, il profilo del soggetto ha delle caratteristiche delineabili anche in aspetti piccoli e apparentemente personali ma che in realtà non lo sono (es: i narcisisti patologici non baciano, usano i social e vivono di web (il cellulare come prolungamento del arto). Son rimasta sconvolta nel leggere da parte di ex vittime queste caratteristiche che pensavo fossero personali e uniche del mio compagno, appartenenti al suo carattere e modo di essere, invece erano tratti di un profilo "tipico" di una patologia psicotica

ora per cercare di farmi capire meglio copio e incollo da un articolo questi tratti [la fonte: http://www.narcisismo.net/i-comportamenti-del-narcisista.htm ]


1) Il Gaslighting ed il far sentire l'altro colpevole.
Il narcisista nega costantemente il proprio comportamento manipolatorio e minimizza ogni evidenza ogni volta che viene confrontato con esso. Appare sprezzante, sbrigativo ed estremamente critico laddove si provi a smontare le sue costruzioni con i fatti. Invece di riconoscere il proprio comportamento come inappropriato, il narcisista tenderà a far sentire la vittima in colpa per essere troppo sensibile, esagerata o pazza. Il narcisista ti fa credere che il problema non sia l'abuso, ma la tua reazione all'abuso stesso.

2) non è in grado di provare empatia.
L'assoluta manca di empatia di un narcisista fa sì che, sempre più frequentemente, all'interno della relazione una vittima si trovi a tentare di spiegare disperatamente come si sentirebbe lui se lei si comportasse nello stesso modo, confrontandosi inevitabilmente con una reazione impassibile da parte del narcisista. Gradualmente, la vittima inizierà a non comunicare più le proprie esigenze ed i propri stati d'animo, proprio perchè molto facilmente si troverebbe di fronte alla punizione del muro del silenzio o all'indifferenza, tipiche reazioni di attacco/difesa del narcisista

3) L'ipocrisia.
Il narcisista professa alti standard di comportamento ed ha altissime aspettative in termini di ammirazione, riconoscimento, devozione e fedeltà. Una volta conclusasi la fase dell'idealizzazione, tutto questo viene meno ed il narcisista inizia a tradire, a mentire, a criticare. Dalla vittima si continua comunque ad aspettare un comportamento impeccabile, altrimenti verrà immediatamente sostituita e ritenuta instabile.

4) Scuse e bugie patologiche.
Nel tentativo di capovolgere qualsiasi confronto a danno dell'altro, un narcisista ha una giustificazione per qualsiasi situazione, riuscendo a creare bugie prima ancora che la vittima abbia chiesto qualcosa e a spostare la conversazione sulle presunte mancanze della vittima.
Anche quando la bugia è evidente e viene smascherata, il narcisista non mostra alcun rimorso.

5) Si focalizza sui tuoi errori ed ignora i propri.
Il narcisista è molto rapido nel capovolgere il confronto a danno dell'altro, spostando l'attenzione da se stesso al proprio interlocutore ed ai suoi errori.

6) Ti ritrovi a spiegare gli elementi basilari delle relazioni umane ad un adulto.
Le persone sane sono in grado di riconoscere i concetti fondamentali quali l'onestà e la gentilezza. Il narcisista appare spesso disarmato ed innocuo, ma in realtà nessun adulto ha bisogno che gli venga spiegato come l'altro si possa sentire.

7) Egocentrismo e fame disperata di attenzioni.
Il narcisista trae energia da te e prosciuga tutte le tue energie. La sua domanda di ammirazione è senza fine. C'è stato un momento (durante la fase dell'idealizzazione) in cui hai pensato di poter essere l'unica a farlo felice, ma ben presto inizierai a sentirti come se questo ruolo potesse essere ricoperto da qualsiasi cosa abbia un cuore pulsante. In ogni caso, la realtà è solo una: nessuno può riempire il vuoto di un narcisista.

8) Il narcisista ti accusa di provare emozioni esagerate o fuori luogo. Le stesse emozioni che lui stesso ti ha provocato intenzionalmente.
Il narcisista ti accusa di essere gelosa dopo aver apertamente flirtato con un'altra o ti incolpa di essere troppo richiestiva dopo averti ignorato per giorni. I malati di narcisismo utilizzano queste reazioni al fine di dimostrare quanto tu sia diventata "isterica".

9) Ti ritrovi ad essere una sorta di "detective".
Non ti era mai successo in nessun'altra relazione prima, ma improvvisamente ti trovi ad investigare proprio quella persona cui un tempo avevi dato fiducia incondizionata. Se il narcisista è attivo su Facebook, inizi a rileggere il suo diario ed il suo album tornando indietro di anni. Lo stesso con la sua ex. Continui disperatamente a cercare risposte ad uno stato d'animo che non riesci a spiegare.

10) Sei l'unica a vedere la sua vera natura.
Non importa cosa faccia, il narcisista sembra riuscire ad ottenere sempre un ampio consenso dagli altri. Il malato di narcisismo usa gli altri per i soldi, le risorse, le attenzioni, ma il "fan club" non se ne accorge, perchè egli riesce sempre a distrarlo con lodi e gratificazioni superficiali.

11) Temi che ogni discussione possa essere la vostra ultima discussione.
Le coppie normali hanno delle discussioni al fine di risolvere le reciproche difficoltà, ma il narcisista mette subito in chiaro che quella discussione metterà a rischio la relazione, soprattutto quelle che riguardano il suo comportamento. Qualsiasi tuo tentativo di confronto otterrà il trattamento del silenzio. Sarai quindi costretta a scusarti e a dimenticare rapidamente, altrimenti sai bene che il narcisista perderà interesse nei tuoi confronti.

12) Lentamente e costantemente il narcisista erode le tue difese.
Il narcisista inizia a criticarti con un atteggiamento condiscendente. Sorride compiaciuto mentre tu cerchi di esprimere te stessa e la svalutazione diventa la forma primaria di comunicazione nel vostro rapporto. Subdolamente, il narcisista inizia a sminuire la tua intelligenza e le tue competenze e, se accusato di questo, ti accusa di essere pazza o eccessivamente sensibile. Potrai iniziare a sentirti arrabbiata e risentita, ma imparerai presto a reprimere queste sensazioni pur di salvaguardare il rapporto.

13) Il narcisista nega attenzioni e mina la tua autostima.
Dopo averti riempita di ammirazione e attenzioni, improvvisamente il narcisista sembra essere annoiato da te. Ti tratta con l'indifferenza o il silenzio e si innervosisce molto nel momento in cui tu continui a reclamare la relazione appassionata che lui stesso ha creato. La sensazione è che tu sia diventata per lui un lavoro.

14) Un incredibile numero di persone "instabili" nel passato del narcisista.
Ogni ex partner del narcisista che non sia tornato indietro strisciando, viene immediatamente etichettato come geloso, bipolare, pazzo. Parlerà così anche di te con la prossima vittima.

15) Il narcisista provoca gelosia e rivalità pur riuscendo a mantenere un'immagine innocente.
In una prima fase, il narcisista rivolge tutta la propria attenzione a te, quindi ti sentirai particolarmente confusa nel momento in cui inizia a ritirarsi e concentrarsi su altre persone. Farà cose che costantemente ti faranno dubitare di essere significativa e centrale per lui. Se è attivo sui social media, il narcisista lancerà delle esche per le ex con vecchie canzoni, foto e vignette. L'obiettivo è quello di alimentare rivalità e competizione.

16) Idealizzazione, love-bombing e adulazione.
Quando inizi una relazione con un narcisista, le cose si muovono molto velocemente. Ti dice quante cose avete in comune e quanto tu sia perfetta per lui. Come un camaleonte, il narcisista rispecchia le tue speranze, le tue esigenze e nutre le tue mancanze, in modo da creare immediatamente un profondo legame di fiducia ed entusiasmo. Stimola e chiede una comunicazione costante e sembra essere affascinato da te su ogni livello. Se hai una pagina Facebook, il narcisista potrebbe tappezzarla con canzoni, complimenti, poesie, ecc. .

17) Le qualità che una volta sosteneva di ammirare in te improvvisamente diventano difetti inaccettabili.
In un primo momento, il narcisista farà appello alla tua vanità più profonda e alle tue vulnerabilità, osservando e imitando esattamente quello che pensa che tu desideri ascoltare. Ma dopo che sei stata agganciata, il narcisista inizierà ad usare queste cose contro di te. Passerai sempre più tempo a cercare di dimostrare di essere degna alla stessa persona che una volta ti ha detto che eri perfetta.

18) Crepe nella maschera del narcisista.
Ci sono momenti fugaci nei quali l'affascinante, dolce, innocente persona viene sostituita da qualcosa di completamente diverso. Intravedi un lato di lui che non è mai venuto fuori durante la fase dell'idealizzazione, ed è una apparizione fredda, senza riguardo e manipolativa. Inizi a notare che nella sua personalità c'è qualcosa che non torna, che la persona della quale ti sei innamorata non sembra effettivamente esistere.

19) Si annoia facilmente.
Il narcisista è costantemente circondato dagli altri, li stimola e li gratifica in ogni momento per assicurarsene l'attenzione. Non può tollerare a lungo di rimanere solo. Tuttavia, diventa molto rapidamente disinteressato a tutto ciò che non gli rimanda una versione positiva di sè.

20) La Triangolazione.
Il narcisista si circonda di ammiratrici, potenziali amanti, e di chiunque possa garantirgli un'attenzione dipendente. Questo ti farà sentire confusa e ti rimanderà la sensazione che il "tuo" narcisista sia molto ricercato e richiesto.

21) L'abuso mascherato.
Fin dalla tenera età, alla maggior parte di noi è stato insegnato ad identificare maltrattamenti fisici e insulti verbali palesi, ma con un narcisista l'abuso non è così evidente. Probabilmente non capirai neppure di essere stata in un rapporto abusante se non molto tempo dopo che è finita.

22) Il ciclo attenzione - indifferenza.
Il narcisista può riempirti di attenzioni, poi può ignorarti, poi può criticarti. Può trattarti in pubblico in modo diverso da come ti tratta a casa. Un giorno può parlare di matrimonio e lasciarti il giorno dopo. Con un narcisista non sai mai in quale tipo di relazione ti trovi.

23) Il narcisista diventa l'epicentro di tutta la tua vita.
Inizi a passare più tempo con lui che con chiunque altro; lui diventa tutto quello a cui pensi e tutto quello di cui parli. Ti isoli e riduci gradualmente i tuoi spazi vitali in modo da renderti sempre disponibile per lui. Cancelli programmi e passi ore ad aspettare la sua telefonata. In qualche modo, la relazione sembra richiedere molti sacrifici da parte tua, ma nessuno da parte del narcisista.

24) Arroganza.
Nonostante l'umile, dolce immagine che il narcisista ha dato di sé nelle prime fasi, inizi a notare un'inconfondibile aria di superiorità da parte del tuo compagno. Ti parla come fossi intellettualmente carente ed emotivamente instabile. Un narcisista non ha alcun imbarazzo ad ostentare nuovi progetti dopo la rottura, in modo che tu possa vedere come sia felice senza di te.

25) Il pettegolezzo.
Il narcisista istilla continuamente piccoli semi di veleno, parla male di tutti, li idealizza quando è con loro per poi parlarne male in loro assenza. Ti ritrovi ad essere in antipatia o evitata da persone che non hai mai nemmeno incontrato. Potresti anche sentirti speciale per essere quella con la quale lui si lamenta degli altri. Ma una volta che il rapporto si romperà, il narcisista correrà da tutti quelli che una volta criticava con te, lamentandosi con loro di come sei diventata instabile.

26) I tuoi sentimenti.
Il tuo naturale istinto ad amare e ad essere compassionevole si trasforma in uno stato profondo di panico ed ansia. Ti scusi e piangi molto più di quanto tu abbia mai fatto. Dormi poco e male e ti svegli ogni mattina ansiosa e sconvolta. Dopo una relazione con un narcisista, ti senti esausta, instabile, shockata e vuota.

This post has been edited 1 times, last edit by "_Bianca_" (Nov 8th 2018, 1:03am)


5

Thursday, November 8th 2018, 2:26pm

Ciao Bianca, scusami ma mi sono perso un po tra le righe dei tuoi post ma se ho capito bene tu pensi che il tuo fidanzato possa avere una personalità del genere oppure ho preso lucciole per lanterne?

_Bianca_

Nuovo Utente

  • "_Bianca_" started this thread

Posts: 1

Activitypoints: 10

Date of registration: Jul 2nd 2019

  • Send private message

6

Thursday, November 8th 2018, 2:35pm

si esatto. non hai perso nulla.
però mi piacerebbe conversare con altre persone come me, fidanzate con questi soggetti

_Bianca_

Nuovo Utente

  • "_Bianca_" started this thread

Posts: 1

Activitypoints: 10

Date of registration: Jul 2nd 2019

  • Send private message

7

Sunday, November 18th 2018, 7:47pm

So che dovrei partecipare di più, ma son così immersa nel mio problema che non riesco a laggere altro ed altri post.

Mi son iscritta a gruppi Facebook, letto articoli, scritto agli autori e ai YouTuber ex vittime che divulgano e parlano dei loro abusati.
Oramai son passate settimane
Ho solo bisogno di parlare con altre persone che come me hanno scoperto questa forma di dipendenza e che come me son all interno di relazioni tossiche.
Anche qui non trovo miei simili, non so cos altro fare?
Mica posso mettermi un cartello sul collo "cercasi codipendenti per scambiar due chiacchiere"?
Quale altra strategia posso adottare (ps. Sono in terapia già, e ci sto lavorando quello che mi manca è proprio la compagnia il dialogo di compagni di sventura)

Psycho Mantis

Utente Attivo

  • "Psycho Mantis" is female

Posts: 394

Activitypoints: 298

Date of registration: Apr 30th 2013

  • Send private message

8

Sunday, November 18th 2018, 9:50pm

Bè eccomi. Io stavo con una narcisista. Sono troppo forti, sai perché? Perché ovviamente non sono stupidi, né vivono su Atlantide, quindi in parte hanno una concezione di normalità. La differenza è che stranamente si verificano periodicamente le stesse schifezze che praticano, come il farti sentire un satellite, essere in competizione e usare il senso di colpa per farti fare quello che vogliono, senza rimorso. Da quanto ci stai? Non ti ci staccherai mai perché te lo dicono gli altri. Ti faranno sempre credere che non vali nulla e che senza di loro vali ancora meno. Sono furbi e amano la furbizia. Sono i più grandi figli di dell universo.

We live in the moment. That's our only purpose.


_Bianca_

Nuovo Utente

  • "_Bianca_" started this thread

Posts: 1

Activitypoints: 10

Date of registration: Jul 2nd 2019

  • Send private message

9

Sunday, November 18th 2018, 10:01pm

Grazie psycho che mi hai risposto.
Vero quello che dici.
Sono 2 anni. Ho scoperto da poco il profilo però al quale appartengo io e appartiene lui.
La cosa più snervante per me è che nn riesco a lasciarlo.
Mi allontano, scappo poi mi chiede scusa, indossa la maschera e mi ragira. È psicologicamente devastante il come mi tratta e il come io stessa mi lascio trattare. Gli altri che vedono la relazione da fuori nn capiscono.
Tutto quello che ho letto in questi giorni, ritrovo tutto. Il profilo in tutto, persona priva di empatia, cattiva perché alterna bastone e carota. Ti dà quello di cui hai bisogno per poi divertirsi a togliertelo.
Nn sai quante volte mi ha riso in faccia mentre piangevo davanti a lui. Un mostro.
È devastante anche perché so che sono io che me lo lascio fare.

Cmq parli al passato.
Tu quindi sei riuscito ad uscirne?
Dopo quanto tempo? In che modo??

Grazie anche per aver risposto

fuoco_fatuo

Giovane Amico

  • "fuoco_fatuo" is male

Posts: 173

Activitypoints: 489

Date of registration: Aug 20th 2013

Location: Roma

  • Send private message

10

Sunday, November 18th 2018, 11:13pm

guarda, quasi ti consiglierei di lasciar perdere internet, perchè più ti avventuri in tentativi di diagnosi, confronti con altri, consigli su come controbattere etc. etc. più ti riempi la testa di monnezza.

io ho eliminato dalla mia vita la mia ex grazie a lei stessa, dopo un episodio di gravissima noncuranza. un affronto che, anche per me che avevo polverizzato qualsiasi orgoglio e dignità durante la relazione, ha rappresentato un punto di non ritorno. l'ho minacciata malamente di non farsi più viva.

qualcosa di simile -spero- succederà anche a te. ne avrai fin sopra i capelli che non ce la farai più. o forse no, c'è gente che va avanti tutta la vita o quasi e annulla la propria esistenza. non farlo.

mettitelo in testa: non vincerai. almeno finchè state insieme. vinci quando sparisce dalla tua vita.
ah, mi raccomando: terapia. inizia subito.

good luck.

_Bianca_

Nuovo Utente

  • "_Bianca_" started this thread

Posts: 1

Activitypoints: 10

Date of registration: Jul 2nd 2019

  • Send private message

11

Sunday, November 18th 2018, 11:34pm

Grazie.
Sì l ho pensato anch io. Se solo mi tradisse sarebbe tutto più semplice.
Son stata tutto il giorno a piangere. Vado a letto con il "domani prendo le mie cose da casa sua e lo lascio".
Non c'è la faccio veramente più, ho paura di essere una di quelle che avrà avanti a farsi annullare per tutta la vita.
Me ne ha fatte molte e perdonate tutte.
Mi manca solo il tradimento.
Spero anch io che si faccia un altra vittima.
Grazie per la vicinanza.

Scorpio1963

Nuovo Utente

Posts: 0

Activitypoints: 0

Date of registration: Jul 10th 2019

  • Send private message

12

Tuesday, November 20th 2018, 12:27pm

Grazie.
Sì l ho pensato anch io. Se solo mi tradisse sarebbe tutto più semplice.
Son stata tutto il giorno a piangere. Vado a letto con il "domani prendo le mie cose da casa sua e lo lascio".
Non c'è la faccio veramente più, ho paura di essere una di quelle che avrà avanti a farsi annullare per tutta la vita.
Me ne ha fatte molte e perdonate tutte.
Mi manca solo il tradimento.
Spero anch io che si faccia un altra vittima.
Grazie per la vicinanza.


Io credo che non sia saggio aver fiducia in quel che potrebbe fare un altro pensando di trovare il )presunto) buon appiglio per fare delle scelte

È chiaro che nella "relazione" il nutrimento alla dinamica non è mai unilaterale, e la dinamica relazionale vive nella misura in cui la si nutre in 2

Al di là del tuo affaticarti a capire LUI è essenzialmente TE che devi provare a capire, e questo è forse anche più difficoltoso e scomodo

Perché la tua parte di nutrimento alla dinamica relazionale la stai portando anche tu

Psycho Mantis

Utente Attivo

  • "Psycho Mantis" is female

Posts: 394

Activitypoints: 298

Date of registration: Apr 30th 2013

  • Send private message

13

Tuesday, November 20th 2018, 5:01pm

Hai notato che la base di questo tipo di rapporti è l'amore odio? Anzi, in realtà è odio, con qualche momento di tranquillità. Il che deve far pensare: un rapporto d'amore perché è di odio? O di paura? Di ricatti, di mancanze di rispetto? Questo è il primo segnale doppia faccia, perché da un lato, essendo la normalità e la base, la accetti. Dall'altro però ti dico che la regola in un rapporto di coppia è l'amore e il volersi bene. Basta. Non esistono eccezioni, il resto NON è amore. Se tu sei una pura vittima, vai da un dottore. Anche perché stai affermando che te ne ha fatto di ogni, per cui, puoi essere anche macchiavellica e dire semplicemente STOP. Può essere che tu voglia vendicarti?

Semplicemente un giormo ho capito che la nostra relazione era una stronzata. Cioè, lo si sa benissimo, sempre, però ho fatto un ragionamento lucido, anche se sembrava stupido perché quando sei dentro alla cosa, la si alimenta. Il coodipendente non è una vittima, è complice, perché alla fin fine i dati sono chiari, solo che è un rapporto talmente invischiante e malato, che crea delle dinamiche autorigeneranti, negative. Comunque il giorno ho avuto uno delle mie uscite di testa. Anch'io ero narcisista in un modo diverso e tutt'ora lo sono, anche se sono molto molto più tranquilla. Presi le sue cose e le lanciai fuori dalla finestra. Lei voleva tornare con me, perché il rapporto funzionava con la frusta, altrimenti era bella dittatrice.

Non fini' così, rimanemmo amiche e di base non cambiò nulla, fino a che mi resi conto che la odiavo con tutta me stessa, che io ci rimanevo attaccata perché mi conveniva e che tra le due lei però ci sguazzavq volentieri nel suo narcisismo. Cioè il suo essere buona era episodico rispetto ad una normalità fatta di manipolazioni, prese in giro, accentramenti, falsità, cazzate.

Altro segnale era il fisico: per anni avevo la gastrite e niente, non ascoltavo questo segnale palese di stress. Ma non solo, io sapevo in cuor mio che non la volevo più vedere e che stavo solo fingendo.
L'ho dovuta murare, perché, altra sua cosa, non è capace di dire basta. Non conosce la fine di un rapporto palesemente stantio e rimestato, per usare degli eufemismi, perché in realtà era un rapporto basato sul fingere di volersi bene. Come quasi tutti i suoi rapporti. Finge, per lei era normale fingere, era una componente integrante dei rapporti umani secondo il suo punto di vista. Cioè lei non poteva escluderla, perché concepiva i rapporti in un'atmosfera predatoria.

Tra l'altro sono abilissimi a metterti gli altri contro senza che questi si rendano conto di come stanno le cose, perché si studiano le strategie e sanno fingere benissimo.

We live in the moment. That's our only purpose.

This post has been edited 1 times, last edit by "Psycho Mantis" (Nov 20th 2018, 5:07pm)


_Bianca_

Nuovo Utente

  • "_Bianca_" started this thread

Posts: 1

Activitypoints: 10

Date of registration: Jul 2nd 2019

  • Send private message

14

Tuesday, November 20th 2018, 5:21pm

Al di là del tuo affaticarti a capire LUI è essenzialmente TE che devi provare a capire, e questo è forse anche più difficoltoso e scomodo

Perché la tua parte di nutrimento alla dinamica relazionale la stai portando anche tu

Sono d'accordo con te.
Infatti io sono codipendente. Con il np ho in comune la stessa ferita solo che poi evolutivamente abbiamo avuto due sviluppi diversi. Io tendo a donare senza controllo tutta me stessa a quell altro che senza controllo prende. Quindi immaginiamo il tipo di intesa, di attrazione c è tra due soggetti così. Identici e di polarità opposte.

Quindi non nego la mia responsabilità, ma io nel mio malessere mi faccio del male da sola, l'altro ferisce gli altri. Tutto lì.
Sono che ad un certo punto la persona codipendente si ritrova senza energia, soldi, alcune volte senza identità, sogni, idee di sé.
Non a causa del narcisista, ma con la sua complicità. Per intenderci ero predisposta, il terreno di bassa autostima e proponsione all autoannullamento già c era. Ho solo incontrato chi mi ha permesso di peggiorare la mia situazione in un modo anche un po' confuso.

Sto cercando di uscirne
Vado in terapia,
Non lo sento, vedo (no contact)
Mi riempio la vita ti lavori, hobby, tempo magari per il volontariato
Cerco di ritrovare un identità perduta, recuperare energie e idee chiare. Vi posso assicurare che sono molto confusa su cosa voglio o cosa sono. Non parliamo del futuro quello proprio senza di lui nn me lo so proprio immaginare

This post has been edited 1 times, last edit by "_Bianca_" (Nov 20th 2018, 5:36pm)


Psycho Mantis

Utente Attivo

  • "Psycho Mantis" is female

Posts: 394

Activitypoints: 298

Date of registration: Apr 30th 2013

  • Send private message

15

Tuesday, November 20th 2018, 5:25pm

Ah e sappi che ogni volta che gli darai spazio, t'intossicherà con la sua montagna russa di manipolazioni, velate, sottili, vere, false, medie, piccole, grandi, verdi, gialle e blu. Usa un bazooka, è come Majin Bu, lo devi eliminare intero, non deve rimanere nemmeno una cellula!!!!!!!! :chinese: :D :assi: :roftl:

We live in the moment. That's our only purpose.


Similar threads