Homepage di Nienteansia.it
Switch to english language  Passa alla lingua italiana  

You are not logged in.


Dear visitor, welcome to Forum di Psicologia di Nienteansia.it. If this is your first visit here, please read the Help. It explains in detail how this page works. To use all features of this page, you should consider registering. Please use the registration form, to register here or read more information about the registration process. If you are already registered, please login here.

_Bianca_

Unregistered

16

Tuesday, November 20th 2018, 5:29pm

Rispetto a quello che scrive Psycho Mantis no.
Il nostro rapporto non è/era di odio amore.
Ho avuto in passato un rapporto di quel tipo costituito da più nette attrazioni mascochistiche e sadiche ma nn è questo il caso.
Con lui sono dentro un profilo tipicamente codipendente-narcisista manipolatore. Costituito da alternanza di vicinanza e lontananza, lovebombing, e no contact, il lasciarsi e riprendersi.
Niente odio amore.

Odio me stessa che ho un così basso rispetto per me stessa. Per ritornare al discorso della risposta di cui parlavo più su.

Psycho Mantis

Utente Attivo

  • "Psycho Mantis" is female

Posts: 389

Activitypoints: 283

Date of registration: Apr 30th 2013

  • Send private message

17

Tuesday, November 20th 2018, 5:30pm

Stai tranquilla. È normale. E ne uscirai benissimo! (Rispondevo al commento lungo)

We live in the moment. That's our only purpose.


_Bianca_

Unregistered

18

Tuesday, November 27th 2018, 11:03pm

Sono in no contact da un 10 giorni e sto decisamente male.
Non so perchè o mi starò auto suggestionando vedendo e sentendo quotidianamente quei video a tema, ma mi sento come se mi mancasse una droga, quindi in uno stato di disintossicazione.
Non ho fame, fatico a prender sonno. praticamente piango ogni boh 2 o max 3 ore, sono iper sensibilizzata. mi passano in mente ricordi pensieri e piango.
Piango perchè mi manca, piango perchè non lo voglio, piango perchè mi son fatta tutto quel male.
Sono in uno stato di "disperazione", scarsa concentrazione.
In tutto questo si sono seguita da una psicologa, ma non so, non che pretanda abbia la bacchetta magica ma non riesce a capire.
Parla di lavorare sull'identità sul rinforsare l'autostima certo, ovviamente obbiettivi miei di una vita di altre terapie altri psicologi, altre battaglie, altre sconfitte.

Non riesco a finire le cose che inizio, perchè ad un certo punto mi fermo e non capisco se le voglio veramente (ok è vero ha ragione riguarda l'identità non salda e il non sapere cosa si vuole), ma nel frattempo il tempo passa, io sono sempre più sola, non riesco a trovare un occupazione che vada bene per me, perchè non ho idea di cosa faccia per me.
Non sono completamente fuori, cerco di fare cose che mi fanno bene, camminare, frequentare corsi di volontariato, conoscere persone nuove, faccio tutto ma tutto con un senso di estraneità e di disperazione.
Mi sento di indossare maschere, mi sento che la vera me è da qualche parte ma nessuno conosce.

lo so benissimo che non potete rispondere in nessun modo salvifico, anzi qui siamo sulla stessa barca e le risposte si alternano tra "crocerossismo" e "cinismo"
ovviamente le se risposte non le ho io che sono io e sta roba riguarda me, come posso pretendere che le sappiano gli altri tipo sconosciuti che mi leggono per la prima volta?!

non so cosa chiedere se un aiuto cioè se qualcuno di voi ci è già passato o se sapete indirizzarmi verso una scuola o una disciplina terapeutica che è stata per voi efficace.
in tanto grazie se qualcuno ha letto, ed è arrivato fino qui

MezzaVita

Giovane Amico

Posts: 184

Activitypoints: 486

Date of registration: Mar 11th 2014

  • Send private message

19

Tuesday, November 27th 2018, 11:23pm

Ciao _Bianca_.

Dieci anni fa stavo come te. So che in questo momento fai una fatica mostruosa a concentrarti su qualunque cosa, ma posso dirti due cose. La prima è che se ne esce e tu riprenderai a sorridere a te stessa. La seconda è che se c'è dentro te una minima scintilla di rabbia per il modo manipolatorio in cui lui ti ha trattata è il momento di innescarla e lasciare che divampi. Usala per mantenere il distacco, per desiderare fortemente di non volerlo più nella tua vita, per desiderare fortemente di stare bene, serena, senza più mancanza di fame e sonno per una persona tossica.

Continua ad andare in psicoterapia e a tenere la mente occupata. Resisti. Se ne esce.

_Bianca_

Unregistered

20

Tuesday, November 27th 2018, 11:47pm

Grazie MezzaVita
Ma tu quanto tempo c hai messo?
Ti hanno o qualche situazione di ha aiutato?

È ora stai bene sul serio?
Sei in una relazione nuova, sei da sola/o?
In questo momento che non riesco a ricordami l ultimo pasto completo di certo non ci penso minimamente a cercare e trovarmi una relazione schiaccia chiodo. Anzi sono proprio prima di quella voglia, non ho nemmeno più desiderio sessuale.
Ovviamente sto solo male e mentalmente ossessionata dal passato e spaventata del futuro.
Perché ora sono sulla soglia e mi sembra orribile.
Persare al rischio di riperdermi negli abissi di qualcun'altro mi terrorizza al punto che rinuncio ad ogni contatto con l altro sesso.

Sei un po' più sereno/a ora, dammi una storia di speranza
Giuro che se accade che riesco ad uscirne ci vorranno anni ma torno a raccontarlo giuro

MezzaVita

Giovane Amico

Posts: 184

Activitypoints: 486

Date of registration: Mar 11th 2014

  • Send private message

21

Wednesday, November 28th 2018, 4:20pm

_Bianca_, tira un sospirone di sollievo.

A me i sintomi dell'astinenza ci misero un mesetto a passare. Persi circa 12 chili, tremavo, mi ricordo che per camminare dovevo appoggiarmi ai muri. Mi sentivo svuotata, senza futuro e senza niente. Alla fine, dopo un mese circa, lui si rifece vivo, dicendomi che era deluso dal mio comportamento, perché non l'avevo cercato, bla bla bla. Chiacchiere da narcisista. Dopo un mese di disassuefazione da lui finalmente mi montò una rabbia sana, gli dissi di non cercarmi più e uscii di casa.

Da lì fu più semplice. Mi mancava avere qualcuno con cui condividere le cose belle, ma non mi mancava lui, riuscivo a fare lucidamente la differenza. Mi cercai una psicologa, e feci tre anni di psicoterapia, che in alcune cose mi aiutò, principalmente a recuperare i tratti della mia personalità che avevo calpestato per sottostare alle manipolazioni. Non presi farmaci, anche se ripensandoci avrei dovuto, forse ne sarei uscita prima. Ma ne sono uscita.

Ho iniziato meno di un anno dopo una relazione con un'altra persona. Inizialmente non fu tutto rose e fiori, perché lui aveva cose che a tratti mi ricordavano il mio ex (aveva problemi per i fatti suoi, ma non rientrava nei criteri DSM del narcisismo patologico). Fu difficile per me perché a volte rientravo nei vecchi schemi, ma alla fine sono cresciuta tanto con questa persona, e questa persona è cresciuta con me. Tutto sommato è stata una relazione molto più sana della precedente, conclusasi dopo 9 anni proprio in questi giorni. Ma la mia Dignità è integra, non mi sento calpestata, anzi, provo affetto per questa persona, lui per me, e ci siamo lasciati pacificamente e con rispetto. Se adesso dovessi darti un consiglio in base alla mia esperienza, ti direi di non forzarti in un improbabile "chiodo scaccia chiodo", che non scaccia un bel niente. Esci con qualcuno solo se ti piace veramente, e se ne senti davvero il bisogno, non forzarti a provare desideri che ora comprensibilmente non hai.

So che ora non ti sembra, ma la vita continua, starai meglio. Resisti, davvero, devi solo resistere. Se stai malissimo ti consiglio di cercare un gruppo CoDA e partecipare a qualche riunione, io all'epoca non li conoscevo, ma mi sarebbe piaciuto che qualcuno me li avesse suggeriti. Ci sono persone lì che hanno storie simili alla tua, sarà di conforto per te sentire dalla loro viva voce che si torna a vivere.

Lavora su te stessa, amati, sii forte. :friends:

_Bianca_

Unregistered

22

Thursday, November 29th 2018, 10:43am

Grazie mille per avermi raccontato la tua storia.
Penso anch io che è difficile uscirne del tutto.
Nel senso che ci vogliono tantissimi anni.

In realtà tempo fa avevo avuto una storia con un altro uomo abusante in realtà era un po' diverso dallo psicotico ma cmq manipolatore e narcisista. E a fatica ne ero uscita da sola.
Dopo di lui avevo avuto una storia normalissima.
Quindi quando ho conosciuto questo di cui parlo pensavo di esser come dire "pulita" guarita, e invece no.
Lentamente mi son ritrovata in una condizione e posizione anche peggiore delle precedente.
Sì seguo il tuo consiglio. Resisto, evito relazioni, e penso a guarirmi.
Grazie ancora

_Bianca_

Unregistered

23

Monday, December 3rd 2018, 11:06am

Non ce la faccio più.
Non riesco ad uscirne oggi è il 13°giorno che non lo vedo.
Ancora sonno e fame scarsa.

Mi son iscritta in palestra e sabati e domeniche mi son messa impegni per non pensarci (volontariato in un associazione).
sto facendo tutto da manuale ma non riesco a trovare una pace.

so che è l'unica strada, la sola.
Lui non mi scrive, non mi contatta.
per lui non provando assolutamente nulla è più facile, molto probabilmente ha trovato una sostituta che gli regala nutrimento narcisistico

Vorrei sentirlo per telefono, secondo voi è super un errore?
infondo è solo una telefonata per
1) ascoltare sentire che effetto mi fa'
2) sentire che tipo di strategia adotta (vittimistica, arrogante, supplicante, indifferenza, rabbia)
3) parlare del passato e cercare di chiudere serenamente una relazione fatta di momenti di altissima felicità e fortissima tristezza e dolore.

che ne dite?

MezzaVita

Giovane Amico

Posts: 184

Activitypoints: 486

Date of registration: Mar 11th 2014

  • Send private message

24

Monday, December 3rd 2018, 12:43pm

Vorrei sentirlo per telefono, secondo voi è super un errore?
Te lo dico senza mezzi termini: sì, lo è.

Poi puoi provare a cercarti tutte le giustificazioni che vuoi, ma come ben sai, così ricaschi nella dipendenza. Che effetto vuoi che ti faccia, se non una scarica dopaminergica per farti stare meglio? Che ti importa di che strategia adotterebbe se tanto sai che è una forma di manipolazione? Come speri di provare a chiudere serenamente una storia del genere?

Arrivata a questo punto, io lascerei perdere. Piuttosto chiedi un aiuto professionale se proprio non dormi e non mangi.

Scusa la brutalità, ma ci sono passata anch'io, e so come lo sai tu che non c'è modo di tagliare un rapporto del genere senza soffrirne, ma è necessario.
Un rapporto sano non finisce così, con una persona che sta come stai tu ora.

_Bianca_

Unregistered

25

Monday, December 3rd 2018, 1:05pm

grazie
mi hai salvata da una crisi e conseguente errore.

Psycho Mantis

Utente Attivo

  • "Psycho Mantis" is female

Posts: 389

Activitypoints: 283

Date of registration: Apr 30th 2013

  • Send private message

26

Monday, December 3rd 2018, 11:50pm

Non chiamarlo. Non cascarci. Segui la psicologa e continua a fare. Fai. Poco poco, ogni giorno, è meglio di nulla o di fare qualcosa di controproducente. Nel tempo i risultati ci sono. Quanto ti capisco su certe cose.

We live in the moment. That's our only purpose.


Similar threads