Homepage di Nienteansia.it
Switch to english language  Passa alla lingua italiana  

You are not logged in.


31

Thursday, August 24th 2017, 2:55am

Grazie, probabile che il problema sia proprio l'haldol. E come potrei trovare un avvocato che si intende di ASL e/o psicofarmaci? Dove potrei chiedere? In tribunale? Ci sono dei canali di ricerca mirati per cercare gli avvocati? Se, sì, dove? Google? E c'è qualche patrocinio gratuito, per disoccupati con nessun reddito, che copre le spese per i consulti legali?

Faccio prima a smettere di prendere farmaci, perché prenderli a vita non è una soluzione ma un ripiego temporaneo, nè cambiare l'haldol con un altro, poiché non è detto che funzioni meglio. Ero già stato 7-8 mesi senza farmaci nel 2013.

Comunque no, non ho problemi nè di riflessì, nè di percezione visiva e uditiva o di coordinazione, mi ritengo perfettamente nella norma.

giandeg

Utente Fedele

Posts: 386

Activitypoints: 1,369

Date of registration: Jul 26th 2014

  • Send private message

32

Thursday, August 24th 2017, 12:56pm

Per il gratuito patrocinio, informati presso il tribunale. Ma ho paura che viene considerato il reddito di tuo padre. Sei a carico

33

Thursday, August 24th 2017, 2:16pm

Grazie, probabile che il problema sia proprio l'haldol. E come potrei trovare un avvocato che si intende di ASL e/o psicofarmaci? Dove potrei chiedere? In tribunale? Ci sono dei canali di ricerca mirati per cercare gli avvocati? Se, sì, dove? Google? E c'è qualche patrocinio gratuito, per disoccupati con nessun reddito, che copre le spese per i consulti legali?


Puoi informarti su avvocati specializzati nel campo dei diritti del cittadino, oppure se sei disoccupato chiedere un gratuito patrocinio presso il tribunale. Esistono anche avv. che lavorano nell'ambito dei diritti umani e per associazioni che si battono per i diritti dei pazienti psichiatrici, ma li si finisce in campo molto ampio che ora non mi va' di approfondire qui.

Per quanto riguardo i farmaci ti do pienamente ragione, non vorrei mai stare a vita su quel tipo di farma, ma li devi chiedere al tuo medico e farti seguire bene nella fase di dismissione, sono farmaci che vanno scalati molto gradualmente sotto controllo medico, e mai smessi di botto.
No one knows a prescription drug’s side effects like the person taking it.

Make your voice heard.

Sienne

Utente Avanzato

  • "Sienne" is female

Posts: 730

Activitypoints: 1,918

Date of registration: Aug 21st 2017

  • Send private message

34

Thursday, August 24th 2017, 7:08pm

Ti preoccupi troppo di quello che gli altri possono pensare vedendoti rinnovare la patente ogni anno, fossi in te penserei a stare bene e non a quello che pensa la gente.
Chi usa psicofarmaci ha un problema, inutile negarlo, ma questo non vuol dire che si debba provare vergogna, la vergogna si dovrebbe provare solo quando si fa consciamente del male al prossimo.
Per il resto vai avanti a testa alta.

35

Monday, August 28th 2017, 4:30pm

Grazie, proverò ad informarmi, da come ho letto nei mesi scorsi per avere patrocinio gratuito dovrebbe fare fede il reddito familiare, per cui se un figlio disoccupato vive con il padre non è a reddito zero, perché fa fede quello familiare (insomma, altra fregatura all'italiana). Ma andare in tribunale a chiedere all'ingresso non mi costa nulla.

Avvocati specializzati cosa intendi? Specializzati in qualche campo? In quel senso?

Ma l'haldol è così forte? E' così deleterio? Non mi ha mai creato problemi e mi stupisco di come sia considerato pericoloso per chi si deve mettere alla guida... cacchio, sembra che io assuma droga o del veleno...

36

Tuesday, August 29th 2017, 11:51am



Avvocati specializzati cosa intendi? Specializzati in qualche campo? In quel senso?

Ma l'haldol è così forte? E' così deleterio? Non mi ha mai creato problemi e mi stupisco di come sia considerato pericoloso per chi si deve mettere alla guida... cacchio, sembra che io assuma droga o del veleno...


Missam google is your friend. Ti ho dato tutte le informazioni che con una ricerca di appena 3 minuti, ti avrebbero consentito di trovare tutto quello che mi stai di nuovo chiedendo. Te l'ho detto non mi va di fare nomi di associazioni specifiche o avvocati qui. Cerca associazioni che si battano contro gli abusi e le violenze psichiatriche, o ass. dei cittadini per i diritti umani. Naturalmente li ci sono avv. ferrati nella materia, che offrono un servizio specifico e generalmente vogliono essere pagati, ma di solito per delle informazioni non chiedono nulla. Se sei disoccupato chiedi il gratuito patrocinio in tribunale e via.

Gli effetti collaterali che può in alcuni casi dare l'aloperidolo sono ben noti a tutti, essendo un antipsicotico tipico di vecchia generazione, il secondo immesso nel commercio dopo la clopromazina, vanno dai tremori ai problemi di coordinazione. Il fatto che tu non presenti tali effetti collaterali dipende naturalmente dalla risposta individuale del paziente alla terapia farmacologica, comunque durante il rinnovo della patante generalmente si tiene conto di ciò.

Devo dare ragione ad un mio amico quando dice che ai 30/40enni andrebbe tolto internet, perchè tanto non lo sapete usare, xD. :D
No one knows a prescription drug’s side effects like the person taking it.

Make your voice heard.

This post has been edited 2 times, last edit by "Adam Weasel" (Aug 29th 2017, 12:02pm)


37

Saturday, September 2nd 2017, 10:14pm

Devo dare ragione ad un mio amico quando dice che ai 30/40enni andrebbe tolto internet, perchè tanto non lo sapete usare, xD.


Lo so usare internet e bene, trovo tutto quello che mi interessa. :D Semplicemente non è che abbia voglia di cercare gli effetti collaterali dell'haldol, per gli avvocati ho semplicemente usato la funzione di creare una nuova discussione e chiedere il parere Vostro. Perché altrimenti, se il ragionamento è "su internet c'è già tutto", tanto vale che si chieda una cosa o ci siano forum come questo, tanto se c'è già tutto altrove basta cercare. E tutto comunque non c'è...

Uso pure la LTSB di Windows 10, una versione che pochi conoscono e quasi nessuno usa. E' ovvio che so cercare, sennò non avrei mai scoperto che è possibile usarla lo stesso senza attivatori e null'altro! Anzi, è la versione che consiglio, a discapito della Pro. La versione Home è pura spazzatura. :D

Comunque quest'inverno mi informo. Volevo solo sondare il terreno, chiedendo, appunto (vedi ragionamento sopra). Grazie di nuovo.

DaliaBlu

Giovane Amico

  • "DaliaBlu" is female

Posts: 129

Activitypoints: 426

Date of registration: Jul 28th 2017

  • Send private message

38

Tuesday, September 5th 2017, 10:03am

Comunque temo che il problema agli occhi della Asl e della motorizzazione non siano solo i farmaci, ma la stessa diagnosi aka (secondo loro) chi ha la diagnosi di malattia mentale è un soggetto potenzialmente più pericoloso degli altri per sé e per gli altri. Su quanto questo sia vero e per chi sia vero è a parer mio abbastanza discutibile.
Inoltre non ho una neppure una conoscenza legale e dell'argomento così vasta da poter affermare quanto espresso sopra con certezza, ma è un'idea che ho maturato in seguito a delle impressioni e letture.
Quindi in un certo senso se tu hai la diagnosi i farmaci li devi prendere se vuoi la patente, perché tengono a bada i sintomi potenzialmente pericolosi della malattia diagnosticata.
Allo stesso tempo i farmaci comportano degli effetti collaterali e anche quelli vanno tenuti sotto controllo.

This post has been edited 2 times, last edit by "DaliaBlu" (Sep 5th 2017, 10:23am)


39

Tuesday, September 12th 2017, 9:42am

Comunque temo che il problema agli occhi della Asl e della motorizzazione non siano solo i farmaci, ma la stessa diagnosi aka (secondo loro) chi ha la diagnosi di malattia mentale è un soggetto potenzialmente più pericoloso degli altri per sé e per gli altri. Su quanto questo sia vero e per chi sia vero è a parer mio abbastanza discutibile.
Inoltre non ho una neppure una conoscenza legale e dell'argomento così vasta da poter affermare quanto espresso sopra con certezza, ma è un'idea che ho maturato in seguito a delle impressioni e letture.
Quindi in un certo senso se tu hai la diagnosi i farmaci li devi prendere se vuoi la patente, perché tengono a bada i sintomi potenzialmente pericolosi della malattia diagnosticata.
Allo stesso tempo i farmaci comportano degli effetti collaterali e anche quelli vanno tenuti sotto controllo.



Ti proporrei di chiedere "lumi" a un sindacato per disabili.
Ti iscrivi e ti tutelano anche e sopratutto legalmente.
*Andrebbero chiarite diverse cose: rinnovo se può essere mutato in almeno 2 anni,capire cosa incide in questa situazione (Diagnosi e psicofarmaci e quali) e/o solo psicofarmaci.
Presumo la seconda,altrimenti non guiderebbe nessuno o quasi: sostanze psicoattive le assumono in stragrande maggioranza tante persone.
Se hanno deciso per 1 solo anno contano sia la relazione psichiatrica oltreche i farmaci assunti.
Cioè: ha una doppia valenza.
1)I farmaci possono essere sia cambiati che eliminati dalla%o specialista.
Il quale relazionerà in tal senso.
Non è detto che tu li debba assumere per sempre e che siano gli stessi identici: di solito dopo tot tempo si dovrebbero cambiare (questo lo decide solo la/lo specialista)
2)La relazione della/o psichiatra che inquadra il tuo caso specifico.

Entrambe possono essere mutate se gli specialisti valutano che ciò possa avvenire.

Tempo fa ritenevo due anni il termine di durata: poi ho scoperto possa essere inferiore.

da un punto di vista meramente pragmatico è un costo notevolissimo.
Economico
Psicologico
Sociale.

Inutile dire che non lo sia.

La mia l'ho rinnovata per dieci anni.
Ma non assumo nulla.
E se guido nulla di nulla: perchè si tende a usare la mano pesante per chi assume psicofarmaci cui lo specialista è tenuto per legge a dichiararli, e non si utilizza lo stesso "metro di giudizio per gli assuntori di sostanze di cui nessuno sa, ma che ne facciano uso randomicamente e ovviamente senza dirlo ad alcunchi.
Immaginiamoci chi utilizza alcoolici e guidi nel dopo cena.
Se questi in funzione dei suoi parametri(personali) variano o superano le specifiche di legge, non è certo un guidatore sicuro (anzi).
O son in tantissime le persone che assumono altro: in altro intendo qualunque cosa, e qualunque farmaco,anche quello considerato il più "innocente" e che alteri le percezioni alla guida o dia sonnolenza.

*Non si può essere mai lucidi alla guida quando si assumono sostanze (qui allargo il discorso).
Inutile asserire il contrario perchè non sarebbe reale.
Quali? In questo la legge è molto "farlocca".

Punisce chi dichiara,chi viene come nel tuo caso dovutamente inserito nei protocolli di terapia, e non include (acclude) altri soggetti(?)...

Guidando da ormai dieci anni di persone tanto sobrie non ne percepisco poi cosi tante!
La libertà è la possibilità di dubitare, la possibilità di sbagliare, la possibilità di cercare, di esperimentare, di dire no a una qualsiasi autorità, letteraria artistica filosofica religiosa sociale, e anche politica.
(Ignazio Silone)

40

Thursday, September 14th 2017, 10:00pm

Effettivamente in Italia la legge punisce più gli onesti che i delinquenti, qua a fare le cose fatte in regola si ha solo da perdere, un po' come dichiarare tutto al fisco, poi chi evade la fa sempre franca e magari ha anche agevolazione fiscale perché risulta povero e nullatenente... stesso discorso. Grazie per queste aggiunte, me le appunto e mi informerò. L'unica cosa che mi rende perplesso è il termine "disabili". Preferisco piuttosto smettere completamente con i farmaci, che iscrivermi a enti per disabili. Visto che non lo sono, nè mi sento tale, nè voglio essere trattato da disabile... e confermo di non avere alcun problema di riflessi, nè coordinazione. Se il problema è la legge, che tratta nello stesso modo chi prende psicofarmaci - a prescindere da quali essi siano - bisognerebbe cambiarla, e valutare i singoli casi. Una visita seria farebbe così. Ma quella che ho fatto non lo è.

Comunque sì, quelli che hai citato hanno di sicuro il rinnovo decennale.

Grazie ancora per l'aiuto. :thumbup:

Quoted

Allo stesso tempo i farmaci comportano degli effetti collaterali e anche quelli vanno tenuti sotto controllo.


Nel mio caso nessuno, il punto è proprio questo. Vivo benissimo ed è come se non ne assumessi. Da qua il nocciolo della discussione. E materia legale per il ricorso.

This post has been edited 1 times, last edit by "misamm" (Sep 14th 2017, 10:08pm)


41

Friday, September 15th 2017, 12:16am

Il consiglio sul Sindacato disabili era per evitarti quelli classici.

Cioè megafile .

Per il resto scusa: non ti considero un disabile

Non so nemmeno perchè ti è stato prescritto il farmaco che dovrebbe appartenere alla categoria degli antipsicotici: ma anche per questa definizione, se chi te lo ha prescritto varia secondo le sue conoscenze mediche il dosaggio, magari si tratta solo la componente ansiosa in te e null'altro.

Si: in Italia le leggi vengono interpretate e applicate spesso non bene.

La legge è giusta, però se la si aggira nessuno in effettivo controlla se non in caso di incidente ad esempio e li risultano le sostanze assunte.

Sugli effetti collaterali non li percepisci, alcuni son molto difficili da percepire autonomamente.

Interferiscono col grado di attenzione e sicuramente coi riflessi : ma di chiunque.

(Prego :) )
La libertà è la possibilità di dubitare, la possibilità di sbagliare, la possibilità di cercare, di esperimentare, di dire no a una qualsiasi autorità, letteraria artistica filosofica religiosa sociale, e anche politica.
(Ignazio Silone)

empty

Giovane Amico

  • "empty" is male

Posts: 285

Activitypoints: 875

Date of registration: Feb 9th 2009

  • Send private message

42

Wednesday, September 20th 2017, 1:37pm

Mi sembra una normativa abbastanza fumosa, salvo che il problema "mentale" sia considerato il principale e i medicinali solo la conseguenza, perchè in caso di incidente se vengono fatti test sono per l'alcol e le sostanze stupefacenti, gli antipsicotici possono dare esito positivo ?

  • "Rivoluzione delle specie" has been banned

Posts: 218

Activitypoints: 815

Date of registration: Nov 18th 2016

  • Send private message

43

Sunday, September 24th 2017, 9:34pm

Rinnovare

Purtroppo se la frittata è stata fatta prima ora sei costretto a fare così, o meglio:

in genere per farmaci che a te non creano problemi potevi stare zitto e non dire niente a loro, per privacy essendo dati sensibili non posson osapere come sei messo

se la vuoi è ogni anno, mi sono letto la legge, io devo rinnovarla ogni 2 anni per problemi visivi e li non ci scappo, o vedo o niente.

la legge è sbagliata, questo si sa, danno la patente a gente di 80 anni che non cammina e fran pò cadono lì per terra e non la danno a chi ha problemi non capiti

44

Wednesday, September 27th 2017, 10:50pm

Purtroppo se la frittata è stata fatta prima ora sei costretto a fare così, o meglio:

in genere per farmaci che a te non creano problemi potevi stare zitto e non dire niente a loro, per privacy essendo dati sensibili non posson osapere come sei messo

se la vuoi è ogni anno, mi sono letto la legge, io devo rinnovarla ogni 2 anni per problemi visivi e li non ci scappo, o vedo o niente.

la legge è sbagliata, questo si sa, danno la patente a gente di 80 anni che non cammina e fran pò cadono lì per terra e non la danno a chi ha problemi non capiti

"In genere per farmaci che a te non creano problemi potevi stare zitto e non dire niente a loro, per privacy essendo dati sensibili non posson osapere come sei messo"

Non conoscendo la legge in questione prendo atto della tua specificazione.

Quindi esiste una sorta di privacy per dato sensibile in taluni specifici casi?
Se non ho capito male.
La legge lo prevede quindi.
Pensavo che fosse in contrasto con la genesi della legge stessa fondamentalmente : non ho privacy se assumo sostanze poichè chi le prescrive le dichiara e rientra in un database consulatbile.
Oltre all'onestà di alcuni come in questo caso che lo dichiarano essi stessi.

Da un punto di vista personale penso che qualunque sostanza assunta crei effetti collaterali, alcune non sono nemmeno menzionate e son sostanze di uso comune (non mi riferisco a psicofarmaci o all'acool, ma ad altre sostanze), che magari provocano sonnolenza e le si assume con facilità e nemmeno consciamente.
Quindi: nella legge andrebbero per davvero inserite tutte le sostanze potenzialmente problematiche,se già non lo sono, ma ne dubito perchè guiderebbero davvero in pochi e ci sarebbero rinnovi brevissimi .

Da esito positivo quello che si ricerca nelle analisi: in qualche modo credo si arriverebbe indirettamente alla sostanza assunta.
La libertà è la possibilità di dubitare, la possibilità di sbagliare, la possibilità di cercare, di esperimentare, di dire no a una qualsiasi autorità, letteraria artistica filosofica religiosa sociale, e anche politica.
(Ignazio Silone)

45

Thursday, September 28th 2017, 1:52am

Purtroppo i farmaci li ha voluti obbligatoriamente dichiarare il mio medico di base, quando mi fece l'anamnestico - lo scorso anno - per iscrivermi a scuola guida. Io personalmente non ho proprio avuto modo di non dichiararli. Se mi fossi rifiutato di dichiararli, avrei dovuto rinunciare all'anamnestico (e quindi rimandare di x mesi l'iscrizione a scuola guida), o per assurdo cambiare medico di base in quattro e quattr'otto (sperando che un altro non li dichiarasse, i farmaci, ovvio).

Grazie ancora per i consigli, proverò a chiedere presso qualche sindacato della mia città, come mi ha anche detto un ragazzo poco più grande di me che lavora in uno studio legale. La UIL mi aveva detto. A Febbraio/Marzo mi informo. Proverò anche a chiedere direttamente negli uffici della Regione Piemonte. :thumbup: