La Vegetoterapia di Wilhelm Reich

Il corpo umano non è un insieme di parti meccanicamente collegate, ma un organismo energetico il cui movimento vitale si compendia in due tempi :
“contrazione ed espansione”.
Se il movimento espansivo viene “bloccato” nella sua espressione somatica (per cause diverse),l’individuo si “corazza” sia a livello psicoaffettivo (carattere), sia a livello corporeo (sistemi neurovegetativo e muscolare). Questi irrigidimenti se protratti nel tempo tendono a cronicizzarsi e possono provocare l’insorgere di disturbi psicoemotivi (ansia, angoscia, depressione, nevrosi, ecc…) accompagnati spesso da sintomi psicosomatici (insonnia, astenia, cefalea, problemi digestivi…) quando non addirittura da patologie d’organo (ulcera da stress, rettocolite ulcerosa, dermatiti, allergie, predisposizione a malattie neoplastiche…). Attraverso una lunga esperienza e ricerca clinica, il Dr. Wilhelm Reich ( già allievo diretto di S. Freud), sviluppò la “Vegetoterapia”, una metodologia psico-corporea capace di intervenire sui sistemi muscolare e neurovegetativo, espressioni più dirette della vita emotivo-affettiva . Integrando i lavori pionieristici del Dr. Reich con alcune tecniche di respirazione e rilassamento Orientali è possibile sbloccare i livelli corporei disfunzionali, ripristinando il naturale flusso energetico dell’organismo, condizione indispensabile al mantenimento di un giusto equilibrio psicofisico.

3 commenti su “La Vegetoterapia di Wilhelm Reich”

  1. nardelli fabio

    lei è confusa e si pone molti interrogativi?? la vegetoterapia ( come tutte le psicoterapie …) prevede un percorso ben preciso, e spero che lei lo abbia effettuato per intero e non abbia interrotto troppo presto l’analisi….che comunque puo sempre riprendere se ne sente il bisogno…spero di esserle stato utile

  2. ester baruffo

    ho avuto un eperienza con un terapeuta di questa dottrina, mi ha in parte sbloccata ma ora sono tanti gli interrogativi che non mi ero mai posta e che ora mi ritrovo a chiedermi. mi sento un po nella fase infantile dei perche … chi sono e perche …..ecc lui mi parlava molto dell odio che ognuno di noi ha ma che è l odio che abbiamo sempre nutrito per la prppria madre e che dobbiamo perdonarci e perdonare…

I commenti sono chiusi.