1 commento su “Il divano proibito – Riflessioni in difesa della professione dello psicoterapeuta e sessuologo”

  1. Maria Antonietta

    Ho lottato per quasi 20 anni, per far capire ad uno psicoterapeuta, il danno procurato dall\\\’evoluzione di un nostro rapporto di analisi in relazione amorosa. Credo profondamente in un buon lavoro psicoterapeutico che permetta di conoscere le parti piu\\\’ recondite dell\\\’animo umano,ma devo dire che la mia esperienza e\\\’ stata devastante e devo ancora riacquisire quella fiducia che mi permetterebbe ancora di sperimentare. Le considerazioni che Lei fa nel Suo commento sono la fotocopia di cio\\\’ che Io ho asserito per anni con lo psicoterapeuta in questione,perche\\\’ mi sembrava impossibile che un professionista,(in questo caso iscrito all\\\’albo)abbia potuto avere un simile comportamento,proprio nell’affrontare e nel risolvere nel migliore dei modi il male procurato.Oggi sono comunque felice di aver potuto leggere per puro caso questa pagina da Lei esposta con maestria e da questo mi sento come un po\\\’ riscattata da un vissuto cosi\\\’ doloroso .Grazie M. Antonietta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.