Homepage di Nienteansia.it

Switch to english language  Passa alla lingua italiana  

[Citazione del momento]

Archivio Autore

Velocità mentale in Grafologia

category Grafologia 12 Dicembre 2008 | |
0 votes, average: 0,00 out of 50 votes, average: 0,00 out of 50 votes, average: 0,00 out of 50 votes, average: 0,00 out of 50 votes, average: 0,00 out of 5 (voti: 0 , media: 0,00 su 5)
Devi effettuare il login per votare.
Loading...

Oggi vediamo come scoprire dalla scrittura se una è persona sveglia, cioè se ha un alto livello di “velocità mentale”.

Per livello di “velocità mentale” qui intendiamo il livello di “intelligenza funzionale”, cioè quella caratteristica che determina se una persona è capace di usare il proprio intelletto e se si comporta in modo intelligente.

Quindi questo non è un test di intelligenza.

_

Collegamenti e interruzioni efficienti

Abbiamo già visto che l’atto di scrivere segue la cosiddetta “legge di praticità” (unione di velocità + chiarezza), necessaria per economizzare sia lo sforzo che il tempo per “stare dietro” al pensiero che corre più velocemente del gesto grafico.

Quindi tanto più il nostro gesto grafico sarà veloce tanto più lo sarà anche il nostro pensiero.

Per velocizzare il gesto grafico usiamo inconsciamente degli accorgimenti come ad esempio collegamenti e interruzioni efficienti tra le lettere.
Facciamo degli esempi. Per cominciare vediamo i collegamenti tra le lettere:

( Continua … )

Michele Di Lena

category Gli autori 11 Dicembre 2008 | |
0 votes, average: 0,00 out of 50 votes, average: 0,00 out of 50 votes, average: 0,00 out of 50 votes, average: 0,00 out of 50 votes, average: 0,00 out of 5 (voti: 0 , media: 0,00 su 5)
Devi effettuare il login per votare.
Loading...

Presentazione personale:

Sono uno studioso di comunicazione e appassionato di miglioramento personale, anche se nasco come informatico. Il mio interesse per la comunicazione e per il miglioramento personale nasce diversi anni fa, quando mi sono trasferito a Milano subito dopo la laurea in Informatica.
Ho studiato e applicato la PNL, la Psicocibernetica e il Metodo Silva.
Sono anche un studioso di linguaggio del corpo, che ho approfondito con un corso (http://www.linguaggiodelcorpo.it/corso_linguaggio_del_corpo/,
docente Dott. Marco Pacori) ed esperimenti sul campo.

Da qualche anno i miei studi sono focalizzati sullo studio della Grafologia, che ritengo uno degli strumenti più idonei per approfondire lo studio della personalità e per capire i limiti e le potenzialità individuali.
Il mio entusiasmo per la materia mi ha spinto a scrivere un ebook sulla Grafologia di stampo divulgativo ma rigoroso nel quale, attraverso un percorso formativo di 7 giorni, è possibile apprendere i fondamenti di questa affascinante e controversa disciplina.

L’ebook è in vendita al seguente indirizzo:
http://www.migliortestesso.com/Il-Codice-della-Personalita/

Introduzione alla Grafologia

category Grafologia 16 Luglio 2008 | |
0 votes, average: 0,00 out of 50 votes, average: 0,00 out of 50 votes, average: 0,00 out of 50 votes, average: 0,00 out of 50 votes, average: 0,00 out of 5 (voti: 0 , media: 0,00 su 5)
Devi effettuare il login per votare.
Loading...

La Grafologia (e la sua evoluzione detta Psicologia della scrittura) è una scienza statistica e sperimentale che studia il gesto grafico per stabilire il rapporto tra grafia e personalità dello scrivente. Viene utilizzata per cogliere ed evidenziare le potenzialità, le attitudini e la personalità di un individuo attraverso l’analisi della sua scrittura.

In Grafologia tutto o quasi ha un significato. Ad esempio il “foglio” rappresenta l’ambiente, cioè sia ciò che ci circonda, il contesto dove viviamo, sia le persone che abbiamo intorno. Quindi a seconda di come “usiamo” il foglio possiamo capire molte cose su come ci rapportiamo con l’ambiente e con le persone.

Come regola generale, più scriviamo sul foglio più tendiamo ad esprimerci nell’ambiente, ad “usarlo”, di conseguenza negando (più o meno consapevolmente) agli altri di poter fare altrettanto.

Poiché la scrittura adottata dalla nostra cultura occidentale corre da sinistra (punto di partenza, ciò che siamo) verso destra (punto di arrivo, ciò che saremo) possiamo affermare che la parte sinistra del foglio simboleggia il passato, l’origine del corso delle nostre azioni, il rapporto con il passato e come percepiamo ora il senso di paternità, mentre la parte destra rappresenta l’ambiente che dobbiamo fronteggiare al momento attuale, cioè l’altro, il prossimo, l’interlocutore, il futuro. In sostanza il procedere nello scrivere simboleggia l’andare incontro all’ambiente e agli altri, andare verso il futuro. ( Continua … )