Homepage di Nienteansia.it

Switch to english language  Passa alla lingua italiana  

[Citazione del momento]
Viagra online

Archivio Autore

Perché c’è tanto odio nella nostra società

category Psicologia 6 Novembre 2014 | Stampa articolo |
1 vote, average: 5,00 out of 51 vote, average: 5,00 out of 51 vote, average: 5,00 out of 51 vote, average: 5,00 out of 51 vote, average: 5,00 out of 5 (voti: 1 , media: 5,00 su 5)
Devi effettuare il login per votare.
Loading ... Loading ...

Scrivo questo articolo perché sono una persona molto sensibile alle ingiustizie e alla cattiveria umana. Quando mi trovo davanti un individuo che giudica e disprezza qualcosa, qualcuno o intere categorie di persone senza una ragione fondata, mi metto automaticamente a pensare. La mia non è soltanto curiosità scientifica, ma anche -credo- un tentativo subconscio di trovare una giustificazione alla cattiveria apparentemente ingiustificata che mi trovo a dover affrontare. La cattiveria mi fa paura.

Credo sia umano cercare delle spiegazioni anche ai comportamenti più deleteri, e le conseguenze disastrose di tale pratica le vediamo chiaramente quando predono forma nel sistema giudiziario. Si arriva così a giustificare l’atto più immondo e non è raro che i criminali la facciano franca proprio a causa del giustificazionismo tipico della società italiana. L’assassino diventa un disperato che non aveva altra scelta che uccidere, il ladro è invece colui/colei che vive in condizioni di estremo disagio e che si trova obbligato a sottrarre qualcosa a qualcun altro per poter sopravvivere.

Ciò che accade in questi contesti è molto semplice: l’attenzione si sposta dal crimine al criminale. Così facendo esso non viene più inquadrato come un delinquente ma piuttosto come una persona dotata di pregi, difetti e sentimenti. Il problema di fondo è che la giustizia dovrebbe valutare il crimine e non la persona, perché diversamente diviene possibile trovare una giustificazione a qualsiasi tipo di reato.

1 – In equilibrio instabile fra egoismo e paura

Torniamo però al tema principale di questo articolo: l’odio. Tante persone vivono in una costante situazione di invidia verso il prossimo. Non sempre sono consapevoli di essere invidiose, anzi direi che spesso non lo sono. Ma da cosa deriva l’invidia? L’essere umano è fondamentalmente egoista, infatti il suo istinto di sopravvivenza lo spinge ad accaparrarsi tutto quanto a discapito del prossimo. Volendo essere precisi dovremmo però parlare di egocentrismo, che di fatto costituisce un’estremizzazione dell’egoismo. Nella sua accezione primaria egoismo significa semplicemente <<amore per se stessi>>.

( Continua … )

Nuovi disagi nella civiltà

category Atri argomenti 17 Marzo 2014 | Stampa articolo |
0 votes, average: 0,00 out of 50 votes, average: 0,00 out of 50 votes, average: 0,00 out of 50 votes, average: 0,00 out of 50 votes, average: 0,00 out of 5 (voti: 0 , media: 0,00 su 5)
Devi effettuare il login per votare.
Loading ... Loading ...

Quella che sembra una costante dei nostri travagliati tempi sarebbe un troppo frequente e ormai sistematico ricorso al paradigma dell’emergenza, sostenuto dalla necessità di tamponare una diffusa e generalizzata incapacità di risolvere il conflitto di fondo tra scienza, conoscenza e coscienza, da un lato, e dall’altro, potere, legittimazione, legalità e giustizia, che non sono affatto sinonimi. La complessità della situazione attuale non appare un filtro sufficiente a favorire i migliori e quelli indicati come tecnici, in certi frangenti, si rivelano per altro più incompetenti degli altri. È storia recente!

La tecnica sarebbe stata deputata a individuare i mezzi più razionali, senza minimamente occuparsi dei fini corrispondenti a determinati ideali, fin quando il parametro economico del benessere non ha spodestato “il buon governo” dalla politica. Con un deteriore aggiotaggio, l’organizzazione produttiva ha corrotto il mercato, riconfigurando accorciamento e accelerazione dei tempi in un ossimorico stato d’eccezione cronico.

L’urgenza che si respira non si rivela semplicemente come artefatto elusivo, ma affonderebbe le proprie radici nell’accelerazione che il progresso tecnologico avrebbe intrinsecamente imposto al meccanismo evolutivo. Lo sviluppo seguirebbe infatti un andamento esponenziale, imprimendo all’accelerazione una velocità proporzionale al proprio grado, per cui, a saturazione avvenuta, il ritmo potrebbe risultare, per noi poveri mortali, assolutamente insostenibile.

Conseguenza dell’accorciamento prodotto dall’accelerazione è l’impressionante e diffusa iperattività, quasi a sottile conferma del lacaniano, profetico “discorso del capitalista”.

In “Les passions tristes – Souffrance psychique et crise sociale” (2003), Miguel Benasayag e Gérard Schmit dimostrano come “il sentimento (quasi) permanente di insicurezza, di precarietà e di crisi” non si possa più far rientrare semplicisticamente nella dimensione psicopatologica, ma rispecchi fedelmente un (nuovo) disagio sociale. Troppo repentinamente vengono imposte, con malcelata minacciosa aggressività, decisioni, spesso vincolanti, le quali rendono le, sia pur comprensibili, esitazioni inaccettabili nel “qui e ora” che tende a nascondere una fatale immediatezza. Niente a che vedere, quindi, con l’ansia soggettiva dettata dall’incertezza o l’angoscia per il timore di un futuro ignoto.

( Continua … )

Marinella Cimarelli

category Gli autori 18 Aprile 2013 | Stampa articolo |
0 votes, average: 0,00 out of 50 votes, average: 0,00 out of 50 votes, average: 0,00 out of 50 votes, average: 0,00 out of 50 votes, average: 0,00 out of 5 (voti: 0 , media: 0,00 su 5)
Devi effettuare il login per votare.
Loading ... Loading ...

Assistente Sociale Specialista Ospedaliera Area Vasta 2 Jesi (AN)
Telefono: 0731/205554 ab.
Indirizzo e-mail : M_cimarelli [@] libero [.] it
Competenze in ambito Socio-sanitario Territoriale ed Ospedaliero
Sociologico con particolare riferimento al disagio socio-ambientale, familiare ed economico.
Psicologico secondo l’approccio Olistico e Cognitivo-comportamentale.
Biografico e Narrativo.
Tecniche del Conversazionalismo in Alzheimer.

( Continua … )

Alessandra Faino

category Gli autori 21 Settembre 2012 | Stampa articolo |
0 votes, average: 0,00 out of 50 votes, average: 0,00 out of 50 votes, average: 0,00 out of 50 votes, average: 0,00 out of 50 votes, average: 0,00 out of 5 (voti: 0 , media: 0,00 su 5)
Devi effettuare il login per votare.
Loading ... Loading ...
  1. psicologo (iscrizione albo psicologi regione sicilia 5292/sez.A), operatore di training autogeno, perito presso tribunale di siracusa
  2. https://www.facebook.com/studiofaino.psicologa
  3. COSA OFFRE IL SERVIZIO DI CONSULENZA PSICOLOGICA
    IL SERVIZIO DI CONSULENZA PSICOLOGICA si occupa di:

    – consulenza individuale e familiare
    – consulenza in qualità di consulente tecnico di parte per cause giudiziarie
    – diagnosi dei disturbi specifici dell’apprendimento
    – percorsi individuali e di gruppo di training autogeno (per affrontare ansia, depressione, aggressività, disturbi del comportamento, dipendenze ecc…) sia con adulti che con bambini
    – psicoprofilassi al parto (preparazione al parto con tecniche specifiche di respirazione)
    – consulenza in enti pubblici o privati (scuole, asili, aziende ecc)

( Continua … )

Mauro Di Nardo

category Gli autori 4 Giugno 2011 | Stampa articolo |
2 votes, average: 2,00 out of 52 votes, average: 2,00 out of 52 votes, average: 2,00 out of 52 votes, average: 2,00 out of 52 votes, average: 2,00 out of 5 (voti: 2 , media: 2,00 su 5)
Devi effettuare il login per votare.
Loading ... Loading ...

Psicologo, Counselor, Esperto in Tecniche di Rilassamento.
http://www.psicobrianza.com

Svolgo la professione di Psicologo – Counselor clinico con approccio cognitivo-comportamentale integrato.
Cerco di sostenere e sviluppare le potenzialità di persone sane che vivono un periodo di difficoltà nella loro vita, promuovendo in loro l’autonomia e promuovendo le risorse presenti nell’individuo.

Lo studio si occupa di:
– Consulenza psicologica clinica individuale o di coppia per problematiche legate ad ansia, attacchi di panico, depressione, fobie, disturbi psicosomatici, sessualità, problemi relazionali, autostima, lutti

– Corsi di formazione di gruppo e percorsi individuali relativi alla gestione efficace dello Stress, tecniche di rilassamento/benessere, Training Autogeno, Comunicazione, Training Assertivo, Psicologia dei gruppi, il Curriculum ed il colloquio di lavoro

– Colloqui di orientamento scolastico e lavorativo, bilancio di competenze, tutoring e counseling, scouting aziendale, inserimento lavorativo

Dott. Mauro Di Nardo
3294916665
dinardo [@] psicobrianza [.] com

Camilla Cristina Scalco

category Gli autori 2 Marzo 2009 | Stampa articolo |
0 votes, average: 0,00 out of 50 votes, average: 0,00 out of 50 votes, average: 0,00 out of 50 votes, average: 0,00 out of 50 votes, average: 0,00 out of 5 (voti: 0 , media: 0,00 su 5)
Devi effettuare il login per votare.
Loading ... Loading ...

Dottoranda presso la facoltà Di Scienze della  Formazione Primaria dell’Università degli Studi di Torino, dal 2004 collaboro con le cattedra di Psicologia Dinamica presso il Dipartimento di Psicologia di Torino.

Le mie pubblicazioni scientifiche sono inerenti la ricerca nell’area delle relazioni famigliari, e la psicologia dello sport.

Dal 2006 svolgo la professione di Psicologa Clinica, e presto servizio presso il Consultorio Famigliare dell’ASL 8 Nichelino (Torino).

Sono specializzanda in Psicoterapia Cognitiva (2009), e  la mia attività clinica è dedicata a pazienti adolescenti e adulti, in particolare nelle aree seguenti:

– disturbi del comportamento alimentare;

– disturbi d’ansia e attacchi di panico;

– difficoltà relazionali e famigliari;

– passaggio dall’adolescenza all’età adulta.

Contatto email: camilla_scalco [@] yahoo [.] it

tel 347 4102812