Inspiro spazio ed espiro libertà: Mindfulness

In “Un assaggio di mindfulness” della settimana scorsa il video ti spiega come sederti in un posto tranquillo con la schiena dritta e rilassata respirando profondamente, mantenendo l’attenzione al respiro e al corpo, ti porta a ottenere una sensazione di pace e serenità.
Nel video alcuni bambini con i loro modi spontanei e naturali di spiegare le cose ti illustrano cosa significa Mindfulness.

Questa settimana parliamo della Mindfulness definiamo cos’è, impariamo come funziona la nostra mente e quindi identifichiamo come utilizzare le tecniche di meditazione per imparare a gestirla.
Analizziamo dove viene applicata la Mindfullness e infine condividiamo alcuni esercizi pratici per iniziare a cambiare le nostre abitudini e dare il primo passo verso la felicità.

Che cos’è la Mindfullness?

Da dove ha origine questa millenaria disciplina che recentemente è tornata al centro dell’attenzione come uno strumento per raggiungere una vita piena e serena.

Mindfullness è un nuovo filone di ricerca della psicologia moderna che opera direttamente sulla coscienza e sulla presenza mentale. Insegna ad allenare la presenza, la consapevolezza e il ricordo di sé, la capacità di auto ascolto e l’auto osservazione in un’ottica meditativa.

La Mindfullness basa molte delle sue tecniche sul respiro essendo questo lo strumento primario per la guarigione, il risveglio e l’espansione della positività nella vita delle persone. La gran parte delle scuole che lavorano sulla meditazione e sulla presenza lo fanno attraverso tecniche di respirazione consapevole.

Con la Mindfullness impariamo a mantenere la consapevolezza del nostro corpo, delle emozioni e dei pensieri in ogni momento, accettandole, ossia osservando i nostri pensieri e le emozioni senza giudicarli e senza credere a priori che alcuni siano positivi e altri negativi, alcuni giusti e altri sbagliati.

Il concetto di Mindfulness prende forma attingendo dagli antichi insegnamenti del Buddismo (meditazione Vipassan?), dalle pratiche Zen e dalla millenaria conoscenza dello Yoga.

Grazie al lavoro del dottor John Kabt Zinn nel Medical School del Massachusetts nel 1979, prima nel continente americano e più di recente anche qui in Europa, si è divulgata questa antica ma sempre attuale pratica. Finalmente è stato riconosciuto grazie agli studi fatti in importanti università i grandi benefici che la Mindfulness apporta a livello fisico e psicologico nelle persone, integrando corpo, emozioni e mente.

Perché praticare la Mindfulness?

Sono stati fatti svariati studi che hanno dimostrato l’impatto positivo nelle persone, a livello fisicofisiologicosociale, della pratica della meditazione anche se praticata per poche settimane.

La pratica della Mindfulness apporta grandi benefici nel corpo, nella mente, nel cervello e nelle emozioni creando un cambio positivo nel comportamento di chi la pratica.

A livello fisico si è visto come migliora il sistema immunitario, aumentando le emozioni positive e riducendo i livelli di stress.

Nei soggetti che applicano la Mindfulness si è osservato un aumento della densità della materia grigia connessa con l’area dell’apprendimento, della memoria, dell’empatia e della regolazione delle emozioni, con un aumento della concentrazione e attenzione.

La Mindfulness ci porta a praticare la compassione e l’altruismo aiutando le persone ad essere più tolleranti e attente a se stesse, agli altri e all’ambiente. Coloro che hanno una pratica costante delle tecniche di meditazione e protraggono lo stato di consapevolezza e presenza il più a lungo possibile, migliorano notevolmente la qualità della vita a livello lavorativo e di relazioni con gli altri.

Negli Stati Uniti ci sono programmi che portano, con ottimi risultati, la Mindfulness nelle scuole, negli ospedali, nelle carceri, nelle caserme e nei centri per i veterani ottenendo la riduzione dei livelli di stress, di emozioni negative, di dolore e depressione e aumentando l’empatia, la compassione e la tolleranza. In Europa c’è più reticenza anche se non mancano le persone come il Dott. Giacconi che propongono le tecniche della Mindfulness da più di vent’anni, usando solo un nome diverso.

  • È un tema interessante, vero?
  • Ti sei mai chiesto per quanto tempo sei consapevole di te stesso e di ciò che fai durante la giornata?
  • Quanto tempo e spazio ti dedichi al giorno?
  • Ti ricordi cosa hai mangiato ieri a cena?
  • Queste domande ci fanno riflettere e fare il punto della situazione nella nostra vita.
  • Cambiare verso una vita di consapevolezza è possibile e dipende solo da te.
  • Sei pronto per fare il primo passo?