Homepage di Nienteansia.it
Switch to english language  Passa alla lingua italiana  
Newsletter di psicologia


archivio news

Non risulti loggato.


Gentile visitatore,
Benvenuto sul Forum di Psicologia di Nienteansia.it. Se questa è la tua prima visita, ti chiediamo di leggere la sezione Aiuto. Questa guida ti spiegherà il funzionamento del forum. Prima di poter utilizzare tutte le funzioni di questo software dovrai registrarti. Usa il form di registrazione per registrarti adesso, oppure visualizza maggiori informazioni sul processo di registrazione. Se sei già un utente registrato, allora dovrai solamente procedere con il login da qui.

dora

Forumista Incallito

  • "dora" è una donna
  • "dora" ha iniziato questa discussione

Posts: 4.750

Activity points: 15.244

Data di registrazione: domenica, 14 marzo 2010

Località: Zacatecas

Lavoro: Dama della Nuova Spagna

  • Invia messaggio privato

1

giovedì, 16 settembre 2010, 17:55

Nipotino di cinque anni e gelosia

Il figlio di mia cognata un vispo maschietto di cinque anni aspetta per dicembre una sorellina. Non accettta la cosa: è diventato terribile fuori controllo e aggressivo, pur vedendo la pancia della madre nega il fatto (la sorellina non esiste), dice che "i fratelli e le sorelle vanno buttati dalla finestra o nell'immondizia". Non ho avuto questo problema ho solo una figlia. Mi date qualche consiglio?

stellinatimida

Utente Attivo

  • "stellinatimida" è una donna

Posts: 83

Activity points: 319

Data di registrazione: martedì, 29 settembre 2009

  • Invia messaggio privato

2

giovedì, 16 settembre 2010, 22:11

Non ho bambini, ma ho visto come un bimbo (e anche ragazzi grandi) può diventare geloso...
Lo sto vedendo su un bimbo di 3 anni che ha avuto un fratellino.
Credo che la cosa migliore sia spiegargli con le parole ma soprattutto con i fatti che il piccolo non riceverà meno attenzioni per l'arrivo della sorellina, che tutti gli vogliono bene.
Bisogna non fare l'errore che fanno molti, che di punto in bianco tolgono la totale attenzione da un bambino e la riversano su un altro che all'improvviso diventa più carino.
Dovete continuare tutti a dare le stesse attenzioni di sempre al maschietto e farlo partecipare alle cure per la sorellina e non fare confronti (è più carina, più intelligente, ha cominciato a camminare prima...) tra i due. Ogni bimbo deve essere eccezionale per i genitori ed i parenti.
Ricorda che la gelosia è normale... Pensa che so di bambini che cercano lettalmente di far male o di sbarazzarsi dei fratellini appena arrivati.

Spero di essere stata utile e che i bimbi diventino bravi fratellini :)

dora

Forumista Incallito

  • "dora" è una donna
  • "dora" ha iniziato questa discussione

Posts: 4.750

Activity points: 15.244

Data di registrazione: domenica, 14 marzo 2010

Località: Zacatecas

Lavoro: Dama della Nuova Spagna

  • Invia messaggio privato

3

venerdì, 17 settembre 2010, 07:04

Grazie cara infatti mi sembra il comportamento più equilibrato, lo dirò alla mia giovane cognata! :)

4

venerdì, 17 settembre 2010, 07:31

[...]Pensa che so di bambini che cercano lettalmente di far male o di sbarazzarsi dei fratellini appena arrivati.

Spero di essere stata utile e che i bimbi diventino bravi fratellini :)


Da bambino quando è nato mio fratello,mi hanno detto che un giorno mi hanno trovato a soffocarlo con un cuscino,fortunatamente so arrivati in tempo. :D
Brutta bestia la gelosia...

dora

Forumista Incallito

  • "dora" è una donna
  • "dora" ha iniziato questa discussione

Posts: 4.750

Activity points: 15.244

Data di registrazione: domenica, 14 marzo 2010

Località: Zacatecas

Lavoro: Dama della Nuova Spagna

  • Invia messaggio privato

5

venerdì, 17 settembre 2010, 11:46

Ma infatti io ho paura mio nipote è uno che è troppo reattivo secondo me, lo ho fatto presente ai genitori. Secondo voi sarebbe meglio contattare uno psicologo?

Mamyblue

Non registrato

6

venerdì, 17 settembre 2010, 18:53

Io ho due figli nati molto ravvicinati. Ho l'esperienza diretta e quindi ti posso dare un consiglio "dal vivo".
Il primogenito ha manifestato fin da subito una gelosia devastante per il fratellino e, sebbene avesse solo 17 mesi quando il secondo è nato, passava il tempo piangendo e ripetendo le parole "bimbo no, bimbo no". Successivamente ha passato il tempo a cecare di sopprimerlo.
Ti posso dire che:
- non serve a niente spiegare al bambino più grande che non perderà l'amore dei genitori, ecc, ecc: non sono in grado di elaborare la cosa e la gelosia è prima di tutto istintiva che non conseguenza di veri comportamenti dei genitori.
- ho sempre dedicato MOOOOOLTO più tempo al primogenito che al secondo (almeno il doppio) e non gli ha fatto diminuire la gelosia di un grammo
- il secondogenito, poverino lui, è piuttosto bruttino mentre il primo è veramente bello. Tutti fanno i complimenti al primo e nessuno si sogna di fare apprezzamenti sul secondo se non quelli obbligatori ( e ridotti al minimo indispensabile). Ciò non è bastato a diminuire la gelosia. Quello che dovrebbe avere i problemi è il secondo! e invece no, se ne frega.
- devi stare molto attenta a non lascirli soli e semplicemente aspettare che passi. E' questione di tempo: se prima il primogenito cercava di farlo fuori non appena giravi l'occhio, ora lo fa sempre meno e anzi, si limita a fare la "lotta"

Ora che il piccolo ha tre anni le cose vanno molto meglio. Si picchiano ma almeno ha cominciato a resistere al fratello e, miracolo, se non c'è il fratello lo cerca e chiede sempre di lui.
A scuola si cercano per stare insieme, sono la gioia delle maestre, a casa si smazzulano fino all'ora di andare a letto.

Mia madre mi ha raccontato che i suoi fratelli si sono pestati fino agli 8 -10 anni e poi sono diventati due corpi e un'anima. Nessuno poteva fare un torto ad uno di loro che l'altro correva in sua difesa.....

dora

Forumista Incallito

  • "dora" è una donna
  • "dora" ha iniziato questa discussione

Posts: 4.750

Activity points: 15.244

Data di registrazione: domenica, 14 marzo 2010

Località: Zacatecas

Lavoro: Dama della Nuova Spagna

  • Invia messaggio privato

7

venerdì, 17 settembre 2010, 20:47

Grazie della testimoinianza- Molto saggio non lasciarli mai soli.

8

lunedì, 20 settembre 2010, 13:25

il secondogenito, poverino lui, è piuttosto bruttino


non trovo carino parlare cosi' del proprio figlio :wacko:

  • "lea" è stato interdetto da questo forum

Posts: 4.710

Activity points: 14.389

Data di registrazione: domenica, 08 giugno 2008

  • Invia messaggio privato

9

lunedì, 20 settembre 2010, 14:41

Sembra un giochino stupido, eppure l'ho visto funzionare.
Fare soprese al bambino (giochi o altre cosine che desidera molto) e.... dirgli che glieli manda la sorellina. Riservando qualcosa di veramente desideratissimo e importante per il giorno stesso della nascita della sorellina. :friends:
La cultura è quel che resta........quando hai dimenticato TUTTO! (non è mia, ma non mi ricordo chi l'abbia detta. Cambia qualcosa? :roftl: )

  • "lillas" è una donna

Posts: 6.682

Activity points: 20.158

Data di registrazione: venerdì, 12 settembre 2008

  • Invia messaggio privato

10

lunedì, 20 settembre 2010, 15:16

Fare soprese al bambino (giochi o altre cosine che desidera molto) e.... dirgli che glieli manda la sorellina. Riservando qualcosa di veramente desideratissimo e importante per il giorno stesso della nascita della sorellina


bello! :) non avevo mai sentito una cosa così ..

comunque sono del parere ,come mi sembra di aver già letto in un post precedente che sia utile rendere partecipe il primogenito ai vari momenti che la mamma dedica alla nuova arrivata....quasi che senza il suo aiuto per la mamma sarebbe troppo difficile farcela :whistling: (cambio di pannolini, recupero ciuccio , poppate ecc.)
penso che il fatto di sentirsi importante affievolirebbe la naturale gelosia che comunque compare col sentirsi privato di tutta l'attenzione dei genitori...
Visto da vicino nessuno è normale

dora

Forumista Incallito

  • "dora" è una donna
  • "dora" ha iniziato questa discussione

Posts: 4.750

Activity points: 15.244

Data di registrazione: domenica, 14 marzo 2010

Località: Zacatecas

Lavoro: Dama della Nuova Spagna

  • Invia messaggio privato

11

lunedì, 20 settembre 2010, 20:44

Grazie Lea sei preziosa!!!!! :friends: :clap:

Mamyblue

Non registrato

12

lunedì, 20 settembre 2010, 21:42

il secondogenito, poverino lui, è piuttosto bruttino


non trovo carino parlare cosi' del proprio figlio :wacko:


Va bene che "ogni scarrafone è bello a mamma sua" ma perchè dovrei essere ipocrita? mi sembra che l'ipocrisia abbondi già a sufficienza senza che anche io mi ci metta a faccontarmi fole. Poi è OVVIO e non mi sembra neanche il caso di soffermarcisi su che non dirò mai al bambino "sei brutto", ma al contrario cercherò di coltivare la sua autostima, soprattutto per quello che è in grado di fare. Solo che mi fa sorridere quando incontro qualcuno che mi ricopre di complimenti per il primogenito, poi guarda il secondo, sta un po' zitto e poi se ne esce con il classico "ma che begli occhi!".... :rolleyes:

Mamyblue

Non registrato

13

lunedì, 20 settembre 2010, 22:02

Fare soprese al bambino (giochi o altre cosine che desidera molto) e.... dirgli che glieli manda la sorellina. Riservando qualcosa di veramente desideratissimo e importante per il giorno stesso della nascita della sorellina


bello! :) non avevo mai sentito una cosa così ..

comunque sono del parere ,come mi sembra di aver già letto in un post precedente che sia utile rendere partecipe il primogenito ai vari momenti che la mamma dedica alla nuova arrivata....quasi che senza il suo aiuto per la mamma sarebbe troppo difficile farcela :whistling: (cambio di pannolini, recupero ciuccio , poppate ecc.)
penso che il fatto di sentirsi importante affievolirebbe la naturale gelosia che comunque compare col sentirsi privato di tutta l'attenzione dei genitori...


E' un ottimo suggerimento soprattutto quando tra i due bambini ci sono parecchi anni di differenza come nel caso di Dora. Nel mio caso questo non era applicabile perchè 17 mesi di differenza sono davvero troppo pochini per far capire una cosa del genere e coinvolgerli (come fai a dirgli di aiutarti a cambiare il pannolino a qualcuno a cui stai ancora cambiando il pannolino?? :roftl: )

Comunque ho parlato con moltissime mamme di bambini piccoli e ho sentito i consigli più disparati, anche assurdi che andavano contro la logica. Per esempio una nonna mi raccontò che il pediatra (IL PEDIATRA DICO IO, MA SI PUO???!!???) aveva detto alla neomamma che aveva già un bambino appena più grande (circa come i miei) di lasciare che il padre si occupasse TOTALMENTE del più grande mentre la mamma si occupava tutta del neonato: poppate notturne, cambi pannolino, e tutto. Così è successo che il padre si alzava di notte per il più grandicello, lo lavava, lo vestiva, si occupava di pappe e merende quando c'era, ecc, Risultato OVVIO: il bambino rifiutava la madre. Presumibilmente dopo avere pianto la sua mancanza si era voltato in rabbia: voleva il padre per ogni cosa, chiedeva solo di lui e non voleva nemmeno che la madre lo toccasse. Gran bella cosa proprio X(

Io, solo andando a logica, ho immaginato che l'arrivo di un altro bambino in casa fosse più faticoso e traumatico per il primogenito che non per il secondo venuto e così mi sono sempre dedicata di più al primo. Ma non era sufficiente: vedevo che gli dava fastidio il fratello PER IL SEMPLICE FATTO CHE ESISTEVA e non perchè non avesse più la mia attenzione. Anche quando giocava tranquillo ed era felice, se passava vicino alla culla cercava di dargli una sberla, così "tanto per gradire".

Ma se la differenza di età è maggiore e soprattutto sono di sesso diverso sento dire che le cose sono più facili.

In bocca al lupo ;)

  • "lillas" è una donna

Posts: 6.682

Activity points: 20.158

Data di registrazione: venerdì, 12 settembre 2008

  • Invia messaggio privato

14

mercoledì, 22 settembre 2010, 23:36

E' un ottimo suggerimento soprattutto quando tra i due bambini ci sono parecchi anni di differenza come nel caso di Dora. Nel mio caso questo non era applicabile perchè 17 mesi di differenza sono davvero troppo pochini per far capire una cosa del genere e coinvolgerli (come fai a dirgli di aiutarti a cambiare il pannolino a qualcuno a cui stai ancora cambiando il pannolino?? )


in effetti una differenza di 17 mesi è pochina :)
... in questo caso penso che il controllo sul primogenito in crescita non sia possibile in quanto la stessa mamma e il bimbo stanno mettendo in atto (tra un rimprovero e un sorriso)quelle dinamiche che in futuro renderanno chiara la posizione di ognuno nel rapporto stesso ....

quindi a mio avviso comunque un genitore non dovrebbe lasciare solo il primogenito così piccolo in quanto è nella fase che è critica di per sè e che si sovraccarica certamente con l'arrivo del secondo figlio..
diciamo che la mamma dovrà esserci ed intervenire non perchè il bimbo sta mettendo le dita in una presa ,o perchè si vuole scolare una bottiglia col liquido che sembra latte ma è chissàcosapercaso, ma perchè mette su gesti pericolosi per l'altro(cioè o da solo il primogenito ,o con il secondo arrivato comunque la mamma è tenuta ad essere costantemente presente e dare i giusti limiti all'agire inconsulto )..

probabilmente una differenza di età maggiore e la possibilità di comunicare col figlio più grande rende il tutto più controllabile ..
anche se penso che anche in questo caso non sempre le cose si risolvano con facilità
Visto da vicino nessuno è normale

Threads simili