Homepage di Nienteansia.it
Switch to english language  Passa alla lingua italiana  
Newsletter di psicologia


archivio news

Non risulti loggato.


Gentile visitatore,
Benvenuto sul Forum di Psicologia di Nienteansia.it. Se questa è la tua prima visita, ti chiediamo di leggere la sezione Aiuto. Questa guida ti spiegherà il funzionamento del forum. Prima di poter utilizzare tutte le funzioni di questo software dovrai registrarti. Usa il form di registrazione per registrarti adesso, oppure visualizza maggiori informazioni sul processo di registrazione. Se sei già un utente registrato, allora dovrai solamente procedere con il login da qui.

febo78

Nuovo Utente

  • "febo78" ha iniziato questa discussione

Posts: 3

Activity points: 16

Data di registrazione: venerdì, 04 aprile 2008

  • Invia messaggio privato

1

venerdì, 04 aprile 2008, 11:03

Un titolo forte, ma vi assicuro che è così.
Sono un giovane papà io ho 29 anni è mio figlio ora ha 13 mesi, da quando è nato mia moglie ha letteralmente perso la testa.
Vi assicuro che è così, con la nascita del bambino mia moglie e diventa gelosa ossessiva del piccolo, quando qualche mio familiare lo prende in braccio lei è sul chi va là, sindaca tutti i movimenti è le singole parole, cinvece i suoi familiari possono fare tutto quello che vogliono...
Ha deciso da un momento all'altro di annullare tutti i rapporti con i miei genitori, iniziando ad ODIARLI nel vero e proprio senzo della parola,dicendo ed avendo azioni/comportamenti pessimii ed ignobili è guai a contraddirla;quando fino al giorno prima del parto ci andava d'accordo.
Diciamo che con la nascita del piccolo e diventata pessimista,zelante, non crede mai a nessuno, sempre nervosa, agitata,polemica ecc... so che un parto ti scombussola, è si può cadere in depressione post parto ecc...
Io sono più che convinto che questa situazione non si risolverà da sola ed ho provato più volte a convincerla ad andare da un dottore, da uno psicologo esperto un problemi di coppia, familiari , ho chiesto anche una madre alla mamma, ma niente da fare.
CHE COSA MI CONSIGLIATE????
Io dopo 13 mesi sono proprio arrivato alla frutta, sono profondamente triste ed infelice di tutta questa situazione, anche perchè alla fine mi trovo tra i due fuochi, mia mamma che nn chiede altro di fare la nonna e mia moglie che non vuole ragionare in nessun modo.
AIUTATEMI PER FAVORE SONO DISPERATO!!!!!!

patrizia

Animo inquieto

  • "patrizia" è una donna

Posts: 5.564

Activity points: 18.624

Data di registrazione: giovedì, 13 marzo 2008

Località: sicilia

  • Invia messaggio privato

2

venerdì, 04 aprile 2008, 12:23

Ciao Febo

ti rispondo perchè ci sono passata anch'io , nel senso che io ero una mamma simile a tua moglie. Quando nacque il mio primo figlio io avevo 20 anni e noi a casa eravamo tre femmine, quindi è stato un maschio desiderato, oltre il fatto che era bellissimo con gli occhioni blu. Successe che io non avevo occhi che per mio figlio, non mi importava altro che di lui, pensavo "Finalmente ho qualcosa di mio , che ho fatto io e che mi appartiene e nessuno mi può toccare". Ero apprensiva(lo sono ancora) e gelosa di tutti . Ti devo dire di portare pazienza è una fase difficile e lunga ma piano piano si supera. Cerca di essere mediatore tra tua moglie e tua madre. Convinci con dolcezza la prima che fare tenere un pochino il bimbo a tua madre non può fargli che bene a entrambi, il bambino si abitua a stare con gli altri altrimenti potrebbe crescere troppo timido e troppo legato alla mamma che lo porterebbe a stare male da grande quando dovrà tagliare il cordone ombelicale con la mamma si sentirà abbandonato e avrà problemi di socializzazione(lo so io ho fatto così e ho avuto diversi problemi con mio figlio), mentre a tua madre spiega che è normale che tua moglie sia gelosa del primo figlio, dille di essere riservata e di chiedere gentilmente di poter tenere il nipotino , rispettando tua moglie che piano piano si ammorbidirà. Tu da parte tua non agitarti devi essere l'ago della bilancia, in ogni caso stai dalla parte di tua moglie che ancora non sa bene come comportarsi col nuovo arrivato e ha bisogno di sostegno, tua madre capirà anche lei è mamma ci sarà passata., lo sa che avviene spesso così. Spero di esserti stata di aiuto. Ciao
I giorni e le notti suonano in questi miei nervi di arpa, vivo di questa gioia malata di universo e soffro di non saperla accendere nelle mie parole.

MariaSud

Amico Inseparabile

  • "MariaSud" è una donna

Posts: 1.167

Activity points: 3.886

Data di registrazione: venerdì, 28 dicembre 2007

Lavoro: autonomo

  • Invia messaggio privato

3

venerdì, 04 aprile 2008, 12:29

...

arcobaleno

Utente Avanzato

  • "arcobaleno" è una donna

Posts: 776

Activity points: 2.433

Data di registrazione: giovedì, 24 gennaio 2008

  • Invia messaggio privato

4

venerdì, 04 aprile 2008, 12:41

Se è in un periodo di depressione post partum è difficile si renda conto di sbagliare. Io ho avuto una cognata che si è comportata così e con gli anni non è migliorata tanto.
Non ha fatto niente per migliorare perchè pensava di essere sempre nel giusto, io credo tu debba insistere con la proposta di recarvi da uno psicologo.
le madri oppressive, gelose, hanno una forma d'amore che alla lunga danneggia il bimbo stesso oltre che la tranquillità famigliare.
I bambini quando diventano più grandi, all'asilo a scuola, hanno necessità di essere indipendenti non con madri sempre presenti, assillanti che controllano tutto, sfogliano quaderni.... Hanno anche bisogno dell'amore di tutti i parenti, per allargare le loro vedute, per svilupparsi una maggiore apertura mentale.

Mario

Utente Avanzato

  • "Mario" è un uomo

Posts: 802

Activity points: 2.476

Data di registrazione: lunedì, 30 luglio 2007

Località: Pisa

Lavoro: IT Manager

  • Invia messaggio privato

5

venerdì, 04 aprile 2008, 13:14

sicuramente il consiglio di una mamma è più significativo del mio, ma io sarei per una sorta di terapia "d'urto"... reggiti forte, ora la dico: perché non provate a fare un altro figlio? Nella mia famiglia ha funzionato. A parte che volevamo un altro figlio, ma mia moglie era molto possessiva nei confronti del figlio (anche lei lo ha avuto molto giovane). Temevo che con il tempo potesse plagiarlo, ma ogni timore è svanito quando è arrivato il secondo.

Ciao,

mario
"Non sempre è amore quello che ci spinge ad attaccarci a chi ci rifiuta... quanto un misto di insicurezza, bisogno di protezione e di accettazione"

MariaSud

Amico Inseparabile

  • "MariaSud" è una donna

Posts: 1.167

Activity points: 3.886

Data di registrazione: venerdì, 28 dicembre 2007

Lavoro: autonomo

  • Invia messaggio privato

6

venerdì, 04 aprile 2008, 16:07

...

caffeina

Giovane Amico

Posts: 161

Activity points: 504

Data di registrazione: martedì, 01 aprile 2008

Località: sud

  • Invia messaggio privato

7

domenica, 06 aprile 2008, 10:08

ciao febo78

x una mamma funziona così.

1) gravidanza:
coccole, tenerezze, tutto quello ke voglio ottengo.
sono una bomboniera e mi trovi in una campana.

2) parto:
trauma fisico ed emotivo. da adesso vale. sono responsabile di un esserino.
il bimbo è appena nato e succede ke:
la famiglia del papà è lì a ridere e piangere per la felicità guardando il pupo.
la famiglia della mamma gioisce ma finkè non vede la mamma riapparire è in apnea e quarda gli altri felici come se tutto fosse finito (x loro)

3) bimbo:
nessuno lo deve toccare, tranne i miei familiari, gli altri non ne sono capaci (ne sei convinta eh!)

4) marito:
non conta.

5) a casa:
non dormo, il pupo piange, non ho il tempo di mangiare, di LAVARMI, di fare la spesa, di cucinare, di pulire, di lavare e stirare, di stare al telefono... e il pupo non dorme e piange...e sei sola o quasi....e tuo marito non vedi l'ora ke torni per ... lavarti i capelli e sembrare l'ombra di quella ke eri prima.

6) la mamma:
sono brutta, la pancia ancora gonfia, i capelli legati (altrimenti vanno sul viso del pupo), senza trucco (gli può fare allergia), unghie rasate (posso raschiarlo), il reggiseno con gli assorbenti (ke se esci e non sei attenta sembri un colabrodo), sono vestita "comoda"=da casalinga disperata, faccio la mucca ovunque vado cercando un po' di privacy.
A mio marito non piaccio +. A me non piaccio +.
Desiderio sessuale -100 (sensi di colpa)
Forza fisica -10.000

7) suocera:
tranne rari casi, insopportabile. il figlio l'ho fatto io ed è mio.

8) nonna materna:
insostituibile, ci litighi ma ci fai pace.

9) il papà:
solo.
tutti pensano al bambino ed eventualmente alla mamma, ma al papà no. non ne ha bisogno.(pensano)
torna a casa dopo una giornata di lavoro e trova la situazione di cui sopra.
meno male ke almeno il pupo gli sorride!

CONSIGLI?
a) tua moglie lavora? il lavoro aiuta a credere in se stessa e a "mollare" il pupo e la necessità porta a "mollarlo anche alla fastidiosa suocera".
prenotale il parrucchiere o meglio un mega massaggio e tu con il tuo pupo vai da tua madre!

b) tempo al tempo, crescendo il pupo vorrà andare di più dai nonni paterni (anni 3) ke l'accontentano invece dei nonni materni ke sono surrogati della mamma.

c) parla a tua moglie con dolcezza (non lo fa + nessuno).
ricordale ke ami prima lei (anche se non è vero) e uscite a cena una sera DA SOLI.
ricordale che è una donna e non solo una mamma ... e che tu una mamma ce l'hai e non te ne serve un'altra.

d) salva la tua famiglia se puoi
"Abbiamo una o due volte, nella vita, l'occasione di essere eroi;
ma tutti i giorni abbiamo l'opportunità di non essere vigliacchi" m.c.

peacemaker

Utente Attivo

Posts: 21

Activity points: 63

Data di registrazione: domenica, 02 marzo 2008

  • Invia messaggio privato

8

domenica, 06 aprile 2008, 12:35

caffeina...che dire?
Hai fatto una splendida fotografia del post nascita vista da Lei.
Si potrebbe aprire un forum solo per questo,ma anche perchè una persona apparentemente "normale" diventa poi irriconoscibile.

Una sola domanda: ma queste cose succedono se tutti e due i protagonisti,sono Intelligenti? O si può parlare di anello debole?

caffeina

Giovane Amico

Posts: 161

Activity points: 504

Data di registrazione: martedì, 01 aprile 2008

Località: sud

  • Invia messaggio privato

9

domenica, 06 aprile 2008, 13:24

puoi parlare di anello debole.
perchè sono reazioni dovute (come dicono spesso gli uomini) agli sbalzi ormonali.
sarà vero?
poi te ne rendi conto. poi, però.

ho diverse amiche che vivono questa situazione, anche quando il figlio è fortemente voluto.

mi piacerebbe vedere una foto vista da un lui.
mi ha sempre affascinato capire il pensiero maschile.

lancio l'appello.
"Abbiamo una o due volte, nella vita, l'occasione di essere eroi;
ma tutti i giorni abbiamo l'opportunità di non essere vigliacchi" m.c.

febo78

Nuovo Utente

  • "febo78" ha iniziato questa discussione

Posts: 3

Activity points: 16

Data di registrazione: venerdì, 04 aprile 2008

  • Invia messaggio privato

10

lunedì, 07 aprile 2008, 09:49

Ragazzi credetemi la mia vita stà diventando impossibile, non esiste un momento felice....
Vabbè tranne le emozioni che mi regala mio figlio...anche con un semplice sorriso...
Conoscete qualche forum, psicologo dove chiedere un consgilio online?
Grazieeeeeee

caffeina

Giovane Amico

Posts: 161

Activity points: 504

Data di registrazione: martedì, 01 aprile 2008

Località: sud

  • Invia messaggio privato

11

martedì, 08 aprile 2008, 07:32

ciao febo
ma quando le parli, lei cosa ti dice?
lo ha capito ke non ce la fai più o devi provare a fare tardi una sera?
a questo punto vai tu a farti fare un massaggio rilassante. ke ne dici?
"Abbiamo una o due volte, nella vita, l'occasione di essere eroi;
ma tutti i giorni abbiamo l'opportunità di non essere vigliacchi" m.c.

MariaSud

Amico Inseparabile

  • "MariaSud" è una donna

Posts: 1.167

Activity points: 3.886

Data di registrazione: venerdì, 28 dicembre 2007

Lavoro: autonomo

  • Invia messaggio privato

12

martedì, 08 aprile 2008, 11:30

...

MariaSud

Amico Inseparabile

  • "MariaSud" è una donna

Posts: 1.167

Activity points: 3.886

Data di registrazione: venerdì, 28 dicembre 2007

Lavoro: autonomo

  • Invia messaggio privato

13

martedì, 08 aprile 2008, 12:04

...

febo78

Nuovo Utente

  • "febo78" ha iniziato questa discussione

Posts: 3

Activity points: 16

Data di registrazione: venerdì, 04 aprile 2008

  • Invia messaggio privato

14

martedì, 08 aprile 2008, 17:33

l'importante e che quando le parlo non nomino per niente i miei familiari altrimenti sono castighi....
non ci si riesce proprio a farla ragionare,lei è la prima a non essere obbiettiva ma a suo dire sono io che non lo sono!
ultimamente torno sempre tari a casa meno ci sono meglio è!!!!

caffeina

Giovane Amico

Posts: 161

Activity points: 504

Data di registrazione: martedì, 01 aprile 2008

Località: sud

  • Invia messaggio privato

15

mercoledì, 09 aprile 2008, 06:15

ciao Febo78
se fai così lei avrà una ragione in + per remare contro.
lasciali da parte i tuoi per un po' (con lei)
falle sentire le sei vicino, cerca di aiutarla, ma avete ancora una vita di coppia? (se vuoi rispondere?)
ma non ci dici come si comporta.
si trascura?
la vedi depressa?
vorrebbe dormire?
la aiuti in cucina?
chi fa la spesa?
chi pensa alle bollette?
l'accompagnia dal pediatra?

spiegaci un po' di +, cercheremo di aiutarti ad entrare nel suo pensiero.

mariasud,
come hai ragione. ognuno ha le proprie esperienze, e i primi anni da mamma sono unici ma difficili.
la mia è simile a quella descritta sopra da me, devi aggiungere ke ho sempre pensato io a
fare la spesa
cucinare
pulire
pagare le bollette
manutenzione e lavaggio dell'auto
sono sempre andata da sola al pediatra (a volte con mio padre)
sono andata ovunque con la bambina, anche quando andavo in bagno.
ho lavorato portando la mattina la bambina al nido(5km), andando a riprenderla (10km), (25km)portandola a mamma, (15km)andando di nuovo a lavoro, (15km)andando a riprenderla nuovamente, percorrendo altri 30 km x rientrare a casa, parcheggiando dove capita, facendo la spesa,
salendo 4 infiniti piani a PIEDI, con la pupa, la sua borsa e la mia e a volte anche la spesa.
la sera stramazzo.
questa estate ho avuto un ricovero di quasi 3 mesi, non vi racconto in quali condizioni ho trovato la casa.
ma lo sanno gli uomini ke se non paghi le bollette la luce la "tagliano"?
sono logora.

quando sono a lavoro MI RIPOSO!
nonostante ciò ho sempre cercato di vivere la vita familiare al meglio delle mie capacità.
ho portato la bambina ai miei suoceri (x vedere il padre ke andava tranquillamente a dormire nella ex cameretta)
quando ho potuto mi sono allontanata io così vedevo meno le false "moine" e ho lasciato ke godessero della nipotina, anche se non li sopportavo.

febo RESISTI, ci saranno tempi migliori, tua moglie si accorgerà che esisti, ma non le remare contro.
non offrire scuse che giustificano il suo astio.
"Abbiamo una o due volte, nella vita, l'occasione di essere eroi;
ma tutti i giorni abbiamo l'opportunità di non essere vigliacchi" m.c.