Homepage di Nienteansia.it
Switch to english language  Passa alla lingua italiana  
Newsletter di psicologia


archivio news

Non risulti loggato.


Gentile visitatore,
Benvenuto sul Forum di Psicologia di Nienteansia.it. Se questa è la tua prima visita, ti chiediamo di leggere la sezione Aiuto. Questa guida ti spiegherà il funzionamento del forum. Prima di poter utilizzare tutte le funzioni di questo software dovrai registrarti. Usa il form di registrazione per registrarti adesso, oppure visualizza maggiori informazioni sul processo di registrazione. Se sei già un utente registrato, allora dovrai solamente procedere con il login da qui.

se vedete una via d'uscita fatemela presente..

Non registrato

1

martedì, 28 febbraio 2012, 20:13

guenda

mi ritrovo qui a scrivere questo post mentre il resto della mia famiglia mangia..mia madre mio padre e mia nonna..io mi sono astenuta, per non guardarli in faccia anche solo per venti minuti..la mia famiglia è quello che un dizionario chiamerebbe una dittatura. mia madre è il dittatore..comanda tutto lei, non le sta mai bene qualsiasi cosa io faccia, non mi riconosce mai niente, mi aggredisce e non mi da modo di rispondere, io non ho la parola. il problema è che è esaurita, quindi tutto quello che fa è elevato alla massima potenza. chi mi conosce direbbe che è starno che una persona come me non riesca ad avere diritto di parola, io che non sto mai zitta e che dico la mia..ma a casa è così, se non voglio essere presa a schiaffi..(si lo so, colpa mia che mi ci faccio ancora prendere a diciannove anni).

mio padre è zitto, totalmente dipendendte da mia madre..guai se si azzarda a contraddirla..ma a lui sta bene così, e io penso che in parte la responsabilità sia sua, perchè non capisce che ha un problema e andrebbe aiutata.

infine c'è mia nonna..il capo dei capi..la persona più dura che abbia mai conosciuto..la sua presenza ha rovinato la nostra famiglia..abita con noi da sempre..ed è colpa sua se mia madre è diventata così..io purtroppo non riesco più a sopportare la sua presenza e sono più di due anni che non ci parlo più.

l'ambiente che si è venuto a creare di conseguenza, ha fatto sì che io, che di base sono una persona abbastanza fragile anche se non lo dimostro per niente, mi sia fatta carico dei problemi che non erano i miei e di conseguenza, con meccanismi che vi evito, abbia iniziato a soffrire di ansia e ipocondria.

a volte penso che la gente che mi sente parlare così possa farsi idee sbagliate di me..ma non sanno quanto anche io vorrei una famiglia normale, una nonna che ti vuole bene, che vai a torvare la domenica e ti prepara il pranzo, come quelle delle mie amiche.

ok, scusate se avete dovuto sciropparvi il quadro descrittivo della mia famiglia, ma stasera mi sento così triste e sola, che sentivo il bisogno di mettere tutto ciò per iscritto con chiarezza, sperando che qualcuno possa capirmi.

valina90

un fenomeno di donna

  • "valina90" è una donna
  • "valina90" è stato interdetto da questo forum

Posts: 632

Activity points: 2.085

Data di registrazione: lunedì, 19 dicembre 2011

Località: provincia di rovigo

Lavoro: studentessa

  • Invia messaggio privato

2

martedì, 28 febbraio 2012, 20:58

di niente cara...è giusto che ti sfoghi,ti sei iscritta al sito per questo..mi dispiace molto per quello che vivi,non potrei dire altro,e ti chiedo: perchè dici chè è colpa di tua nonna se tua madre è diventata quella che è?

guenda

Nuovo Utente

Posts: 2

Activity points: 13

Data di registrazione: sabato, 25 febbraio 2012

  • Invia messaggio privato

3

martedì, 28 febbraio 2012, 21:05

cara valina90, grazie per il sostegno morale..

ti spiego..mia nonna ha sempre avuto un carattere motlo autoritario, anche lei era un dittatore..mia madre da giovane ha sofferto d'ansia e si è esaurita praticamente per colpa sua..ora anche mia madre è così..

valina90

un fenomeno di donna

  • "valina90" è una donna
  • "valina90" è stato interdetto da questo forum

Posts: 632

Activity points: 2.085

Data di registrazione: lunedì, 19 dicembre 2011

Località: provincia di rovigo

Lavoro: studentessa

  • Invia messaggio privato

4

martedì, 28 febbraio 2012, 21:24

hai amici,fidanzato,con cui sfogarti anche nella vita reale?

runica

Utente Attivo

Posts: 26

Activity points: 85

Data di registrazione: lunedì, 06 febbraio 2012

  • Invia messaggio privato

5

martedì, 28 febbraio 2012, 21:42

Ci sono forti somiglianze, Guenda, fra la tua storia e la mia. Leggendoti sono come stata sfiorata da una ventata gelida. E' il clima, al di là delle singole personalità e delle dinamiche relazionali, il clima, difficile da sopportare, perchè, per quanto ricordo, anche nei momenti di "bonaccia" non allenta la sua presa.
Due cose. Intanto sarebbe una fortuna, nel senso che potrebbe darti speranza di trovare buone risorse in te, che tu non abbia vissuto sin da piccina in un contesto così... inquinato.
L'altra: hai un età che prevede delle scelte importanti. Vorrei dirti, cautamente ma credendoci: non le fare per sfuggire dalla tua famiglia; ovvero: non legarti a qualcuno, non accelerare gli studi, oppure non abbandonarli solo per cambiare aria. Se ce la fai, e l'età dovrebbe consentirtelo, metti il più possibile a distanza, cioè pensali il meno possibile, mamma, babbo, nonna.

Threads simili