Homepage di Nienteansia.it
Switch to english language  Passa alla lingua italiana  
Newsletter di psicologia


archivio news

Non risulti loggato.


LunaX

Pilastro del Forum

  • "LunaX" è una donna

Posts: 3.356

Activity points: 10.313

Data di registrazione: domenica, 20 luglio 2008

Località: Altrove

Lavoro: Allevo tarli

  • Invia messaggio privato

16

venerdì, 04 maggio 2012, 19:30

Me ne sono già andata 8)

Avanti col prossimo giudizio.


Non te ne sei staccata però mentalmente, un motivo ci sarà.
[...]

Arianna_

Amico Inseparabile

  • "Arianna_" è stato interdetto da questo forum

Posts: 1.473

Activity points: 4.496

Data di registrazione: domenica, 15 maggio 2011

  • Invia messaggio privato

17

venerdì, 04 maggio 2012, 19:31

Fingete o fate sul serio? Se siete su questo forum probabilmente qualche problema dovrete avercelo. Dove nascono i vostri problemi? Dai genitori, non lo sapevate?
Arrivato a 31 anni sconto ancora sulla mia pelle il fatto di avere auto due genitori inetti, gente che mai al mondo avrebbe dovuto procreare, quantomeno per il bene del genre umano. E l'odio verso di loro rinvigorisce ogni giorno per le conseguenze che devo pagare. per i traumi infantili. E' l'ansia e la depressione che tutti i giorni devo affrontare fanno nascere questa rabbia. non è colpa loro? parliamone


Beh, si. Quasi sempre i problemi nascono dai genitori. N.b: il "quasi sempre" non significa che metto in dubbio le tue motivazioni, non è mia intenzione, quindi lo specifico esplicitamente. Il "quasi sempre" nasce da un mio moto di fastidio personale per quello che mi sembra un po' un luogo comune, che non è possibile che sia sempre colpa di mamma e papà. O no?

Sei davvero certo che i tuoi problemi siano dovuti alla loro inettitudine? Credo che essere genitori non sia facile, ma il punto che vorrei sottolineare è il seguente: spesso i disastri nascono in famiglia non per il "carattere" dei propri parenti, ma semplicemente perché la famiglia è il microcosmo fondamentale della società. Quello in cui ci si conosce meglio, quello in cui si lavano i panni sporchi, quello di cui si deve parlare sempre come se fosse il mulino bianco, perché altrimenti hai problemi.... La realtà è che la famiglia è un sistema complicato, la condivisione di spazi, lo scontro di idee porta a contrasti che non sempre si riesce ad arginare e si incancreniscono. Poi non è che noi figli regaliamo solo e sempre gioie, diciamo che ci mettiamo tutti il nostro per darci fastidio l'un l'altro, così come le dimostrazioni d'affetto raramente sono unilaterali.

TI faccio una domanda un po' provocatoria: dopo che hai ucciso i tuoi genitori, poi chi ti resta come parafulmine? E non perché io pensi che tu stia cercando qualcuno su cui sfogarti, ma per un motivo più serio: la famiglia, sembra un luogo comune, proprio perché è quel piccolo microcosmo che fonda la società, è anche il parafulmine dei problemi, della rabbia, dello scazzo più ruspante. E' più facile che tu possa trovare aiuto dai tuoi genitori che da perfetti estranei. E' più facile essere crudeli con i propri parenti che con gli estranei. E' più facile essere perdonati dai propri parenti (magari dopo anni) che da qualcuno che non ti si fila di striscio dopo due secondi e dopo 4 mesi non si ricorderà il tuo nome. E' più facile prendersela con loro.

Ma non per questioni personali, semplicemente ce li hai davanti. Da quando sei nato, diventa un'abitudine, una zona franca che altrove non è pensabile.

A meno che tu non sia figlio di Pacciani (può succedere e in quei casi c'è poco da relativizzare), tienti cari i genitori perché nonostante gli scazzi, le liti, le incomprensioni e l'odio che si può provare nei loro riguardi (e viceversa) facilmente sono le sole persone che ti ritroverai accanto nella vita, sempre, in qualsiasi momento. Ed è per questo che è più facile prendersela con loro e pretendere da loro.

Oggi anche i matrimoni scoppiano facilmente. L'unica cosa che resta davvero, nel bene e nel male, sono i legami di sangue. Poi sei solo, sul serio. A volte può essere meglio, dipende.

Il mio consiglio é: coccolateli con odio e assicurati che stiano bene in salute, così potrai odiarli più a lungo possibile e il tuo odio avrà un bersaglio. Altrimenti poi ti resta dentro e non sai dove dirigerlo ;)
Ma cos'è l'oceano, se non una moltitudine di gocce?

Mr_Shy

Utente Attivo

  • "Mr_Shy" è un uomo

Posts: 108

Activity points: 387

Data di registrazione: lunedì, 21 novembre 2011

  • Invia messaggio privato

18

venerdì, 04 maggio 2012, 20:13

Desiderio sempre più forte. Capita anche a voi?
assolutamente no! ma scherzi??

posso capire che ci possa essere qualche litigio ma arrivare a pensare una cosa del genere no!

cerca di riflettere...

eleazar

Utente Attivo

Posts: 28

Activity points: 91

Data di registrazione: domenica, 23 ottobre 2011

  • Invia messaggio privato

19

sabato, 05 maggio 2012, 01:55

Come mai hai pensato di uccidere i tuoi?
Cosa ti hanno fatto o stanno ancora facendo?

SissyLullaby

Utente Attivo

  • "SissyLullaby" è una donna

Posts: 75

Activity points: 281

Data di registrazione: domenica, 25 marzo 2012

  • Invia messaggio privato

20

sabato, 05 maggio 2012, 07:30

no,assolutamente mai ho pensato a questa cosa. ho pensato di uccideremi io per fare loro un dispetto,ma loro non se lo meritano......
Anche io vedo spessissimo un mio probabile suicidio come dispetto ai genitori.

Sera

Colonna del Forum

  • "Sera" è una donna
  • "Sera" è stato interdetto da questo forum

Posts: 1.512

Activity points: 5.243

Data di registrazione: martedì, 14 febbraio 2012

  • Invia messaggio privato

21

sabato, 05 maggio 2012, 13:32

Citato

Non te ne sei staccata però mentalmente, un motivo ci sarà.



Il motivo è che il mio odio per loro è eterno e li seguirà fin dentro la tomba.

 



Citato

E' più facile che tu possa trovare aiuto dai tuoi genitori che da perfetti estranei.


Piuttosto il contrario, mi trattavano meglio i professori che i miei genitori tanto per dirne una e i miei genitori mi hanno sempre ostacolata e schifata, almeno gli estranei ogni tanto ti danno tregua.



Citato

E' più facile essere crudeli con i propri parenti che con gli estranei.




Infatti i miei con me sono belve e con gli estranei si cagano sotto.



Citato

E' più facile essere perdonati dai propri parenti (magari dopo anni) che da qualcuno che non ti si fila di striscio dopo due secondi e dopo 4 mesi non si ricorderà il tuo nome.




Sono 21 che io non perdono loro e loro non perdonano me e così fino alla fine dei nostri giorni. Ma magari sono figlia del postino, chi lo sa.

 



Citato

E' più facile prendersela con loro.




No sarebbe più facile dire che la società fa schifo, gli amici sono delle merde, i politici hanno mandato a rotoli l'Italia ecc. che ammettere che i tuoi genitori ti schifano e ti odiano e vivere di conseguenza.

LunaX

Pilastro del Forum

  • "LunaX" è una donna

Posts: 3.356

Activity points: 10.313

Data di registrazione: domenica, 20 luglio 2008

Località: Altrove

Lavoro: Allevo tarli

  • Invia messaggio privato

22

sabato, 05 maggio 2012, 14:03

Guarda che il tuo odio danneggia te, mica loro. L'odio che riversi su di loro si ritorce contro te, questo dovresti saperlo. Avrebbe molto più senso sfancularli e provare a cancellarli dalla tua esistenza se sono così terribili, non continuare a considerarli il fulcro dei problemi della tua vita e degnarli di costante attenzione e considerazione.
[...]

Sera

Colonna del Forum

  • "Sera" è una donna
  • "Sera" è stato interdetto da questo forum

Posts: 1.512

Activity points: 5.243

Data di registrazione: martedì, 14 febbraio 2012

  • Invia messaggio privato

23

sabato, 05 maggio 2012, 16:43

Guarda che il tuo odio danneggia te, mica loro. L'odio che riversi su di loro si ritorce contro te, questo dovresti saperlo. Avrebbe molto più senso sfancularli e provare a cancellarli dalla tua esistenza se sono così terribili, non continuare a considerarli il fulcro dei problemi della tua vita e degnarli di costante attenzione e considerazione.

Questo modo di dire che l'odio si riversa verso chi lo prova non l'ho mai capito. In che modo dovrebbe danneggiarmi? Piuttosto se abbasso la guardia rischio di farmi fare ancora del male.

L'odio poi è un sentimento come l'amore, non lo decidi, lo provi e basta. Solo che mentre l'amore può svanire perchè la persona che ami ti delude, quindi passi dal meglio al peggio, l'odio è eterno perchè una persona che fa del male agli altri al punto di farsi odiare non cambia mai in meglio.

LunaX

Pilastro del Forum

  • "LunaX" è una donna

Posts: 3.356

Activity points: 10.313

Data di registrazione: domenica, 20 luglio 2008

Località: Altrove

Lavoro: Allevo tarli

  • Invia messaggio privato

24

sabato, 05 maggio 2012, 16:57

Semplice, non c'è nulla di religioso. L'odio è un sentimento forte, che certamente ti lega in modo intenso ai tuoi genitori. Già questo dovrebbe fartelo capire: ti LEGA. Tu stai continuando a dare loro il potere di decidere della tua vita, anche se a distanza, sprecando energie preziose nell'odiarli. Se li cancellassi dalla tua vita non potrebbero invece danneggiare, parlando seriamente.
[...]

Arianna_

Amico Inseparabile

  • "Arianna_" è stato interdetto da questo forum

Posts: 1.473

Activity points: 4.496

Data di registrazione: domenica, 15 maggio 2011

  • Invia messaggio privato

25

sabato, 05 maggio 2012, 21:01

No sarebbe più facile dire che la società fa schifo, gli amici sono delle merde, i politici hanno mandato a rotoli l'Italia ecc. che ammettere che i tuoi genitori ti schifano e ti odiano e vivere di conseguenza.


Semplicemente la società è peggio dei tuoi genitori, è fatta di tante persone come i tuoi genitori, te e me o chiunque, che ti sembrano migliori dei tuoi solo perché li conosci meno bene e non sai cosa succede tra le pareti di altre case. Almeno questa è la mia opinione. Forse i tuoi genitori sono persone orribili, è una possibilità che non ho escluso (citavo Pacciani appositamente), ma non credere che fuori tu possa trovare molto meglio.

L'odio poi è un sentimento come l'amore, non lo decidi, lo provi e basta. Solo che mentre l'amore può svanire perchè la persona che ami ti delude, quindi passi dal meglio al peggio, l'odio è eterno perchè una persona che fa del male agli altri al punto di farsi odiare non cambia mai in meglio.


I sentimenti non sono responsabilità solo altrui. L'amore non passa necessariamente perché l'altro ti delude, né chi si è comportato in modo da farsi odiare da te automaticamente è un indesiderabile per l'intera società.
Ma cos'è l'oceano, se non una moltitudine di gocce?