Homepage di Nienteansia.it
Switch to english language  Passa alla lingua italiana  
Newsletter di psicologia


archivio news

You are not logged in.


Dear visitor, welcome to Forum di Psicologia di Nienteansia.it. If this is your first visit here, please read the Help. It explains in detail how this page works. To use all features of this page, you should consider registering. Please use the registration form, to register here or read more information about the registration process. If you are already registered, please login here.

jessidue

Utente Attivo

  • "jessidue" has been banned
  • "jessidue" started this thread

Posts: 53

Activitypoints: 166

Date of registration: Nov 13th 2008

  • Send private message

46

Friday, November 21st 2008, 8:46am

E' vero. Quello che hai scritto fa riflettere..
Ieri sera mi è arrivato un altro sms che mi ha gettata nello sconforto. Intanto, i suoi una chiamata provano a farla ogni sera -io non rispondo e non so perchè non la smettano-, non capisco cosa vogliano.....!!
Comunque, lui mi ha scritto che sono stata una viscida a guardare di nascosto nel suo cellulare mentre mi stava preparando il ragù con tanto amore...che ho fatto la figura della pazza perchè ho chiamato il suo amico (ma se non ho potuto litigare in modo normale?? A chi chiedevo spiegazioni?)..che ho frainteso il messaggio e che penso sempre male..che vede che non cambio e non si può più fidare di me..che in fondo mi ha buttata solo fuori di casa e sta notando quando tengo a lui..che dare una spinta non è mettere le mani addosso... E CHE NON SE LA SENTE DI TORNARE CON ME!
Ho voglia di rispondergli, perchè lasciarlo nelle sue convinzioni????

Aprikose

Forumista Incallito

  • "Aprikose" is female

Posts: 4,776

Activitypoints: 14,783

Date of registration: Jun 5th 2007

Location: il pianeta delle Fate

  • Send private message

47

Friday, November 21st 2008, 8:56am

Lui non è affatto convinto di questo, altrimenti non avrebbe bisogno di dirlo a te, non trovi? ;)
Lascialo stare, sta solo cercando di avere una reazione da parte tua...so che fa male, che fa rabbia...il fatto che lui ora rigiri la frittata, e probabilmente in futuro ne dirà anche di peggio...ma tu devi pensare che si tratta di una persona disturbata, che non potrebbe reagire altrimenti indipendentemente da chi sei tu, da chi ha avuto vicino...coraggio.
Viviamo in un mondo in cui l'uomo è l'abito che indossa. Meno c'è l'uomo, più è necessario l'abito.

48

Friday, November 21st 2008, 7:44pm

Quoted from "jessidue"

E' vero. Quello che hai scritto fa riflettere..
Ieri sera mi è arrivato un altro sms che mi ha gettata nello sconforto. Intanto, i suoi una chiamata provano a farla ogni sera -io non rispondo e non so perchè non la smettano-, non capisco cosa vogliano.....!!
Comunque, lui mi ha scritto che sono stata una viscida a guardare di nascosto nel suo cellulare mentre mi stava preparando il ragù con tanto amore...che ho fatto la figura della pazza perchè ho chiamato il suo amico (ma se non ho potuto litigare in modo normale?? A chi chiedevo spiegazioni?)..che ho frainteso il messaggio e che penso sempre male..che vede che non cambio e non si può più fidare di me..che in fondo mi ha buttata solo fuori di casa e sta notando quando tengo a lui..che dare una spinta non è mettere le mani addosso... E CHE NON SE LA SENTE DI TORNARE CON ME!
Ho voglia di rispondergli, perchè lasciarlo nelle sue convinzioni????

Sei stata una viscida: AGGRESSORE
ti preparava il ragù con tanto amore: SOCCORRITORE
hai fatto la figura della pazza ecc. : AGGRESSORE
hai frainteso e pensi male: VITTIMA
non cambi e non si può fidare di te: VITTIMA
ti ha solo buttato fuori di casa e sta notando quanto tieni a lui: VITTIMA
non se la sente di tornare con te: VITTIMA.

Tutto in uno, complimenti.
Continua a non rispondere e se proprio devi e vuoi, sii asciutta, diretta, chiara, Non fare la vittima, non essere aggressiva, controlla bene il messaggio, che non contenga sfumature di questo genere.
Ma non stare ad accusare o a giustificarti. Non sentirti in colpa e non farti manipolare da lui.
Controlla la rabbia, non essere aggressiva.
Pensa bene a ciò che vorresti dirgli, soprattutto sappi che lui non cambierà. Se ti chiederà scusa sarà solo per rabbonirti.
Hai visto cosa ti scrive, no? Le prova tutte pur di farti tornare da lui. Ti vuole manipolare, ma in realtà non ti sta dicendo niente di importante, nè di sentito, nè di profondo, nè di vero.
"Diventa ciò che sei"
F. Nietzsche

49

Friday, November 21st 2008, 7:48pm

Ah, e magari potresti anche rispondere al suo: non me la sento di tornare con te ecc. ecc. con:

E' UN PROBLEMA TUO!

Ho provato e funziona. Il mio ex dopo questa frase non ha saputo più cosa dirmi.... e ha iniziato con le telefonate anonime! :what:
"Diventa ciò che sei"
F. Nietzsche

Aprikose

Forumista Incallito

  • "Aprikose" is female

Posts: 4,776

Activitypoints: 14,783

Date of registration: Jun 5th 2007

Location: il pianeta delle Fate

  • Send private message

50

Saturday, November 22nd 2008, 8:33am

Hiba sono sempre più ammirata per la tua conoscenza in questo ambito...hai mai pensato di mettere a frutto questa tua sensibilità, e aiutare qualcuno lavorando con queste situazioni?

Scusate l'OT.
Viviamo in un mondo in cui l'uomo è l'abito che indossa. Meno c'è l'uomo, più è necessario l'abito.

51

Saturday, November 22nd 2008, 12:49pm

No, in effetti no, non saprei nemmeno da dove cominciare.
Sai, dopo aver visto i miei genitori ed esserci caduta io, ho letto molti libri, ho cercato di capire queste dinamiche, le ho sperimentate e sono riuscita a modificare molto del mio comportamento, anche se talvolta vacillo, perché il dolore della perdita (anche nel senso di perdita di una guerra con lui), il dolore dell'ingiustizia subita, non sono facili da contenere.
Cerco di non cadere nei giochi di interazione ed è dura mettere a tacere l'orgoglio e la rabbia.
La tentazione di rispondere è forte, e poi scatta l'esasperazione una volta entrati nel gioco. E capisco Jessi quando fa i gesti inconsulti, perché li ho fatti anche io. Questa gente ti porta a un punto tale di rabbia che ti sembra di impazzire.
Sì, purtroppo conosco bene i modi della violenza più grossolana. Quelli della violenza sottile devo ancora impararli meglio... :P
Ma sono schemi che si ripetono. Le cose che l'ex ragazzo di Jessi le ha detto, me le sono sentite dire anche io. Magari non con le stesse parole, ma grossomodo...
Il vantaggio degli sms è questo, ti permettono di vedere in opera, senza esserne direttamente coinvolti, questo triangolo.
Io spero che Jessi se ne renda conto, anche se ci vuole un pò di tempo e di riflessione.
E vorrei anche dirle che so che è doloroso sentirsi dire queste cose, e so che ci si sente facilmente in colpa.
E' più facile dire: è colpa mia.
Questo mantiene l'illusione che la situazione possa essere controllata, cambiata. Noi non possiamo convincere l'altro, allora forse possiamo convincere noi stesse.
Se saremo abbastanza miti, buone e corrette, lui la smetterà.
Ma non è così che funziona. Anche il senso di colpa può essere controllo mascherato.
"Diventa ciò che sei"
F. Nietzsche

Aprikose

Forumista Incallito

  • "Aprikose" is female

Posts: 4,776

Activitypoints: 14,783

Date of registration: Jun 5th 2007

Location: il pianeta delle Fate

  • Send private message

52

Saturday, November 22nd 2008, 8:23pm

Il senso di colpa è ciò che finisce per legare di più a questo tipo di persone...come esseri umani, abbiamo bisogno di trovare una spiegazione in tutto ciò che ci accade, non possiamo pensare che a volte siamo letteralmente in balìa di altre forze. E così troviamo la spiegazione più semplice...è un meccanismo che spesso si impara fin da bambini, questo. Ed è difficile da scardinare, ma si fa, creando un rapporto correttivo con un terapeuta...che ci insegni cosa significa avere a che fare con una persona...normale, che ti rispetta, che non ti fa sentire in colpa...
Viviamo in un mondo in cui l'uomo è l'abito che indossa. Meno c'è l'uomo, più è necessario l'abito.

jessidue

Utente Attivo

  • "jessidue" has been banned
  • "jessidue" started this thread

Posts: 53

Activitypoints: 166

Date of registration: Nov 13th 2008

  • Send private message

53

Sunday, November 23rd 2008, 11:01pm

Grazie, SIETE GRANDI!!
Non ho ancora risposto nulla, ho paura di sbagliare frase.. Nel frattempo, ieri ha provato a chiamare parecchio...poi ha inviato due sms. Nel primo scrive che devo rispondergli, che gli manco tanto. Nel secondo mi chiede se mi importa ancora qualcosa di lui...
Oggi nulla.
Non capisco..fa finta di niente..non si fa mezza auto critica..!!!!!
E poi, se rispondessi al telefono, credo che mi sentirei d'un tratto fragile e in balia delle sue frasi...aiuto no!!!
Idem con la sua famiglia...sua madre mi scrive perchè non voglio parlare telefonicamente...Il fatto è che dentro di me vorrei dirgliene quattro, ma so che non ne sarei capace.. Sua madre sapeva che suo figlio è manesco, che di tanto in tanto si ubriaca e combina guai..che in passato ha rubato e spacciato droga...!!!! E pensava di aver trovato la fidanzata-baby sitter che lo avrebbe messo sulla retta via.. Si, per un po ce l'ho fatta...ma lui poi esplode..come ora..credo che si stia divertendo con gli amici..e pensando.."tanto lei la riprendo quando voglio"..
Secondo voi non è capace di amare o non mi ama proprio? E se non mi ama...significa che con la donna giusta non arriverebbe mai a dirle certe cose o ad alzare le mani?

Aprikose

Forumista Incallito

  • "Aprikose" is female

Posts: 4,776

Activitypoints: 14,783

Date of registration: Jun 5th 2007

Location: il pianeta delle Fate

  • Send private message

54

Monday, November 24th 2008, 8:38am

Purtroppo devo dirti di...no. Non esiste la donna giusta per questo tipo di persone...si comporterebbe così in ogni caso. E' proprio la concezione di amore, di (non) rispetto per l'altra persona ad essere sbagliato...e quindi lo porterebbe comunque ad alzare le mani e tutto il resto.
Sarò ripetitiva, ma lo scrivo ancora: nessuna donna potrà mai farlo cambiare, non con l'amore, non con la pazienza e tutto il resto...ci può riuscire soltanto uno specialista, e solo nel caso in cui lui per primo fosse motivato a cambiare...cosa che, in questo momento, mi sembra molto remota.

Jessi, non cercare la risposta giusta per lui, per sua madre...entrambi si sono comportati male con te, lui sappiamo come, lei scaricandotelo addosso come dire "ora ci badi tu", senza alcun rispetto per te e le tue decisioni, e lo testimonia questa sua insistenza.
Viviamo in un mondo in cui l'uomo è l'abito che indossa. Meno c'è l'uomo, più è necessario l'abito.

jessidue

Utente Attivo

  • "jessidue" has been banned
  • "jessidue" started this thread

Posts: 53

Activitypoints: 166

Date of registration: Nov 13th 2008

  • Send private message

55

Monday, November 24th 2008, 11:35am

Mi tormento, mi dico che avrei dovuto affrontare la situazione con piu tatto. Che non è stato un bene nemmeno essere indiretta e parlar male del suo amico. Che avrei dovuto portarlo a confessare..se ha problemi..Ma forse, come dite voi, non c'è nulla da fare, in ogni senso.

Aprikose

Forumista Incallito

  • "Aprikose" is female

Posts: 4,776

Activitypoints: 14,783

Date of registration: Jun 5th 2007

Location: il pianeta delle Fate

  • Send private message

56

Monday, November 24th 2008, 12:01pm

E a cosa sarebbe servito il tatto...seriamente, cosa sarebbe cambiato, secondo te?

In ogni caso mi sembra comunque che tu abbia agito all'interno della vostra storia con enorme sensibilità e rispetto nei suoi confronti, fin troppa probabilmente...per cui non vedo davvero cosa avresti da rimproverarti in merito.
Viviamo in un mondo in cui l'uomo è l'abito che indossa. Meno c'è l'uomo, più è necessario l'abito.

jessidue

Utente Attivo

  • "jessidue" has been banned
  • "jessidue" started this thread

Posts: 53

Activitypoints: 166

Date of registration: Nov 13th 2008

  • Send private message

57

Monday, November 24th 2008, 3:09pm

Si, sinceramente, smettendo di essere severa con me stessa per un attimo, sembra anche a me di essergli stata di supporto sotto tanti aspetti. E comunque, già il fatto di aver superato certe cose..Sono stata tanto tollerante. Cosi tanto da annientare la mia personalità.
Gli sono stata vicina quando, in settembre, era in crisi perchè voleva tornarsene a Napoli e diceva che io ero l'unico motivo che lo faceva rimanere qui al nord!!! Che se non fosse stato per me, se ne sarebbe andato via come un razzo!!! Non gli importa di aver trovato un lavoro - che comunque è precario - e i suoi lo hanno mantenuto per lunghi periodi, non hanno problemi enormi a livello economico.
L'ho supportato e consolato quando ha fatto la rissa e stava quasi per ammazzare il figlio della proprietaria - ed ha raccontato ai carabinieri che aveva bevuto perchè io lo avevo lasciato!!!! - . Quella volta piangeva a dirotto e diceva che voleva morire. Una parte di me lo avrebbe voluto lasciare immediatamente...quella volta ho proprio capito che quel suo modo di apparire normale e dolce poteva disgregarsi da un momento all'altro...Il pomeriggio era tranquillo..la sera era un mostro..uno contro cinque..cadeva e si rialzava sempre...quando è arrivata l'ambulanza ha insultato pesantemente anche le infermiere..Non mi sono resa conto di chi avessi vicino, finchè non ho fatto fare delle indagini e ho scoperto che lui è stato in prigione. Una volta, una sua cugina mi disse qualcosa a proposito della prigione, all'inizio della storia..ed io..in un secondo momento gliene parlai..Lui adirato, mi fece dire dai suoi genitori che quella ragazza voleva burlarsi di me e che era invidiosa, perciò mi disse una fesseria tale!! Ora, io vi dico che tutti sbagliamo, e che si possono avere altre chances nella vita..Aveva, effettivamente la possibilità di ricostruirsi una vita qui, con me.

jessidue

Utente Attivo

  • "jessidue" has been banned
  • "jessidue" started this thread

Posts: 53

Activitypoints: 166

Date of registration: Nov 13th 2008

  • Send private message

58

Monday, November 24th 2008, 3:28pm

Ho letto in quel link che mi avete fornito l'identikit dell'uomo violento.
Egli sceglie sempre le sue prede (lui mi diceva che le ragazze le guarda negli occhi per sapere se sono adatte a lui..quelle che non lo sono vanno solo usate a scopo sessuale); mi aiutava nei lavori di casa ma per farmi notare quanto lui fosse piu bravo di me..(questo lo faceva anche il mio precedente ragazzo che aveva la mania del pulito e dell'ordine e mi viene in mente che forse mi scelgo ragazzi con uno stesso comune denominatore!!); mi diceva spesso che sono pazza e che ho bisogno di uno psicologo; mi denigrava dicendo che potevo solo pulire i cessi..(solo da arrabbiato). L'unica differenza che ho notato..il mio non ha mai chiesto scusa (se l'ha fatto una mezza volta, ho percepito la falsità), non si è mai pentito, ha sempre incolpato me. Non ha mai detto ok non lo faccio piu..ha sempre detto che dipendeva da quanto sarei stata brava...Questo è un po strano..Cavoli, almento avesse fatto finta di pentirsi!!
Per il resto mi ha sempre fatta sentire bella e desiderabile, usando mille complimenti e nomignoli. Forse lui è piu fragile di me. Non so. O forse ha cattiveria. Non so come abbia fatto a dirmi cose tipo "ti mando in ospedale in prognosi riservata..ti cambio i connotati che i tuoi non ti riconoscono piu...". Io quando gli ho risposto mi sono sempre pentita di quel poco che gli ho detto. A lui non faccio pena..o non ci pensa..non lo so.

Aprikose

Forumista Incallito

  • "Aprikose" is female

Posts: 4,776

Activitypoints: 14,783

Date of registration: Jun 5th 2007

Location: il pianeta delle Fate

  • Send private message

59

Monday, November 24th 2008, 7:14pm

Mi permetto di dire che lui è sicuramente più debole di te. Tu stai mostrando la tua forza ora, allontanandoti da lui e prendendoti cura di te stessa, mentre lui ha sempre e solo mostrato la sua debolezza, l'incapacità di condurre una vita sana, di relazionarsi alle persone senza mettere di mezzo la violenza...ecco, tutto questo mi fa pensare che non ci sia ombra di dubbio su chi dei due sia più forte.
Ma il punto non è essere più forte di lui...è essere forte per te, per chiudere definitivamente con questa brutta storia. Non vedere lui come un povero ragazzi debole, in balìa dei suoi impulsi...ognuno ha la responsabilità di come si comporta, di ciò che fa e dice, e lui non ha nessuna giustificazione per come ti ha trattata.
Viviamo in un mondo in cui l'uomo è l'abito che indossa. Meno c'è l'uomo, più è necessario l'abito.

60

Tuesday, November 25th 2008, 5:59pm

Cara Jessi,
Aprikose ha ragione. Non c'è una persona giusta per lui, perché è il suo modo di relazionarsi che è malato, e questo non dipende affatto dalle persone!!!
Lo farà di nuovo, e di nuovo e di nuovo.
E capisco la tua paura di rispondergli, è naturale dopo quello che ti ha fatto. Non so, prova a cambiare numero di cellulare, e a casa fatti negare. Forse è la soluzione migliore per allontanarlo definitivamente.
Ah, sai, anche il mio ex "pazzo" mi ha detto con cattiveria che "la sua psicologa gli aveva detto che io avevo bisogno di uno psicologo" e sai cosa gli ho detto?
Che se mai avessi avuto bisogno di uno psicologo non avrei avuto nessun problema ad andarci. Ma dal momento che attualmente la mia vita era piena di amici, avevo dato ben due esami con voti alti e avevo persino trovato un lavoro, e del resto stavo bene, non ne sentivo affatto il bisogno. E, nota bene, dopo solo due mesi che lo avevo lasciato. Come posso dire, ero rinata!!!
(Poi che c'entra, dallo psicologo ci sono finita anni dopo, ma non ho avuto problemi ad andarci e nessuno me lo ha consigliato, è stata una scelta mia!!! :tooth:).
E, un altro punto di contatto inquietante, il mio ex "pazzo" all'inizio mi diceva che lui era attratto da ragazze "con gli occhi segnati", da ragazze sofferenti. Eh certo, oggi lo capisco meglio, una sana e contenta non se lo sarebbe filato neanche per mezzora!
E' vero che se le scelgono. Si scelgono le ragazze più ingenue, magari sofferenti, sì, come lo ero io, e desiderose di piacere, bisognose di piacere soprattutto a un misogino, criticone, violento... (lasciamo perdere va!).
Anche io ho continuato a ripetere che lui era fragile, aveva problemi. Ma un bel giorno un mio amico, che una volta era rimasto vittima della sua gelosia patologica e quindi aveva avuto modo di assistere a una sua scenata, mi ha detto molto saggiamente: quello non è malato, quello è stronzo!!!
E io ci credo, va bene?
Perché anche io ho avuto i miei problemi, famiglia disturbata e violenza e tutto, ma mai sono andata in giro a picchiare la gente.
I miei fratelli non hanno mai alzato un dito sulle loro mogli, eppure sono cresciuti con un padre violento, avrebbero potuto prendere esempio! Che cosa c'entrano i problemi con la violenza???? Secondo me, NIENTE! A meno che non si parli di psicosi, e anche lì dipende!
Ti chiedi se ti amava?
A modo suo, forse. Un amore fatto più di dipendenza e di bisogno. Noi lo chiamiamo amore, ma la parola deve essere un'altra.
No, cara, non puoi fare nulla per lui, NULLA!
Anzi, ti sei anche esposta troppo al pericolo.
E devo dire che ti ammiro perché non gli rispondi.
Io non sono stata così forte all'inizio. Ma ho avuto due angeli accanto. e una volta che ero in preda ai sensi di colpa e alla preoccupazione e stavo per rispondere al telefono, i miei compagni di casa mi hanno presa letteralmente per le spalle e mi hanno risbattuta a sedere dicendomi: no! Tu non rispondi!
E hanno fatto bene. Mi hanno ascoltata sempre, tutte le volte che avevo bisogno di parlare e di capire.
Poi, dopo due mesi arrivò quella famosa telefonata, e io mi sono sentita pronta per rispondere e affrontarlo.
Mio Dio, quanto è stato facile smontarlo definitivamente!
Una volta uscita dal condizionamento emotivo a cui mi aveva sottoposta per un anno e mezzo, vedevo già le cose in un altro modo.
Ed è stato facile, enormemente facile trasmettergli con le parole e con il tono di voce (assolutamente calmo e sicuro) che di lui non me ne poteva fregare di meno!!!!
Sì, sono deboli alla resa dei conti, e vigliacchi.
Ma tu cerca di stare lontana da lui, perché è pericoloso!
Io ero "tranquilla" perché lui era a casa sua, molto lontano da me.
"Diventa ciò che sei"
F. Nietzsche