Homepage di Nienteansia.it
Switch to english language  Passa alla lingua italiana  
Newsletter di psicologia


archivio news

You are not logged in.


Dear visitor, welcome to Forum di Psicologia di Nienteansia.it. If this is your first visit here, please read the Help. It explains in detail how this page works. To use all features of this page, you should consider registering. Please use the registration form, to register here or read more information about the registration process. If you are already registered, please login here.

dasMonster

Utente Avanzato

  • "dasMonster" is male
  • "dasMonster" started this thread

Posts: 415

Activitypoints: 1,861

Date of registration: Sep 4th 2008

  • Send private message

1

Saturday, March 12th 2011, 5:10pm

La differenza di età è così importante?

Salve a tutti, rieccomi dopo un bel po' di inattività.

Con questo thread vorrei parlare della differenza di età tra uomo e donna. Secondo voi è così importante? Io ho 23 anni e quando ne avevo 20 sono stato innamorato di una donna che ne aveva 45. Con lei sarebbe stato impossibile creare una relazione stabile, perché se io avessi avuto 40 anni lei ne avrebbe avuti 60. Però siamo stati bene per più di un anno.

Io penso che l'amore non abbia età, cioè che una donna o un uomo possano innamorarsi di un partner anche con 7/8 anni di differenza. La psichiatra da cui vado dice che ha conosciuto un ragazzo che si è messo con una donna con 10 anni di più e che stavano bene insieme... nonostante le rispettive famiglie non fossero d'accordo.

Le ragazze guardano i ragazzi più grandi perché hanno più esperienza, ma se io volessi fare la stessa cosa specularmente (cioè cercare una donna sui 30 anni proprio perché mi da più sicurezza) non penso sarebbe impossibile. Voi che dite?
=========================================
Ich bin ein Untermensch, ich bin das Monster

2

Saturday, March 12th 2011, 9:30pm

Considerato che le storie in genere,a prescindere dalla differenza di età,hanno in ogni caso solo un tot di tempo non lunghissimo prima di incontrare problemi e finire credo che una storia valga l'altra.Probabilmente nelle storie con differenza di età ci può essere un arricchimento e uno scambio reciproco maggiore e più stimolante da un lato,ma dall'altro può nascere un problema non piccolo nel momento in cui un uomo più giovane inizi a desiderare un figlio da una donna ormai troppo matura per averne e penso che questa sia l'unica cosa da valutare piuttosto che starsi a preoccupare di quello che pensano e dicono gli altri che non dovrebbero minimamente mettere becco.E' assurdo che una coppia debba lottare contro pareri contrari esterni!

dasMonster

Utente Avanzato

  • "dasMonster" is male
  • "dasMonster" started this thread

Posts: 415

Activitypoints: 1,861

Date of registration: Sep 4th 2008

  • Send private message

3

Saturday, March 12th 2011, 9:32pm

Giusto. La differenza di età, in caso di prole, potrebbe farsi sentire. Ma è proprio vero che le coppie nascono solo per mettere al mondo dei figli? È questo che mi chiedo... :)
=========================================
Ich bin ein Untermensch, ich bin das Monster

4

Saturday, March 12th 2011, 9:38pm

Di solito è un desiderio che a un certo punto si fa sentire,magari non per tutti,non sempre,ma spesso direi...certo tu alla tua età immagino che ancora non ci pensi proprio:)

dasMonster

Utente Avanzato

  • "dasMonster" is male
  • "dasMonster" started this thread

Posts: 415

Activitypoints: 1,861

Date of registration: Sep 4th 2008

  • Send private message

5

Saturday, March 12th 2011, 9:40pm

Io mi auguro di non avere mai figli, ma semplicemente perché non saprei educarli e non saprei trasmettergli il mio bene... tutto qui :)

Per il resto, le donne che mi attraggono di più sono quelle sui 28-30 anni. E non penso ci sia nulla di male nel corteggiarne una. Dopotutto anche la mia ex di 45 anni... voleva sentirsi più giovane fidanzandosi con me !!!
=========================================
Ich bin ein Untermensch, ich bin das Monster

6

Sunday, March 13th 2011, 10:19pm

dasMoster io sto da 2 anni con una ragazzo piu garande di me di 8 anni e stiamo benissimo insime! Secondo me dipende dai caratteri delle persone!! poi i figli vengono dopo aver trovato una stabilità nella coppia e sopratutto se ci si sente pronti x averli. ciaoo
Ci metto tempo ogni mattina a diventare me stessa.

kimberly

Amico Inseparabile

Posts: 1,385

Activitypoints: 4,386

Date of registration: Mar 3rd 2010

  • Send private message

7

Monday, March 14th 2011, 8:13am

Io sono stata con un ragazzo piu' grande di me di 11 anni e sinceramente si vedeva la differenza di età nella quotidianità.
Io avevo 20 anni e lui ai tempi ne aveva 31. Io volevo uscire, tornare a casa tardi e andare a ballare e, chiaramente, ne avevo tutti i diritti dato che ero nel pieno della mia giovinezza. Le mie amiche avevano la mia età mentre gli amici di lui si aggiravano dai 30 ai 40 anni.Lui voleva stare a casa insieme a me e mia madre, dato che ai tempi vivevo ancora con lei e per me era una gran scocciatura stare a casa il sabato sera o rientrare dopo una serata in cui si andava al pub di paese ,in cui si tornava a casa presto.I suoi amici avevano figli e a me i bambini non mi sono mai piaciuti e mi dava fastidio quando andavamo al ristorante e c'erano i bambini di turno piagnucolando mentre noi adulti cercavamo di parlare. Io sentivo la necessità di esplorare il mondo mentre lui era piu' sedentario.
Lui lavorava mentre io vivevo i mie anni sabbatici del dolce far niente. Io ero piu' immatura di lui e volevo divertirmi mentre lui aveva dei progetti di matrimonio e figli chedi certo non rientravano nel mio panorama.
Sinceramente penso che l'età sia un ostacolo per via della maturità delle singole età.Chiaramente 7 o 8 anni non fanno molto differenza ma se iniziano a superare la decina la differenza inizia a sentire in modo non indifferente.La passione è un'altra cosa dall'avere un progetto di vita comune e francamente non ce lo vedo con una persona con cui intercorrono tanti anni di età.

Pazzo

noi possiamo chiudere con il passato ma il passato non chiude con noi

  • "Pazzo" is male

Posts: 240

Activitypoints: 734

Date of registration: Aug 5th 2010

Occupation: Ho fatto un patto sai con le mie emozioni, le lascio libere e loro non mi fanno fuori

  • Send private message

8

Monday, March 14th 2011, 9:16am

Per quanto mi riguarda la differenza d'eta conta molto poco, quello che per me conta e' l'empatia che c'e' in una coppia.
Noi chiudiamo con il passato ma e' il passato che non chiude mai con noi.

doctor Faust

Azzeccagarbugli

  • "doctor Faust" is male

Posts: 7,407

Activitypoints: 22,746

Date of registration: Mar 28th 2009

Location: Italia

Occupation: Ex dirigente infermieristico, laureato in filosofia, counselor sociosanitario.

  • Send private message

9

Monday, March 14th 2011, 12:47pm

Salve a tutti, rieccomi dopo un bel po' di inattività.

Con questo thread vorrei parlare della differenza di età tra uomo e donna. Secondo voi è così importante? Io ho 23 anni e quando ne avevo 20 sono stato innamorato di una donna che ne aveva 45. Con lei sarebbe stato impossibile creare una relazione stabile, perché se io avessi avuto 40 anni lei ne avrebbe avuti 60. Però siamo stati bene per più di un anno.

Io penso che l'amore non abbia età, cioè che una donna o un uomo possano innamorarsi di un partner anche con 7/8 anni di differenza. La psichiatra da cui vado dice che ha conosciuto un ragazzo che si è messo con una donna con 10 anni di più e che stavano bene insieme... nonostante le rispettive famiglie non fossero d'accordo.

Le ragazze guardano i ragazzi più grandi perché hanno più esperienza, ma se io volessi fare la stessa cosa specularmente (cioè cercare una donna sui 30 anni proprio perché mi da più sicurezza) non penso sarebbe impossibile. Voi che dite?


dipende da cosa cerchi. Se cerchi una fanciulla da proteggere, una donna libera e autonoma, o una mamma.

diogene

Giovane Amico

  • "diogene" is male

Posts: 137

Activitypoints: 453

Date of registration: Feb 9th 2011

  • Send private message

10

Monday, March 14th 2011, 8:35pm

di norma io stesso tendo a mettermi con ragazze più giovani di me.
Sarà perchè ho il complesso di peter pan (quando non devo lavorare),sarà perchè non penso affatto che dopo i 30 sei da considerare cadavere,ma puoi avere un sacco di interessi e attività nuove e continuare a coltivare le vecchie.
Sarà per questo o altri motivi che ritengo dal punto di vista,oltre che fisico,anche mentale,stimolante il rapporto con una persona più giovane di me.
I rapporti veramente problematici che ho avuto sono stati quelli con le mie coetanee...perchè bho...io tendevo ad annoiarmi,loro a chiedermi cose che non volevo nè potevo dare.
ora,l'inverno del nostro scontento,si è mutato in radiosa estate.........

cristyna

Amico Inseparabile

  • "cristyna" is female

Posts: 1,273

Activitypoints: 3,840

Date of registration: Oct 5th 2010

  • Send private message

11

Thursday, March 17th 2011, 4:04pm

Più si cresce e più le distanze si accorciano. Un conto è parlare di una differenza tra un uomo e donna l'uno di 38 l'atro di 48/50 e un conto è parlare dell'uno di 18 e l'altro di 30. Nel primo caso è più facile che il rapporto possa crescere perchè cmq parliamo di persone mediamente già formate e maturate, nel secondo caso inevitabilmente il più giovane è destinato a soccombere in qualche modo per poi crescere da solo e rendersi conto di quanto si stato anche inconsapevolmente "plagiato". Qualsiasi discussione mi possa fare a 30 anni una perosona di 18....volete che non saprei girarla e rigirarla a mio piacimento, data la maggiore età e quindi maturità e conseguente capacità di linguaggio? Io la penso così...poi è chiaro che ogni caso è a sè!

diogene

Giovane Amico

  • "diogene" is male

Posts: 137

Activitypoints: 453

Date of registration: Feb 9th 2011

  • Send private message

12

Thursday, March 17th 2011, 9:10pm

bho mi sembra un pò anacronistico come discorso.
La società di oggi,con la precarizzazione delle vite ha almeno come unico vantaggio il prolungare la giovinezza.
Quando avevo 18 anni io i trentenni in giro erano mosche bianche.
Tutti a modo nostro "morti" davanti alla televisione la sera, tra moglie e figli.
Oggi trovare trentenni-quarantenni...e in alcuni casi anche cinquantenni in giro la sera o impegnati in attività artistiche,politiche culturali una volta tipicamente giovanili grazie al cielo è la normalità.
Così anche i rapporti intergenerazionali lo sono,in quanto esistono punti di contatto infinitamente maggiori.
Il tutto in un rapporto umano/dialettico che non debba ridursi semplicemente all'infinocchiarsi o plagiarsi gli uni con gli altri,quindi talvolta senza prevedere la necessità di "rigirarla come si vuole"
Non mi sembra grazie al cielo che tra gli over 30 (almeno per il contesto sociale in cui sono cresciuto) ci sia quella che una volta veniva definita "sindrome del reduce" ,in virtù della quale si definivano i giovanissimi tutti peggio di come eravamo noi alla loro età,nè dall'altra parte c'è quel rifiuto generazionale che ha caratterizzato quelli della mia leva,verso quelli più grandi...direi che c'è molta più promiscuità.
Forse vuoi perchè ormai di matrimonio,fortunatamente si parla sempre meno,forse vuoi perchè due o più generazioni si trovano a vivere gli stessi problemi,immutati da molti anni ,samo portati a vievere gomito a gomito la stessa realtà,con gli stessi ritmi.
In questa nuova realtà è ovvio che maturino anche le relazioni affettive.
A 35 anni ho frequentato ragazze di 18-20 , nessuno si è mai scandalizzato,nè sentito plagiato,nè tanto meno io mi son mai dovuto sforzare di plagiare qualcuna.
Così come adesso a 37 suono ancora con lo stesso gruppo punk nel quale sto da 20 anni quasi,visto che il mio pezzo di carta l'ho preso,un lavoro onesto che mi permette di portare a casa il pane e pagare le bollette,non ho nessuna intenzione di smettere o di sentirmi inadeguato o troppo vecchio,così come non mi sento in colpa per non avere il benchè minimo desiderio di metter su la classica happy family...per la prosecuzione della specie.
ora,l'inverno del nostro scontento,si è mutato in radiosa estate.........

ymor

Nuovo Utente

Posts: 1

Activitypoints: 3

Date of registration: Jun 17th 2012

  • Send private message

13

Sunday, June 17th 2012, 10:55am

differenza età

Sono un uomo di 54 anni .Alcuni mesi fa ricevo un'e-mail da una ragazza Russa di 24 anni interessata a trovare un uomo che la porti fuori dalla Russia;io

le rispondo che, vista la differenza di età,non c'era alcuna possibilità.Dopo tutti questi mesi continuiamo a sentirci :lei dicendo che non c'è alcun problema e io a dirle che è un rapporto quasi contro natura.La ragazza mi ha inviato molte foto e raccontandomi dettaglitamente il suo vissuto,da cui ho potuto capire che è probabilmente una brava ragazza, legata a un modo di concepire la vita diversa dalla nostra occidentale.In questo momento mi trovo in uno stato d'ansia dovuto alla neccesità di troncare in modo definitivo il rapporto e la voglia di continuare questo legame impossibile con tutta la vicenda complicata dalla richiesta dell'interessata di venire in Italia a conoscermi.A oggi la ragazza non ha mai fatto richieste di danaro per il viaggio o per parenti ammalati etc..Non so cosa fare.Aggiungo che ,per mia fortuna, dimostro molti anni meno di quelli reali(comunque sono sempre 54).