Homepage di Nienteansia.it
Switch to english language  Passa alla lingua italiana  
Newsletter di psicologia


archivio news

Non risulti loggato.


Gentile visitatore,
Benvenuto sul Forum di Psicologia di Nienteansia.it. Se questa è la tua prima visita, ti chiediamo di leggere la sezione Aiuto. Questa guida ti spiegherà il funzionamento del forum. Prima di poter utilizzare tutte le funzioni di questo software dovrai registrarti. Usa il form di registrazione per registrarti adesso, oppure visualizza maggiori informazioni sul processo di registrazione. Se sei già un utente registrato, allora dovrai solamente procedere con il login da qui.

AlessandroF

Giovane Amico

  • "AlessandroF" è un uomo
  • "AlessandroF" ha iniziato questa discussione

Posts: 100

Activity points: 426

Data di registrazione: sabato, 28 gennaio 2012

Località: Pescara

Lavoro: psicolgo-psicoterapeuta in formazione e educatore

  • Invia messaggio privato

1

martedì, 31 gennaio 2012, 20:27

IO e TE, IO o TE, NOI e io, NOI o IO?

salve a tutti, volevo proprorre come discussione il tema "IO e TE, IO o TE, NOI e io, NOI o IO?".
la vita di coppia può mettere in seria difficoltà i confini tra le persone e a volte questi confini possono proprio sparire o diventare muri di cemento armato.
attendo le vostre esperienze o i vostri vissuti su questo tema! :friends: :dash:
Forte Alessandro - psicologo

summertime

Pilastro del Forum

  • "summertime" è un uomo

Posts: 2.504

Activity points: 7.771

Data di registrazione: mercoledì, 10 marzo 2010

  • Invia messaggio privato

2

martedì, 31 gennaio 2012, 20:30

io direi IO + TE = NOI

per il resto non ho ben capito quale dibattito vuoi lanciare.
“Se qualcuno ti dice che non ci sono verità, o che la verità è solo relativa, ti sta chiedendo di non credergli. E allora non credergli.”

AlessandroF

Giovane Amico

  • "AlessandroF" è un uomo
  • "AlessandroF" ha iniziato questa discussione

Posts: 100

Activity points: 426

Data di registrazione: sabato, 28 gennaio 2012

Località: Pescara

Lavoro: psicolgo-psicoterapeuta in formazione e educatore

  • Invia messaggio privato

3

mercoledì, 01 febbraio 2012, 10:54

lo scopo è quello di dare voce a quelle situazioni dove la persona che vive in coppia può sentirsi così presa e inglobata da tale vita da non sentirsi più un individuo a se, dove il NOI diventa il primo pensiero e si trascura l'IO e il TU. la fusione della coppia può generare anche problemi, tanto da portare rotture necessarie per poter dire IO SONO IO.
spero di esser stato più preciso. :)
Forte Alessandro - psicologo

summertime

Pilastro del Forum

  • "summertime" è un uomo

Posts: 2.504

Activity points: 7.771

Data di registrazione: mercoledì, 10 marzo 2010

  • Invia messaggio privato

4

mercoledì, 01 febbraio 2012, 11:02

Una vita di coppia sana - quindi orientata nel lungo termine al matrimonio e alla generazione di figli, dovrebbe mettere al primo posto il NOI. :)

Se non si è disposti a lasciar perdere una fetta consistente dei propri individualismi, come si può pensare di costruire una vita a due che sia solida e amorevole? E che resista alle difficoltà della vita?

Ovvio poi che la coppia sia formata da due individui distinti; ma la prima preoccupazione dovrebbe essere quella di fondersi in un'armonia affettiva in cui contribuiscono in parti uguali l'erotismo, la tenerezza e la responsabilità.

Non di salvaguardare i propri "spazi personali" (che il più delle volte sono fughe dalla realtà).
“Se qualcuno ti dice che non ci sono verità, o che la verità è solo relativa, ti sta chiedendo di non credergli. E allora non credergli.”

karim

Amico Inseparabile

  • "karim" è una donna

Posts: 1.599

Activity points: 4.846

Data di registrazione: sabato, 17 settembre 2011

Località: Puglia

  • Invia messaggio privato

5

mercoledì, 01 febbraio 2012, 11:04

Mi son sempre fatta in 4 per tenere ben in saldo il mio IO+TE,trascurando il mio IO...non ci sono rotture,ma piccole falle ma sento il bisogno di curare il mio IO senza pensare adesso un pò a LUI!

Weimar

Utente Attivo

  • "Weimar" è una donna

Posts: 31

Activity points: 107

Data di registrazione: lunedì, 23 gennaio 2012

  • Invia messaggio privato

6

mercoledì, 01 febbraio 2012, 11:25

Fatto per me questo dibattito.

NOI, ma anche IO e TE.

Se quel NOI annulla ciò che siamo individualmente qualcosa non va. Anche se cmq quando si è in due dovrebbe contare di più quello che si può costruire insieme piuttosto che l'individualità. La cosa importante è che il NOI sia prioritario per entrambi e che ogni eventuale rinuncia non sia tale, ma bensì una scelta, un cambiamento voluto. Quel NOI deve far star meglio che IO e TE.

Belle89

Utente Fedele

  • "Belle89" è una donna

Posts: 423

Activity points: 1.493

Data di registrazione: lunedì, 12 dicembre 2011

Località: Sull'isola che non c'è

Lavoro: Studentessa

  • Invia messaggio privato

7

mercoledì, 01 febbraio 2012, 11:36

Il NOI ci può essere solo se IO e TU mantengono la propria individualità, i propri spazi e le proprie passioni: tanto meglio se ci sono più interessi in comune, ma se così non dovesse essere, non bisogna MAI trascurare la propria personalità. Ovvio, sempre mantenendo il rispetto dell'altro. Logicamente, un rapporto si basa su scelte, e non su rinunce (la rinuncia, per me, è qualcosa di forzato e non voluto) : se si sceglie di stare insieme bisogna venirsi incontro, dialogare, capire, parlare, ed essere sempre sinceri. Il NOI deve essere una forza per IO e TE, ma non il punto di partenza.. il NOI si raggiunge crescendo insieme.

timerz77

Ho sempre sonno...

  • "timerz77" è un uomo

Posts: 294

Activity points: 938

Data di registrazione: lunedì, 05 dicembre 2011

Località: Lombardia

Lavoro: Consulente informatico

  • Invia messaggio privato

8

mercoledì, 01 febbraio 2012, 12:23

Io mi ritrovo spesso nella condizione di NOI = TE e poi IO, ora sto cercando di farlo diventare un NOI = IO + TE
Il NOI è comunque una forza per me.

Ovvio che non è ammissibile che il NOI annulli l'individualità, altrimenti c'è davvero qualcosa che non va.

AlessandroF

Giovane Amico

  • "AlessandroF" è un uomo
  • "AlessandroF" ha iniziato questa discussione

Posts: 100

Activity points: 426

Data di registrazione: sabato, 28 gennaio 2012

Località: Pescara

Lavoro: psicolgo-psicoterapeuta in formazione e educatore

  • Invia messaggio privato

9

mercoledì, 01 febbraio 2012, 12:48

a mio avviso il NOI può esistere solo i due singoli individui accettano di non annullarsi per il noi. sembra assurdo, ma a volte capita e creano delle condizioni di coppia molto complesse. il dire IO in un NOI non significa certo essere egoisti o non accettare l'altro, ma dare all'altro, e a noi stessi, la possbilità di accettare l'altro nella sua interezza. a queste condizioni il NOI diventa un laboratorio di vita, dove si decide a cuore aperto di perscorrere insieme il percorso.
Forte Alessandro - psicologo

summertime

Pilastro del Forum

  • "summertime" è un uomo

Posts: 2.504

Activity points: 7.771

Data di registrazione: mercoledì, 10 marzo 2010

  • Invia messaggio privato

10

mercoledì, 01 febbraio 2012, 12:50

...mi pare però che il tutto stia derivando verso un'astrazione fumosa e teorica, che poco spiega le reali dinamiche di coppia. AlessandroF, ci puoi fare degli esempi?
“Se qualcuno ti dice che non ci sono verità, o che la verità è solo relativa, ti sta chiedendo di non credergli. E allora non credergli.”

AlessandroF

Giovane Amico

  • "AlessandroF" è un uomo
  • "AlessandroF" ha iniziato questa discussione

Posts: 100

Activity points: 426

Data di registrazione: sabato, 28 gennaio 2012

Località: Pescara

Lavoro: psicolgo-psicoterapeuta in formazione e educatore

  • Invia messaggio privato

11

mercoledì, 01 febbraio 2012, 13:25

nel frattempo penso a qualche esempio che non sia "teorico" ma della mia vita....
chi di voi si è sentito chiamato in causa e vuole riportare la sua esperienza?
Forte Alessandro - psicologo

12

mercoledì, 01 febbraio 2012, 13:37

Citato

IO + TE = NOI

No,no,no....quel + è orribile...per carità!!
Sembra di diventare gli elementi di una miscela chimica,gli ingredienti di un composto amorfo... e in questo caso poi la propria testa dove va a finire?Chi è che prende le decisioni??
io E te= NOI.
Solo salvaguardando la propria individualità si può portare avanti la coppia in maniera sana.
Annullarsi nell'altro è quanto di più deleterio ci possa essere:si perde di vista sè stessi,l'altro(che finisce col venire troppo idealizzato)e la realtà delle cose.
Io sono una persona profondamente individualista, da non confondere con egoista!
Essere egoisti significa pensare solo a sè stessi fregandosene dell'altro ed è chiaro che ciò risulta incompatibile con la vita di coppia,così come risulta incompatibile con la vita di coppia fare un frappè dei propri cervelli.
Essere individualisti significa invece continuare a condurre la propria vita con la consapevolezza che qualunque cosa si faccia questa avrà una ripercussione sull'altro e di questo non bisogna fregarsene ma bisogna tenerne conto ponderando sulla base di ciò le proprie scelte:questo per me segnifica la fine della vita da single e l'inizio della vita di coppia.
Sembra facile a dirsi, in realtà ci vuole una grande maturità.
ho una visione molto pragmatica della coppia...i sentimentalismi, la passione,l'abbandono totale li lascio nella camera da letto.

Weimar

Utente Attivo

  • "Weimar" è una donna

Posts: 31

Activity points: 107

Data di registrazione: lunedì, 23 gennaio 2012

  • Invia messaggio privato

13

mercoledì, 01 febbraio 2012, 13:54


Io sono una persona profondamente individualista, da non confondere con egoista!
Essere egoisti significa pensare solo a sè stessi fregandosene dell'altro ed è chiaro che ciò risulta incompatibile con la vita di coppia,così come risulta incompatibile con la vita di coppia fare un frappè dei propri cervelli.
Essere individualisti significa invece continuare a condurre la propria vita con la consapevolezza che qualunque cosa si faccia questa avrà una ripercussione sull'altro e di questo non bisogna fregarsene ma bisogna tenerne conto ponderando sulla base di ciò le proprie scelte:questo per me segnifica la fine della vita da single e l'inizio della vita di coppia.

Pienamente d'accordo.

Lupotta

asociale

  • "Lupotta" è una donna

Posts: 1.716

Activity points: 5.400

Data di registrazione: martedì, 26 gennaio 2010

Località: Lombardia

Lavoro: schifoso..

  • Invia messaggio privato

14

mercoledì, 01 febbraio 2012, 15:18

Anche io appoggio in pieno Luna Stregata e quanti affermano che senza IO il NOI non può esistere.
Non vedo come si possa avere un progetto in comune, se non si sa nemmeno cosa si vuole prima di tutto per se stessi.
La coppia dovrebbe essere una realtà sempre in movimento, senza ruoli fissi, senza costrizioni ne rinunce (non nel termine di: devo rinunciare ad una cosa a cui tengo per il bene dell'altro.)
Se qualcuno rinuncia ad un pezzo di se lo fa perchè quel pezzo non è così importante ma magari può ledere ciò che si sta costruendo con l'altro, quindi lo si accantona per un bene più grande.
La coppia dovrebbe essere una COLLABORAZIONE: un dare e avere senza regole ben precise, ma un "gioco di squadra" continuo, che certamente richiede energie e sforzi, ma mai in modo che il singolo si senta schiacciato o che debba fare cose che ledono la sua individualità od i suoi bisogno primari.
Una persona deve essere così matura ed avere una conoscenza di se abbastanza ferma ed approfondita da sapere cosa sono le cose che vuole dare e che si sente in grado di dare, e quelle cose a cui proprio non può rinunciare, che non può sacrificare nemmeno in nome della coppia.
Se uno lo sa a priori, poi riuscirà ad essere onesto e sincero con l'altro, facendoglielo presente, così che l'altra parte possa decidere con la stessa onestà se le cose che gli vengono proposte possono portare al conseguimento dell'obiettivo comune.
Sò che può sembrare poco poetico e romantico: ma l'amore serve fino ad un certo punto, poi serve molto, moltissimo altro.
Prima di tutto l'onestà e la chiarezza, oltre al rispetto prima per se stessi e poi per l'altro.
Tutto questo sempre secondo me, ovvio.
L'uomo si differenzia dal resto della natura soprattutto per una viscida gelatina di menzogne che lo avvolge e lo protegge.

timerz77

Ho sempre sonno...

  • "timerz77" è un uomo

Posts: 294

Activity points: 938

Data di registrazione: lunedì, 05 dicembre 2011

Località: Lombardia

Lavoro: Consulente informatico

  • Invia messaggio privato

15

mercoledì, 01 febbraio 2012, 17:14

A questo punto credo che dovrò rivedere parte dei miei rapporti con la mia dolce metà...
Infatti credo di esserne succube e di assecondarla per molte cose, rinunciando anche ad una parte delle cose che mi piacciono davvero per "non farle torto"...
Mi sa che devo proprio crescere ancora...

E' bello avere qualcuno, anche se virtuale, con cui condividere le opinioni.