Homepage di Nienteansia.it
Switch to english language  Passa alla lingua italiana  
Newsletter di psicologia


archivio news

You are not logged in.


Dear visitor, welcome to Forum di Psicologia di Nienteansia.it. If this is your first visit here, please read the Help. It explains in detail how this page works. To use all features of this page, you should consider registering. Please use the registration form, to register here or read more information about the registration process. If you are already registered, please login here.

Your-truth

Utente Fedele

  • "Your-truth" started this thread

Posts: 316

Activitypoints: 1,102

Date of registration: May 23rd 2009

  • Send private message

1

Sunday, July 19th 2009, 4:17am

I danni per la coppia che derivano dalla rimozione di un lutto.

Non mi ricordo se ne ho già parlato... però ho questo problema, che c'è da gennaio. La natura del problema è molto delicata... ed io non so come venirne fuori, temo di aver già fatto un pasticcio stanotte. Quindi devo risolverlo al più presto. Per favore non ditemi che non devo impicciarmi, perchè se stiamo insieme lui deve condividere la sua vita con me... e scusatemi se è molto lungo, ma appunto da sola non riesco a trovare la soluzione.

La mia è una storia a distanza, siamo stati amici per due anni, poi migliori amici e poi "amici" e poi ci siamo messi insieme. Anche qui, per favore non ditemi che non è "amore" per via della distanza, perchè l'amore è fatto da due aspetti (fisico, fascino o come si chiama e carattere = intera persona) e se c'è solo carattere si chiama "affetto" e porta "amicizia", sapevamo che ci dovevamo vedere prima di poterlo dire con sicurezza, ma ci siamo visti e non ci sono stati problemi, anzi ci siamo baciati. Insomma, non è questo il punto... o perlomeno non è il punto fondamentale :-( perchè di fondamentale c'è solo che la lontananza mi ha impedito di vedere con i miei occhi il funerale e conoscere il gemello e quindi adesso non avrei di questi dubbi.

Lui aveva un gemello con cui ho parlato via email, sms e telefono (ma aveva la voce uguale al fratello ed aveva risposto imitandomi e dicendomi che il mio ragazzo non c'era). Dopo che ci siamo messi insieme, un mese dopo e qualcosa, due anni fa, il gemello fa un incidente stradale insieme agli zii ed il cuginetto viene adottato a casa loro. Al cuginetto non dicono più niente dei genitori, ha tre anni, viene cresciuto come loro figlio. La sua famiglia non vuole più sentir parlare del figlio.

Adesso spero di non perdere il filo del discorso, perchè qui iniziano i miei dubbi.

1) La sera in cui gli dicono che è morto, non mi vuole parlare al telefono.. però al tempo stesso (volendo proprio essere obbiettivi, perchè ricordo che sono stata tutta la notte a piangere e fissare il telefono, sentendo mio il suo dolore e rimpiangendo di non essere lì da lui per consolarlo, perchè mio padre è morto e so che si prova... l'avrei pure ceduto ad un'altra, che almeno potesse abbracciarlo, perchè ricordo che io avevo anche molto bisogno di contatto fisico) non ho la certezza che lui fosse triste e nemmeno il più grande degli attori avrebbe potuto fingere in questo caso, quindi il silenzio è stato la cosa migliore.

2) Dopo un po' di giorni mi chiede di non fare le condoglianze ai suoi genitori, perchè andrebbero in crisi. Fin qui okay... poi però quest'anno, dato che lui ha i capelli lunghi e la mia famiglia + parenti è molto antiquata, spiego a mia cugina che l'ha fatto per differenziarsi dal gemello, che poi è morto... lui si arrabbia quando glielo dico, perchè teme che mia cugina faccia le condoglianze. Gli dico che è impossibile dopo tanto tempo, ma lui comunque mi dice che ho sbagliato.

3) Prima di avere il cellulare che fa le foto, non me ne aveva mai mandata una perchè diceva che era sempre insieme al fratello... io però quando sono andata a casa sua, ho visto che c'erano solo foto del cuginetto (una marea!) o del cuginetto con lui. Quindi mi è venuto spontaneo fare il collegamento tra il gemello ed il cugino.

4) Gli ho chiesto una foto del fratello e me ne ha mandato una dove lui è al centro di una giostra pubblica e di lato c'è un altro ragazzo, i vestiti sono maglietta, cappellino e pantaloni per entrambi (ma lui ha pure un cugino della sua stessa età o poco più piccolo e si vedono molto spesso), però... anche qui a fare i pignoli lui non mi ha fotografato la foto dritta.. l'ha presa storta.. perciò può essere che al centro della foto c'è lui e poi quel bambino non ci sta a dire niente.
Me ne ha mandata un'altra, ma è tutta distorta.. non si capisce se è lui che ha girato la foto da destra a sinistra, che ha messo il bianco e nero e che poi ha incollato una parte.. insomma veramente non si capisce.
Altre non ne ha, non me ne ha più mandate.

5) Quando mi ritrovo sola con la madre, questa ha un lapsus che in tutta la mia vita l'ho sentito dire solo alle madri, cioè invece di dire quando ha partorito X, ha messo il nome del cuginetto. Così volendo parlare del gemello, lasciandole ampio raggio e quindi senza fare la maleducata, cafona o altro... inizio a fare domande sul cuginetto. Io avevo un blocco per mio padre, non riuscivo a parlarne e mi aspettavo la stessa cosa, cioè un modo per eludere le domande. Invece lei mi dice che è figlio suo, che è felice di averlo partorito senza complicanze (allude ad un figlio perso prima del mio ragazzo), le si commuovono pure gli occhi, mi racconta della gravidanza e mi parla persino di un aneddoto, dice che aveva fatto una scommessa con il mio ragazzo e che se fosse stata femmina il nome lo avrebbe scelto lei, se fosse stato un maschio lui.. (qui confesso che ho pensato che la madre fosse malata di mente, nel vero senso clinico del termine.. un attimo dopo ho pensato che lui mi ha mentito per quattro anni e che ho preso l'aereo per qualcuno che ha finto un'identità). Lui poi si giustifica dicendo che la madre sa mentire, che lui ha imparato a recitare da lei, che pure lui saprebbe fingere una gravidanza, che il nome gliel'ha davvero dato lui perchè è il cocco di tutta la famiglia.

6) Chiedo illuminazione alla nonna. Le chiedo se ci sono dei gemelli in famiglia (che si sa, ricorrono) e lei dice che ne aveva una, ma è morta in culla e che però le sembra di ricordarla, anche se è molto strano (questa cosa poteva non dirmela, è un argomento privato suo). Le chiedo se ci sono cose di cui non devo parlare, per evitare di toccare tasti dolenti involontariamente e lei mi parla del primo figlio che è morto per via di un aborto spontaneo (anche questo poteva non parlarne, dato che solo un pazzo potrebbe parlare di aborto a casa dei suoceri, io anzi consiglio di non parlarne neppure con il proprio ragazzo). Dopo un po' di esitazione, dopo che sono tornata a casa mia gliene parlo e lui mi dice che la nonna non ha avuto problemi a dirmi queste cose, perchè non hanno causato dolore.. ma ora che ricordo, per la madre conta eccome.. perchè quando gli ho riferito la conversazione in videochiamata, la madre era nell'altra stanza e lui si è arrabbiato molto, perchè poteva sentirmi). Poi vabbè, battute, domande... niente gemelli.

7) Lui tra l'altro mi ha raccontato che ha avuto un incidente quasi mortale, che la ex lo ha spinto via.. e quando chiedo alla madre se lui è mai stato in ospedale, lei ride.. dice che è tranquillissimo, che ha rischiato di morire per peritonite a tre anni, ma poi basta. Lui una cicatrice ce l'ha ed io dannazione.. non mi ricordo se mi aveva detto che era quella dell'incidente, perchè come immaginerete, non l'ho visto nudo al primo incontro eh... aveva i jeans.. mi pare che avesse detto: da qualche parte dovrebbe pure esserci quella della peritonite... ma non ne sono sicura, non l'ho scritto da nessuna parte... e magari ha detto "incidente" al posto di "peritonite", però mi ricordo che mi ero commossa.. e mi sembra strano che mi sia commossa per la peritonite (l'operazione è sinonimo di salvezza, non di dolore).

8) Poi? Ecco.. lui usava le parentesi nei forum, per far capire che era il fratello a parlare. A volte si capiva che era lui che scherzava (tipo nella sua email privata), altre volte invece sembrava proprio fosse il fratello... (nel forum o in una porzione di email). Nel forum in cui mi ha conosciuta, dopo l'incidente, ha abbandonato l'uso delle parentesi.. in altri forum invece ha continuato ad usarle.. e qui mi ha detto che aveva copiato ed incollato quei pezzi, dato che era la presentazione.

9) ............ a casa sua ho frugato nella sua roba, cercando le tracce di un tradimento, invece ho trovato il numero dei nonni e l'ho rubato. A casa mia ho chiamato, ho chiesto se c'era mai stato qualcuno con quel nome ed i nonni hanno detto di no. Nessuno con quel nome, nessun gemello, nessun incidente. Ho telefonato anche due volte. Il mio ragazzo non lo sa... se fosse vero, penso che dovrebbero averglielo detto. Naturalmente mi sono finta una vecchia amica.

10) Io speravo in una qualche conferma.. invece la madre gli chiede se io so del gemello (piffero ci ho pure parlato!) e lui le dice che non lo conosco. Mi dice che non può smentire, perchè se la madre sa che mente, si arrabbia molto. Mi dice che la nonna non può dirmi niente o lo va a dire alla madre.

11) Il cugino come il gemello adorano il mare... una volta che si era meravigliato che i suoi forse stavano facendo sesso, ha pensato subito che il cuginetto doveva essere stato fatto così... io resto un po' così, poi mi dice che si riferiva agli zi.

12) Questo gemello è stato sepolto lontano, in un posto in cui abitavano priva.. in una frazione sperduta (lo so, faccio vomitare, faccio schifo.... ho cercato il numero di telefono e non sono riuscita a trovarlo, di quanto è dispersa). E mi sembra strano, perchè almeno il giorno del compleanno i genitori dovrebbero andare a portare fiori o pregare... pure io lo facevo, mentre la madre di una mia amica (che ha perso il fratello) ci va tutti i giorni. Tra l'altro a questo punto non so nemmeno se ha mai abitato fuori dal suo paese, perchè non ho approfondito bene.. e poi non mi ricordavo i suoi discorsi, me ne aveva parlato quando eravamo amici.

13) C'è una foto strana con il cuginetto ed un ragazzo che mi sembra con il naso diverso, il volto diverso..... il problema è che il mio ragazzo dice di essere lui! Quando torno a casa mi dice che invece era il fratello, però quando ritorno (due mesi dopo ...) la foto non c'è più. Qui un mio amico che ha veramente un gemello mi ha detto che basta questo per incriminarlo, perchè lui non sbaglierebbe mai una cosa simile.

14) Sia la mamma che la nonna, la prima volta che mi hanno parlato.. mi hanno fatto delle domande su mio padre, su che lavoro faceva e com'era morto. Sono state indelicate...

A voi questi dubbi vi sembrano veri dubbi oppure sono io che sbaglio?

Mi sembra che sia tutto qui.... io veramente non so che fare, mi sento un verme per dubitare così... adesso gennaio è lontano, a gennaio stavo veramente male, ora sono più calma. Prima mi feriva il fatto che la sua amicizia fosse stata falsa (perchè io ci credo fermamente nell'amicizia vera), poi che fossi addirittura andata da lui in aereo di nascosto ai miei per lui che forse mi considera un gioco... adesso sono calma... e so che non poteva sapere che sarebbe finita così, che ci saremmo baciati e visti. Anche per altri fattori non pensava di interessarmi.... a me piace lui, il modo di fare.. non le cose che dice.. meglio se non ha perso un gemello e conosciuto quel dolore straziante, meglio se non c'è un'ex morta che gli impedirà per tutta la vita di amare, meglio! Poi mi ha pure presentata alla famiglia.... non credo di essere una storiella così.

Però vorrei la verità... sono quattro anni che non smentisce nulla, la cattiveria umana può tanto? Come posso prendere di nuovo un aereo senza sapere a casa di chi vado? Se il suo passato è falso, lui è uno sconosciuto...

Lui vorrebbe che andassi di nuovo io da lui (perchè ha un debito), però la mia famiglia non mi fa fare questo viaggio, non mi fa viaggiare in generale.. ed io sento di non poterlo più fare, se non so di potergli affidare la mia vita. Io vorrei che venisse lui, perchè se lo incontro nella mia città, anche se è un sedicente sconosciuto non ho nulla di cui temere, posso scappare a casa.. ma da lui dove vado ? Che ne so io di come reagisce al momento di visionare le prove.. ha detto che mi fa parlare con chi voglio, ma saranno amici suoi, io vorrei un punto di riferimento, anche il cugino va bene. Qualcosa di carta! Foto... o perlomeno i parenti.

Ha detto che non può perdonarmi perchè ho insinuato questa cosa qui.. ed ha ragione, io mi sento veramente in colpa... ma al tempo stesso.. possibile che permetta a qualcosa di così stupido di separaci? Perchè non lotta? Mi basta la foto della tomba, qualsiasi cosa.. almeno per farmi capire che le parole della madre e della nonna sono false.... poi può pure darmi uno schiaffo o lasciarmi, ma almeno mi facesse capire che sbaglio....

A me lui ha incuriosito sin da subito, per il modo di scrivere.. e dal vivo sono stata veramente bene... e dal vivo non abbiamo mai parlato del passato o cose del genere, io voglio lui.... ma non può stare tutta la vita a parlare di una persona che non esiste! Non può scaricarmi sull'altare perchè in effetti "tu sei stata una parentesi, ti ho raccontato un mucchio di cavolate perchè volevo essere diverso". Cioè, va bene... io ho una vita piena di strani imprevisti, avrà pensato che invento e quindi avrà inventato...

Io non sono perfetta.. per paura di perderlo gli ho mentito molte volte, una volta non gli avevo nemmeno detto che mi avevano mandato a stare da sola in un'altra città, per seguire un corso.. io se ha mentito per una ragione lo perdono, anche se lo ha fatto per noia e poi non poteva prevedere... io voglio solo la verità, perchè anche io alla fine gliela dico sempre... anche la cosa della città alla fine gliel'avevo detta, si era arrabbiato.. ma era giusto... perchè la verità non me la dice?

Non so cosa fare.. ;( ha detto che non posso fare niente per farmi perdonare.. ed io so che purtroppo non riesco a fidarmi così alla cieca... ;( non so cosa fare. Io lo amo... vorrei solo fidarmi... ma come faccio se la nonna invece di dirmi "guarda mia figlia fa così per il lutto", mi dice le stesse cose della madre?........... io ho bisogno di sapere se mi sta prendendo in giro, è l'unica cosa che gli ho chiesto di non fare. L'unica. ... invece scatta sempre via come una bestia, un tornado.. non gli interessa ciò che penso io o gli altri, lui si offende e va via.. si arrabbia e va via...

Io non so più che fare... non voglio metterle nei guai con i genitori, ripudiare il fratello è grave... poi è piccolino (e lui è grande per cose di questo genere), non gli ha fatto niente.

This post has been edited 5 times, last edit by "Your-truth" (Jul 23rd 2009, 12:57pm)


2

Sunday, July 19th 2009, 12:08pm

Dio del cielo!!!
Il mio ex, con cui sono stata per 4 anni e mezzo di cui 4 di convivenza, mi ha raccontato che la sue ex era morta in un incidente a causa sua. Mi ha mostrato la foto della ragazza, mi ha detto di non parlarne mai in famiglia perchè era un argomento tabù, mi ha mostrato una cicatrice sulla gamba dicendo che se l'era fatta quel giorno, mi ha detto che i suoi non sapevano nulla perchè erano in viaggio e fu il nonno a tirarlo fuori dai guai giurando che non avrebbe mai detto nulla ai suoi!
Me lo ha raccontato piangendo e ogni volta che cercavo di toccare l'argomentopiangeva come una fontana. Un bel giorno sono andata a casa sua in vacanza e ho conosciuto i genitori. Suo padre scherzando mi disse che lui si era fatto quella cicatrice cadendo dalla bici. Io sono rimasta basita, incredula. Appena ho potuto sono scappata via e lui mi ha seguita dicendomi che suo padre non sapeva dell'incidente e bla bla bla.
Passano gli anni, io finisco in un gruppo di auto-aiuto per l'ansia e il panico e il fidanzato di una del gruppo si suicida. lei soffre come un cane e lui la va a consolare dicendole che sa cosa si prova ecc. ecc.
Per farla breve SI E' INVENTATO TUTTO!!!!
Io l'ho saputo alla fine, quando ormai avevo smascherato il 30& di tutte le palle che mi ha rifilato per 4 anni e mezzo. E sai perchè si è inventato tutto? Perchè non voleva fare la figura del superficiale con me, per darsi importanza, per colpirmi, non slo so... questo è quello che ha detto lui.
Mi è rimasto il rimorso enorme di non aver mai parlato di questa cosa che sò, con il fratello, con la sorella... Ma lui diceva che nessuno sapevba niente. Mi è rimasto il rimorso di non aver indagato, fatto domande sull'infinità di balle che mi ha raccontato.
You-Truth, non so che dirti se non che certa gente esiste.
Tu ti chiederai perchè ti dovrebbe mentire inventandosi queste storie?
Anche io me lo sono chiesto spesso, e l'unica risposta che mi sono data è che lui ha un disturbo.
Non aveva nessuna necessità di mentirmi, nessun tornaconto nel farlo... eppure lo ha fatto, su questa cosa e su altre cose. Inutilmente, gratuitamente, così... Perchè è un disturbato, e la cosa è venuta fuori in seguito anche con gli amici, con i colleghi, a cui lui continuava a raccontare balle su balle. Dopo anni se ne sono accorti, proprio come me.
Lui mi ha raccontato questa cosa perchè voleva ricevere attenzioni. Io gli avevo raccontato di me, all'inizio, dei miei guai. E lui ha tirato fuori questa storia per non essere da meno.
Ho pianto quella ragazza, che poi era una compagna di liceo che manco so come si chiama, ed è viva e vegeta!
Quanto mi sono sentita cretina!!!!
"Diventa ciò che sei"
F. Nietzsche

3

Sunday, July 19th 2009, 12:35pm

Hai tutte le prove che ti servono per renderti conto che ti sta prendendo in giro. Io non le volevo vedere, tu che decidi? Le vedi o no?
"Diventa ciò che sei"
F. Nietzsche

Your-truth

Utente Fedele

  • "Your-truth" started this thread

Posts: 316

Activitypoints: 1,102

Date of registration: May 23rd 2009

  • Send private message

4

Sunday, July 19th 2009, 12:47pm

Ciao Hiba! :-) volevo modificare il post, perchè adesso sono più calma ed è troppo lungo... una cosa che mi ero dimenticata e che la nonna e la mamma mi hanno fatto l'interrogatorio, anche chiedendo molto di mio padre com'era morto e via dicendo.. io le ho capite, però resta un argomento difficile per me, in cui mi sento a disagio.. e loro non hanno mostrato di accorgersene, cosa strana dato il tabù.

Temo che sia come dici tu, anche perchè nel forum in cui ci siamo conosciuti, io mi ero paragonata ad una ragazza a cui muore un genitore e quello fu l'unico topic a cui lui non rispose.... ho sempre pensato che la cosa c'entrasse qualcosa.

Io vorrei fargli capire che non ha bisogno di mentire, che può essere la persona che è veramente... anche io mento facilmente, adesso ho capito di ricorrere troppo facilmente a questo mezzuccio (prima o poi aprirò un topic al riguardo) ed anche quali sono i principali motivi, se lui fosse sincero, lo perdonerei... ma ciò che temo è che io sia solo il suo passatempo, un gioco sadico, perchè quando ti inventi un'identità dubito che la recita duri molto e che tu possa davvero provare qualcosa, se non un senso di divertimento per vedere le reazioni dell'altro, spropositate.

Alla fine questo suo passato tragico è scomodo... un'ex morta di cui si incolpa, che rappresenta un'eroe inarrivabile, che si è portata via per sempre parte del suo amore (perchè a chi capita davvero, poi ha problemi seri ad innamorarsi di nuovo). Se non ha mai avuto un lutto ben venga! Un gemello è più di un fratello, è come perdere parte di se stessi... se non ha mai provato niente di simile meglio! Se non ha mai avuto un passato turbolento (autolesionismo, aggressione, infezione alla guancia) meglio.. anche perchè all'epoca ero un po' spinta dall'essere crocerossina (però me l'ha fatta passare :thumbsup: ), perciò se non è mai esistito meglio... preferisco un noioso comune ragazzo al bello tenebroso che si caccia nei guai. Anzi, potessi tornare indietro, rimettendo insieme tutti le cose che mi ha detto in questi anni, forse sarebbe stato troppo anche per una crocerossina... quindi insomma, accidenti meglio :D

Il problema è che mi diceva che questo gemello era fidanzato... mi diceva che aveva tante pretendenti.. tante amiche... mi diceva che era un genio del computer... ed in quella foto che ho visto mi sembrava un ragazzo diverso (però lui stesso diceva di essere lui, ha cambiato versione dopo). Insomma.. se le due persone coincidono ed è sempre lui.. ciò significa che era fidanzato all'epoca? Nemmeno aveva msn, gliel'ho regalato io.. sentiva solo me via email... boh... il problema è che non capisco questo.

Se lui mi spiegasse i motivi e le sue paure, lo capirei... e resterei con lui, perchè anche io per paura di perderlo o deludere qualcun altro tendo a mentire o modificare la pillola (mai cose tanto grosse quanto un'intera identità però!), insomma potremmo aiutarci a vicenda (è utopistico lo so). Però se lui resta imperterrito nella sua versione...

Mi ha detto se vado da lui, che se ci vado, poi viene lui... ma il discorso ovviamente non lo prende. Se insisto ancora scappa.. ma che devo fare? Se per lui sono una parentesi, mi rifiuto.. o meglio me la vivo come capita, ma un aereo di nascosto con tutti i rischi che corrono non lo prendo più per lui.

Your-truth

Utente Fedele

  • "Your-truth" started this thread

Posts: 316

Activitypoints: 1,102

Date of registration: May 23rd 2009

  • Send private message

5

Sunday, July 19th 2009, 12:51pm

Dio del cielo!!!
Il mio ex, con cui sono stata per 4 anni e mezzo di cui 4 di convivenza, mi ha raccontato che la sue ex era morta in un incidente a causa sua. Mi ha mostrato la foto della ragazza, mi ha detto di non parlarne mai in famiglia perchè era un argomento tabù, mi ha mostrato una cicatrice sulla gamba dicendo che se l'era fatta quel giorno, mi ha detto che i suoi non sapevano nulla perchè erano in viaggio e fu il nonno a tirarlo fuori dai guai giurando che non avrebbe mai detto nulla ai suoi!
Me lo ha raccontato piangendo e ogni volta che cercavo di toccare l'argomentopiangeva come una fontana. Un bel giorno sono andata a casa sua in vacanza e ho conosciuto i genitori. Suo padre scherzando mi disse che lui si era fatto quella cicatrice cadendo dalla bici. Io sono rimasta basita, incredula. Appena ho potuto sono scappata via e lui mi ha seguita dicendomi che suo padre non sapeva dell'incidente e bla bla bla.

Quoted



Cavolo.. addirittura ha continuato a mentire nonostante la convivenza? Immagino che tu lo conoscessi da più tempo :-( quindi certa gente esiste davvero.... ex nell'incidente, cicatrice... :-( coincide.

Ecco! Pensa che a me ha detto che la madre non sapeva se io sapevo del suo incidente mortale e quindi non voleva rovinare la nostra storia! Avesse avuto davvero quest'accortezza... adesso mi avrebbe parlato di suo figlio o no?

... quindi dici che per il suo bene sarebbe bene parlarne ai genitori? Ma potrebbero non credermi.. ed a lui ci vuole poco per mettermi nella stessa situazione dicendo a casa mia che ho preso di nascosto due aerei per vederlo.

Ma perchè ad un tale bugiardo danno fastidio le mie bugie? Perchè si da così tanto da fare, perchè con lui sia sempre sincera? Perchè? Non è ipocrisia?

Come posso fare per fargli dire la verità? Contate che ha pure raccontato di questa ex ad un suo amico di lì...

This post has been edited 1 times, last edit by "Your-truth" (Jul 19th 2009, 1:00pm)


6

Sunday, July 19th 2009, 1:17pm

... quindi dici che per il suo bene sarebbe bene parlarne ai genitori?

No. Non l'ho mai detto e mai lo dirò a nessuno finchè vivo! :assi:
Io dico che per il TUO bene è meglio se te la fili a gambe levate.
You-Truth, crescere è molto difficile, ma si cresce imparando a evitare le trappole anche quando ci sembrano tanto appetitose.
Purtroppo per impararlo bisogna finirci dentro. Tu ci sei finita e forse lo capirai quando ti farai davvero molto male.
Io non posso che darti questo consiglio, che riconosco essere molto scomodo per te.
Io non ho mai detto nulla nè ai suoi (per le tue stesse ragioni), nè ai suoi amici.
Mi sono levata dalle scatole e basta.
Lui era adulto e vaccinato, e quello che ha combinato è responsabilità sua, non mia. Io non sono la salvatrice di nessuno, non solo la psicologa di nessuno, ma ero la sua compagna.
Ora si possono chiedere tante cose a una compagna, ma non queste. Per queste ci sono i professionisti e le strutture specializzate. Ogni problema ha la sua soluzione.
Tu pensi a lui, a lui, a lui. Ma a te non pensi?
Credi di avere il diritto a un amore pulito, a una storia pulita, o ti devi andare a raccattare in giro i derelitti della società?
Una relazione è una relazione e si fonda su alcune basi irrinunciabili tra cui il RISPETTO.
Un'opera di bene, un'azione di soccorso si fonda su un altro tipo di amore e su una profonda generosità d'animo.
Tu con lui cosa stai facendo?
La missionaria o la sua ragazza? Cosa sei? Cosa vuoi?
"Diventa ciò che sei"
F. Nietzsche

Your-truth

Utente Fedele

  • "Your-truth" started this thread

Posts: 316

Activitypoints: 1,102

Date of registration: May 23rd 2009

  • Send private message

7

Sunday, July 19th 2009, 2:52pm

Vorrei la verità.... se lui ammettesse di essersi inventato una vita, comunque alcune cose ricomincerebbero da zero.Torneremmo ad essere più amici che altro, nel frattempo che lui mi fa capire chi è davvero.

Però al tempo stesso vorrei che questa storia strampalata fosse vera.. vorrei sbagliarmi io.

Ha detto che il padre ha sentito la telefonata, adesso vedrò cos'ha da dirmi... perchè se il padre gli ha detto qualcosa, di sicuro se me lo conferma al telefono non muore... però ne dobbiamo parlare stasera.

8

Sunday, July 19th 2009, 2:54pm

In bocca al lupo!
"Diventa ciò che sei"
F. Nietzsche

Your-truth

Utente Fedele

  • "Your-truth" started this thread

Posts: 316

Activitypoints: 1,102

Date of registration: May 23rd 2009

  • Send private message

9

Sunday, July 19th 2009, 8:32pm

Crepi.. grazie Hiba, sei l'unica che hai risposto! :-)

Your-truth

Utente Fedele

  • "Your-truth" started this thread

Posts: 316

Activitypoints: 1,102

Date of registration: May 23rd 2009

  • Send private message

10

Sunday, July 19th 2009, 10:38pm

... no, a quanto pare il padre gli ha ricantato tutte le canzoncine stupide che ha cantato durante la telefonata e gli ha detto di non urlare. Io non sapevo nemmeno che avesse urlato perchè l'audio andava e veniva e lui aveva urlato proprio per farsi sentire ahahah.. a parte questo.. basta, resta neutrale... ma che diamine! -.-'

"Tuo figlio ha dei problemi con la ragazza, perchè il suo gemello con la quale lei ha parlato è stato cancellato dallla faccia della terra.. e tu non fai niente?" -.-' Ma che è? .... ma sono io che pretendo troppo? Io mi immaginavo che prima o poi me lo passasse al telefono, in modo che il padre mi confermasse tutto e dicesse "guarda, non abbiamo pensato che per te potesse essere un problema...". Ma possibile che nè al mio ragazzo, nè a suo padre secca che lui passi per bugiardo?!!! Anzi, non dovrei esserci io su questo forum.. . dovrebbe esserci lui!! A chiedere come risolvere questa situazione, dove lui passa per bugiardo per colpa dei genitori e non ha idea di come dimostrarmi il contrario...

... boh... a parte che vivere e poi essere cancellati è bruttissimo, dannazione :-( ma sono proprio una storiella così da schifo, per i genitori? Ho pure dormito a casa loro.. possibile che non gli interessi?

Perchè, se il padre ha sentito.. e questo gemello non esiste.... adesso il mio ragazzo starebbe passando dei guai e come minimo mi avrebbero fatta chiamare, davanti a loro, perchè mi dicesse la verità.. o perlomeno, se mio figlio facesse una cosa del genere, gli farei fare così. Invece no.. non capisco. (ora mi chiedo se non si è inventato pure questo... -.-')

Io ho la forte tentazione di parlare ai genitori, di dire che so tutto, che non c'è bisogno che nascondano questa cosa, che pure io ho perso un padre ed ho avuto un blocco per moltissimo tempo.... però il rischio che se la prendano con lui (o reagiscano male con me, se il mio ragazzo dice il vero), è troppo alto. Perchè, ponendo per assurdo che il mio ragazzo dica la verità... loro pensano che lo abbia conosciuto bene solo dopo la morte del gemello e quando l'ho incontrato la prima volta, il cuginetto era già stato adottato.. . è possibile che vogliano lasciarsi tutto alle spalle, non parlarne più, far credere al cuginetto di esser loro i veri genitori (anche per lo stesso meccanismo che spinge chi perde un figlio, a farne un altro poco dopo), però... non lo so, non mi sembra giusto. Io ho il diritto di sapere... o forse non ho il diritto di niente? Il punto è che non mi ha mai dato una foto dove sono insieme, nemmeno prima che morisse.. ed all'epoca non ci facevo caso, era solo il fratello.. ma questa cosa non può partire da me, dovrebbe partire da lui! E' lui che dovrebbe preoccuparsi che io gli creda... che gli costa dire al cugino o a qualcun altro "senti, mi passi qualche foto dove c'è anche il mio gemello? Guarda.. i miei hanno fatto un macello, hanno detto pure a lei che X è figlio loro ed adesso lei è restata un po' interdetta.. anche perchè siamo molto lontani, non può chiedere a nessuno." e che cavolo!!

A me basta una stupida prova irrisoria.. che mi confermi che ha ragione lui! Ma è davvero chiedere così tanto? Ho capito che è un argomento delicato... ma non sente il bisogno di farmi comprendere? Non pensa a come fare? Capisco che ai compagni di classe non abbia detto nulla, nemmeno io l'avevo fatto, posso capire che non l'abbia detto agli amici (io a quelli della mia nuova città l'ho detto da poco, appena ho provato su di me i danni che può causare questo tipo di silenzio), però io sono io.. io la foto di mio padre gliel'ho fatta vedere, perchè una volta mi ha detto che forse non era vero... certo una foto non basta, poteva essere mio nonno (ma dato che mia nonna ha 90 anni, è ovvio che non lo era.. poi all'epoca non eravamo in Sardegna) e comunque il cimitero in cui è sepolto è vicino a casa, potrebbe anche telefonare per avere la conferma. E l'ho fatto di mia spontanea volontà.

Mi chiedo perchè lui non sente questo bisogno, perchè non si preoccupa.. basta la foto della tomba, basta una foto dove c'è lui con il gemello... andiamo! Possibile che la vita di qualcuno venga cancellata così? E' vero.. può capitare.. ma solo ed esclusivamente a casa dei genitori! I nonni o i parenti dovrebbero conservare le foto, non possono obbligare tutti quanti su questo mondo a fare una cosa simile.....

This post has been edited 1 times, last edit by "Your-truth" (Jul 23rd 2009, 1:03pm)


11

Sunday, July 19th 2009, 10:42pm

Prendi la madre, o la cugina, o un parente quasiasi e fagli questa benedetta domanda, così ti rendi conto definitivamente che ti ha detto una balla colossale!
"Diventa ciò che sei"
F. Nietzsche

Your-truth

Utente Fedele

  • "Your-truth" started this thread

Posts: 316

Activitypoints: 1,102

Date of registration: May 23rd 2009

  • Send private message

12

Sunday, July 19th 2009, 10:48pm

Non ho nessun contatto... e la nonna è vicina di casa, ora che ci penso si comporta da seconda madre (notando pure l'interrogatorio identito a quello della madre, giusto più gentile).

13

Monday, July 20th 2009, 1:05am

accidenti, che storia...è un giallo!
mi sono letta tutto quanto e sembra la trama di un film..
Comunque è vero che esistono persone così (avevo un'amica che fingeva un cancro terminale...), e anche io credo si tratti di un vero e proprio disturbo mentale...in questo caso lo aiuteresti parlandone con la famiglia e mettendoli al corrente di quello che si inventa.
Fossi in te correrei il rischio...e nell'ipotesi (remota) che questo gemello sia esistito , ti toglieresti il dubbio e pazienza se ci saranno delle conseguenze, tu sei la fidanzata e hai il diritto di sapere.
Per sicurezza magari non chiederlo alla mamma, ma con il padre e soprattutto la nonna non credo correresti troppo il rischio di brutte reazioni.
Se si è inventato tutto è un ragazzo che va seriamente aiutato...quindi fallo per lui, ma anche per te stessa,prima di continuare una storia su basi simili.
A questo punto la paura di una sua eventuale reazione rabbiosa è il problema minore...anche perchè la storia è una palla al 99%, non sta assolutamente in piedi!
Vedrai che non c'è nessun gemello...probabilmente se l'era inventato per chattare nei forum e poi ha tirato fuori tutta questa palla colossale.Ma è davvero il caso che i suoi lo sappiano.
Quindi sali su quell'aereo e vai a scorprire la verità..almeno ti metterai l'anima in pace e deciderai cosa fare.
Miraccomando tienici aggiornati ..

Your-truth

Utente Fedele

  • "Your-truth" started this thread

Posts: 316

Activitypoints: 1,102

Date of registration: May 23rd 2009

  • Send private message

14

Monday, July 20th 2009, 2:25am

Lo so che sembra incredibile, però non me lo sono inventato mica...! Prima di lui avevo incontrato una compagna di classe che stava un po' antipaca a tutti ed aveva detto che si trasferiva, poi non ha nemmeno smentito ed è restata, ma con più amicizie. Ma non è così grave...

Il punto è che io ho già parlato con la madre e la nonna, con il padre non ho un dialogo perchè lo vedo solo in presenza del ragazzo, a parte una volta che gli ho telefonato per sapere una cosa... e di più non posso spingermi senza comprometterlo. Tra l'altro ieri mi ha detto che è stato il padre a rimuovere tutte le foto. Come faccio ad affrontare un simile discorso? Penso che il mio ragazzo non vorrà, poi gli ho già detto che ho sentito cose strane dalla nonna e dalla mamma, quindi mi terrà d'occhio...

Per parlarci faccia a faccia, devo andare lì.. ma poi mi troverei nel turbinio degli eventi... e già la madre lo ha sgridato di fronte a me perchè studia poco e lascia la stanza in disordine (mi stavo vergognando io per lui, poi lui ha fatto finta di non sentire), quindi penso che farebbe come se non ci fossi.. però poi la sera mi ritroverei faccia a faccia con lui e per farmi soffrire non deve sforzarsi di parlare o di muoversi.. odio quando mi ignora. Insomma, se vuole riesce molto bene a ferirmi.

Prima che gli morisse il gemello, non aveva una storia tanto ecclatante... gli incidenti capitano, poi lui ha uno modo di fare strafottente che all'epoca pensavo usasse come autodifesa ed ora credo proprio sia un suo difetto. Va a finire che è finto il resto, ma vero questo... non so :-( certo l'insieme è molto strano.

Non so se sarebbe la cosa giusta... la madre mi ha già detto che loro non lo capiscono, mi ha chiesto cosa dice di loro... io avrei dovuto dirle che dice di essere picchiato, che c'è questo gemello immaginario che è sempre stato migliore di lui... cioè, se il problema è che un bimbo di 3 anni gli ha rubato la mamma quando ne aveva 15.. non so, è grave la cosa :-( e dopo che ho detto questo alla mamma, lei lo ha sgridato di fronte a me -.-' mi sa che non ha capito una mazza.

Quando la mamma me ne ha parlato, ha pure sottolineato che è stato solo per 14 anni e che non voleva bene a X... (forse quando ci sono io è più dolce con lui, boh.. a me sembra che ci stia molto attento, è severo ma non lo perde mai d'occhio). Il mio ragazzo mi ha detto che ne voleva un altro perchè col gemello litigava (lui era solare e usciva, il mio ragazzo casalingo), poi però gli mancava quello vecchio....

Come storia è credibile, mi sento pure in colpa a dubitare.. il problema è che io non ho uno straccio di prova che sia esistito. Lui ora mi chiede di andare da lui, che mi fa parlare con qualcuno... ma io per andare da lui devo farlo di nascosto, devo spendere sui cento euro, devo stare 24 h su 24 con lui... non capisco il suo comportamento, quindi non so come reagirebbe. Mi sentirei più tranquilla se venisse lui, portandosi delle maledette foto e passandomi al telefono qualcuno.. anche se vado lì, con i genitori ed i nonni non mi fa parlare.

:-( mi hanno suggerito di controllare sul giornale il necrologio, ma per colpa di qualche mese non ho potuto leggerlo gratis in archivio e dovrei chiedere i numeri arretrati.

Io vorrei parlare con qualcuno che mi dicesse la verità e magari lo aiutasse, ma senza metterlo nei casini.. della nonna non so quanto posso fidarmi... poi lui ci tiene molto a quello che pensano i nonni di lui.

Your-truth

Utente Fedele

  • "Your-truth" started this thread

Posts: 316

Activitypoints: 1,102

Date of registration: May 23rd 2009

  • Send private message

15

Monday, July 20th 2009, 2:50pm

Adesso stiamo litigando per via del viaggio.. d'estate dovrei inventarmi una balla perfetta, perchè l'università non c'entra niente e dire che vado ad un corso di preparazione è rischioso, perchè l'ultima volta mi hanno dato un sacco di oggetti.

Non c'è un modo di controllare se una persona è esistita realmente? A parte il necrologio, che dovrei abbonarmi ai due giornali per richiedere i numeri arretrati..