Homepage di Nienteansia.it
Switch to english language  Passa alla lingua italiana  

Non risulti loggato.


Gentile visitatore,
Benvenuto sul Forum di Psicologia di Nienteansia.it. Se questa è la tua prima visita, ti chiediamo di leggere la sezione Aiuto. Questa guida ti spiegherà il funzionamento del forum. Prima di poter utilizzare tutte le funzioni di questo software dovrai registrarti. Usa il form di registrazione per registrarti adesso, oppure visualizza maggiori informazioni sul processo di registrazione. Se sei già un utente registrato, allora dovrai solamente procedere con il login da qui.

Lorenzo2

Utente Attivo

  • "Lorenzo2" ha iniziato questa discussione

Posts: 11

Activity points: 47

Data di registrazione: lunedì, 24 ottobre 2011

  • Invia messaggio privato

1

lunedì, 24 ottobre 2011, 18:31

Voglio uscirne fuori!

Sono un ragazzo di 19 anni e nn ho mai baciato una ragazza. E' proprio questa secondo me l'origine del mio problema..ora vi spiego meglio:
Sono una persona con pochi conoscenti..posso ritenere di avere un solo amico vero, mio cugino. Ho passato un infanzia meravigliosa, la migliore che potessi e che tuttora posso immaginarmi e difatti da bambino nn ho mai vuto problemi di nessun tipo, ero sempre felice e contento. Con il passare degli anni mi sono reso conto dell'universo femminile e pian piano i miei compagni di classe hanno cominciato ad avere le prime esperienza, tranne me naturalemte che nn conoscevo e nn conosco nessuna ragazza. Ora mi ritrovo a 19 anni con il bisogno fisiologico di avere una persona de sentire giornalmente per sapere come va, come nn va, per dirle di vederci perchè mi manca ecc. Ho sempre pensato che prima o poi quando meno me lo aspettavo mi sarebbe capitato e invece mi rendo conto che sono io che evito che ciò accada, nn esco la sera per andare in posti dove posso trovare nuove conoscenze ma se esco, e ripeto il se, rimango nei presi di casa con questi fantomatici conoscenti tutti nella mia stessa situazione ma tutti ancora bambini. Provo imbarazzo a stare in posti affollati e cerco di evitarli. Mi piaceva una mia compagna di classe ma nn sono stato capace di dirle nulla: troppa vergogna. Non sono abituato a fare carezze, abbracciare qualcuno...per me era troppo strano, mi avrebbe fatto vergognare troppo. Adesso ci risiamo: ho rivisto dopo tanto tempo una ragazza che in realtà conoco da quando sono nato ma che nn vedevo da molto e me ne sono innamorato. Il problema è sempre quello, nn sono capace a comportarmi, a farmi avanti! Ieri mia madre aveva organizzato una gita con la sua famiglia..quale occasione migliore per chiederle il numero di telefono? No, neanche quello sono stato capace di chiederle. Penso alla brutta figura, ai suoi pensieri del tipo "ma secondo te uno cosi brutto mi può interessare?" , "poveretto, che illuso a provarci con me" ecc. ora forse sono giustificato dal fatto che lei sia già fidanzata ma la sostanza è questa:
Sento che vivo inutilmente, anzi, sento di esistere, ma nn di vivere e nn capisco cosa possa esserci di cosi bello che vale la pena di vivere in una vita dove tutto è vuoto.

Marco_maldipancia

Non registrato

2

lunedì, 24 ottobre 2011, 19:01

Ciao Lorenzo...Benvenuto sul forum.
Allora innanzitutto, riferendomi alle tue parole, deduco che tu abbia bisogno di qualcuno e che tu ti senta solo, tuttavia "il bisogno fisiologico" che tu descrivi, non sembra essere per forza legato ad una compagnia femminile piuttosto che maschile, o meglio non hai necessariamente bisogno di una ragazza, basterebbe un'amica o un amico per, come dici tu, "avere una persona de sentire giornalmente per sapere come va, come nn va, per dirle di vederci perchè mi manca ecc" .
Riesco a capire che sei molto insicuro e, magari, sottovaluti anche le tue capacità relazionali, questo è principalmente l'elemento che ti spinge ad essere così controproducente, "vorresti uscire, ma provi imbarazzo a stare in posti affollati".
Cosa posso dirti, cerca di non pensare alle conseguenze e non farti troppe seghe mentali, ti piace una ragazza? Un bel respiro e vai alla carica, a volte all'inizio è difficile, me ne rendo conto, ma dopo la prima volta (soprattutto se la prima va a buon fine) è tutto più facile, successivamente.
Ricordati una cosa, che la bellezza è relativa e fidati che non ha un ruolo fondamentale, guardati intorno, "tutti" hanno una ragazza belli e brutti...la cosa più importante è l'autostima, essere sicuri di sè è la base di ogni approccio relazionale.
Ci sarebbero molte cose da dire, infatti, se vuoi dei consigli o vuoi chiacchierare con qualcuno, conta su di me ;)

Vale sempre la pena vivere la vita, perchè è un dono, una cosa meravigliosa..a volte ci sono dei bassi, altre volte degli alti...sicuramente ci saranno più momenti tristi che momenti di felicità, ma mi sento di dire che quelli di felicità non potranno mai essere paragonati a quelli tristi! ;)
Su con la vita ;) e in bocca al lupo

Lorenzo2

Utente Attivo

  • "Lorenzo2" ha iniziato questa discussione

Posts: 11

Activity points: 47

Data di registrazione: lunedì, 24 ottobre 2011

  • Invia messaggio privato

3

lunedì, 24 ottobre 2011, 19:19

grazie mille per avermi risposto, nn sai quanto piacere mi fa sentire un parere.
Posso riponderti dicendoti che:
Il bisogno che sento è il bisognodi una ragazza, è una cosa diversa dal sentire un amico o un'amica..di amico ho mio cugino e anche con lui sento il bisogno di parlargli perchè in un certo senso mi sfogo dei miei sbagli (ad esempio dmn ci vediamo perchè voglio raccontargli quello che ho fatto ieri e della mia stupidità nel nn chiedergli il numero di telefono) il bisogno che però sento è proprio quello di una donna che mi stia accanto, di una compagna che seppur per poco dia un senso alla mia vita.
Su una cosa ti sbagli, io ho moltissima stima di me, anzi, forse anche troppa. Mi ritengo superiore, penso di avere un bel cervello e di pensare sempre in maniera giusta e mi capita spessi di pensare agli altri e criticarli (ad esempio questi miei conoscenti che pur essendo nelle mie stesse condizioni nn si rendono conto dell'età che hanno e che il tempo della play station è finito). Dove invece mi odio è nell'aspetto delle relazioni interpersonali. Sono una frana, nn sono capace di instaurare una conversazione che tenga in particolare con una ragazza. Ieri ad esempio nn sono stato capace di fare un discorso con questa ragazza perchè nn sapevo che dire, mi sentivo fuori posto, in continuo imbarazzo e come se lei mi stess giudicando i pensieri e le azioni.
Ora fatto sta che sto qui davanti ad un pc quando invece dovrei stare a provarci con lei..sarà sempre cosi se nn cambia qualcosa.

Marco_maldipancia

Non registrato

4

lunedì, 24 ottobre 2011, 19:42

Mi fa sempre piacere rispondere, sperando di dare una mano.

So che avere una ragazza è ben diverso da avere un'amica, ma io mi sto limitando ad esprimere un'opinione in merito a quello che hai scritto TU.
Ti ricopio quello che hai scritto: "Ora mi ritrovo a 19 anni con il bisogno fisiologico di avere una persona de sentire giornalmente per sapere come va, come nn va, per dirle di vederci perchè mi manca ecc.".
Detto così, sembra che tu abbia bisogno di qualcuno che ti stia accanto, non necessariamente di una "fidanzata" (termine che odio, ma chiaro :P)..capisci cosa voglio dire? Se avessi detto..ho un bisogno fisiologico di una ragazza, perchè devo scaricare la mia ansia e la mia insicurezza tramite il sesso, ok in quel caso l'amica, a meno che non sia MOLTO intima ;) , non ti può aiutarti più di tanto.
Avere una ragazza, non significa dare un senso alla vita...qualunque cosa tu avessi, un lavoro, degli amici, una famiglia, insomma sentirti soddisfatto della tua vita non significa che queste cose diano un senso a quest'ultima.
In altre parole, il senso della vita spetta a te, sei tu che dai un senso alla tua vita, avendo una ragazza, non la ragazza che ti da una ragione per vivere o un senso alla tua vita...tutto dipende da te insomma!

Hai detto di avere molta stima di te stesso, di sentirti superiore o di avere un "bel" cervello, ma allora perchè ti fai tante seghe mentali e, soprattutto, perchè ti senti brutto, se hai così tanta autostima della tua persona?!

Per quanto riguarda le relazioni interpersonali, magari sei un ragazzo timido e non molto solare, ma questo non significa necessariamente che tu abbia dei "problemi" a relazionarti.
Se una cosa la si vuole, la si ottiene, pensa così...esci con tuo cugino e usa il tuo "bel" cervello per instaurare una comunicazione, non solo con una ragazza, ma con chiunque...l'insicurezza è normale le prime volte e a volte anche dopo..ma si vive una volta sola, quindi tantovale buttarsi no? Se va bene e lei ci sta hai raggiunto il tuo obiettivo, sennò pazienza...ci sono miliardi di donne nel mondo, magari la prossima è proprio dietro l'angolo di casa tua ;).

PS: So che la teoria è molto diversa dalla pratica, ma "DAI CAZZO" testa alta e coraggio, il mondo ti aspetta ;) XD

In bocca al lupo lorenzo!

Lorenzo2

Utente Attivo

  • "Lorenzo2" ha iniziato questa discussione

Posts: 11

Activity points: 47

Data di registrazione: lunedì, 24 ottobre 2011

  • Invia messaggio privato

5

lunedì, 24 ottobre 2011, 19:57

continuo a ringraziarti specialmente perchè riesci a farmi accendere un rimasuglio di candela dove pensavo che la cera fosse ormai finita.

Per senso della vita io intendo dire che ogni uomo sulla faccia di questa terra attraversa delle fasi che sono identiche e cioè: l'infanzia, l'adolescenza, lo studio, il lavoro, la ragazza, il matrimonio ecc. Bene io sento la necessità di superare lo studio, e di arrivare a far convivere una ragazzo con lo studio e poi con il lavoro. Sento che è arrivato il limite di sopportazione, il limite che mi impone di fare un salto e di passare ad una nuova fase della vita.

Perchè nn uso il io cervello per relazionarmi? facilissimo:
Perchè è proprio per colpa sua se comincio a pensare "allora aspetta se adesso gli scrivi lei inizierà a pensare che ci stai provando" , "cosa gli scrivi? mmhhh se gli scrivo cosi allora lei poi pensa cosa.." ecc.
E' per colpa di questo se nn mi riesco a relazionare oltre che della mia straordinaria timidezza che penso sia qualcsa di epico, veramente!

Non penso di essere brutto, penso di rendermi ridicolo o impacciato agli occhi degli altri. Se mi guardo allo specchio nn penso "madonna quanto fai schifo" ma "perchè nn tieni una faccia decente anche mentri stai parlando con gli altri" il che mi rendo conto ha poco senso ma è ciò che accade!

Marco_maldipancia

Non registrato

6

lunedì, 24 ottobre 2011, 20:11

Ora sei stato molto più chiaro, allora l'unica cosa che posso dirti riassumendo tutto quello che hai detto in un'unica frase, anche perchè poi rischio di essere monotono, è:
BASTA SEGHE MENTALI, BASTA PARANOIE, sai cosa vuoi? Bene allora pensa solo al tuo obiettivo e come poterlo raggiungere, PUNTO ;)

Quello che fai è controproducente e irrazionale, come fai a pensare o immaginare quello che lei potrebbe percepire leggendo le tue parole in un messaggio? Cioè è una stronzata, ne convieni?..Guarda io non voglio fare il maestrino o roba simile, ma credo che tu già l'abbia capito, io sto solo dicendo che tutti, prima o poi ci passiamo, è normale avere paura o timore di un qualcosa di nuovo o di una nuova esperienza, però devi pensare positivo...tu intanto prova, poi come ti ho già detto se va bene, buon per te, sennò?! Sennò sti cazzi...volta pagina, testa alta e petto in fuori, andrà meglio la prossima volta ;)

PS: Sono pochissime le persone che si sentono realmente brutte esteticamente e le ragazze che lo dicono o hanno dei complessi legato ad altro o hanno bisogno di attenzione.
Lo so sto generalizzando un pò troppo magari, però pensa, se tutti si sentissero brutte e si vergognassero di loro stessi, sai quanti suicidi ci sarebbe al mondo?
Questo comunque è un altro discorso, per quanlunque cosa sono sempre aperto a dibattiti, anche privati ;)
Forza Lorè!

Lorenzo2

Utente Attivo

  • "Lorenzo2" ha iniziato questa discussione

Posts: 11

Activity points: 47

Data di registrazione: lunedì, 24 ottobre 2011

  • Invia messaggio privato

7

lunedì, 24 ottobre 2011, 20:59

grazie marco, grazie! è da pensieri come il tuo che riesco a ritrovare l'energia necessaria per provarci e tutti i buoni propositi per il futuro.

Certo adesso mi piacerebbe avere il suo numero di cell per scriverle qualcosa ma nn ce l'ho, mi piacerebbe che fosse collegata su FB ma nn ci entra mai, mi piacerebbe parlarle insomma ma nn so nemmeno come fare! colpa mia..

Marco_maldipancia

Non registrato

8

lunedì, 24 ottobre 2011, 21:41

Ecco, quindi il tutto porta ad un'unica conclusione.
Adesso è il momento di spegnere il pc ed uscire di casa ;)

Non c'è bisogno di tutti questi ringraziamenti, noi tutti siamo qui per cercare aiuto e se sono in grado di poter dare il mio contributo, lo do volentieri ;)

Tanti auguri ;)

Lorenzo2

Utente Attivo

  • "Lorenzo2" ha iniziato questa discussione

Posts: 11

Activity points: 47

Data di registrazione: lunedì, 24 ottobre 2011

  • Invia messaggio privato

9

lunedì, 24 ottobre 2011, 21:43

ho pensato che le lascerò un messaggio in bacheca anche se ci farò poco dato che cmq per andare bene dovrei parlarci e organizzare un uscita (coraggio permettendo) spero che risponda al messaggioin bacheca in manera da permettermi di parlare di un uscita..ecco lo vedi lo sto facendo di nuovo penso troppo! grrr

Marco_maldipancia

Non registrato

10

lunedì, 24 ottobre 2011, 22:05

ho pensato che le lascerò un messaggio in bacheca anche se ci farò poco dato che cmq per andare bene dovrei parlarci e organizzare un uscita (coraggio permettendo) spero che risponda al messaggioin bacheca in manera da permettermi di parlare di un uscita..ecco lo vedi lo sto facendo di nuovo penso troppo! grrr

Almeno te ne accorgi, la base per migliorare è capire i propri errori!..comunque, avete degli amici in comune?Vivi in una città o in un paese?..i modi per avere un contatto con questa ragazza, seppur indiretto, c'è!

C'è sempre una via, a volte ardua, però c'è!

Lorenzo2

Utente Attivo

  • "Lorenzo2" ha iniziato questa discussione

Posts: 11

Activity points: 47

Data di registrazione: lunedì, 24 ottobre 2011

  • Invia messaggio privato

11

lunedì, 24 ottobre 2011, 22:09

io vivo a Roma, lei ai castelli romani..ci conosciamo perchè la madre e mia madre lavorano insieme da 20 anni...ovviamente nn abbiamo amici in comune.
L'unico contatto a a questo punto è sua sorella che invece su FB ci entra e anche spesso..ma che dire alla sorella? se gli dico che voglio organizzare una giornata in giro loro si pensano che sto includendo anche la sorella mentre in realtà vorrei andare io e lei e basta..lo so continuo a pensare ma mi è impossibile nn farlo :)

Marco_maldipancia

Non registrato

12

lunedì, 24 ottobre 2011, 22:15

Bhè, se c'è un rapporto amichevole fra le mamme, IO opterei più per una "seconda" cena tra le famiglie, piuttosto che scrivere alla sorella...mai e dico mai, chiedere consigli o coinvolgere sue amiche o sua sorella (consiglio importante e personale).
Comunque, se hai detto che lei è già fidanzata, io ci darei un taglio il prima possibile...poi pure ai castelli te la dovevi trova? C'è stanno un sacco di ragazze qua a RM, ti sei andato a trova quella che ti obbliga a fare un "viaggio" per uscirci il fine settimana?! ;)

Lorenzo2

Utente Attivo

  • "Lorenzo2" ha iniziato questa discussione

Posts: 11

Activity points: 47

Data di registrazione: lunedì, 24 ottobre 2011

  • Invia messaggio privato

13

lunedì, 24 ottobre 2011, 22:20

eee lo so ma ora per me c'è lei, nn mi importa farmi il viaggio per arrivare li da lei!!
che bella rottura -.-

Marco_maldipancia

Non registrato

14

lunedì, 24 ottobre 2011, 22:32

Scusami la franchezza, ma se è fidanzata o peggio ancora innamorata, c'è ben poco da fare purtroppo!

(comunque era una battuta la mia :D )

Lorenzo2

Utente Attivo

  • "Lorenzo2" ha iniziato questa discussione

Posts: 11

Activity points: 47

Data di registrazione: lunedì, 24 ottobre 2011

  • Invia messaggio privato

15

lunedì, 24 ottobre 2011, 22:45

hai ragione...però sai com'è..quand'è cosi speri sempre che nn sia innamorata o che cmq si sia stufata del suo ragazzo. Non penso che ci si possa fare nt, l'unica cosa è provarci credo.