Homepage di Nienteansia.it
Switch to english language  Passa alla lingua italiana  

Non risulti loggato.


giuseppelz

Utente Attivo

  • "giuseppelz" è stato interdetto da questo forum
  • "giuseppelz" ha iniziato questa discussione

Posts: 17

Activity points: 114

Data di registrazione: domenica, 06 marzo 2016

  • Invia messaggio privato

1

domenica, 06 marzo 2016, 20:39

si può rimuovere la "depressione cronica"?

riusciro mai ad eliminare quel senso di frustazione e depressione che ormai mi porto dietro da tanti anni ? sono ormai giunto a 26 anni (capisco che non sono molti, ma in teoria una persona dovrebbe già avere più di un'idea su cosa fare) e mi ritrovo con nulla di concreto in mano: dopo anni di studi, mi ritrovo a fare un lavoro non mio in fabbrica in un settore che nè mi piace nè tantomeno fa parte delle mie conoscenze (trovo che lavorare in fabbrica purtroppo sia abbastanza deprimente, per il ritmo di lavoro e per la cattiveria delle persone, e per uno che soffre di sbalzi d'umore come me non è il luogo ideale), le poche amicizie che avevo le ho perse, e purtroppo non ho alcuna relazione sociale di alcun tipo.
in questi giorni sono nel mio periodo più "buio", dove vedo tutto nero, quando sono fuori non vedo l'ora di tornare a casa, ma una volta arrivato mi sento male, come se stessi in una cella, aspettando che qualcuno mi venga a liberare e sapendo che tanto non verrà mai.

So che l'unica persona che mi può salvare sono io, ma non riesco davvero a trovare la forza, forse perchè in fondo mi piace stare male, o per apatia, o per qualche altro motivo che sinceramente mi sfugge.

Non volevo essere noioso, volevo solamente sfogarmi e se ci fosse qualcuno per discutere ben venga.
Buona serata a tutti

pw81

Colonna del Forum

  • "pw81" è stato interdetto da questo forum

Posts: 1.809

Activity points: 6.771

Data di registrazione: mercoledì, 18 giugno 2008

  • Invia messaggio privato

2

domenica, 06 marzo 2016, 21:15

se è cronica non si può fare nulla.
''il depresso è un narcisista fallito''

ilprofeta1

Colonna del Forum

  • "ilprofeta1" è stato interdetto da questo forum

Posts: 1.853

Activity points: 5.895

Data di registrazione: lunedì, 11 gennaio 2010

  • Invia messaggio privato

3

domenica, 06 marzo 2016, 22:31

riusciro mai ad eliminare quel senso di frustazione e depressione che ormai mi porto dietro da tanti anni ? sono ormai giunto a 26 anni (capisco che non sono molti, ma in teoria una persona dovrebbe già avere più di un'idea su cosa fare) e mi ritrovo con nulla di concreto in mano: dopo anni di studi, mi ritrovo a fare un lavoro non mio in fabbrica in un settore che nè mi piace nè tantomeno fa parte delle mie conoscenze (trovo che lavorare in fabbrica purtroppo sia abbastanza deprimente, per il ritmo di lavoro e per la cattiveria delle persone, e per uno che soffre di sbalzi d'umore come me non è il luogo ideale), le poche amicizie che avevo le ho perse, e purtroppo non ho alcuna relazione sociale di alcun tipo.
in questi giorni sono nel mio periodo più "buio", dove vedo tutto nero, quando sono fuori non vedo l'ora di tornare a casa, ma una volta arrivato mi sento male, come se stessi in una cella, aspettando che qualcuno mi venga a liberare e sapendo che tanto non verrà mai.

So che l'unica persona che mi può salvare sono io, ma non riesco davvero a trovare la forza, forse perchè in fondo mi piace stare male, o per apatia, o per qualche altro motivo che sinceramente mi sfugge.

Non volevo essere noioso, volevo solamente sfogarmi e se ci fosse qualcuno per discutere ben venga.
Buona serata a tutti

E' vero, l'unica persona che ti può salvare sei tu ma non nel modo in cui tu credi e non senza il mio aiuto. Chi ti dice che non c'è rimedio non conosce la causa della depressione.

4

giovedì, 10 marzo 2016, 19:16

Perchè parli di depressione "cronica"? Qualcuno ti ha fatto tale diagnosi? Penso che se ti senti così male dovresti rivolgerti ad uno psicoterapeuta. Sicuramente tu stesso puoi uscire da questa depressione ma avere una guida esperta ti renderà tutto più facile.

leonie

Giovane Amico

Posts: 256

Activity points: 894

Data di registrazione: venerdì, 21 agosto 2015

  • Invia messaggio privato

5

giovedì, 10 marzo 2016, 19:43

profeta 1 perché nn inizi subito. Sarebbe gentile da parte tua. Il mondo nn va avanti a parole ma con fatti conreti

alcor

Giovane Amico

Posts: 223

Activity points: 781

Data di registrazione: venerdì, 06 marzo 2015

  • Invia messaggio privato

6

domenica, 13 marzo 2016, 10:50

ciao Giuseppelz!
Probabilmente non si può eliminare la depressione cronica, però si possono fare molte cose per conviverci, imparare a non identificarci con lei, a guardarla arrivare e passare come uno spettatore esterno, fare in modo che ci metta in fasi di "letargo" ma che non distrugga completamente la nostra vita e, chissà, imparare a godere anche del periodo buio, perché è vero che in fondo (ma neanche tanto in fondo) ci piace stare male...
Fatti aiutare da qualcuno (di serio e competente), sono molte le cose che puoi modificare e ne vale davvero la pena.

M.me Adelaide

Giovane Amico

  • "M.me Adelaide" è una donna

Posts: 156

Activity points: 503

Data di registrazione: martedì, 01 marzo 2016

Località: Bologna

Lavoro: Disoccupata/Studente

  • Invia messaggio privato

7

domenica, 13 marzo 2016, 14:41

Mi associo a chi ti ha chiesto chi ti ha fatto la diagnosi di depressione cronica. Se è uno specialista immagino ti abbia dato anche alcune indicazioni.

In ogni caso, come ti è già stato detto, se non puoi uscire dal buco, allora arredalo come piace a te. Pensa che intanto il lavoro ce l'hai, e non è così scontato. Poi trova qualcosa di piacevole e soddisfacente da fare nel tempo libero. Coltiva una passione, possibilmente che ti restituisca dei risultati, in modo tale che tu abbia anche delle soddisfazioni da quel che fai. Non deve essere nulla di straordinario. Per dire, può essere la palestra che dopo un po' vedi dei risultati (se ti piace) un corso in cui impari qualcosa e poi applichi quel che vedi. E poniti obiettivi raggiungibili.

La cosa più difficile è la componente sociale. Cercare amicizie dopo gli anni in cui si frequentano luoghi di socializzazione obbligata (prevalentemente scuola e università) è difficile. Un modo potrebbe essere inserirsi in qualche sport di squadra, ma non è così facile trovare qualcosa che piaccia e conciliarlo con la propria vita.
Via internet è dura: per lo più le persone cercano relazioni, per cui è facile che non siano interessati agli altri tipi di rapporti per cui ti snobbino subito se cerchi solo amicizia.
Prima di scrivermi un messaggio privato fatevi una semplice domanda: "Le scriverei lo stesso se fosse uomo?". Se la risposta è no lasciate perdere, così evitiamo di perdere tempo entrambi :)

ilprofeta1

Colonna del Forum

  • "ilprofeta1" è stato interdetto da questo forum

Posts: 1.853

Activity points: 5.895

Data di registrazione: lunedì, 11 gennaio 2010

  • Invia messaggio privato

8

domenica, 13 marzo 2016, 16:36

Detto da LEONIE
"profeta 1 perché nn inizi subito. Sarebbe gentile da parte tua. Il mondo nn va avanti a parole ma con fatti conreti"

LEONIE
certo però devi fare il passaparola ed invitare gli altri a leggere TUTTO perchè leggere qualche parola non serve a niente e perchè, ovviamente, non posso srivere ad ogni singola persona le medesime cose: giusto? Per spiegare di cosa stiamo parlando utilizzo un vecchio telefilm.
Anni fa ho visto un telefilm che parlava di una ragazza iperprotetta dai genitori i quali non gli facevano fare niente tranne studiare.La ragazza, a causa della troppa protezione, esplodeva di rabbia e inveniva con odio contro i genitori, ma a quel punto non si riconosceva più in quell'esplosione di odio e rabbia e cadeva in depressione. I genitori disperati la portarono dallo psichiatra il quale dopo aver ascoltato la storia le disse "Quell'odio e quella rabbia escono dalla parte cattiva di te stessa, non la puoi eliminare perchè è parte di te stessa quindi ci devi convivere" SBAGLIATO DOTTORE! Quella parte cattiva è dentro tutte le persone ma non è parte di noi stessi, è fatta di intelligenza pensiero desiderio volontà negativi, di odio, rancore, gelosia, perversione, disonestà, falsità, ferocia, egoismo, falso amore ecc. ecc. ciò significa che quando una persona esprime odio, per esempio, non è la persona che esprime odio, ma è l'odio che si serve di quella persona per esprimersi e questo vuol dire che quella parte cattiva si esprime attraverso noi, facendoci credere di esprimere la parte cattiva di noi stessi: capito l'inganno? L'inganno è avvenuto nel primo uomo e nella prima donna ed è giunto pari pari nell'ultimo figlio nato oggi e col tempo ha prodotto una associazione con le coscienze che non possono bloccarla perchè le coscienze sono obbligate a riconoscere quella parte cattiva come parte di se stesse e il gioco è fatto. Questa parte cattiva è fatta di energia negativa ed è il subconscio che è lontano dal cervello. Il cervello di tutte le persone, oltre alle capacità che possiede, è anche l'anello di congiunzione tra astratto come l'odio e il corpo che è reale. L'energia negativa entra nel cervello e il cervello produce le sostanze in base a quello che l'energia negativa contiene cioè se l'energia negativa contiene il pianto, per esempio, il cervello produce tutto il necessario affinchè il corpo si adatti al pianto. Il cervello non può impedire il pianto perchè la sua funzione è quella di congiunzione delle 2 parti energia e corpo. Quando l'energia negativa ha raggiunto il suo scopo, ritorna da dove era partita. Quando l'energia negativa insiste la sua espressione nel tempo, il cervello produce in continuazione sostanze atte a deprimere e avviene la depressione. Come si può uscirne? per prima cosa bisogna impedirsi l'espressione di quelle cose che ho elencato prima in modo che la coscienza le tenga bloccate e ferme, naturalmente quelle cose cercheranno in voi mille strade per esprimersi ma voi non dovete cedere e saranno quelle che perderanno l'aggressività cioè diverranno molto meno influenti.( Pensate che Cristo si ritirò nel deserto per fermare l'espressione della parte cattiva, perchè in quel luogo èra ipossibile cedere). Quando la parte cattiva diverrà più debole, la vostra coscienza identificherà il nemico e se ne dissocierà.
Quella parte cattiva ha ingannato tutti perchè facendo credere che è la parte cattiva di noi stessi, diventa impossibile combatterla: come possiamo combattere contro noi stessi? impossibile per cui l'inganno è al sicuro. Io invece vi ho dato il nemico ed è molto più facile combatterlo che andare contro se stessi.
Tutte le depressioni e tutto quello che è definito malattia mentale, in verità ha sempre questa origine per cui la soluzione vale per tutti indipendentemente dal cronicismo o meno. Naturalmente io non ho nessun merito. Se non capite chiedete
PS Fate molta attenzione a quello che pensate perchè quella parte si insinua nei pensieri e non la riconoscete. Io ho letto quello che dite e so benissimo che frasi così "Forse a me piace star male: depressione cronica; non guarirò mai; smetto quando voglio ecc. ecc." sono tutte insinuazioni della parte negativa. Non dimenticate che è abilissima nell'ingannare tutti indistintamente e rendere schiavi.

Questo post è stato modificato 1 volta(e), ultima modifica di "ilprofeta1" (13/03/2016, 16:53)


Halaster

Eliminato! Eliminato! Eliminato!

  • "Halaster" è stato interdetto da questo forum

Posts: 327

Activity points: 1.079

Data di registrazione: giovedì, 27 agosto 2015

  • Invia messaggio privato

9

domenica, 13 marzo 2016, 18:05

La depressione si rimuove rimuovendo le cause che la generano. Sfortunatamente la principale causa della depressione è la vita.
E rimuovere la vita non è considebile una soluzione ammissibile&soddisfacente del problema.. haha

leonie

Giovane Amico

Posts: 256

Activity points: 894

Data di registrazione: venerdì, 21 agosto 2015

  • Invia messaggio privato

10

lunedì, 14 marzo 2016, 05:58

Profeta 1 grazie per aver postato. Quando sopravvengono problematiche difficili (quelle che tu descrivi) è perché l `anima è ammalata. Anni fa lessi ci si ammala quando la nostra anima è malata. Tu confermi questa teoria.

Questo post è stato modificato 1 volta(e), ultima modifica di "leonie" (14/03/2016, 15:49)


ilprofeta1

Colonna del Forum

  • "ilprofeta1" è stato interdetto da questo forum

Posts: 1.853

Activity points: 5.895

Data di registrazione: lunedì, 11 gennaio 2010

  • Invia messaggio privato

11

lunedì, 14 marzo 2016, 16:20

"citato da LEONIE"
Profeta 1 grazie per aver postato. Quando sopravvengono problematiche difficili (quelle che tu descrivi) è perché l `anima è ammalata. Anni fa lessi ci si ammala quando la nostra anima è malata. Tu confermi questa teoria.

LEONIE
mi dispiace per te e per tutti, ma dalla risposta che hai dato vedo benissimo che tu non cerchi il vero aiuto che solo io ti posso dare e che ti ho dato, tu cerchi l'aiuto che stia bene e che non esiste.

leonie

Giovane Amico

Posts: 256

Activity points: 894

Data di registrazione: venerdì, 21 agosto 2015

  • Invia messaggio privato

12

martedì, 15 marzo 2016, 00:57

Scusa ma nn riesco a capire il tuo post.

ilprofeta1

Colonna del Forum

  • "ilprofeta1" è stato interdetto da questo forum

Posts: 1.853

Activity points: 5.895

Data di registrazione: lunedì, 11 gennaio 2010

  • Invia messaggio privato

13

martedì, 15 marzo 2016, 13:09

Scusa ma nn riesco a capire il tuo post.


LEONIE
Io sono il depositario della verità assoluta e tu mi vai a citare un libro scritto da gente che non sapeva nemmeno che cosa fosse la verità assoluta perchè sconosciuta?
Quando conosci la verità assoluta capisci perchè tutto è relativo tranne la verità assoluta e oltre a quella non c'è altro per cui cessa la conoscenza. Il detto "Non si finisce mai di imparare" cessa con la conoscenza della verità assoluta e tu mi hai portato per esempio una persona che non finisce di imparare: come fai ad ascoltarla ed ignorare me?
Quello che dice che l'anima si ammala è forse uno stregone? l'anima è la coscienza di te stesso/a : mi dici come fa ad ammalarsi?

leonie

Giovane Amico

Posts: 256

Activity points: 894

Data di registrazione: venerdì, 21 agosto 2015

  • Invia messaggio privato

14

martedì, 15 marzo 2016, 15:31

Il profeta forse dovresti aiutare i comuni mortali a capirti.
La frase che ci si ammala quando l anima è malata l avevo letta sulla carta intesta di un Heilpraktiker.
Potrebbe sembrare strano, me la causa dei nostri mali sta in noi.
Tu potresti fare molto. se fosti meno sibillino. Mi sembri la Sibilla cumana. Se vuoi veramente dare un sostegno sui più chiaro.
Buona giornata alla prox

giuseppelz

Utente Attivo

  • "giuseppelz" è stato interdetto da questo forum
  • "giuseppelz" ha iniziato questa discussione

Posts: 17

Activity points: 114

Data di registrazione: domenica, 06 marzo 2016

  • Invia messaggio privato

15

giovedì, 31 marzo 2016, 20:34

Innanzitutto grazie a tutti per il responso. Ammetto che nessuno mi ha mai dato come diagnosi la depressione cronaca, piuttosto nel breve periodo passato da uno psichiatra mi è stato detto che soffrivo di disturbi d'umore .
La cosa migliore da fare forse è come dice Adelaide, anche se non saprei davvero cosa fare.. credo che la cosa che mi butta più giù di morale sia proprio la scarsa iterazione sociale con altre persone (anche perché non esco, ma anche uscendo non riuscirei ad iniziare a parlare con qualcuno senza conoscerlo) e una sofferenza di solitudine.



Ilprofeta1
capisco che vuoi aiutare e ti ringrazio tantissimo per il responso, ma a dir la verità mi sembra come se fossi un esoterico sensitivo che dice di aver eliminato qualsiasi forma di odio nella sua vita (mi viene in mente Patrick Swayze in Donnie Darko, bel film anche se un po' tetro), come se vendessi una pozione per essere sereni, e poi sinceramente non ho realmente capito i tuoi messaggi.

Grazie