Homepage di Nienteansia.it
Switch to english language  Passa alla lingua italiana  

You are not logged in.


Dear visitor, welcome to Forum di Psicologia di Nienteansia.it. If this is your first visit here, please read the Help. It explains in detail how this page works. To use all features of this page, you should consider registering. Please use the registration form, to register here or read more information about the registration process. If you are already registered, please login here.

Vincenzo344

Unregistered

1

Monday, February 11th 2019, 11:37am

Ogni ricaduta è sempre peggiore

Ciao a tutti vorrei sapere da chi come me soffre di periodi di ricaduta in ansia e depressione. A me sembra sempre più difficile rimettersi in piedi perché ogni volta ti sembra di tornare indietro anziché avanti. Dicono che rialzarsi ti rinforza ma a me sembra più una situazione demoralizzante che ti fa percepire che sarà per sempre così. Soffro di questa situazione probabilmente dall’adolescenza e solo poco più tardi ne ho preso coscienza. Sono in terapia farmacologica da molti anni provando a cambiare molecola, usando stabilizzatori dell’umore ecc ecc ma me sembra sempre peggio. Ho affrontato psicoterapie, attualmente faccio psicoterapia di gruppo da quattro anni ed individuale da circa sei mesi con uno specialista in traumi. Non so che fare più di così ma non vedo uscita. Mi sento depersonalizzato e dissociato da me stesso come uno spettatore che osserva un uomo camminare solo perché deve farlo.

Depresso87

Nuovo Utente

  • "Depresso87" has been banned

Posts: 1

Activitypoints: 10

Date of registration: Jun 17th 2019

  • Send private message

2

Tuesday, February 12th 2019, 12:17pm

Sono nella tua stessa situazione. I farmaci sembrano aiutarmi per un po, ma poi diventano acqua fresca. Mi viene il dubbio che siano solo placebo, e che gli stati normotimici non siano altro che il normale decorso della curva depressiva. La psicoterapia l ho interrotta dopo anni di inutili raggiri. Spero questo messaggio ti faccia capire che non sei il solo, perché anch io come te sono stufo, non sai quanto.

windrew

La vita è attaccata ad un filo sottile che va tenuto stretto.

  • "windrew" is male

Posts: 1,398

Activitypoints: 3,599

Date of registration: Jun 26th 2016

Location: emilia-romagna

Occupation: una volta

  • Send private message

3

Tuesday, February 12th 2019, 3:44pm

Ciao. A volte ho ricadute anche io. Nel mio caso cerco di non assumere più farmaci, però, se occorre, ho a portata di mano sempre una scatola di xanax 0,50 che prendo, se serve, prima di andare a letto. Prendo compresse di ''erbe''. Per la psicoterapia ci vuole tempo, nel mio caso lo psicoterapeuta mi ha lasciato camminare da solo circa un anno fa...ero perso...avrei ancora bisogno ma non posso più contattarlo per motivi economici...lascia passare un periodo congruo prima di pensare di cambiare, mi ci sono voluti tanti mesi per miglioramenti strutturali mentre per miglioramenti iniziali di poco conto da quasi subito, ma ero messo molto male....evidentemente sei ancora in buone condizioni...parlane con lo psicoterapeuta, Il fatto di sentirti ''spettatore'' di te stesso potrebbe essere una difesa inconscia, in quanto, indeciso sugli eventi, preferisci stare sul sicuro e non prendere di petto le situazioni avendo timore di soffrire. Ci sta tutto, non mi sembra il caso di preoccuparsi troppo ma siccome non sono te, spetta a te stesso capire cosa vuoi e decidere in merito....in fondo ci siamo passati e ci stiamo passando in tanti. Buon proseguimento.
se vi è un problema, in quanto tale, ha una soluzione, altrimenti è un dato di fatto con cui convivere

1 user apart from you is browsing this thread:

1 guests