Homepage di Nienteansia.it
Switch to english language  Passa alla lingua italiana  

Non risulti loggato.


Gentile visitatore,
Benvenuto sul Forum di Psicologia di Nienteansia.it. Se questa è la tua prima visita, ti chiediamo di leggere la sezione Aiuto. Questa guida ti spiegherà il funzionamento del forum. Prima di poter utilizzare tutte le funzioni di questo software dovrai registrarti. Usa il form di registrazione per registrarti adesso, oppure visualizza maggiori informazioni sul processo di registrazione. Se sei già un utente registrato, allora dovrai solamente procedere con il login da qui.

Illune

Nuovo Utente

  • "Illune" ha iniziato questa discussione

Posts: 4

Activity points: 19

Data di registrazione: mercoledì, 13 aprile 2016

  • Invia messaggio privato

1

mercoledì, 13 aprile 2016, 02:09

Non valgo nulla

Io non valgo niente. Non valgo assolutamente niente. Quando morirò, se mi si chiederà il conto per come ho speso i miei anni, non avrò niente da mostrare. Sono un totale fallimento. Mi illudo di saper scrivere bene, ma quando rileggo i miei racconti li trovo banali e puerili e mi vergogno di averli messi giù. A parte la mia ragazza, non ho nessun altro che tenga a me, nessun altro che mi accetti per come sono. Vado da una psicologa da un anno ma non ho risolto nulla. Perché cercare un valore, quando è chiaro che non ne ho? Rubo solo aria a chi se la merita.

Bwndy

Amico Inseparabile

  • "Bwndy" è un uomo

Posts: 1.357

Activity points: 4.456

Data di registrazione: mercoledì, 16 marzo 2016

  • Invia messaggio privato

2

mercoledì, 13 aprile 2016, 02:59

Io credo che tu sia in uno di quei momenti neri come la notte in cui la luna è nascosta e non riesca a vedere quello che c'è di buono nella tua vita e c'è di sicuro.Ad esempio hai una ragazza che tiene a te,non è poco,non sottovalutarlo.Se le vuoi bene perchè non può essere un motivo sufficiente per vivere?
Inoltre,i racconti di cui parli,sono davvero così boriosi e scontati?Trovo difficile giudicare tutto quello che non è razionalizzabile o quantificabile,la letteratura di certo non lo è.In un momento in cui fai schifo a te stesso,è molto difficile giudicare obiettivamente ciò che produci.Questo non significa che sia davvero un lavoro di scarsa qualità.
Inoltre,se posso chiedere,che rapporto hai con i genitori o altri familiari?

P.S. ti butto lì una citazione di Nietzsche che mi ha molto colpito:"Si avvicina l'era dell'uomo più disprezzabile di tutti:colui che non sa più disprezzarsi".

M.me Adelaide

Giovane Amico

  • "M.me Adelaide" è una donna

Posts: 156

Activity points: 503

Data di registrazione: martedì, 01 marzo 2016

Località: Bologna

Lavoro: Disoccupata/Studente

  • Invia messaggio privato

3

mercoledì, 13 aprile 2016, 07:06

Non credo che tu non valga nulla. Per la tua ragazza sicuramente hai un grande valore (altrimenti non starebbe con te), e concordo: è già un buon motivo per andare avanti, uno stimolo all'automiglioramento.
Hai mai provato a inviare i tuoi racconti a qualche rivista? A qualche concorso letterario? Li fai leggere a qualcuno? Giudicare se stessi non è facile, un proprio prodotto artistico ancora meno, direi.
Non hai altre passioni da poter coltivare? Che fai nella vita? E con la psicologa, che tipo di terapia fai?
Prima di scrivermi un messaggio privato fatevi una semplice domanda: "Le scriverei lo stesso se fosse uomo?". Se la risposta è no lasciate perdere, così evitiamo di perdere tempo entrambi :)

Illune

Nuovo Utente

  • "Illune" ha iniziato questa discussione

Posts: 4

Activity points: 19

Data di registrazione: mercoledì, 13 aprile 2016

  • Invia messaggio privato

4

mercoledì, 13 aprile 2016, 13:12

Grazie Bwndy e Madame Adelaide per le belle parole. Effettivamente sto attraversando uno dei miei periodi neri. Mi succede spesso di alternare gli umori, per esempio questa mattina mi sento un po' meglio di ieri sera. Mi avete fatto tante domande gentili, e mi accingo a rispondervi.
Io amo la mia ragazza, ed è sicuramente il motivo principale per cui tiro avanti. Però vorrei stare bene anche con me stesso. Non voglio dipendere solo da lei, anche perché quando litighiamo spesso non riesco a rispondere lucidamente perché sono terrorizzato all'idea di rimanere solo. Non so cosa potrei fare se ci lasciassimo.
I miei racconti sono di scarso valore. Ho cercato di partecipare a concorsi ed altro, ma sono sempre stato scartato. Stavo provando a scrivere un romanzo ma è difficile portare avanti un lavoro così lungo quando un giorno ti piace quello che scrivi e il giorno dopo cestineresti tutto. Scrivo per un blog di letteratura, l'unico commento che ho ricevuto è stato: "Questo riassunto è troppo lungo!!!".
Con i miei genitori e con mio fratello ho un cattivo rapporto. Loro non cercano mai di comprendermi, danno per scontato che farò questo e quello. Non mi ascoltano mai. Per esempio ora credono che io sia il tipico ragazzo innamorato che passa le sue giornate a pianificare la casa dei suoi sogni con la ragazza ed è sconnesso dal mondo. Non sanno che in realtà corro in camera subito dopo mangiato perché mi viene da piangere e perché non riesco a comunicare con loro. Ho un bel rapporto con una zia, ma purtroppo è presa dal suo negozio e ci sentiamo raramente.
Grazie per la bella citazione Bwndy. In questo momento però mi sento più vicino a Schopenhauer che a Nietzsche.
Coltivo la passione del cinema, che mi alleggerisce sempre un po' il magone. Però quando penso che sono solo un fruitore passivo mentre io vorrei tanto dare il mio contributo, ma non so neanche da che parte cominciare, mi sento più triste di prima. Vedo ragazzi che si sono realizzati facendo video su youtube dove mangiano o si tingono le unghie.
Mi sto laureando, scrivo articoli quando me li richiedono e do qualche ripetizione. Dopo spero di fare un master, ma non so se ne valga la pena, probabilmente sarebbero solo soldi buttati.
Con la psicologa non ti saprei dire che tipo di terapia abbiamo impostato, Adelaide, o se ne abbiamo effettivamente impostata una. Parliamo del più e del meno, ma non riesco davvero ad esprimermi perché quando lo faccio lei mi stimola ad essere positivo e a non pensarci. Però io avrei bisogno di dire come mi sento.
Grazie per l'affettuosa attenzione.

M.me Adelaide

Giovane Amico

  • "M.me Adelaide" è una donna

Posts: 156

Activity points: 503

Data di registrazione: martedì, 01 marzo 2016

Località: Bologna

Lavoro: Disoccupata/Studente

  • Invia messaggio privato

5

mercoledì, 13 aprile 2016, 19:33

Hai mai esposto i tuoi dubbi alla terapista? Secondo me dovresti dirle che avverti il bisogno di dire quel che senti, come ti senti. Magari poi lei ti ferma, ma dovrebbe spiegarti il perché.
Beh se ti stai laureando tanto male non devi essere, quindi hai già un altro motivo per capire che non è vero che vali nulla. Tutti gli esami te li hanno regalati? Non credo ;)
Scrivi pure degli articoli, quindi le persone che ti stimano non mancano (non chiedono gli articoli a chi non stimano!). Se ti guardi attorno mi pare che i feedback positivi ci siano, solo che gli stati depressivi portano a non vederli. Ma ci sono!
Prima di scrivermi un messaggio privato fatevi una semplice domanda: "Le scriverei lo stesso se fosse uomo?". Se la risposta è no lasciate perdere, così evitiamo di perdere tempo entrambi :)

diana33

Forumista Incallito

  • "diana33" è stato interdetto da questo forum

Posts: 4.458

Activity points: 14.214

Data di registrazione: mercoledì, 13 maggio 2015

  • Invia messaggio privato

6

mercoledì, 13 aprile 2016, 21:08

perhcè non prov a postare i tuoi racconti sulle community dedicate? lo so che può sembrare non molto, ma potresti ricevere stimoli interessanti da dei lettori.

riccioinletargo

la voce sincera

  • "riccioinletargo" è una donna

Posts: 1.369

Activity points: 4.723

Data di registrazione: domenica, 23 novembre 2008

  • Invia messaggio privato

7

mercoledì, 13 aprile 2016, 22:46

Vedo ragazzi che si sono realizzati facendo video su youtube dove mangiano o si tingono le unghie.
Capirai che realizzazione!!!!!Spero che tu stia scherzando! ?( :alien: ?(

MB

Uno qualunque.

  • "MB" è un uomo

Posts: 641

Activity points: 2.000

Data di registrazione: domenica, 29 agosto 2010

  • Invia messaggio privato

8

sabato, 30 aprile 2016, 17:47

Io non valgo niente. Non valgo assolutamente niente. Quando morirò, se mi si chiederà il conto per come ho speso i miei anni, non avrò niente da mostrare. Sono un totale fallimento. Mi illudo di saper scrivere bene, ma quando rileggo i miei racconti li trovo banali e puerili e mi vergogno di averli messi giù. [...] Perché cercare un valore, quando è chiaro che non ne ho? Rubo solo aria a chi se la merita.

Siamo in due.

Bwndy

Amico Inseparabile

  • "Bwndy" è un uomo

Posts: 1.357

Activity points: 4.456

Data di registrazione: mercoledì, 16 marzo 2016

  • Invia messaggio privato

9

sabato, 30 aprile 2016, 18:54

Perchè gli altri se la meritano più di te?Ho conosciuto gente spregevole,davvero esecrabile e non credo si pongano il dubbio se sia giusto che respirino o meno,questa cosa non mi va giù.Non è giusto che le persone soffrano solo perchè non si riconoscono delle qualità(che poi magari in realtà hanno).

Dolciotto84

Utente Avanzato

  • "Dolciotto84" è un uomo

Posts: 652

Activity points: 2.075

Data di registrazione: mercoledì, 01 maggio 2013

  • Invia messaggio privato

10

giovedì, 05 maggio 2016, 23:54

Io effettivamente non valgo nulla .. mi sento davvero l'ultima ruota del carro di questo mondo. Non ho raggiunto nessuno degli obiettivi minimo di un 30 enne. Infatti, la cosa che odio di più è il sito trentenni .. mamma mia come mi stanno sul c... a 30 anni o hai raggiunto certi obiettivi o sei tagliato fuori ..

leonie

Giovane Amico

Posts: 256

Activity points: 894

Data di registrazione: venerdì, 21 agosto 2015

  • Invia messaggio privato

11

venerdì, 06 maggio 2016, 00:13

Ma vali per te stesso. A 30 anni hai una vita davanti. Nn demoralizzarti. I 30 anni di oggi sono i 20 di ieri

Halaster

Eliminato! Eliminato! Eliminato!

  • "Halaster" è stato interdetto da questo forum

Posts: 329

Activity points: 1.085

Data di registrazione: giovedì, 27 agosto 2015

  • Invia messaggio privato

12

venerdì, 06 maggio 2016, 10:17

Ogni volta che sento qualcuno fare questo discorso del tipo "sono inutile in questa società... non sono realmente utile per niente.. meglio lasciare spazio a chi se lo merita"...

mi viene sempre spontanea la domanda... ma scusa... ma ...se tu esci un po'.... potresti spiegarci DOVE DIAVOLO la vedi tutta stà gente che invece ha tutta stà grandissima, evidentissima ed indubbia utilità ??

mmmmmmmah ^_^


Vai in una piazza affollata.. in un mercato.. e dimmi in che modo "Tanuzzo scendiilcanechetelopiscio" e i vari individui che pascolano qua e là starebbero facendo chissà quale indispensabile opera di bene per il mondo e la collettività, con la loro presenza^^

..ma dove?! ..ma quando mai?! .. sotto l'effetto di quale allucinogeno? XD

E.

Utente Attivo

Posts: 111

Activity points: 389

Data di registrazione: martedì, 09 febbraio 2016

Lavoro: cagare

  • Invia messaggio privato

13

venerdì, 06 maggio 2016, 20:34

Ho 29 anni e ho fatto solo il malato mentale dai 15 ai 29 .Non valgo un Ca**o davvero.è l'età della disperazione più nera i 30 per chi è malato.E si poi ti tagliano fuori, fino ai 25/ 26 anni una ragazza la trovavi anche in sto stato, a 30 neanhe una sociopatica spende due minuti con te .Tieniti stretta la ragazza se no si cade a picco nella melma .

Dolciotto84

Utente Avanzato

  • "Dolciotto84" è un uomo

Posts: 652

Activity points: 2.075

Data di registrazione: mercoledì, 01 maggio 2013

  • Invia messaggio privato

14

venerdì, 06 maggio 2016, 20:40

Io neanche per me stesso valgo.

Illune

Nuovo Utente

  • "Illune" ha iniziato questa discussione

Posts: 4

Activity points: 19

Data di registrazione: mercoledì, 13 aprile 2016

  • Invia messaggio privato

15

martedì, 10 maggio 2016, 01:42

Hai mai esposto i tuoi dubbi alla terapista? Secondo me dovresti dirle che avverti il bisogno di dire quel che senti, come ti senti. Magari poi lei ti ferma, ma dovrebbe spiegarti il perché.
Beh se ti stai laureando tanto male non devi essere, quindi hai già un altro motivo per capire che non è vero che vali nulla. Tutti gli esami te li hanno regalati? Non credo ;)
Scrivi pure degli articoli, quindi le persone che ti stimano non mancano (non chiedono gli articoli a chi non stimano!). Se ti guardi attorno mi pare che i feedback positivi ci siano, solo che gli stati depressivi portano a non vederli. Ma ci sono!
No, in effetti non le ho mai parlato di questa mia sensazione su di lei. Ci proverò. Grazie per l'incoraggiamento!
perhcè non prov a postare i tuoi racconti sulle community dedicate? lo so che può sembrare non molto, ma potresti ricevere stimoli interessanti da dei lettori.
Proverò a farlo però ho molta paura di ricevere un feedback negativo da parte degli altri utenti. Vorrei non voler dipendere così tanto dall'opinione degli altri.
Citato da "Illune"



Vedo ragazzi che si sono realizzati facendo video su youtube dove mangiano o si tingono le unghie.
Capirai che realizzazione!!!!!Spero che tu stia scherzando!
Ahahah mi hai fatto ridere :D . Però in parte hai centrato il problema, cioè nel loro piccolo quei ragazzi sono soddisfatti di quello che hanno fatto. Perché io non riesco? Perché sono perennemente insoddisfatto del mio fisico, delle mie relazioni, dei miei traguardi? Quando penso che il tempo passa mi prende lo sconforto più totale.
Citato da "Illune"



Io non valgo niente. Non valgo assolutamente niente. Quando morirò, se mi si chiederà il conto per come ho speso i miei anni, non avrò niente da mostrare. Sono un totale fallimento. Mi illudo di saper scrivere bene, ma quando rileggo i miei racconti li trovo banali e puerili e mi vergogno di averli messi giù. [...] Perché cercare un valore, quando è chiaro che non ne ho? Rubo solo aria a chi se la merita.
Siamo in due.
Anche tu hai momenti in cui la situazione migliora e momenti in cui vorresti solo sparire per sempre?
Perchè gli altri se la meritano più di te?Ho conosciuto gente spregevole,davvero esecrabile e non credo si pongano il dubbio se sia giusto che respirino o meno,questa cosa non mi va giù.Non è giusto che le persone soffrano solo perchè non si riconoscono delle qualità(che poi magari in realtà hanno).
Grazie, sei molto gentile e dolce!
Ogni volta che sento qualcuno fare questo discorso del tipo "sono inutile in questa società... non sono realmente utile per niente.. meglio lasciare spazio a chi se lo merita".
mi viene sempre spontanea la domanda... ma scusa... ma ...se tu esci un po'.... potresti spiegarci DOVE DIAVOLO la vedi tutta stà gente che invece ha tutta stà grandissima, evidentissima ed indubbia utilità ?
mmmmmmmah ^_^
Vai in una piazza affollata.. in un mercato.. e dimmi in che modo "Tanuzzo scendiilcanechetelopiscio" e i vari individui che pascolano qua e là starebbero facendo chissà quale indispensabile opera di bene per il mondo e la collettività, con la loro presenza
..ma dove?! ..ma quando mai?! .. sotto l'effetto di quale allucinogeno? XD
Ahahahahaha!
Ho 29 anni e ho fatto solo il malato mentale dai 15 ai 29 .Non valgo un Ca**o davvero.è l'età della disperazione più nera i 30 per chi è malato.E si poi ti tagliano fuori, fino ai 25/ 26 anni una ragazza la trovavi anche in sto stato, a 30 neanhe una sociopatica spende due minuti con te .Tieniti stretta la ragazza se no si cade a picco nella melma .
Non conosco la situazione dei trentenni, però posso provare a capirti. Quello che dici è vero, ma è molto triste. Cioè se la mia ragazza mi lasciasse, cosa farei? Non posso vivere con questo terrore, vorrei imparare ad amarmi un po'.