Homepage di Nienteansia.it
Switch to english language  Passa alla lingua italiana  

Non risulti loggato.


Gentile visitatore,
Benvenuto sul Forum di Psicologia di Nienteansia.it. Se questa è la tua prima visita, ti chiediamo di leggere la sezione Aiuto. Questa guida ti spiegherà il funzionamento del forum. Prima di poter utilizzare tutte le funzioni di questo software dovrai registrarti. Usa il form di registrazione per registrarti adesso, oppure visualizza maggiori informazioni sul processo di registrazione. Se sei già un utente registrato, allora dovrai solamente procedere con il login da qui.

16

martedì, 25 dicembre 2018, 00:53

"non vediamo il mondo per quello che è, ma per quello che siamo".

Quando facciamo questi pensieri ricordiamoci che la nostra visione è solo parziale. La nostra visione è sempre parziale, non è possibile averla completa. E la parzialità che vediamo dipende da noi e dal nostro vissuto, non è la realtà, mai in nessun caso.

Per questo morpheus parla di pensieri disfunzionali e per questo i vari psi (-cologi -chiatri -coterapeuti) sono d'aiuto, per cambiare la nostra percezione di noi stessi, e quindi del mondo.
Si vero: ma se quella visione fosse oggettiva.Cioè: si è cosi e basta, e quel "cosi e basta " fosse insopportabile?

Rainbow87

Barcollo ma non mollo

  • "Rainbow87" è un uomo

Posts: 467

Activity points: 1.019

Data di registrazione: lunedì, 25 dicembre 2017

  • Invia messaggio privato

17

martedì, 25 dicembre 2018, 11:04

Io sono convinto che la vita non finisca dopo la morte

Frank80

Non registrato

18

martedì, 25 dicembre 2018, 12:05

C'è vita dopo la morte? Solo il sabato e la domenica.. (cit.) 8)

Lunamaria4

Non registrato

19

martedì, 25 dicembre 2018, 13:20

Non mi entusiasma più nulla, non mi fido delle persone perché nella loro testa pensano sempre una cosa e ne dicono un'altra, sparlano sempre dietro. E non penso che non incontrerò mai una persona come me interiormente. E non c'è psicologo o psichiatra che tenga a questo, perché la vita funziona così, il mondo è così. Quindi essendo gia stata da psicologi so che non mi aiuterebbe andarci ancora, perché uno psicologo non ha la bacchetta magica per cambiare il mondo o la vita.
Piu che altro le persone sono tutte tristi, almeno la maggior parte e non hanno amore da dare agli altri , in un momento in cui una persona e' depressa e si sente vuota e avrebbe bisogno di cercare fiducia e amore , dall altra parte trova persone che hanno altrettanto bisogno . Anche io sono in un periodo in cui non ho per nulla fiducia delle persone . Ho incontrato una ragazza di 35 anni che pensavo fosse amica e invece poi si e' rivelata una persona gelosa , alla fine mi ha detto tu ce la puoi fare io no ... io sono destinata a una vita triste .. in fondo non gliene ho fatto nemmeno una colpa perche' non stava bene pero' mi aveva trasmesso tantissima fiducia e poi si e' rivelata una fregatura .

20

martedì, 25 dicembre 2018, 14:20

Il thread è delicato.
Lei ha scritto solo un post e 7 mesi fa,poi non più nulla, ed ha 20 anni.
Mi scuso per la mia divagazione sulla risposta a un post.

sociopatico atipico

Giovane Amico

  • "sociopatico atipico" è un uomo

Posts: 406

Activity points: 968

Data di registrazione: mercoledì, 08 marzo 2017

Località: piemonte, località disagiata

Lavoro: Impiegato

  • Invia messaggio privato

21

martedì, 25 dicembre 2018, 19:00

Ci pensavo giusto stamattina, che caxxo di senso ha andare avanti così? Poi, forse anche grazie ai 3 farmaci che prendo e gli spinelli che fumo, mi è passata. Ci ho poi pensato parecchio su, e per quel che mi riguarda quello che mi manca di più, sono io, quello che sta bene con se stesso, e non posso esserlo in questo periodo della mia vita, pensieri disfunzionali a parte.
Mi manca la felicità, ridere fino ad avere male, accarezzare la pelle della persona che amo, sentirmi in sintonia con più persone, magari pure affiatati tra noi.
Mi manca tutto questo e molto altro e la cosa peggiore è che penso che se sono in questa situazione (e sono stato anche peggio) non sia comunque solo "colpa" mia. Credo che il destino influisca comunque molto e se sono solo e mi si prospettano altre vacanze da solo (come quasi sempre nel mio tempo libero, solo), sia perché non riesco o non posso permettermi o non abbia il coraggio di vivere la vita che vorrei, a prescindere dal destino in parte già scritto.
A volte dispero, ma per ora non ho perso la speranza, e mi auguro non accada mai.

sociopatico atipico

Giovane Amico

  • "sociopatico atipico" è un uomo

Posts: 406

Activity points: 968

Data di registrazione: mercoledì, 08 marzo 2017

Località: piemonte, località disagiata

Lavoro: Impiegato

  • Invia messaggio privato

22

martedì, 25 dicembre 2018, 19:07

Riflettendoci, quello che è peggio non ho idea di cosa sia. Però buone feste se vi fa piacere, altrimenti niente. Ciao, cazzo.

lifeis2strange

Utente Attivo

Posts: 57

Activity points: 145

Data di registrazione: lunedì, 08 gennaio 2018

  • Invia messaggio privato

23

domenica, 17 febbraio 2019, 21:31

Ciao. Credo che moltissimi giovani facciano questi pensieri. Non posso dire quanti ma di sicuro non è così raro e nemmeno così preoccupante.
Hai l'età in cui le illusioni hanno iniziato a squagliarsi e le aspettative a sgretolarsi e ora vedi il mondo com'è, in confronto alla tua gioia di vivere d'infanzia e adolescenza: 'na bea me***!
In più il tempo presente ci ha tolto le cose che in passato doveva essere fonto di soddisfazione: lavoro fisso, moroso/a di cui innamorarsi, casa, figlio.
Queste erano per moltissimi le uniche tappe possibili e in genere ci si arrivava naturalmente anche senza cercarle troppo.
Oggi tutto è precario, vivere soli per molti èp difficile, per tenersi un lavoro bisogna fare capriole o cambiare posto 3-4-5 volte, anche non volenti e questo è strssante, stancante, non senti di crescere professinalmente nè di valere qualcosa. Se vuoi trovare il fidanzato giusto devi farti una visita non-guidata dentro una galleria di casi umani da chat, due anni di psicoterapia, mesi di seghe mentali, nutrizionista e palestra e poi FORSE arriva la persona giusta... Insomma non mi pare che le fonti di soddisfazione abbondino. La mancanza di valori e di un percorso fisso nella vita spingono i più giovani come te a farsi domande profonde o a percepire un senso di vuoto e disillusione.
Quindi ti ripeto che trovo abbastanza normale questa crisi che manifesti.

Non so dirti come fartela passare, io mi sento rispondere che con l'aumentare dell'età mi adatterò alla realtà. Sarà così anche per te.
Nel frattempo puoi sempre comprarti un nuovo telefono. Se hai soldi.


Parole sante !
Ci stavo riflettendo proprio oggi e sono arrivato alle tue stesse identiche conclusioni.

Threads simili

Tags usati

ansia, mondo, schifo, società, vita