Homepage di Nienteansia.it
Switch to english language  Passa alla lingua italiana  

Non risulti loggato.


Gentile visitatore,
Benvenuto sul Forum di Psicologia di Nienteansia.it. Se questa è la tua prima visita, ti chiediamo di leggere la sezione Aiuto. Questa guida ti spiegherà il funzionamento del forum. Prima di poter utilizzare tutte le funzioni di questo software dovrai registrarti. Usa il form di registrazione per registrarti adesso, oppure visualizza maggiori informazioni sul processo di registrazione. Se sei già un utente registrato, allora dovrai solamente procedere con il login da qui.

simo79

Utente Attivo

  • "simo79" è un uomo
  • "simo79" ha iniziato questa discussione

Posts: 13

Activity points: 53

Data di registrazione: domenica, 06 novembre 2011

  • Invia messaggio privato

1

domenica, 06 novembre 2011, 01:01

Non ce la faccio piu

Eccomi qui

non so nemmeno io come sia cominciata o da dove sia venuta, ma mi ha colpito al cuore in pieno, una depressione che ha portato via quanto di buono c'era in me, non ho piu voglia di vivere.

Non ho mai avuto una gran vita, figlio di un padre violento e di una madre menefreghista ma non gliene faccio troppo una colpa, ho sempre cercato di incassare i colpi della vita amortizzando quanto piu possibile ma ora davvero non ce la faccio piu, non riesco piu a tirare avanti, avevo una attività lavorativa piccola che gestivo con tanti sacrifici ma la grande crisi ha colpito anche me affondando anche quel piccolo negozio che gestivo con fatica e tanto sudore, ora mi trovo disoccupato, grazie a dio senza debiti ma a stento riesco a fare lavoretti che mi permettono di pagare l'affitto e le grandi spese che non si sa come ne il perchè ma aumentano sempre di piu e ogni mese e sempre piu dura.

Sono Sposato e anche mia moglie ha perso il lavoro, non ho amici, i pochi che avevo sono spariti tutti , l'ultimo che avevo mi ha dato un sacco di botte lasciandomi per strada pochi giorni fa, diverbio cominciato perchè non potevo rendergli 30 euro che mi aveva prestato per pagare delle medicine che mi servivano per curare un raffreddore, appena potrò glieli renderò ma arrivare alle mani non me lo sarei mai aspettato.

Cerco di fingere in casa,fingo sorrisi e annuisco piu o meno a tutto quello che mi dice, anche se difficilmente si comincia a parlare di un qualisasi argomento se non per bocca sua, ho smesso quasi del tutto di mangiare, non ho piu appetito,non ho piu nemmeno la forza di curarmi di me stesso, non voglio che mia moglie veda il mio vero "io", cioè un anima spenta senza voglia di vivere, non ce la faccio piu ragazzi e ve lo dico con il cuore.

Sono circa 10 mesi che supplico un posto di lavoro che non c'e,mi sento dire che non c'e lavoro adesso, che sono troppo vecchio e non ho una esperienza pluriennale, ma del fatto che ho tanta voglia di lavorare e molta buona volontà non ne tengono conto,dopotutto a chi chiedere referenze se ho sempre lavorato in proprio ? non ho nessuno con cui parlare, nessuno che mi ascolti, mia moglie mi aiuta come puo ma non voglio che si faccia a carico dei miei problemi, non riuscirei a vederla soffrire per me, lei sa che non è un gran periodo ma lei è tutto quello che ho, è un come un chiodo che tiene su il mio cuore e la mia anima, se anche lei dovesse lasciarmi per me sarebbe la fine.

Avevo smesso di fumare, da quando ho perso il lavoro ci sono ricaduto dentro, fortunatamente non ho altri vizi, e dire che fino a 2 anni fa ero una persona serena, avevo una vita regolare anche se molto dura, non ho mai avuto paura ma adesso invece ne ho tanta, tantissima, vedo solo buio intorno a me, l'unica luce e il viso di mia moglie e il suo sorriso.

Vorrei tanto un amico sincero, un amico che non ho mai avuto nella mia vita con cui potermi sfogare, parlare liberamente, ho provato ad andare da uno psicologo ma non è servito a niente se non a salassarmi ulteriormente,probabilmente non era la persona giusta, altro ennesimo errore o colpo di sfortuna, io incasso colpi piu forti di me, ormai sono a pezzi, non ho piu voglia di niente se non farla finita, anche se il mio cervello mi continua a dire "non è ancora il tuo momento puoi farcela", e allora cerco una forza che non trovo piu, la cerco anche nei piu piccoli cassetti della casa ma ogni volta che la trovo mi scappa via dalle mani e io non so piu cosa fare...

Non so come farò a uscire da questo buco nero, so solo che ce la devo fare, se non per me almeno per quello che ero una volta. un ragazzo felice, perchè ragazzi la felicità è un nostro diritto e nessuno puo privarcene e noi la rivogliamo !

Grazie a tutti coloro che non mi negeranno la loro amicizia e grazie anche a chi semplicemente leggerà quello che mi porto nel cuore da un po di tempo !

Un abbraccio

Questo post è stato modificato 3 volta(e), ultima modifica di "simo79" (01/12/2011, 13:33)


Lylla

Utente Attivo

Posts: 31

Activity points: 100

Data di registrazione: giovedì, 29 settembre 2011

  • Invia messaggio privato

2

domenica, 06 novembre 2011, 02:29

Ciao,
io vorrei dirti 2 cose.....
prima cosa sono certa che tua moglie ha capito che c'è qualcosa che non va e probabilmente ne soffre anche lei, so' che tutto è dificile quasi insormontabile ma dille quanto l'ami e quanto è importante per te poi dille quello che stai passando prima che le cose precipitino....
seconda cosa non arrenderti, se non vuoi farlo x te fallo x lei...non darle questo terribile dolore, non darle questo opprimente senso di colpa, colpa che le ricadrà addosso se ti arrendi....

Dalla depressione si può uscire credimi....

robi

Utente Avanzato

  • "robi" è un uomo

Posts: 906

Activity points: 2.760

Data di registrazione: mercoledì, 11 luglio 2007

Località: marotta

Lavoro: pensionato

  • Invia messaggio privato

3

domenica, 06 novembre 2011, 06:11

La famiglia

Ciao Simo,
ho letto con molta attenzione il Tuo "sfogo" e seppure con motivazioni diverse ho rivisto me stesso di qualche anno fa.
Hai l'età di mio figlio minore ed una vita davanti che non sarà ovviamente sempre così avara di soddisfazioni come lo è in questo periodo.
Vorrei però suggerirTi come l'estraniare Tua moglie da questo Tuo "periodaccio" non sia positivo, siete una famiglia e ritengo che ci sia
anche profondo affetto amore e stima tra di Voi.
Il tenerla all'oscuro poi credo sia unicamente una Tua convinzione perchè quando questo "male oscuro" colpisce difficilmente
chi ci è accanto non se ne accorge. Tu non parli, Lei non dice, ma entrambi siete consapevoli delle difficoltà di questo periodo
per Te poi come per Lei aggravate anche dalla mancanza di una attività lavorativa.
Ti immagino con una autostima sotto i tacchi ed il morale a pezzi, ma seppure capisco come possa riuscirTi difficile devi continuare soprattutto
nella ricerca di una occupazione che oltre al ritorno economico Ti aiuta a non farTi ulteriormente precipitare nel "buco nero".
Non chiuderTi oltretutto tra le quattro mura domestiche, si può ugualmente uscire per una passeggiata in bici oppure a piedi
anche con Tua moglie perchè sicuramente aiuta entrambi in quanto più Ti rinchiudi ed eviti la gente e più fai il gioco di questo "comune nemico".
Con questo "mostro" ci ho convissuto non sempre pacificamente per 40 anni, oggi ho una vita più serena, però non Ti scrivo ne sono uscito, ma più
semplicemente che ho imparato a conoscermi meglio dopo qualche anno di "psicoterapia" , ma in precedenza avevo affrontato anche varie terapie farmacologiche,
tutte utili, ma nessuna che fosse mai riuscita a sconfiggere definitivamente questo "comune nemico" perchè gli psicofarmaci tamponano,
ma non guariscono definitivamente.
Ho avuto in tutti questi anni mia moglie sempre al mio fianco che Suo malgrado ha condiviso con me i miei periodacci, ma il Suo aiuto è stato per
me indispensabile ed importante.
Ti ho voluto scrivere quale è stata la mia esperienza perchè Tu forse puoi trarre qualche idea per il Tuo futuro che sarà ne sono certo senza questo "mostro",
ma purtroppo con questa "Spada di Damocle" che dobbiamo portarci sopra la testa attenti però a non farla cadere o ricadere.
Robi

Questo post è stato modificato 1 volta(e), ultima modifica di "robi" (06/11/2011, 06:41)


Hallomarc

Piezz e' core...

  • "Hallomarc" è un uomo

Posts: 1.548

Activity points: 5.715

Data di registrazione: martedì, 14 giugno 2011

Località: Milano

  • Invia messaggio privato

4

domenica, 06 novembre 2011, 11:53

Simo ti direi

Primo che il tuo scritto palesa raziocinio e sopratutto che non sei permaloso, non porti rancore. E' un bel punto a tuo favore.

Poi ti direi che esistono due forme depressive: 1) endogena 2) reattiva.
La prima è rognosa assai, perché insorge da dentro, anche se non accadono fatti spiacevoli. Vien su e basta.

La seconda consegue a degli eventi scatenanti, come la tua. Se si rimuove la causa , si rimuovono anche gli effetti. Questo vuol dire che se domani trovassi un lavoro, torneresti a star bene.

Io ti vedo come una persona molto a posto, con un bel carattere. Ma probabilmente in questo momento hai bisogno di un aiuto esterno, perché da solo è difficile farcela.

Se vuoi ti posso dare un numero verde, che è una specie di SOS depressione. Nella massima discrezione ti aiutano e ti possono orientare. Comunque è un ascolto. Che non è poco.
Se non ci fossero i miei difetti, non ci sarei nemmeno io.

simo79

Utente Attivo

  • "simo79" è un uomo
  • "simo79" ha iniziato questa discussione

Posts: 13

Activity points: 53

Data di registrazione: domenica, 06 novembre 2011

  • Invia messaggio privato

5

domenica, 06 novembre 2011, 19:03

Grazie a tutti per le risposte

Effettivamente sono cosciente che da solo è quasi impossibile uscirne, sto lottando con un mostro che è piu forte di me, oggi ho provato a uscire un pò ma porto sempre con me una profonda situazione di malessere e disagio, vorrei piangere ma non ci riesco,ovunque io vada o qualcosa faccia mi fa stare male, questo maledetto nodo in gola non va ne su ne giu, è fermo li e mi strazia l'anima, a volte penso a quello che mi sta succedendo come a una punizione inflitta da qualcosa o qualcuno per cose che non mi sento di aver commesso, o forse commesse solo in parte, ho sempre cercato di dare un senso anche alle cattiverie a me inflitte, cerco giustificazioni inesistenti alle cattiverie subite, ai pugni che qualche giorno fa ho preso per soli 30 euro, cerco di farmi carico di tutto nella speranza di mettermi a posto con il mondo intero ma evidentemente sono sulla strada sbagliata, la quale mi sembra a una sola direzione! Se adesso chiudo gli occhi non riesco a capacitarmi di quello che sarà un "futuro prossimo", vedo solo una aura di negatività che mi soffoca sempre di piu !

Vivo in un paesino molto piccola e ho un desiderio di cambiare aria quanto prima possibile, che sia la soluzione giusta ?

Questo post è stato modificato 1 volta(e), ultima modifica di "simo79" (01/12/2011, 13:35)


Nigromontanus

Utente Attivo

Posts: 16

Activity points: 62

Data di registrazione: lunedì, 07 novembre 2011

  • Invia messaggio privato

6

lunedì, 07 novembre 2011, 13:35

Ciao Simo,

La tua lettera mi ha toccato molto . Concordo con gli altri amici che ti hanno consigliato di lottare contro questo maledetto male oscuro. Non so come aiutarti. E questo mi rende triste, posso solo consigliarti di fare qualsiasi passo necessario ( anche trasferirti) al fine di trovare un lavoro.
Anch'io sono molto solo , non ho amici. E l'unica persona che mi da conforto e mia moglie. La mia depressione nasce da dentro.
Ti auguro tutto il bene possibile.
Pasquale
La vostra visione diventerà chiara solo quando guarderete nel vostro cuore. Chi guarda all'esterno, sogna. Chi guarda all'interno, apre gli occhi.
Carl Gustav Jung

scintillino

Giovane Amico

Posts: 204

Activity points: 668

Data di registrazione: domenica, 10 ottobre 2010

Località: milano

Lavoro: tecnico informatico

  • Invia messaggio privato

7

lunedì, 07 novembre 2011, 16:29

simo quel che ti posso dire da uomo è di parlare con tua moglie, di affrontare le cose assieme, di farle capire che hai bisogno di lei e di lottare uniti.
se le nascondi le cose non le fai bene, anzi le farai molto male quando i nodi verranno al pettine e vengono sempre al pettine prima o poi...
usa la testa. cosi non la proteggi e non aiuti nemmeno te stesso.

che tipo di mestiere fai? di dove sei?
hai reali possibilita' di trasferirti???

cerca di non darti tutte le colpe addosso. simo la realtà è che la vita è dura. viviamo in tempi MOLTO difficili dove le brave persone, quelle oneste che lavorano sono le prime a veder le proprie vite sfaldate dalla crisi, dall ignoranza e dall egoismo della gente e di chi ci governa.
è un periodo nero ma tu vuoi mollare? e tua moglie chi ci pensa?
tira fuori le palle e lotta. sei tu l'uomo di casa . e lotta insieme alla persona che ami. il nero arriva sempre prima o poi alle volte passa..

dai forza!! devi farlo per te e per la tua famiglia. è tutto cio che hai.
Hai cercato di capire .. e non hai capito ancora se di capire si finisce mai..
Hai provato a far capire con tutta la tua voce anche solo un pezzo di quello che sei!
Con la rabbia ci si nasce o ci si diventa...
e tu che sei un esperto non lo sai... Perché quello che ti spacca e ti fa fuori dentro forse parte proprio da chi sei !

scintillino

Giovane Amico

Posts: 204

Activity points: 668

Data di registrazione: domenica, 10 ottobre 2010

Località: milano

Lavoro: tecnico informatico

  • Invia messaggio privato

8

lunedì, 07 novembre 2011, 16:31

dimenticavo...
il tuo amico dei 30 euro è una merda !
Hai cercato di capire .. e non hai capito ancora se di capire si finisce mai..
Hai provato a far capire con tutta la tua voce anche solo un pezzo di quello che sei!
Con la rabbia ci si nasce o ci si diventa...
e tu che sei un esperto non lo sai... Perché quello che ti spacca e ti fa fuori dentro forse parte proprio da chi sei !

Nigromontanus

Utente Attivo

Posts: 16

Activity points: 62

Data di registrazione: lunedì, 07 novembre 2011

  • Invia messaggio privato

9

lunedì, 07 novembre 2011, 18:29

mi associo

il tuo amico dei 30 euro e una mendacia
La vostra visione diventerà chiara solo quando guarderete nel vostro cuore. Chi guarda all'esterno, sogna. Chi guarda all'interno, apre gli occhi.
Carl Gustav Jung

robi

Utente Avanzato

  • "robi" è un uomo

Posts: 906

Activity points: 2.760

Data di registrazione: mercoledì, 11 luglio 2007

Località: marotta

Lavoro: pensionato

  • Invia messaggio privato

10

martedì, 08 novembre 2011, 05:31

Simo,
mi unisco agli altri nella crtica al personaggio che....erroneamente...definisci....amico.
:hi: :hi: :hi: :hi: :hi: :hi:
Robi

simo79

Utente Attivo

  • "simo79" è un uomo
  • "simo79" ha iniziato questa discussione

Posts: 13

Activity points: 53

Data di registrazione: domenica, 06 novembre 2011

  • Invia messaggio privato

11

martedì, 08 novembre 2011, 18:21

Grazie a tutti per le risposte :)

Già parlare con voi mi fa sentire meglio :)

Facendo due conti in tasca e seguendo il buon detto "dove vai, sei li" mi conviene forse rimanere dove sono, forse "scappare" da questo posto non cambierebbe molto la mia situazione emotiva, anzi magari la peggiorerei dandola vinta ai cattivi che mi circondano

la situazione lavorativa è come tutti sappiamo disastrosa, ma prima o poi smetterà di piovere e allora il sole tornerà...se fossi cosi bravo a trovarmi una occupazione come ad autoconvincermi che in fin dei conti "non è poi tutto nero" non avrei mai paura di perdere un posto di lavoro :)

Dò ragione a voi, il mio "amico" dei 30 euro non si è comportato come tale, ma che posso farci, non riesco a portarci rancore come ad altre persone che mi hanno fatto del male, io non riesco a non vivere in pace col prossimo...non ci dormirei di notte sapendomi in "debito" o portatore di rancore, io amo la pace e amo essere in pace con tutti, di sicurò non lo riterrò piu "amico" ma semplicemente come un conoscente che in fin dei conti è piu inutile che utile...

Sto cercando di darmi da fare in casa, aiutando un po mia moglie nelle piccole cose e cercando di occupare il tempo libero imparando cose nuove, anche piccole ma che mi tengono impegnato, certo è che a volte proprio mi chiedo "ma come è stato possibile ridursi cosi?"
Mah passeranno anche questi momenti, spero davvero ti trovare un lavoro quanto prima, non tanto per soldi che per quanto mi riguarda sono la rovina dell'essere umano ma per un fattore psicologico e di autostima.

Comunque forza e coraggio, c'e ancora molto lavoro da fare ma non mi spaventa,oggi mi sono alzato positivo e come tale cerco di rimanere :)

Ovviamente non smetterò mai di scrivere e parlare con voi :)

Simo

Niobe83

Utente Attivo

  • "Niobe83" è una donna

Posts: 12

Activity points: 57

Data di registrazione: domenica, 06 novembre 2011

Località: Napoli

  • Invia messaggio privato

12

martedì, 08 novembre 2011, 18:54

Ciao Simo...
Mi dispiace moltissimo per la situazione che stai vivendo... leggendo ciò che scrivi la prima cosa che mi viene da dirti è...parla con tua moglie!! Hai la grande fortuna di avere accanto qualcuno che tiene a t..e nel momento in cui avete deciso di condividere insieme le vostre vite, avete scelto di vivere non solo i bei momenti, ma anche quelli difficili.... Insieme sarà più semplice trovare una soluzione e superare questo momento...fatevi forza l'uno con l'altro...e sono sicura che andrà tutto meglio...
ti abbraccio forte :)

mr

Utente Avanzato

Posts: 574

Activity points: 1.869

Data di registrazione: mercoledì, 02 novembre 2011

  • Invia messaggio privato

13

martedì, 08 novembre 2011, 19:11

Simo, riempito di botte per 30 euro mi pare eccessivo, cosa ti ha fatto in particolare? Pugni, schiaffi, spintoni, cosa? Ti ha ferito fisicamente?

Cosa intendi per amico? Vi trovate regolarmente per fare qualcosa? Che tipo di rapporto avete?

Cioè a me alla lunga da' la nausea essere trattato sempre con i guanti, e mi piace ogni tanto essere trattato in maniera un po' rude se sottointesa c'è una base di "affetto" sincero, però le botte mi sembra troppo...

simo79

Utente Attivo

  • "simo79" è un uomo
  • "simo79" ha iniziato questa discussione

Posts: 13

Activity points: 53

Data di registrazione: domenica, 06 novembre 2011

  • Invia messaggio privato

14

martedì, 08 novembre 2011, 19:24

Pugno nello stomaco con relativa caduta dovuta al dolore muscolare, 3 calci nel torace e un calcio nel culo come cercavo di alzarmi !

Non sono andato subito all'ospedale perchè non era mia intenzione denunciarlo, un po perchè sa dove abito e un po perchè non sono il tipo, preferisco lasciare stare !
La mia dottoressa mi ha comunque dato un antinfiammatorio per uso orale e locale
Non so che altro dirti se non che per 30 euro mi sono preso na rozza di botte assurda !

Questo post è stato modificato 1 volta(e), ultima modifica di "simo79" (01/12/2011, 13:37)


Niobe83

Utente Attivo

  • "Niobe83" è una donna

Posts: 12

Activity points: 57

Data di registrazione: domenica, 06 novembre 2011

Località: Napoli

  • Invia messaggio privato

15

martedì, 08 novembre 2011, 19:26

E' tutto questo per 30 miseri euro??? Scusami tanto, ma il tuo amico ha seri problemi! E' difficile oggi trovare persone che possiamo realmente definire amici...ma uno come questo, meglio perderlo che trovarlo!