Homepage di Nienteansia.it
Switch to english language  Passa alla lingua italiana  

Non risulti loggato.


Gentile visitatore,
Benvenuto sul Forum di Psicologia di Nienteansia.it. Se questa è la tua prima visita, ti chiediamo di leggere la sezione Aiuto. Questa guida ti spiegherà il funzionamento del forum. Prima di poter utilizzare tutte le funzioni di questo software dovrai registrarti. Usa il form di registrazione per registrarti adesso, oppure visualizza maggiori informazioni sul processo di registrazione. Se sei già un utente registrato, allora dovrai solamente procedere con il login da qui.

timeo

Utente Attivo

  • "timeo" ha iniziato questa discussione

Posts: 46

Activity points: 208

Data di registrazione: mercoledì, 16 settembre 2015

  • Invia messaggio privato

1

giovedì, 14 febbraio 2019, 12:30

maledetto acufene

Come ho già scritto da anni soffro di acufeni e da 3 mesi si sono accentuati, io soggetto ansioso e depresso sono devastato, non riesco a non pensare ad altro non mi lasciano mai ed è per questo che gli otorini in assenza di cure danno antidepressivi.
Da un mese, come fu la prima volta, assumo Escitalopram 10 mg e la sera da 12 gg quetiapina 50 mg rp, a differenza della prima che prevedeva xanax o.25 3 volte die stavolta lo psichiatra mi ha detto di assumerlo al bisogno ma forse perché alla visita mi ha visto non tanto male, ancora non riesco a tirare su l'umore sopratutto il pomeriggio e la sera che sento più forte gli acufeni, sarà meglio prendere qualche xanax al pomeriggio e o la sera. L prima volta la cura mi aiutò a farmi abituare all'intruso nella mia testa, ma adesso forse perché è più forte sembra che la cura abbia poco effetto sarà ancora presto? boh. Mi seccherebbe andare dal medico ed aumentare dosaggio non lo mai fatto è sempre andato bene così, forse ci vorrà ancora tempo affinché i farmaci vadano a regime. Spero comincio a preoccuparmi mi sento in bilico , ieri ho avuto una crisi di pianto, alla mia età, grande con moglie e figli, spero di farcela anche stavolta ma mi sembra durissima, grazie a chi vorrà leggermi e parlare con me.

finally

Giovane Amico

  • "finally" è una donna

Posts: 141

Activity points: 451

Data di registrazione: mercoledì, 12 settembre 2018

  • Invia messaggio privato

2

giovedì, 14 febbraio 2019, 13:57

Come ho già scritto da anni soffro di acufeni e da 3 mesi si sono accentuati, io soggetto ansioso e depresso sono devastato, non riesco a non pensare ad altro non mi lasciano mai ed è per questo che gli otorini in assenza di cure danno antidepressivi.
Da un mese, come fu la prima volta, assumo Escitalopram 10 mg e la sera da 12 gg quetiapina 50 mg rp, a differenza della prima che prevedeva xanax o.25 3 volte die stavolta lo psichiatra mi ha detto di assumerlo al bisogno ma forse perché alla visita mi ha visto non tanto male, ancora non riesco a tirare su l'umore sopratutto il pomeriggio e la sera che sento più forte gli acufeni, sarà meglio prendere qualche xanax al pomeriggio e o la sera. L prima volta la cura mi aiutò a farmi abituare all'intruso nella mia testa, ma adesso forse perché è più forte sembra che la cura abbia poco effetto sarà ancora presto? boh. Mi seccherebbe andare dal medico ed aumentare dosaggio non lo mai fatto è sempre andato bene così, forse ci vorrà ancora tempo affinché i farmaci vadano a regime. Spero comincio a preoccuparmi mi sento in bilico , ieri ho avuto una crisi di pianto, alla mia età, grande con moglie e figli, spero di farcela anche stavolta ma mi sembra durissima, grazie a chi vorrà leggermi e parlare con me.


Ciao :)
Tanti anni fa anch'io ho sofferto di acufeni in modo abbastanza insopportabile. Ma la "causa" era una sindrome ansioso-depressiva. Appunto, causa o effetto?
Ora, se ti hanno escluso categoricamente problemi organici (a proposito, hai sentito un vestibologo?) e ti hanno detto che non c'è nulla da fare, l'unico modo per conviverci è appunto l'assunzione dei farmaci che ti hanno prescritto, considerato anche il fatto che , di base, tu sia già un soggetto ansioso e depresso. Pazienza se dovrai aumentare il dosaggio (spero di no), ma se dovesse servire a sopportarli, ben venga.
Nel mio caso gli acufeni scomparvero quando iniziai a stare meglio (però a me furono prescritte solo benzodiazepine), al punto che pensai: ma allora questi ronzii li ho sempre avuti, ma me ne accordo solo quando sono ansioso/depressa, diversamente non ci faccio proprio caso.
Tienici aggiornati :)

timeo

Utente Attivo

  • "timeo" ha iniziato questa discussione

Posts: 46

Activity points: 208

Data di registrazione: mercoledì, 16 settembre 2015

  • Invia messaggio privato

3

giovedì, 14 febbraio 2019, 15:19

grazie della tua testimonianza, io come ho detto sono un soggetto ansioso depressivo di mio e aggiungerei anche un pò ipocondriaco, ma non sto esagerando sono aumentati e mi sembrano insopportabili, lo so che l'ansia e depressione li alimenta ma io sono depresso a causa loro è una cane che si morde la coda, spero che si abbassino o meglio che la mia percezione riesca a conviverci per adesso mi sembra impossibile, devo dire che fra tanti fastidi o malattie questa è una tortura eppure c'è gente che riesce a superarli forse con una altro carattere che io invidio, ma spero e prego che qualcuno mi ascolti.

sara84

Moderatore

  • "sara84" è una donna

Posts: 1.695

Activity points: 5.190

Data di registrazione: lunedì, 14 novembre 2016

  • Invia messaggio privato

4

giovedì, 14 febbraio 2019, 21:35

Ciao timeo, mi dispiace leggere che hai avuto una crisi. Come ti ho gia scritto in passato anche io sento un acufene da quasi un anno ormai.Al momento gli esami sono stati negativi ed eccetto i primi tempi di mal di testa perché dormivo male, mi sono abituata.
Il mio però non è forte e lo sento solo quando c è silenzio assoluto.

Per l'ansia stai facendo qualcosa?

### ### ### ###


ATELOPHOBIA: la paura di non essere abbastanza.
-sara swarovsky-

timeo

Utente Attivo

  • "timeo" ha iniziato questa discussione

Posts: 46

Activity points: 208

Data di registrazione: mercoledì, 16 settembre 2015

  • Invia messaggio privato

5

venerdì, 15 febbraio 2019, 11:19

ciao Sara84 come ho scritto sopra faccio da un mese Escitalopram 10 mg e la sera da 12 gg quetiapina 50 mg rp per l'ansi xanax 0.25 al bisogno per adesso lo prendo solo il pomeriggio o quando la sera non riesco a prendere sonno.
Io purtroppo li sento forti h24 e nel silenzio poi non ne parliamo tranne quando dormo. Ciao

sara84

Moderatore

  • "sara84" è una donna

Posts: 1.695

Activity points: 5.190

Data di registrazione: lunedì, 14 novembre 2016

  • Invia messaggio privato

6

venerdì, 15 febbraio 2019, 11:48

Perdonami, mi sono espressa male. Non intendevo a livello farmacologico, ma di terapia psicologica.

### ### ### ###


ATELOPHOBIA: la paura di non essere abbastanza.
-sara swarovsky-

timeo

Utente Attivo

  • "timeo" ha iniziato questa discussione

Posts: 46

Activity points: 208

Data di registrazione: mercoledì, 16 settembre 2015

  • Invia messaggio privato

7

venerdì, 15 febbraio 2019, 13:11

Qualche anno fa ho fatto sedute dalla psicologa per una altro problema anche allora facevo la stessa cura, non ho avuto grandi miglioramenti forse la cosa positiva era parlare con una persona estranea che magari vedeva le cose da un'altra angolatura rispetto ai familiari, niente altro. Adesso niente quando ho un attacco di ansia curo la respirazione per calmarmi, dove vivo non c'è molta scelta di psicologi o psicoterapeuti dovrei spostarmi in altre città.

Taigi

Utente N°34665

Posts: 2.972

Activity points: 9.077

Data di registrazione: venerdì, 31 marzo 2017

  • Invia messaggio privato

8

venerdì, 15 febbraio 2019, 13:43

Hic sunt leones!

Oltre non andiamo è pericoloso.

Meglio riempirti di farmaci illogicamente.

Quelli giusti per te?

Un antipsicotico...

Che ti "mangia il cervello"

Poi ...come caSpita si fa a controllare parametricamente farmaci cosi diversi tra loro?

Facilisssimo lo psichiatra non possa capirci un bel nulla poi.

(Te lo scrivo su due basi:una di approfondimento personale (studi) e una di averle provate multiterapie .

Non hanno alcun fondamneto.
"Non" evidenced based.(EBT).

In letteratura dubito qualcuno sia stato cosi "bravo" da capirne il funzionamento,poichè nessuno studio indica che funzionino.

La Quietapina? Facile la si aumenti.Perchè?Vengono scambiati i sintomi che permangono o variano in peggio come indice di non dosaggio congruo, lo si aumenta, lo si aumenta , lo sia aumenta...

Le terapie esistono : non incavolatevi cone me ma esistono, la settimana scors ne ho scritto a un utente.Mai l'avessi fatto!Si è incaspitato come una iena, lui sapeva tutto, capiva tutto,ed aveva (Magicamente) provato qualunque cosa e meglio di qualunque essere esistente nell'Universo "conosciuto".

Meglio di chi quelle problematiche le avute in seguito a incidente serio in moto, e come conseguente, con altro accluso (sai dopo un incidente grave un po ti massacri altri distretti nel tuo fisico)
Stesse problematiche, e tantissimi mesi da vegetal pensante.


*****Sappiate che non è cosi.

Ma tranquilli : non esiste nulla , la problematica è a vita "Natural perdurante" .

Poi se è ansia : ok, la si tratta ....:)

Ma quella è collaterale: chi non l'avrebbe in tal casistica?

Fatemi sapere come andrà eh! In bocca al lupo...

Non scrivo altro per non incorrere in ire funeste del pelide utente ,possibilmente.

Mi accorgo sempre di più del masochismo nelle persone.

SI deve soffrire.Non c'è cura.E si cura MA ...ALTRO! :)
Il peso medio di un cervello è di 1,3 kg ed è composto da 100 miliardi di neuroni. Il cervello di Einstein era di dimensione uguale a tutti gli altri, solo la parte attiva per i calcoli matematici era più grande del 35%.

finally

Giovane Amico

  • "finally" è una donna

Posts: 141

Activity points: 451

Data di registrazione: mercoledì, 12 settembre 2018

  • Invia messaggio privato

9

venerdì, 15 febbraio 2019, 15:11

Non ho capito il tuo intervento, Taigi.

Se sono state escluse cause organiche rispetto a questi acufeni (suppongo che Timeo abbia sentito diversi specialisti, otorini, vestibologi, neurologi e quant'altro), l'unica via è quella di affidarsi allo psichiatra, che giustamente sta tentando una quadra farmacologica per farlo star meglio.
Potrebbero essere acufeni da ansia/depressione (allora i farmaci hanno un senso in più, ma spesso gli acufeni non hanno cause particolari, e purtroppo neanche cure, per cui si opta verso terapie farmacologiche che aiutino il paziente a sopportarli anche la psicoterapia può essere valida). Ma come ho compreso, timeo è molto ansioso/depresso nonché ipocondriaco di suo, di conseguenza c'è la tendenza ad ingigantire la problematica (non sto sminuendo i tuoi sintomi eh, timeo). In questo momento è così, non azzarderei critiche verso la scelta dei farmaci, per non creargli ulteriore tensione.. :)

Questo post è stato modificato 1 volta(e), ultima modifica di "finally" (15/02/2019, 16:14)


Taigi

Utente N°34665

Posts: 2.972

Activity points: 9.077

Data di registrazione: venerdì, 31 marzo 2017

  • Invia messaggio privato

10

venerdì, 15 febbraio 2019, 20:56

Non ho capito il tuo intervento, Taigi.

Se sono state escluse cause organiche rispetto a questi acufeni (suppongo che Timeo abbia sentito diversi specialisti, otorini, vestibologi, neurologi e quant'altro), l'unica via è quella di affidarsi allo psichiatra, che giustamente sta tentando una quadra farmacologica per farlo star meglio.
Potrebbero essere acufeni da ansia/depressione (allora i farmaci hanno un senso in più, ma spesso gli acufeni non hanno cause particolari, e purtroppo neanche cure, per cui si opta verso terapie farmacologiche che aiutino il paziente a sopportarli anche la psicoterapia può essere valida). Ma come ho compreso, timeo è molto ansioso/depresso nonché ipocondriaco di suo, di conseguenza c'è la tendenza ad ingigantire la problematica (non sto sminuendo i tuoi sintomi eh, timeo). In questo momento è così, non azzarderei critiche verso la scelta dei farmaci, per non creargli ulteriore tensione.. :)

Ciao Finally : rispondo solo a te .
Per evitare reazioni scomposte di utenti che pensano di aver a loro disposizione il "Muro del pianto" sul quale commiserarsi in un'incurabilità di ciò che è curabile .
Trattabile e non per ansia.
Sarebbe come dire che una persona col Parkinson abbia l'ansia.
Certo che ha l'ansi: ma ha il Parkinson che gliela crea.
Non l'inverso capisci Finally?
SI parte dall'inverso ciò è surreale!
Cosi come gli acufeni: certo che creano ansia.
H 24 ?Chi non l'avrebbe?
Quindi la soluzione al problema è ascritta all'ansia.SIntomo secondario
[/u][/i]
Che si fa allora? Si curano i sintomi del tutto secondari senza trattare il problema principale curabilissimo come gli acufeni (ma che non si dica eh!) meglio lagnarsene su un forum ,ormai vedo che è diffusa come lamentazione, e pare non si possa dire nulla in proposito, si viene aggrediti dall'utente di turno(non in questo thread lo specifico),che sa tutto, ha provato tutto, lui (solo lui) sa per certissimo (certezza assoluta e incontestabile) che siano "Incurabili", lo sa perchè depositario della problematica di cui sa per certo non sia trattabile in alcun modo oltre a quelli già esperiti.
Siammai scriverne che non si vero: esistono terapie efficaci .Esistono eccome.
Ma...è Italico lamentarsi del fatto che NON esistano.
Psicofarmaci.
Che caspita di cura è quella su un problema di altra tipologia?
Antipsicotici!In bocca la lupo.

Oppure la diagnosi è altra è quelli son giustificati.

Ma in genere vengono usati in maniera off label esattamente...?Per non curare un bel nulla di nulla!

Semmai accentuarlo :pro aumento dosaggio fino "all'esponenziale".
Convivo con una persona che li ha "stranamente" curati eh!
Veniva da una situazione orrenda: che non auguro a nessuno.
E da un coma post incidente stradale.
Oltre a quelli aveva problemi di reali vertigini.
Trattate anche quelle.
Stando ci di m.per tantissimi mesi.
Ma lei forse è un caso a parte: mi affido alle lamentele del "so tutto io" di chi ha provato tutto e sa tutto ed è incontestabile che si dica(scriva che non sia vero).
Chiudo con la risposta .Evito di passare per "Il lupo cattivo" che propone una versione difforme dal "certo,esattamente, è cosi, ed è incontrovertibile non si possa argomentare, al minimo delle reazioni si rischia che si "linci "forumisticamente chi proponga soluzioni(soluzioni che esistono e di cui ho già scritto : ma ignorate ...
allora va bene cosi: convincimenti di chi ne soffre (masochisticamente ) .
Il peso medio di un cervello è di 1,3 kg ed è composto da 100 miliardi di neuroni. Il cervello di Einstein era di dimensione uguale a tutti gli altri, solo la parte attiva per i calcoli matematici era più grande del 35%.

Questo post è stato modificato 1 volta(e), ultima modifica di "Taigi" (15/02/2019, 21:06)


sara84

Moderatore

  • "sara84" è una donna

Posts: 1.695

Activity points: 5.190

Data di registrazione: lunedì, 14 novembre 2016

  • Invia messaggio privato

11

venerdì, 15 febbraio 2019, 21:14

Taigi in parte slno d'accordo con te, ma in parte no.
Ok, la presenza dell'acufene può provocare ansia e frustrazione su qyesto sono d'accordissimo.
Ma se un paziente effettua visite ed esami e non vengono riscontrate cause organiche (e soluzioni) cosa può fare?
Io non so tuttobe non ho provato tutto, ma se due meduci mi hanno detto che non possono fare niente..
Anche una mia amica ce l ha e pure a lei hanno detto che deve conviverci.
Non è che ci si lamenta per la voglia di lamentarsi, a volte anche uno sfogo può aiutare.

Timeo tu hai ipoacusia?

### ### ### ###


ATELOPHOBIA: la paura di non essere abbastanza.
-sara swarovsky-

Taigi

Utente N°34665

Posts: 2.972

Activity points: 9.077

Data di registrazione: venerdì, 31 marzo 2017

  • Invia messaggio privato

12

venerdì, 15 febbraio 2019, 21:33

Anche a me per anni decenni han detto ma taaaanti Primari che avessi altro...Fobia sociale ...che non ho! Oh! Guarda caso ho altro: sbagliavano?Ehm!Forse forse si?
Esisteva altro forse forse si ?
Era altro? SI!
(Un antipsicotico cura un acufene?E in una terapia di quel genere, di fatto si esclude altro: cioè, si acclude ben altro.In una multerapia: come si fa a stabilre un funzionamento e come?L'ansia la si tratta con antipsicotici:poichè in off label.Convengono solo alle case farmaceutiche.)

*Non date per assodato il parere di due medici che vi abbiano valutato in merito alle "loro" conoscenze.

Starei ancora a curare il nullasenza una diagnosi disambiguante.
Mi curerei con multiterapie inefficacissime.

Cosi come la mia compagna *Stessa vostra problematica*: non c'era nulla da fare.
Non era vero!

Comprese le diagnosi (di specialisti) che asserivano dovesse assumere per altro un certo tipo di farmaci a vita: ma erano emerite ...
ma lei è miracolata : sicuramente un caso unico al mondo! :)



MI faccio proprio da parte dal discorso Sara.Buona prosecuzione.
Buon thread come avevo scritto .
Il peso medio di un cervello è di 1,3 kg ed è composto da 100 miliardi di neuroni. Il cervello di Einstein era di dimensione uguale a tutti gli altri, solo la parte attiva per i calcoli matematici era più grande del 35%.

Questo post è stato modificato 1 volta(e), ultima modifica di "Taigi" (15/02/2019, 21:39)


finally

Giovane Amico

  • "finally" è una donna

Posts: 141

Activity points: 451

Data di registrazione: mercoledì, 12 settembre 2018

  • Invia messaggio privato

13

Ieri, 12:17

senza trattare il problema principale curabilissimo come gli acufeni


Taigi, calma. Ti stimo e vorrei approfondire questo thread cercando di aiutare l'opener, che è poi lo scopo di questo forum, no?

Probabilmente a lui (per ora) hanno detto che gli acufeni non sono curabili, tu cosa faresti?
Poi, i dosaggi di farmaci che timeo assume, sono veramente bassi (la quietapina addirittura posologicamente prevede dosaggi fino a 800 mg---ovviamente per altro tipo di malattie/disturbi), idem l'escitalopram, è un dosaggio relativamente basso.
Peraltro Timeo è già di suo ansioso/depresso, gli acufeni sicuramente esarcebano il suo stato. Tu cosa faresti?

Io farei esattamente come sta facendo lui, vorrei stare bene e indagare più a fondo su questi acufeni.

Il tuo caso specifico, Taigi, non può essere paragonato a questo caso, né a quello della tua compagna, a mio avviso.

1 utente a parte te sta visitando questo thread:

1 ospite