Homepage di Nienteansia.it
Switch to english language  Passa alla lingua italiana  
Newsletter di psicologia


archivio news

Non risulti loggato.


Miryana

Utente Attivo

  • "Miryana" è una donna
  • "Miryana" ha iniziato questa discussione

Posts: 12

Activity points: 50

Data di registrazione: giovedì, 12 maggio 2011

Località: lazio

Lavoro: casalinga

  • Invia messaggio privato

16

lunedì, 13 giugno 2011, 15:09

Grazie,le vostre preghiere e il vostro pensiero e'arrivato fino a me. Ma mi manca troppo,non riesco piu' ad andare spesso al cimitero perche' la mia pancia e'enorme (sono entrata nel 9` mese),e ogni volta che vado mi sento male e piango. Ho davvero poche forze e sto cercando di conservarle per il parto. Per non sentirmi male poi cerco di non pensarci troppo ma di conseguenza mi sento in colpa da morire ed ho paura che prima o poi dovro' fare i conti con i pensieri che allontano oggi. C'e'poi un'altra cosa brutta a cui il mio cervello pensa di continuo,non chiamatemi pazza,ma penso a mia madre chiusa li' dentro che si decompone e mi sento morire. Rivivo ininterrottamente quella notte quando le ho tolto il lenzuolo dal viso e l'ho vista morta. Non e'possibile,non e' lei,e' un incubo. La mia mamma sta a casa,stasera mi chiamera' e sentiro' la sua voce che mi dice:" Bimba come stai?". Per favore pregate per me. Mi sento sola.

17

lunedì, 13 giugno 2011, 16:04

Ciao Miryana, non credi che cercare un supporto da una specialista esperta in prenatalità e post. ti possa aiutare? Hai un lutto sulle spalle e non so se sei a rischio depressione post-partum, ci può rimettere anche tuo figlio insieme a te se non ti fai aiutare.

cl

Amico Inseparabile

  • "cl" è una donna

Posts: 1.576

Activity points: 4.847

Data di registrazione: lunedì, 26 luglio 2010

Località: lazio

Lavoro: commerciante

  • Invia messaggio privato

18

lunedì, 13 giugno 2011, 18:48

cara miriana , circa 20 anni fa ho perso il mio papa , era atunno quando morii , e tutto l inverno pensavo che lui avesse freddo , ancor oggi a 40 anni non passa un giorno che a lui non pensi , ma so che lui fara parte di me sempre , che mi accompagna e veglia su di me , lui non amava il mio dolore , stava male se io stavo male , e allora ho deciso di regalargli la mia gioia di vivere , il mio coraggio e la mia dignita , cosa che cerco di relagare ogni giorno alle mie figlie , anche se la mia ossessione è la para di perderle ogni giorno e che gli accada qualcosa di brutto , so che non lo sopporterei questo dolore ma so anche che non potra mai fare nulla per impedirlo .... sai tu aspetti un bambino che avra bisogno di te , gea ha ragione fatti aiutare ....

mickhela

Utente Attivo

  • "mickhela" è una donna

Posts: 96

Activity points: 316

Data di registrazione: sabato, 05 giugno 2010

  • Invia messaggio privato

19

lunedì, 13 giugno 2011, 18:49

io ho perso mio papà 5 mesi e mezzo fa.....è andato via improvvisamente , io ero là vicino nel momento in cui è entrato in coma, non ho potuto nemmeno salutarlo...è un dolore immenso....mi sento straziata, non ho per di più amici ke mi stiano vicini, anzi ho sperimentato abbastanza l'indifferenza di certe persone ....sto prendendo delle pillole antidepressive (credo che anche tu faccia bene a rivolgerti ad uno specialista) certo, il vuoto ke ho non me lo toglie nessuno...però cerco di farmi forza almeno per mia mamma
myriana ti sono vicina e ti abbraccio.....mi raccomando cerca di farti forza anche tu....anche per i tuoi bimbi

Miryana

Utente Attivo

  • "Miryana" è una donna
  • "Miryana" ha iniziato questa discussione

Posts: 12

Activity points: 50

Data di registrazione: giovedì, 12 maggio 2011

Località: lazio

Lavoro: casalinga

  • Invia messaggio privato

20

martedì, 14 giugno 2011, 00:29

Sono sola,mio marito non mi aiuta in nessun modo,non immagina neanche che significa una cosa del genere. Mi sento di morire e non lo sa,vorrei essere aiutata ma non conosco nessuno. Pregate tanto per me per favore. Vi voglio bene,grazie dal piu' profondo del cuore. :sos:

21

martedì, 14 giugno 2011, 08:09

Abiti nel Lazio, città o paesello? Potresti guardare su internet se ci sono associazioni o privati che si occupano del periodo della gravidanza e post-gravidanza dal punto di vista psicologico?
Ora quello che conta è che tu stia più serena possibile o almeno più tranquilla possibile, sai anche tu che il bambino sente le tue emozioni, può essere una specie di angelo sceso in terra, ma bisogna essere tranquille per allattare, coccolare e via dicendo, lo sai meglio di me. Tuo marito se non ti aiuta, tanti saluti, non prendertela, adesso il centro del mondo devono essere tu e il bambino e perciò qualcuno deve capire che deve aiutarti o per lo meno sostenerti e rasserenarti per quanto possa. Non conosco storie come la tua, ma è molto irresponsabile non cercare di farti stare meglio, per quanto possa essere difficile. Ripeto, prova a contattare a destra e a sinistra in modo da poter arrivare a conoscenza di una psicologa esperta in gravidanza e natalità (o come cacchio si dice ;) ), vedrai che sarà un buona idea.

Fragolino

Giovane Amico

  • "Fragolino" è una donna
  • "Fragolino" è stato interdetto da questo forum

Posts: 150

Activity points: 471

Data di registrazione: mercoledì, 04 maggio 2011

  • Invia messaggio privato

22

martedì, 14 giugno 2011, 09:29

Cara Miryana, tuo marito dovrebbe conoscere il peso del tuo dolore ... non puoi affrontare tutto questo da sola. Io pregherò per te e il tuo bimbo ma davvero devi contattare al più presto uno specialista. Almeno parla con la tua ostetrica e dille di queste giornate e queste notti così buie, per favore non isolarti ancora di più.
Come possiamo aiutarti noi qui ??
Un bacio e ascoltaci .... per favore.
Emy

cucuzzolo

Dissero della grande Marlène Dietrich "Marlène, un nome che inizia con una carezza e finisce con una frustata"

  • "cucuzzolo" è una donna

Posts: 395

Activity points: 1.199

Data di registrazione: martedì, 28 giugno 2011

Località: Ancona

Lavoro: Assistente Sociale Ospedaliera

  • Invia messaggio privato

23

mercoledì, 29 giugno 2011, 09:19

La perdita di tua madre..

Ciao Mirjana,
la perdita di tua madre dev'esserti stata devastante come esperienza. Fatti coraggio e continua a fare tutte le cose in cui lei credeva; ti gurada e ti veglia da lassù te ed il bambino che porti in grembo, non essere triste, i morti non vogliono le nostre lacrime.
Siedono alla destra di Dio, che se li terrà accanto per l'eternità, quando un giorno la ritroverai, più bella e splendente che mai.. :hi:

Raffaella66

Nuovo Utente

  • "Raffaella66" è una donna

Posts: 12

Activity points: 43

Data di registrazione: giovedì, 30 giugno 2011

  • Invia messaggio privato

24

martedì, 05 luglio 2011, 13:51

Ciao Myriana, ho letto del tuo dramma .. so come ci si sente, molti di noi lo sanno perchè l'hanno provato.. non hai più scritto nulla e mi sto chiedendo come stai, se è già nato il tuo bimbo o sei lì lì per diventare madre per la seconda volta... tua madre non vorrebbe vederti soffrire così ma ti vorrebbe serena perchè da "mamma" sa quanto sia importante trasmettere serenità ai propri figli.. non dico di pensare solo a loro ma pensa a te stessa come ad una madre e non solo come ad una figlia e pensa a come i tuoi figli possano soffrire sapendo che tu senti così tanto la mancanza di tua madre.. il tempo non sutura le ferite ma ti rende consapevole che la vita, comunque sia, và sempre avanti.. te lo dice una che dieci anni fa, in un lasso di tempo di 18 mesi, ha perso entrambi i genitori e un figlio. Se puoi, se hai tempo, scrivi come ti senti adesso..

Pavély

Un uomo e il suo cuore hikikomori

  • "Pavély" è un uomo
  • "Pavély" è stato interdetto da questo forum

Posts: 3.480

Activity points: 12.379

Data di registrazione: mercoledì, 25 febbraio 2009

Località: Roma

Lavoro: Nessuno

  • Invia messaggio privato

25

mercoledì, 06 luglio 2011, 20:15

Io sono nato il 4 agosto 1976.

Mia nonna Marya Yulia è morta a Roma il 6 novembre dello stesso anno.

Succede che la Morte stringa la mano alla vita. E laddove accade Sabbia e Terra, Sole e Notte, si fondono.

Questa è vita pura, in tutta la sua dolorosissima verità. Mi sento coinvolto. Il Bambino appena nato sarà segnato da queste emozioni, così come ne sono stato segnato io?

Non lo so... però davvero quì vorrei lasciare un profondo gesto d'affetto... Un abbraccio per te.
Mein Herz, halt Dich an mir fest

26

mercoledì, 06 luglio 2011, 21:16

Ciao Miryana, ci chiediamo come stai e spero che tu sia serena... Scrivici qualcosa se hai bisogno, non farti prendere dallo sconforto, mi raccomando (adesso faccio un po' io la mamma :P !).
Un abbraccio!

Miryana

Utente Attivo

  • "Miryana" è una donna
  • "Miryana" ha iniziato questa discussione

Posts: 12

Activity points: 50

Data di registrazione: giovedì, 12 maggio 2011

Località: lazio

Lavoro: casalinga

  • Invia messaggio privato

27

martedì, 24 aprile 2012, 00:38

Voglio chiedere umilmente perdono ad ognuno di voi x non aver più scritto x quasi un anno. E' stato un anno quasi da incubo,molto duro,difficile,ma ancora non ci credo,di essere sopravvissuta. Avrei voluto mille volte scrivere qui,ma il pensiero di farlo (pensate che assurdità),acuiva il dolore. E allora ho fatto finta di nulla. Dio è grande e misericordioso,il 12 luglio 2011 è nata la mia dolcissima bambina! Dovreste vederla: bella come una bambola,con gli occhi verdi,bionda,guance rosee e sempre,ripeto,sempre sorridente e di buon umore. Come secondo nome porta il nome di mia madre(un dolore che purtroppo non sono riuscita ancora a superare,e credo che mai ci riuscirò xk' la amo troppo). Sono entrata con mio marito in un cammino di fede,e il pregare mi aiuta, due volte al meso vado da una psocologa cattolica,una persona molto dolce,anche lei un valido aiuto. Perciò vorrei dire a tutti voi carissimi amici,che vi stringo forte al cuore xk' siete stati x me in quei momenti,fratelli,sorelle,mamme e papà. GRAZIE. Mi piacerebbe davvero potervi parlare nuovamente e dirvi che cmq...avevate ragione voi. Vi voglio tanto bene,a presto spero.

Gabriele79

Utente Avanzato

  • "Gabriele79" è un uomo

Posts: 820

Activity points: 2.537

Data di registrazione: domenica, 27 febbraio 2011

Località: Italia

  • Invia messaggio privato

28

martedì, 24 aprile 2012, 02:38

capisco il tuo immenso dolore, ed è il mio spauracchio più grande, non ho la forza nemmeno di parlarne, ma è una certezza, l'unica alternativa della quale è che capiti qualcosa a me, altra paura immensa, non so quale sia più grande. alla fine era logico che avendo una famiglia il tuo dolore si stemperasse, almeno in parte, in essa, io non ho altro invece, io e mia madre siamo la famiglia. ma, devo dire, ho letto con una certa irritazione i vari "incoraggiamenti" a pensare al "bimbo" e le solite palle che si dicono in questi casi. Frasi dette da gente che non capisce, che ama dire luoghi comuni, liberandosi la coscienza in un aiuto fasullo. Se uno sta male sta male, e non riesce a pensare di essere felice o almeno sereno "per gli altri", fosse anche per un suo figlio. E' troppo comodo e facile questo tipo di aiuto, ma sai qual è il vero dramma? che questa pochezza di argomenti nasconde un'unica tragica realtà. Alla fine di tutto non c'è rimedio, ci si deve adattare, magari tra pianti, disperazione e lamenti, ma non si può fare nulla, solo inutili palliativi (pensa a tuo figlio! pensa agli amici, a crearti un futuro ed altre amenità), ma non c'è alcuna soluzione che possa ricompensare la perdita e far svanire lo scoramento.
No, non avevano ragione, semplicemente tu, grazie alla tua famiglia, e al tempo, te ne sei fatta una ragione, è molto diverso.... comunque mi fa piacere che ora sei più serena, il futuro non sarà screvro di altre complicazioni, fino all'apoteosi finale, questa è una certezza quanto è certo che tu esisti adesso, ma perlomeno ci si può augurare reciprocamente di vivere con pienezza molti altri momenti di serenità, lontano dai pensieri oscuri.

cl

Amico Inseparabile

  • "cl" è una donna

Posts: 1.576

Activity points: 4.847

Data di registrazione: lunedì, 26 luglio 2010

Località: lazio

Lavoro: commerciante

  • Invia messaggio privato

29

martedì, 24 aprile 2012, 06:52

Voglio chiedere umilmente perdono ad ognuno di voi x non aver più scritto x quasi un anno. E' stato un anno quasi da incubo,molto duro,difficile,ma ancora non ci credo,di essere sopravvissuta. Avrei voluto mille volte scrivere qui,ma il pensiero di farlo (pensate che assurdità),acuiva il dolore. E allora ho fatto finta di nulla. Dio è grande e misericordioso,il 12 luglio 2011 è nata la mia dolcissima bambina! Dovreste vederla: bella come una bambola,con gli occhi verdi,bionda,guance rosee e sempre,ripeto,sempre sorridente e di buon umore. Come secondo nome porta il nome di mia madre(un dolore che purtroppo non sono riuscita ancora a superare,e credo che mai ci riuscirò xk' la amo troppo). Sono entrata con mio marito in un cammino di fede,e il pregare mi aiuta, due volte al meso vado da una psocologa cattolica,una persona molto dolce,anche lei un valido aiuto. Perciò vorrei dire a tutti voi carissimi amici,che vi stringo forte al cuore xk' siete stati x me in quei momenti,fratelli,sorelle,mamme e papà. GRAZIE. Mi piacerebbe davvero potervi parlare nuovamente e dirvi che cmq...avevate ragione voi. Vi voglio tanto bene,a presto spero.

è bello rileggere le tue parole , un abbraccio , a te e alla tua bambina .....

pino61

Nuovo Utente

Posts: 2

Activity points: 6

Data di registrazione: venerdì, 16 marzo 2012

  • Invia messaggio privato

30

martedì, 24 aprile 2012, 10:32

pino61

Cara Miryana, come ti capisco, perdere la mamma deve essere una cosa terribile; io la mia l’ho ancora, ma ha 91 anni e comincio a pensare che presto dovrò fare i conti con la sua dipartita da questa vita. Solo il pensiero di perderla mi deprime; questo è accentuato anche dal fatto che vivo lontano da lei. Vedi ognuno ha un approccio diverso verso la vita, io vivo con la consapevolezza che tutto passerà, i momenti felici, le persone che incontro, insomma passerà la vita. Vivo tutto questo come un lutto, è per questo sono perennemente sul depresso;.a questo si aggiunge la quasi mancanza di fede, dico quasi perché sono ancora alla ricerca di un perché di questa vita che ci è stata donata. A volte penso che un giorno tutto finirà, la nostra vita, in nostri sentimenti, ‘l’amore smisurato che l’uomo riesce a dare gratuitamente; forse è questa consapevolezza che non mi fa apprezzare la straordinari avventura che stiamo vivendo. Un abbraccio.

Tags usati

miryana