Homepage di Nienteansia.it
Switch to english language  Passa alla lingua italiana  

Non risulti loggato.


Questo thread è chiuso. Non è possibile inviare nuove risposte.

Gentile visitatore,
Benvenuto sul Forum di Psicologia di Nienteansia.it. Se questa è la tua prima visita, ti chiediamo di leggere la sezione Aiuto. Questa guida ti spiegherà il funzionamento del forum. Prima di poter utilizzare tutte le funzioni di questo software dovrai registrarti. Usa il form di registrazione per registrarti adesso, oppure visualizza maggiori informazioni sul processo di registrazione. Se sei già un utente registrato, allora dovrai solamente procedere con il login da qui.

mbovio

Utente Attivo

  • "mbovio" ha iniziato questa discussione

Posts: 113

Activity points: 155

Data di registrazione: lunedì, 06 febbraio 2017

  • Invia messaggio privato

1

giovedì, 25 ottobre 2018, 20:36

La cattiveria della gente

ciao, ho questo problema:

Questo post è stato modificato 7 volta(e), ultima modifica di "mbovio" (16/11/2018, 10:50)


Bwndy

Amico Inseparabile

  • "Bwndy" è un uomo

Posts: 1.406

Activity points: 4.457

Data di registrazione: mercoledì, 16 marzo 2016

  • Invia messaggio privato

2

giovedì, 25 ottobre 2018, 20:58

Ciao. Qui credo si tratti di visioni della vita che possono essere diverse. Io personalmente vedo e ho visto raramente cattiveria gratuita, solitamente c'è un motivo dietro e più spesso si tratta di cinismo e menefreghismo nei confronti altrui. Di cinismo secondo me ce n'è molto e mi disgusta. Devo dire che col tempo anche io lo sono diventato un pochino, credo sia anche necessario per andare avanti.
Detto questo, ci sono davvero troppe generalizzazioni nel tuo post. Sembra uno sfogo che ha un fondo di verità ma che è stato anche gonfiato generalizzando degli esempi particolari.
Oltre a questo, io non ho mai vissuto all'estero, sicuramente ci saranno delle differenze, ma temo che anche in altri paesi le persone siano ciniche e individualiste. I racconti di chi vive per esempio a Londra dicono questo. Anche io ci sono stato per un breve periodo e l'impressione che ho avuto è stata che le persone non si guardino molto attorno. Può essere che in un altro paese sia diverso, non so quale però. A questo punto la conclusione più ovvia di quello che hai scritto sarebbe andarsene via ( anche per trovare lavoro) ma la sensazione che ho è che con il cinismo delle persone bisogna imparare a conviverci. Non so se sia un tratto particolare di quest'epoca o se le persone siano sempre state così, questo me lo chiedo ogni tanto.

fran235

Esperto del Forum

  • "fran235" è un uomo

Posts: 7.703

Activity points: 17.437

Data di registrazione: mercoledì, 05 ottobre 2016

Località: Roma e l'universo

Lavoro: something

  • Invia messaggio privato

3

giovedì, 25 ottobre 2018, 21:32

Prometto che non litighero' mai con te mbovio...mi faresti molto male :-NM .
Però esistono anche tante brave persone. Il mondo non è né bianco né nero....tende al grigio.
i miei nemici siano liberi, io cado e resto qui...

Bwndy

Amico Inseparabile

  • "Bwndy" è un uomo

Posts: 1.406

Activity points: 4.457

Data di registrazione: mercoledì, 16 marzo 2016

  • Invia messaggio privato

4

giovedì, 25 ottobre 2018, 22:21

Ciao Fran! Io penso che dipenda molto dalle esperienze e dai propri valori la visione che si ha. Non credo ne esista una oggettiva. Anche io penso sia tendente al grigio, ci sono sia esempi negativi che positivi. Però, sempre per quella che è la mia esperienza, ho visto molto cinismo e continuo a vederlo. Questo credo sia un punto in comune con l'autore del thread. Ci sono anche esempi positivi che potrei fare, ma purtroppo, per la mia personale esperienza, sono di più le volte in cui mi è parso di avere di fronte una persona cinica. Cattiva raramente.

AndreaC

In cibum est medicina

Posts: 1.181

Activity points: 3.736

Data di registrazione: lunedì, 05 maggio 2014

  • Invia messaggio privato

5

giovedì, 25 ottobre 2018, 22:46

La legge di risonanza dimostra che noi siamo in grado (consapevolmente o meno, non fa alcuna differenza) di captare, proprio come un'antenna, quelle emozioni verso le quali siamo già sintonizzati, per questo motivo chi pensa che la vita sia bella trova conferma nel mondo esterno della propria "credenza", proprio come chi si è convinto che il mondo sia "una merda".

Questa legge spiega la capacità di artisti, scrittori, poeti etc.. di captare l'ispirazione e di gettare al tempo stesso le basi per le proprie esperienze, e questo vale sia in "positivo" che in "negativo"; le nostre credenze gettano le basi delle nostre future esperienze.

Noi siamo parte di un'unica coscienza che non smette mai di aumentare la propria consapevolezza attraverso l'esperienza.

E l'entanglement lo dimostra; dimostra che in origine eravamo (e siamo ancora) un unico organismo capace di creare. Non importa che noi si sia consapevoli di questo, siamo e rimaniamo una macchina per creare estremamente efficiente.

Rompi il loop e non attaccarti al "lamentismo", convinciti che sei tu il responsabile del tuo destino e disciplina i tuoi pensieri, e se sono penosi cerca di non alimentarli.

Su tante questioni che hai sollevato sono d'accordo con te, ma se pure è vero che non possiamo ignorare i problemi fingendo che non esistano è pur vero che non possiamo mettere il focus e ritagliare dal mondo solo quello che non va bene, dobbiamo anche riconoscere che la vita è anche un viaggio appagante, emozionante, prezioso, forse addirittura magico:

La qualità della tua vita, le storie che ti racconti

Questo post è stato modificato 1 volta(e), ultima modifica di "AndreaC" (25/10/2018, 22:51)


Belfalas

Utente Fedele

Posts: 475

Activity points: 1.282

Data di registrazione: martedì, 26 agosto 2014

  • Invia messaggio privato

6

venerdì, 26 ottobre 2018, 11:55

Devo essere fiero di essere italiano?

La cattiveria della gente mi lascia esterrefatto e ha reso cattivo anche me perchè la sua influenza è molte forte.
Son sempre stato un bambino,ragazzo serio a cui piaceva leggere e studiare.
Son sempre stato bersaglio di insulti,provocazioni,botte da parte di bulli a scuola.
Me ne facevano di tutti i colori ma io ho sempre reagito in modo molto violento.
Una volta mi hanno tirato un pugno in un occhio e io gli ho provocato lividi che son durati 6 mesi.
Un'altra volta uno mi ha tirato un calcio sui denti.
Insomma: o subivo o reagivo.
Al che mi appassionai di combattimento guardando film e cartoni animati allenandomi tutti i giorni a tirare pugni e calci.
Fortunatamente ho una corporatura robusta anche se ho un'altezza nella media.
Mi allenai dai 13 anni ai 18 anni.
All'epoca non esisteva internet.
Successivamente comprai un pungiball, comprai dei libri, feci un corso di difesa personale.
Successivamente da adulto
In un periodo di 2 anni mi allenai tutti i giorni facendo ginnastica e tirando pugni.
Ebbi proprio una gran passione per il pugilato e per la difesa personale rimandando sempre di iscrivermi.
Fortunatamente l'allenamento e la passione e l'invenzione di una tecnica personale furono efficaci durante alcune risse.
Abito a Torino.
Premetto che sono una persona molto seria che si fa sempre gli affari propri e non molesta mai nessuno.
Rispetto sempre il codice della strada e ho un'abbigliamento da ragazzo serio.
Mi sono capitate però le seguenti cose:
- ero seduto su una panchina e una zingara mi tira pugni sui bracci bofonchiando strane parole
- uno mi chiama cornuto all'improvviso
- uno in autobus allunga le sue gambe verso di me
- una donna mi rimprovera perchè non son sceso dal marciapiede per farla passare
- un'uomo ha da dire perchè non gli ho lasciato la destra nel camminare in un viale largo (ero a pidei anch'io)
- un uomo mi suona col clackson anche se il semaforo è rosso
- passo col verde e all'incrocio passa uno che suona pure per passare
- uno mi dice cosa ho da guardare e mi insulta
- uno mi suona perchè mio padre andava piano, mi fa segno del ********** io del suca ,allora scende dall'auto e mi prende a schiaffi dal finestrino e io gli tiro 10 pugni e calci e lo concio per le feste
- quando ero piccolo un ragazzo mi sputa addosso senza motivo
- io non spingo per scendere dall'autobus, invece le donne si
- io non salto la fila ma gli altri si,non mi lamento se il bus è troppo pieno con l'autista
- Mio zio mi ha raccontato che un tizio gli ha tagliato la strada con l'auto in malo modo e un pedone gli ha fatto il segno (aveva il verde) e il pirata era sceso dall'auto per picchiare il pedone
Queste cose capitano solo a me perchè ho la faccia da bravo ragazzo? Se avessi un orecchino e un tatuaggio non mi capiterebbero?
E quando sono andato in un'ospedale per una sospetta frattura del naso, che poi si è rivelata falsa, un infermiere sembrava si compiacesse che dovessero operarmi al naso.
Anche in famiglia son rimasto male quando mio padre picchiava forte per delle sciocchezze,mia madre picchiava ma meno forte ed entrambi hanno sempre gridato con e senza motivo.
La maggiorparte dei parenti sono stronzi insensibili.
La maggiorparte dei compagni di scuola di medie e superiori tranne 2 persone erano tutti cattivi e si davano arie.
Vivo in una famiglia monoreddito.
Mi impegnai al massimo a trovare lavoro facendo 140 colloqui, inviando migliaia di domande anche in autocandidatura (anche 50 al giorno), inviando fax gratuiti (un vero bombing), andai in tutte le agenzie interinali possibili, feci simulazioni di colloqui lavorativi in centri appositi, feci controllare il curriculum, stilai apposite lettere di presentazione da allegare al curriculum.
Tirai fuori nomi delle aziende dalle pagine gialle on line, da appositi elenchi cartacei e tramite altri escamotage.
Questo produsse risultati: 2 posti di operaio lasciati perchè dovevo usare la fresa, uno da portiere notturno di albergo perchè lavoravo 7 giorni su 7 11 ore al giorno,
diversi lavori da informatico rifiutati perchè dovevo guidare l'auto, e altri ancora.
Non mi ritengo un genio ma non sono neanche stupido.
In 10 anni non sono mai riuscito a trovare un posto da magazziniere, call center, o operaio (senza frese).
Attualmente lavoro nel settore informatico ma in modo precario.
Durante tutti questi lavori non mi misi mai in mutua, fui sempre puntuale e mi impegnai al massimo, (nei lavori da informatico mi facevo addirittura gli appunti con le varie procedure ordinate sul computer, poi mi scrivevo anche i memo sul cellulare e su un foglietto da portare dietro per non sbagliare)
Ho avuto anche esperienze di lavoro negative in cui non mi fui pagato interamente e venni minacciato fisicamente.
Ricapitolando l'esperienza scolastica e familiare e parentale sono state pessime, idem con patate nel mondo del lavoro.
Una volta mio padre ha mandato via un ladro col casco che aveva rubato la borsetta a una donna e la donna non ha detto neanche grazie a mio padre.
A mia sorella una volta un ragazzo la seguiva, a mia mamma gruppi di ragazzini si toccavano e le dicevano cose volgari...
A lavoro moltissima falsità, dai parenti idem.
Avendo avuto testimonianza diretta da un amico ispettore della polizia municipale che loro quando fermano gente che guida come pirati della strada scoprono che sono in realtà poliziotti e tirano fuori il tesserino e così scampano sempre la multa.
I vigili tra loro si tolgono le multe prese. Hanno detto di non entrare mai nelle cucine dei ristoranti sennò mi passa la voglia di andarci: hanno trovato scarpe nei frigoriferi...
Considerando che gli italiani sono i maghi delle truffe: da ricchi col suv che fanno false autocertificazioni per non pagare la mensa di figli, da quelli che si procurano falsi testimoni per incidenti stradali di cui sono responsabili, a quelli che truffano le assicurazioni, a siringhe e presidi medici pagati un tot in Piemonte e 10 volte di più al sud, ai falsi rimborsi chiesti alla sanità, agli statali che si mettono 6 mesi in mutua per un mignolo fratturato (testimonianza diretta), a quelli che sono andati in pensione a 35 anni e si lamenta della pensione che prende, ai falsi invalidi, agli stranieri che vengono qua solo per prendere la pensione sociale e ritornare all'estero per farsela accreditare.
Il padre dell'amica di mia sorella è dirigente fiat, la mamma insegnante in pensione andata a 35 anni.
Il padre ha subito raccomandato il figlio per lavorare alla rai anche se era stato bocciato al diploma.
La mamma andando a messa tutte le domeniche si è fatta raccomandare dal prete per fare insegnare religione nelle scuole alle figlie.
Il marito di una figlia è stato raccomandato per vincere il concorso al cnr.
I genitori del dirigente sono figli unici e hanno parecchie villette a Torino al mare e in montagna.
Quando quest'amica ha prestato un'euro a mia sorella, quest'ultima dopo un po' lo voleva indietro...
E quando è uscito un bando a scuola non le ha detto niente, ha detto a mia sorella diplomata col massimo e laureata col voto alto di andare a fare le pulizie in un paese a 40 km da dove abita!
Un'altra amica quando ha conosciuto un milionario su internet si è volatilizzata.
I bus sono strapieni tutte le mattine e alcuni modelli hanno i finestrini che non si aprono e l'aria condizionata è rotta. Pochi rispettano l'orario e molte volte saltano la corsa.
I treni spesso si rompono, spesso si perdono i bagagli in aeroporto.
Le ditte che lavorano per lo stato risparmiano sui materiali e cadono ponti, crollano soffitti delle scuole, ci sono disastri ferroviari (Viareggio), aerei (Linate)prendono fuoco autobus, chi deve vigilare non vigila.
Ci sono politici che fanno anche altri lavori come il professore o l'avvocato e oltre a 2 stipendi fanno anche diverse consulenze e magari fanno anche il 95% di assenze in Parlamento...
Hanno beccato alcuni politici che usufruivano di case popolari di pregio a Roma al prezzo di 100 euro anzichè 1500 o 2000 al mese!
Consideriamo anche il forte condizionamento della chiesa cattolica che ha 20000 immobili, migliaia di immobili, prende soldi tramite 8 x 1000, dai fedeli e destina ai poveri solo il 20% dei suoi proventi, la sua banca ricicla i soldi della mafia, (ed è provato che molti faccendieri, politici, mafiosi son transitati in Vaticano).
L'italia paga l'acqua, gli ospedali cristiani, le ristruttazioni delle chiese.Il vaticano spa cha più di 5 miliardi in cassa!
E la storia dei papi racconta che alcuni papi furono strupratori, assassini e molto altro ancora...
Perchè il vaticano se vuole aiutare i poveri non si trasferisce in africa e non qui visto che è pieno di macchinoni, barche e ville?
Le chiese a parte far giocare a calcietto i ragazzini, a che serve?
Perchè il prete non dice che prende lo stipendio e ha la donna che gli cucina e lava e pulisce tutto?
Perchè non dice che va spesso in vacanze nelle varie proprietà della curia.
Ma quello che mi dà più fastidio sono 2 cose: l'aborto e l'eutanasia.
Magari ci sono donne che non vogliono un figlio menomato e se lo devono tenere per tutta la vita.
Ci sono malati che hanno tutto il corpo immobilizzato (non riescono neanche a muovere un braccio o un pelo) riescono solo a muovere le palle degli occhi e sono costretti a stare immobilizzati a letto per 20 anni: un vero inferno.
Che dire poi della donazione degli organi: l'italia è al primo posto per numero di espianti di organo, che vanno anche all'estero.
Dopo la morte cerebrale dopo solo 6 ore prelevano gli organi anche se il cuore batte e il sangue circola. All'estero il tempo di osservazione è molto più lungo e serve per attuare determinate procedure salvavita che in italia non vengono eseguite per procacciarsi gli organi.
Sembrerebbe che abbiano fretta, ricordiamo che le equipe di trapianti di organo ricevono finanziamenti e se non espiantano il reparto chiude.
E dei vaccini: alcuni sono assolutamente necessari, ma come mai in itaglia ne sono aggiunti alcuni che non servono?
La sanità italiana è assoggettata a far arricchire le multinazionali o no?
C'è conflitto di interesse?
La medicina ufficiale è sempre buona? La chemioterapia funziona sempre?
GLi psicofarmaci son sempre utili? E i chemioterapici che costano migliaia di euro a scatola e poi manco vengono usati?
I politici comandano davvero o no? Ce l'hanno la sovranità o no? Ce l'hanno i banchieri d'oltrealpe, le grandi multinazionali, i grandi oligarchi finanziari che hanno trilioni di trilioni di euro e hanno decine e decine di partecipazioni in tutte le grandi aziende del pianeta. Sono loro a decidere, sono le banche a decidere.
Si è deciso di ridurre l'italia in povertà e in crisi e di riempirla di stranieri.
Non è forse l'italia una repubblica delle banane, colonia degli americani, un paese macchietta.
Ai poveri fanno l'autopsia, a Marchionne no.
Insomma hanno ragione a dire che gli italiani sono un popolo di incivili, raccomandati, vigliacchi (basta vedere come sono andate alcuni conflitti bellici) che pensano, solo nella stragrande maggioranza dei casi, alle partite di calci.
E che dire della giustizia?
Processi che durano 10 anni, giudici che lavorano 4 ore al giorno e che se sbagliano liberando pericolosi criminali perchè non hanno depositato la sentenza non vengono mai sanzionati.
In alcuni tribunali l'accesso ai faldoni/archivi non è protetto e manco negli ospedali.
Non c'è carta per le stampanti.
Che dire di alcuni processi famosi :amianto,thissenkrup e molti altri ancora finiti a tarallucci e vino.
e dei militari morti per essersi ammalati in seguito all'esposizione all'uranio?
E di cittadini che aspettano da 20 anni un permesso per un passo carrabile?
Poi per alcuni imputati fra condizionale,invalidità psichica, problemi di personalità, invio agli arresti domiciliari/servizio sociale, buona condotta, indulto, amnistia,sconti di pena è difficile rimanere a lungo in carcere.
E quanti imputati illustri si sono salvati per la prescrizione?
Ci sono stati politici e altri individui che pur essendo milionari ed essendo stati condannati dal tribunale a risarcire, risultavano nullatenenti pur avendo diversi immobili di pregio, opere d'arte, barche, eccetera.
L'Italia ha il maggior numero di avvocati di Europa, ha molte ma molte più leggi della Francia e Germania e sono scritte in modo molto complicato incomprensibile pure agli addetti ai lavori, alcune leggi vanno in conflitto tra loro. Le leggi nei paesi avanzati sono in numero molto inferiore a quello italiano e sono scritte in modo intelligente, non copiate male dai politici italiani.
La burocrazie è semplicemente scandalosa. Le tasse sono le più alte di Europa,comprese le bollette e gli stipendi sono fra i più bassi.
Che dire degli episodi di malasanità: i medici dell'assicurazione si mettono da parte col medico di controparte e raramente viene riconosciuto l'indennizzo.
E i condoni edilizi?
E le auto intestate a prestanome, i conti spostati all'estero, i finanziamenti aperti a teste di legno.
I poliziotti non hanno la benzina per l'auto e spesso arrestano inutilmente le persone : è capitato che fermassero uno zingaro che aveva dato un'dentità diversa più di 70 volte!
e vogliamo parlare dei pirati della strada: gente che ha ucciso anche più di una volta delle persone e non si è fatta neanche un giorno di carcere in passato!
Con la nuova legge si fanno qualche annetto ma rimane sempre poco: si tratta sempre di un omicidio.
E i proprietari di cani violenti che staccano il naso o un lembo di viso al malcapitato la pagano? Figurati!
E gli imputati che hanno ucciso alcune persone e ridono davanti ai parenti delle vittime...
E delle donne anziane che quasi uccidono qualcuno con l'auto e scappano... e di quelli che bruciano i clochard?
E di quelli uccisi per un parcheggio o perchè hanno guardato la donna di un'altro?

In Itaglia fanno qualcosa solo dopo che avviene la tragedia: vedasi il crollo del ponte, il terremoto, il disastro ferroviario, ecc. E poi cala il silenzio.
E quanto esibizionismo, maleducazione in giro: la gioventù attuale è sempre più vuota e stupida: orecchino e piercing al labbro , sul viso, sul petto in ogni parte del corpo, tatuaggi in tutta la faccia, capelli verdi/blu, fumatori accaniti(anche le ragazze), numero di alcolisti in aumento, sempre più maleducati ,mettono le scarpe sul sedile vicino, tutti mettono la borsa sul sedile vicino nel treno, la stupidità aumenta sempre di più, la prepotenza pure.
Quando andavo a scuola io alcuni insegnanti si leggevano il giornale e non ci portavano mai in gita (eravamo la peggiore classe della scuola),programmi ministeriali inadeguati ricchi di nozionismo, materie inutili che non stimolano nè il ragionamento, nè la creatività. Molte persone non hanno voglia di leggere per colpa delle commissioni in parlamento che hanno pensato i programmi scolastici.
Tutti i mali di questo paese sono imputabili al legislatore che dimostra di essere un secchione che sa il greco, va all'opera, sa magari 3 lingue ma vive completamente fuori dalla realtà di questo paese.
La giustizia ,la scuola sono da terzo mondo.
L'illegalità la corruzione le furberie sono molto diffuse.
E della mafia?
E degli stranieri che accettano paghe da fame, non fanno sciopero e fanno arricchire gli imprenditori?
E quanto si sono arricchiti i commercianti con l'euro...
E le coop rosse che guadagnano con il business dell'aiuto ai migranti?
E le assicurazioni che pur avendo ragione ci provano a fregarti?
Tutti ci provano a fregarti , a mettertela nel culo anche se tu hai ragione anzi soprattuto se sanno che hai ragione.

Le cose positive dell'italia sono: il buon cibo, la moda, l'arte, i borghi medievali, le località marine, montane, l'università accessibile a tutti, la sanità gratis.
Devo ammettere che ci sono tante persone molto intelligenti, i cosiddetti cervelli che vanno poi all'estero, di sicuro gli italiani hanno molta inventiva,(l'hanno dimostrato in passato) e lo dimostrano adesso con i numerosi brevetti registrati.
Ho imparato che chi ha un ruolo importante o ha una divisa fa quasi sempre il prepotente e se ne approfitta.
Ho imparato che ognuno pensa al proprio tornaconto personale e d'ora in poi farò anch'io così.
L'amore non esiste, esiste l'attrazione fisica che si trasforma in una comunione di intenti, nel sopportarsi a vicenda per non stare da soli.
Anche l'amicizia è opportunismo, è un modo per stare in compagnia, per condividere esperienze.
Quante persone dicono veramente quello che pensano? Manco i genitori, manco la partner.
Il corteggiamento non è forse una recita, il comportamento a lavoro cos'è?
La vita non è forse un teatro in cui si ha sempre una maschera? Quanti mentono pure a se stessi?
Quando si è veri veramente? Mai?
Quando la mente si accorge di mentire a se stessa? Quando si scopre che l'ego si è impersonificato con la mente stessa? E non si capisce più dov'è la distinzione tra l'ego e la mente.

Che dire dell'unità di italia, il sud all'epoca : Napoli era fra le città più avanzate di Europa: con la flotta navale più grossa di Europa, aveva istituito la prima sanità gratuita, i primi teatri, aveva molte più industrie del nord, la prima ferrovia di italia e tanti altri primati.
C'erano briganti ma non erano tutti briganti.
I piemontesi arrivarono all'improvviso e si misero a incendiare,saccheggiare, stuprare donne,uccidere. Nonostante i meridionali fossero più numerosi, i generali di quest'ultimi si allearono con i piemontesi...
Tutte le ricchezze e i caveau delle banche vennero svuotati e tutto venne rubato e trasferito al nord, soprattutto l'oro.

Allora secondo voi devo essere felice di vivere in Italia?

La legge di risonanza dimostra che noi siamo in grado (consapevolmente o meno, non fa alcuna differenza) di captare, proprio come un'antenna, quelle emozioni verso le quali siamo già sintonizzati, per questo motivo chi pensa che la vita sia bella trova conferma nel mondo esterno della propria "credenza", proprio come chi si è convinto che il mondo sia "una merda".

Questa legge spiega la capacità di artisti, scrittori, poeti etc.. di captare l'ispirazione e di gettare al tempo stesso le basi per le proprie esperienze, e questo vale sia in "positivo" che in "negativo"; le nostre credenze gettano le basi delle nostre future esperienze.

Noi siamo parte di un'unica coscienza che non smette mai di aumentare la propria consapevolezza attraverso l'esperienza.

E l'entanglement lo dimostra; dimostra che in origine eravamo (e siamo ancora) un unico organismo capace di creare. Non importa che noi si sia consapevoli di questo, siamo e rimaniamo una macchina per creare estremamente efficiente.

Rompi il loop e non attaccarti al "lamentismo", convinciti che sei tu il responsabile del tuo destino e disciplina i tuoi pensieri, e se sono penosi cerca di non alimentarli.

Su tante questioni che hai sollevato sono d'accordo con te, ma se pure è vero che non possiamo ignorare i problemi fingendo che non esistano è pur vero che non possiamo mettere il focus e ritagliare dal mondo solo quello che non va bene, dobbiamo anche riconoscere che la vita è anche un viaggio appagante, emozionante, prezioso, forse addirittura magico:

La qualità della tua vita, le storie che ti racconti

Quoto!

mbovio

Utente Attivo

  • "mbovio" ha iniziato questa discussione

Posts: 113

Activity points: 155

Data di registrazione: lunedì, 06 febbraio 2017

  • Invia messaggio privato

7

sabato, 27 ottobre 2018, 04:54

Ciao. Qui credo si tratti di visioni della vita che possono essere diverse. Io personalmente vedo e ho visto raramente cattiveria gratuita, solitamente c'è un motivo dietro e più spesso si tratta di cinismo e menefreghismo nei confronti altrui. Di cinismo secondo me ce n'è molto e mi disgusta. Devo dire che col tempo anche io lo sono diventato un pochino, credo sia anche necessario per andare avanti.
Detto questo, ci sono davvero troppe generalizzazioni nel tuo post. Sembra uno sfogo che ha un fondo di verità ma che è stato anche gonfiato generalizzando degli esempi particolari.
Oltre a questo, io non ho mai vissuto all'estero, sicuramente ci saranno delle differenze, ma temo che anche in altri paesi le persone siano ciniche e individualiste. I racconti di chi vive per esempio a Londra dicono questo. Anche io ci sono stato per un breve periodo e l'impressione che ho avuto è stata che le persone non si guardino molto attorno. Può essere che in un altro paese sia diverso, non so quale però. A questo punto la conclusione più ovvia di quello che hai scritto sarebbe andarsene via ( anche per trovare lavoro) ma la sensazione che ho è che con il cinismo delle persone bisogna imparare a conviverci. Non so se sia un tratto particolare di quest'epoca o se le persone siano sempre state così, questo me lo chiedo ogni tanto.


Tutto quello che ho scritto è vero ed è stato tratto dai giornali, in particolar modo dall'Espresso, il resto da testimonianze dirette.
Non sono d'accordo con te: le persone non sono ciniche, son proprio cattive.

Certo, anche all'estero ci sono delinquenti,pirati della strada, truffatori,incivili ma in italia di più.

mbovio

Utente Attivo

  • "mbovio" ha iniziato questa discussione

Posts: 113

Activity points: 155

Data di registrazione: lunedì, 06 febbraio 2017

  • Invia messaggio privato

8

sabato, 27 ottobre 2018, 04:59

vado OT
secondo me al mondo non c'è niente di certo e vero: ci sono mezze verità mescolate a mezze bugie sapientemente in ogni campo: nella scienza, nella storia, nella religione.
E non bisogna mai fidarsi ciecamente neanche dei medici professori con due lauree: anche loro possono sbagliare!

Grazie ad internet e all'assenza di censura secondo ho appreso che la scienza,la religione e lo stato ci nascondono cose molto importanti: è esclusivamente il denaro a guidare la direzione della scienza.
https://disinformazione.it/2018/10/06/gl…roni-del-mondo/

Questo post è stato modificato 2 volta(e), ultima modifica di "mbovio" (27/10/2018, 06:07)


9

sabato, 27 ottobre 2018, 14:51

Parto dal titolo del topic: secondo me la cattiveria della gente dipende da sofferenza e malesseri. La differenza è che non tutti davanti alle difficoltà della vita reagiamo incattivendoci, c'è chi diventa violento, chi al contrario si intenerisce. Dipende molto anche dal temperamento e dal contesto sociale e familiare.

Tuttavia dico la mia: mio zio diceva sempre una frase, "buono coi buoni, cattivo coi cattivi". La verità è che difficilmente una persona possiede entrambi tali aspetti caratteriali e io onestamente preferisco accusare colpi in talune situazioni ma restare una persona umana, buona e altruista anche se ciò mi genera a volte delle grosse sofferenze.

Bwndy

Amico Inseparabile

  • "Bwndy" è un uomo

Posts: 1.406

Activity points: 4.457

Data di registrazione: mercoledì, 16 marzo 2016

  • Invia messaggio privato

10

sabato, 27 ottobre 2018, 15:52

Citato

Tutto quello che ho scritto è vero ed è stato tratto dai giornali, in particolar modo dall'Espresso, il resto da testimonianze dirette.
Non sono d'accordo con te: le persone non sono ciniche, son proprio cattive.

Certo, anche all'estero ci sono delinquenti,pirati della strada, truffatori,incivili ma in italia di più.


Non mi sembra di aver scritto che non siano cose realmente successe, ma penso che tu abbia generalizzato degli esempi che restano particolari. Nel senso che avranno una certa frequenza, ma non si può dire che tutti gli italiani facciano le cose che hai citato. Come non si può dire che siano tutti cinici o cattivi perchè sarebbe una semplificazione della realtà che è più complessa di così. Penso che si possano rilevare delle tendenze diffuse, come (a mio avviso) il cinismo o per te la cattiveria, ma non credo che siano tutti così e se lo pensi probabilmente ti ricrederai in futuro, basta che non ti fossilizzi su queste idee.
Che anche la scienza sia guidata dal denaro potrebbe essere vero, ma ciò che non toglie che ci sia progresso e conoscenza anche se orientata (che poi sarà davvero così nel 100% dei casi?)

mbovio

Utente Attivo

  • "mbovio" ha iniziato questa discussione

Posts: 113

Activity points: 155

Data di registrazione: lunedì, 06 febbraio 2017

  • Invia messaggio privato

11

mercoledì, 31 ottobre 2018, 06:02

Citato

Tutto quello che ho scritto è vero ed è stato tratto dai giornali, in particolar modo dall'Espresso, il resto da testimonianze dirette.
Non sono d'accordo con te: le persone non sono ciniche, son proprio cattive.

Certo, anche all'estero ci sono delinquenti,pirati della strada, truffatori,incivili ma in italia di più.


Non mi sembra di aver scritto che non siano cose realmente successe, ma penso che tu abbia generalizzato degli esempi che restano particolari. Nel senso che avranno una certa frequenza, ma non si può dire che tutti gli italiani facciano le cose che hai citato. Come non si può dire che siano tutti cinici o cattivi perchè sarebbe una semplificazione della realtà che è più complessa di così. Penso che si possano rilevare delle tendenze diffuse, come (a mio avviso) il cinismo o per te la cattiveria, ma non credo che siano tutti così e se lo pensi probabilmente ti ricrederai in futuro, basta che non ti fossilizzi su queste idee.
Che anche la scienza sia guidata dal denaro potrebbe essere vero, ma ciò che non toglie che ci sia progresso e conoscenza anche se orientata (che poi sarà davvero così nel 100% dei casi?)



Ricordiamoci che nella scuola italiana c'è troppo permissivismo, i programmi ministeriali sono vecchi di 30 anni fa. Anche avere un diploma o una laurea non significa essere intelligente, sveglio ,educato o civile.
Lo so che le persone non sono tutte ciniche e cattive ma se molte persone vanno alle superiori solo per scaldare il banco e prendere il foglio di carta e i il numero di laureati è uno dei più bassi in Europa e il numero di atti di violenza, inciviltà, truffa in questo paese è sempre molto alto , significa che di persone per bene ce ne sono poche.
In più sono arrivati milioni di immigrati che hanno aggiunto problemi a quelli già preesistenti.

Una volta ero in auto con 3 amici, di cui due ben piazzati e c'èra un uomo che aveva torto e a momenti voleva farci fermare e attaccarsi con noi. Pensate che stupido!

Non voglio portare sfiga: ma avverranno altri crolli di ponti, altri incidenti ferroviari, automobilistici,crollerano ancora altri muri delle scuole pubbliche, e ci saranno sempre nuove truffe.
I politici, gli assessori, i funzionari pubblici danno un cattivo esempio di moralità che si ripercuote a cascata su tutti.
Guardate come sono ridotte le strade: piene di buche, tempi dei semafori troppo corti per il pedone, rotonde pericolosissime da rifare, incroci da rifare perchè oggetto sempre di incidenti mortali,strade strette,ecc.
E come non parlare delle aziende partecipate di ogni comune: ovvero delle municipalizzate dell'acqua, dell'energia, dei trasporti che ogni grosso comune crea per piazzarci i parenti e gli amici.
E i derivati contratti dai comuni?
Molti comuni sono indebitatissimi. In Italia i soldi ci sono sempre stati per creare lavoro e benessere ma sono sempre stati usati malissimo e solo per tornaconto personale ,invece di essere usati per creare occupazione e benessere.
Quanti miliardi del fondo europeo ha perso l'italia al sud e quando li ha usati li ha usati male. Molti corsi di formazione professionale sono finanziati dal fondo sociale europeo e pochi aiutano a trovare lavoro: la maggiorparte servono solo a dare lavoro alle agenzie di formazione.

mbovio

Utente Attivo

  • "mbovio" ha iniziato questa discussione

Posts: 113

Activity points: 155

Data di registrazione: lunedì, 06 febbraio 2017

  • Invia messaggio privato

12

giovedì, 01 novembre 2018, 06:11

Citato

Tutto quello che ho scritto è vero ed è stato tratto dai giornali, in particolar modo dall'Espresso, il resto da testimonianze dirette.
Non sono d'accordo con te: le persone non sono ciniche, son proprio cattive.

Certo, anche all'estero ci sono delinquenti,pirati della strada, truffatori,incivili ma in italia di più.


Non mi sembra di aver scritto che non siano cose realmente successe, ma penso che tu abbia generalizzato degli esempi che restano particolari. Nel senso che avranno una certa frequenza, ma non si può dire che tutti gli italiani facciano le cose che hai citato. Come non si può dire che siano tutti cinici o cattivi perchè sarebbe una semplificazione della realtà che è più complessa di così. Penso che si possano rilevare delle tendenze diffuse, come (a mio avviso) il cinismo o per te la cattiveria, ma non credo che siano tutti così e se lo pensi probabilmente ti ricrederai in futuro, basta che non ti fossilizzi su queste idee.
Che anche la scienza sia guidata dal denaro potrebbe essere vero, ma ciò che non toglie che ci sia progresso e conoscenza anche se orientata (che poi sarà davvero così nel 100% dei casi?)


Per quanto riguarda la scienza medica tieni bene a mente che negli stati uniti c'è il maggior numero di obesi,malati mentali,serial killer e tumori dovuti tutti alla cattiva alimentazione (non solo fast food).
Come mai nei paesi poveri e in via di sviluppo pochi sono gli ammalati di tumore? A differenza dei paesi occidentali?
Nell'occidente, compresa l'italia, i medici tendono a prescrivere farmaci anche quando non c'è ne bisogno, e a fare esami inutili che generano falsi positivi.
Spesso alcune case farmaceutiche inventano disturbi veri e propri solo per vendere farmaci.

13

giovedì, 01 novembre 2018, 09:35

La società moderna, la cosiddetta società del benessere, è una società apparentemente felice ma per molti aspetti ammalata. Tuttavia nei paesi poveri anche se non ci si ammala di tumore con la stessa frequenza o di altre patologie legate alla società contemporanea, si muore di altre cose, in primis le guerre e la miseria.

Elettra

Super Moderatore

  • "Elettra" è una donna

Posts: 3.000

Activity points: 8.404

Data di registrazione: venerdì, 14 ottobre 2016

  • Invia messaggio privato

14

sabato, 29 dicembre 2018, 07:51

Chiudo il thread in quanto l'autore ha cancellato il topic
Si interviene sul profilo

Elettra per lo staff di moderazione