Homepage di Nienteansia.it
Switch to english language  Passa alla lingua italiana  

Non risulti loggato.


Gentile visitatore,
Benvenuto sul Forum di Psicologia di Nienteansia.it. Se questa è la tua prima visita, ti chiediamo di leggere la sezione Aiuto. Questa guida ti spiegherà il funzionamento del forum. Prima di poter utilizzare tutte le funzioni di questo software dovrai registrarti. Usa il form di registrazione per registrarti adesso, oppure visualizza maggiori informazioni sul processo di registrazione. Se sei già un utente registrato, allora dovrai solamente procedere con il login da qui.

1

sabato, 09 febbraio 2019, 10:27

Come fare quando gli eventi negativi della vita ti tirano un pugno nello stomaco?

e siete terribilmente soli

Ace87

Ragionier Filini

  • "Ace87" è un uomo

Posts: 308

Activity points: 938

Data di registrazione: domenica, 16 dicembre 2018

Località: Sondrio

  • Invia messaggio privato

2

sabato, 09 febbraio 2019, 12:58

Dipende cosa intendi per pugni nello stomaco.
Per il 99% del tempo ci lamentiamo del nulla, non ci si accorge che abbiamo persone attorno che non hanno la nostra fortuna.
"è con le persone felici che si fanno i migliori dannati" Louis-Ferdinand Céline

Scorpio1963

Giovane Amico

  • "Scorpio1963" è un uomo

Posts: 224

Activity points: 700

Data di registrazione: venerdì, 16 novembre 2018

Località: Toscana

  • Invia messaggio privato

3

sabato, 09 febbraio 2019, 13:54

e siete terribilmente soli


Prova a descrivere questa solitudine e condividerla qui

fran235

Esperto del Forum

  • "fran235" è un uomo

Posts: 7.422

Activity points: 22.574

Data di registrazione: mercoledì, 05 ottobre 2016

Località: Roma e l'universo

Lavoro: something

  • Invia messaggio privato

4

sabato, 09 febbraio 2019, 14:15

Non so come si fa. Me lo prendo, mi piego in due e aspetto che il dolore si attenui.
I miss the comfort in being sad

5

sabato, 09 febbraio 2019, 14:18

Nonostante mi stia capitando una situazione analoga mi viene difficile darti una risposta perché forse quella risposta sta solo nel proprio modo di reagire. Anch'io mi trovo da prima dell'estate in una situazione difficile che è rappresentata dall'insieme di più cose (lavorative, familiari etc.) per cui non passa giorno che non abbia da angosciarmi per qualche ragione.

Sarà che nella mia vita ne ho già vissute tante sin da bambino con la separazione dei miei ma risponderei che la miglior cosa è vivere alla giornata, cercare di distrarsi, mandar via i pensieri negativi e affrontare le cose una per volta per evitare sovraccarichi. Se sei credente prega Nostro Signore, se non lo sei e non vuoi diventarlo trovati delle cosa in cui impegnarti e spera che le cose si risolvano.

Nb: a volte la realtà fa paura ma spesso le cose non sono così gravi come le vediamo.

Fatti anima e coraggio e non ti abbattere che tanto non risolveresti comunque i problemi.

1 utente a parte te sta visitando questo thread:

1 ospite